State of Play

Acquista su Ibs.it   Dvd State of Play   Blu-Ray State of Play  
Un film di Kevin Macdonald. Con Russell Crowe, Ben Affleck, Rachel McAdams, Helen Mirren, Robin Wright.
continua»
Titolo originale State of Play. Azione, Ratings: Kids+13, durata 125 min. - USA 2009. - Universal Pictures uscita giovedý 30 aprile 2009. MYMONETRO State of Play * * * - - valutazione media: 3,01 su 70 recensioni di critica, pubblico e dizionari.
   
   
   
samanta martedý 26 maggio 2020
un thriller ben riuscito Valutazione 3 stelle su cinque
100%
No
0%

Uscito nel 2009 il film è un thriller su un caso di corruzione ambientato in USA, diretto da Kevin Mcdonald famoso per diversi film documentari (ricevette anche un Oscar) e che riuscì a avere un successo con L'ultimo Re di Scozia sulla vicende dell'Uganda dominata dal crudele dittatore Idi Amin.
Il film, ambientato a Washington, inizia con l'assassinio di un giovane afro americano da un Killer con un valigetta metallica che ferisce gravemente anche un giovane ciclista di passaggio (lo finirà due giorni più tardi in ospedale). Il giorno dopo muore sotto il treno della metro Sonia Baker giovane assistente del deputato Stephen Collins (Ben Affleck) che presiede una commissione d'inchiesta del Congresso sui fondi appaltati (40 miliardi di $) ad un società di contractors a cui si vorrebbe anche affidare la sicurezza interna in USA, il fatto è definito un suicidio su cui alcuni giornali insinuano che alla base ci sia una delusione amorosa. [+]

[+] lascia un commento a samanta »
d'accordo?
rescart domenica 24 maggio 2020
one way or another Valutazione 4 stelle su cinque
0%
No
0%

Consiglio, almeno a chi capisce un po' d'inglese, di seguire questo film in lingua originale con i sottotitoli. Con la traduzione infatti si perdono alcuni doppi sensi, come quello contenuto nella parola "One way" che letteralmente significa "a senso unico", ma che associata a "or another" preannuncia senza spoilerarlo il finale del film. Anche io quindi vorrei evitare di togliere la suspense volando alto sul significato più etico, oggi diremmo sul "messaggio", contenuto in questo film. Sì tratta dell'importanza della libera stampa, che è un portato della rivoluzione borghese che è stata alla base del passaggio da una società oligarchica autoritaria a una democratica basata sulla possibilità di chiunque di dimostrare quello che vale ed entrare così nella "stanza dei bottoni". [+]

[+] lascia un commento a rescart »
d'accordo?
giovanna venerdý 17 marzo 2017
da vedere Valutazione 3 stelle su cinque
0%
No
0%

Bello. Tiene ritmo e tensione.
forse un po' manicheo nel tratteggiare i personaggi. Ma mi ha incollata allo schermo

[+] lascia un commento a giovanna »
d'accordo?
toty bottalla venerdý 30 dicembre 2016
giornalismo, polizia e politica, il massimo! Valutazione 3 stelle su cinque
100%
No
0%

Una storia suxarticolata e inafferrabile, storia di politica contro informazione contro polizia, un intreccio in cui il denaro tanto per cambiare è protagonista e movente di ogni nefandezza, Crowe anche in sovrappeso si muove bene e la sua bravura attoriale fa la differenza e per una volta le fasi d'azione risultano credibili, un pò troppo caricate sono invece quelle in redazione e si nota poca suspense in alcune sequenze di tensione, un racconto eroico di giornalismo integerrimo credibile solo al cinema. Saluti.

[+] lascia un commento a toty bottalla »
d'accordo?
elgatoloco sabato 27 agosto 2016
"state of play"=un'eccezione Valutazione 0 stelle su cinque
0%
No
100%

Il cinema "d'investigazione"(detection's movie and cinema)USA è probabilmente l'unica alternativa, rispetto a quella che il grande linguista e mass-mediologo Noam Chomsky definisce il sostanziale monopartitismo USA(Repubblicani e Democratici non sarebbero altro che due facce della stessa medaglia e le differenze tra i due partiti null'altro che un'ìllusione):dai film degli anni Settanta in poi("All the President's Men"di Pakula, emblematicamente, ma non è l'unico film esemplare), non vi sarebbe altra via"di fuga"dalla situazione bloccata del panorama politico USA e dell'apparato mediatico che lo supporta. [+]

[+] lascia un commento a elgatoloco »
d'accordo?
orion84 lunedý 28 dicembre 2015
interpreti credibili per un film azzeccatissimo Valutazione 4 stelle su cinque
100%
No
0%

Film visto per caso, devo dire che mi ha stupito piacevolmente. La trama è interessante e proprio come in un caso giornalistico monta di momento in momento come un'onda fino all'epilogo inatteso, di certo la scenggiatura è stata realizzata in modo ammirevole, i tempi morti sono ridotti all'osso e il film scorre in modo piacevole. Una nota particolare sul cast: perfetto. I protagonisti in primis, su cui giganteggia un Russel Crowe che riesce incredibilmente ad essere credibile sia in ruoli fisici sia quando recita con 20 kg di troppo; Ben Affleck perfetto così come la McAdams, ma è anche nel cast dei personaggi di contorno che il film si regge a meraviglia, Helen Mirren superba, Jason Bateman in un ruolo che gli calza a pennello e perfino Robin Wright, sempre bellissima, riprende con efficacia i panni della moglie stanca (ricordandomi in parte il ruolo che recitò in Unbreakable). [+]

[+] lascia un commento a orion84 »
d'accordo?
dario venerdý 2 gennaio 2015
contorto Valutazione 2 stelle su cinque
0%
No
100%

Innanzi tutto è insopportabile il gigionismo di Crowe (orribile con i capelli lunghi, in più è bolso, appesantito e ha una sola espressione), poi la storia è inutilmente complicata (e prevedibile sin dalla prima inquadratura). La sceneggiatura, con poche idee, si affida al deja vu. Film del genere ce ne sono a quintali, con le solite schermaglie dialettiche che  portano al solito colpo di scena. Comunque, la regia è robusta e le scene sono svelte. La Mirren è sprecata. Carina la Mc Adams, e la migliore.   

[+] lascia un commento a dario »
d'accordo?
gianleo67 martedý 22 aprile 2014
lo 'stato dell'arte' tra giornalismo e cinema Valutazione 3 stelle su cinque
0%
No
0%

Combattivo e irriducibile giornalista d'assalto del Washington Globe deve condurre, insieme ad una giovane e rampante collega, una difficile inchiesta che vede coinvolto un suo amico deputato a capo di una commissione del congresso che indaga su una potente compagnia di sicurezza privata concessionaria di miliardari appalti governativi. Tra omicidi misteriosi, pericolose lobbies guerrafondaie, conflitti privati e pubbliche virtù dovrà ricomporre il difficile bandolo di una matassa intricata e inestricabile in cui vittime e colpevoli non sembrano stare necessariamente da una sola parte del campo di battaglia.
Dal soggetto di una famosa (almeno in patria) serie televisiva targata BBC, il regista britannico Kevin Macdonald ('Un giorno a settembre' - 1999 e 'L'ultimo re di Scozia' - 2006) trae un efficace dramma giornalistico che, se presta il fianco alle rocambolesche inverosimiglianze di una sceneggiatura dove il colpo di scena è perennemente in agguato, dall'altro guarda alla solidità dei modelli hollywoodiani di riferimento ('I tre giorni del Condor', 'Tutti gli uomini del Presidente', 'Quinto Potere') capaci di coniugare suspence e impegno civile, protagonismo attoriale ed impeccabili caratterizzazioni, scrittura a più livelli e ritmo serrato, non mollando mai la presa da una materia narrativa (chi ha fatto cosa) in cui il primato inalienabile del 'primo emendamento' (concetto molto lato nel mondo anglosassone) è il motore dinamico che anima la scena fino all'implacabile rotativa dei titoli di coda. [+]

[+] lascia un commento a gianleo67 »
d'accordo?
rico90 venerdý 8 giugno 2012
coinvolgente da non perdere! Valutazione 5 stelle su cinque
100%
No
0%

Coinvolgente film che ti incolla allo schermo e pezzo dopo pezzo svela i misteri di un complotto politico inoltrandoti nel mondo del giornalismo investigativo.Da vedere assolutamente!

[+] lascia un commento a rico90 »
d'accordo?
clafiore lunedý 28 maggio 2012
geniale intreccio Valutazione 5 stelle su cinque
33%
No
67%

Niente è quello che sembra, questo film ribalta le nostre convinzioni iniziali sullo svolgersi dei fatti  con grande maestria. Regia molto curata, ma è soprattutto la sceneggiatura a colpire, con le batture geniali del bravissimo giornalistra Russel Crowe che insegna il mestiere ma si lascia anche un po' guidare dall'entusiasmo dell'inesperta (giornalista, non attrice) Rachel McAdams. In questa trama c'è spazio per tutto: intrecci politici mischiati ad accuse giudiziarie, il tutto farcito con un retroscena sentimentale. Anche la colonna sonora è degna del film, ci accompagna coinvolgendoci ancora di più nella trama, e senza accorgercene diventiamo parte della vicenda, ci ritroviamo nella sede del Washington Globe a cercare anche noi di dispiegare l'intreccio degli eventi, cercando un filone logico che alla fine ci stupirà. [+]

[+] lascia un commento a clafiore »
d'accordo?
pagina: 1 2 3 4 5 6 »
State of Play | Indice

Recensioni & Opinionisti Articoli & News Multimedia Shop & Showtime
MYmovies
Marianna Cappi
Pubblico (per gradimento)
  1░ |
  2░ | ciccio capozzi
  3░ | houssy
  4░ | massimiliano di fede
  5░ | dario carta
  6░ | samanta
  7░ | orion84
  8░ | filippo catani
  9░ | ultimoboyscout
10░ | gianleo67
11░ | clafiore
12░ | ivanvalle90
13░ | dario
14░ | elgatoloco
15░ | pipay
Immagini
1 | 2 | 3 | 4 | 5 | 6 | 7 | 8 | 9 | 10 | 11 | 12 | 13 |
Shop
DVD
Uscita nelle sale
giovedý 30 aprile 2009
prossimamente al cinema Film al cinema Novità in dvd Film in tv
Altri prossimamente » Altri film al cinema » Altri film in dvd » Altri film in tv »
home | cinema | database | film | uscite | dvd | tv | box office | prossimamente | colonne sonore | Accedi | trailer | TROVASTREAMING |
Copyright© 2000 - 2020 MYmovies® // Mo-Net All rights reserved. P.IVA: 05056400483 - Licenza Siae n. 2792/I/2742 - credits | contatti | redazione@mymovies.it
Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso
pubblicità