Red Eye

Film 2005 | Thriller +13 85 min.

Regia di Wes Craven. Un film con Rachel McAdams, Brian Cox, Cillian Murphy, Jack Scalia, Beth Toussaint, Tina Anderson. Cast completo Genere Thriller - USA, 2005, durata 85 minuti. Uscita cinema venerdì 21 ottobre 2005Consigli per la visione di bambini e ragazzi: +13 - MYmonetro 3,00 su 13 recensioni tra critica, pubblico e dizionari.

Condividi

Aggiungi Red Eye tra i tuoi film preferiti
Riceverai un avviso quando il film sarà disponibile nella tua città, disponibile in Streaming e Dvd oppure trasmesso in TV.



Accedi o registrati per aggiungere il film tra i tuoi preferiti.


oppure

Accedi o registrati per aggiungere il film tra i tuoi preferiti.

Diretto da Wes Craven, è la storia di un duello tra due creature che avrebbero potuto amarsi e che finiscono per combattersi spietatamente. Il tutto a bordo di un aereo, isolati da tutto e a colpi di dialoghi fulminanti. In Italia al Box Office Red Eye ha incassato nelle prime 3 settimane di programmazione 1,3 milioni di euro e 546 mila euro nel primo weekend.

Red Eye è disponibile a Noleggio e in Digital Download
su TROVA STREAMING e in DVD su IBS.it. Compralo subito

Consigliato sì!
3,00/5
MYMOVIES 2,75
CRITICA N.D.
PUBBLICO 2,75
CONSIGLIATO SÌ
Un buddy buddy claustrofobico a bordo di un aereo.
Recensione di Adriano De Carlo
Recensione di Adriano De Carlo

Red eye è la storia di un duello tra due creature che avrebbero potuto amarsi e che finiscono per combattersi spietatamente. Lisa (Rachel McAdams), è una ragazza in gamba, che svolge le sue mansioni di dirigente di un grande albergo con efficienza, ma non privandosi della sua femminilità. Un episodio drammatico del suo passato ha lasciato qualche traccia: Lisa ha la paura di volare, che supera ogni volta come una sfida. Durante un volo si trova accanto un giovane dal fascino inquietante. La schermaglia tra i due sembra preludere ad una vicenda d'amore; in realtà Jackson (Cillian Murphy), nell'abiguità dei suoi modi, ha altri progetti ed una premeditazione quasi fanatica. Ora le sue intenzioni sono evidenti e Lisa diventa un suo ostaggio. L'uomo fa parte di un gruppo che deve eliminare un uomo politico (Jack Scalia), che deve occupare una suite dell'Hotel in cui lavora Lisa. Minacce, ricatti, in un "buddy buddy" intimista, visto che per due terzi l'azione si svolge sull'aereo in volo, non piegano la volontà della giovane. E Wes Craven, messi in soffitta i suoi "Screams", mostra di essere davvero un regista di talento. Nell'angusto spazio dell'interno di un aereo, isola i due protagonisti, impegnandoli in un dialogo eccitante, aggiungendo fulminanti controcampi e soluzioni di sceneggiatura, talvolta prevedibili ma di certo utili al proseguo della vicenda, che è davvero incalzante. Infine, il regista, depurato il racconto da tutto l'armamentario splatter si tuffa nel thriller educato: nessun arto mozzato, né sangue, né altre efferatezze, solo un bel racconto, teso, avvincente, rassicurante e professionale. Non è poco. Rachel McAdams è una scommessa già vinta e sul suo futuro si può scommetere senza esitazioni. Il valoroso caratterista Brian Cox, nel ruolo del padre di Lisa, dimagrito di almeno 20 chili, è un valore aggiunto in una pellicola di intrattenimento, che suggerisce come si possa vivere benissimo senza le scelleratezze del genere horror.

Sei d'accordo con Adriano De Carlo?
Su MYmovies il Dizionario completo dei film di Laura, Luisa e Morando Morandini

Reduce dal funerale della nonna, Lisa, aerofoba direttrice di un lussuoso albergo, s'imbarca su un volo notturno per Miami e si fa confortare da un belloccio. È un terrorista che, dopo una scopata randagia in toilette, prima dell'atterraggio la ricatta, cercando di coinvolgerla nell'attentato a un uomo politico. Scritto da Carl Ellsworth, il thriller funziona nella 1ª parte in volo con una suspense claustrofobica, ma nella 2ª, ambientata nell'appartamento di Lisa, scade, anche per le inverosimiglianze della sceneggiatura, in effettacci stereotipati. Negli USA si chiamano red eye i voli notturni da cui i passeggeri discendono con gli occhi rossi di chi ha dormito poco e male.

Tutte le recensioni de ilMorandini
CONSULTALO SUBITO
RED EYE
in streaming
NOLEGGIA
streaming
ACQUISTA
download
SD HD HD+ SD HD HD+

-
-
-
-
-
-
CHILI
-
-
-
-
iTunes
-
-
-
-
-
-
Amazon Prime Video
Google Play

Anche su supporto fisico su IBS

DVD

BLU-RAY
€4,99
PUBBLICO
RECENSIONI DALLA PARTE DEL PUBBLICO
venerdì 25 febbraio 2011
LOMAX

L'avvio del film è davvero promettente, ma pian piano si perde nel già (abbondantemente) visto e scontato, infarcito di improbabili (e stupidi) slanci di eroismo perdendo progressivamente di credibilità, fino a scadere completamente nel solito, prevedibile, irritante per la sua banalità, finale. Wes Craven è ormai in caduta libera verso l'oblio, mentre merita una menzione la bella Mc Adams che sicuramente [...] Vai alla recensione »

lunedì 17 dicembre 2012
Aphor

 Red Eye è un film che si apre con toni tranquilli, quasi volto a voler ingannare uno spettatore totalmente ignaro sul suo genere d'appartenenza, per poi virare verso un teso degenerare dei fatti e della vita della giovane protagonista, Lisa Reisert (Rachel McAdams). L'anima del film si palesa assieme ai veri colori del co-protagonista, Jackson Rippner (Cillian Murphy), che, una [...] Vai alla recensione »

lunedì 15 agosto 2011
Diego Campari

Su Wes Craven pesa una spada di Damocle non da nulla, il suo glorioso passato che lo lega indissolubilmente ad un genere, l'horror, di cui pare essere il padre. In Red Eye (perchè Red eye, poi?) decide di cimentarsi con il genere thriller in modo più o meno classico e il suo lavoro fa acqua. Nulla da eccepire sulla tecnica(una fotografia interessante), ma la sceneggiatura [...] Vai alla recensione »

sabato 7 agosto 2010
paolomiki

 Ho visto questo film tutto di un fiato e non ho perso una virgola dei dialoghi e delle scene.Giudizio? Non sono in grado di giudicare il film nel suo insieme perchè devo confessare di essermi attaccato allo schermo solo per gustarmi un cioccolattino alla crema con liquore che si chiama Rachel McAdams.Questa ragazza è bella senza saperlo è brava senza farlo pesare alle sue [...] Vai alla recensione »

venerdì 14 agosto 2009
LUCIDO71

"decolla" dopo un po', e dura veramente pochino... ma almeno resta un prodotto godibile: troviamo la giusta tensione, bravi attori protagonisti, e una trama che tiene fino alla fine. L'unica nota stonata (fermarsi qui se non si è visto il film!!), è la scena finale nella casa, dove seppur ferito, non si capisce proprio come un killer professionista, abbi la peggio con un'assistente di volo.

venerdì 4 maggio 2012
mugnaio

Storia avvincente che tiene incollati allo schermo. Una giovane dirigente d'albergo con la paura di volare si ritrova in ostaggio in aereo e immischiata in una faccenda criminale. La suspance resta alta per tutto il film soprattutto durante l'ultima parte del film che però risulta un pò poco credibile seppur appassionante. Molto bravi e credibili gli attori.

mercoledì 2 giugno 2010
emiliano.roz

è la critica di robert che è imbevibile

sabato 2 dicembre 2017
Francis Metal

L'unica cosa che non mi torna più di tanto nel film è questa: che cosa vuole insegnare? Mi è piaciuto, ma non capisco quale sarebbe la morale. Non solo, ma questo Jack, che viene visto perfettamente in faccia, di cui conosci il nome e il cognome, non ha paura di essere denunciato? 

martedì 15 luglio 2014
LinaStory

Questo film lo vidi anni fa ed è uno di quei thriller che non mi stanco mai di rivedere. Poi c'è Cillian Murphy che secondo me è un attore bravissimo! Mi sono anche iscritta ad un forum italiano su di lui su forumcommunity, se anche voi siete fan cercatelo! :)

mercoledì 22 maggio 2013
Renato C.

Più che un thriller lo definirei un bel film di azione e suspence. L'intreccio è buono: dopo l'assassinio del presidente Kennedy anche il cinema, specialmente quello hollywoodiano si è messo a produrre films su cospirazioni contro capi di stato, personaggi importanti,ecc. L'attentato in questo film col bazooka, ricorda un po' quello al presidente egiziano Sadat. Il [...] Vai alla recensione »

giovedì 13 settembre 2012
toty bottalla

Buon intrattenimento per un pubblico facilmente impressionabile, finale scontato e prevedibile, tuttavia gli americani del cinema vanno forte anche in film come questo, ed ecco tre stelle per l'impegno e la grande professionalità. Saluti.

martedì 16 agosto 2011
dario

Prima parte notevole per abilità registica, la seconda cade a precipizio nel deja-vu di tanti, troppi, thriller americani. Una buona idea di fondo, sfruttata male.  

lunedì 31 maggio 2010
emiliano.roz

Lisa Reisert vola da Dallas a Miami.Poco dopo il decollo Jackson il suo vicino di poltrona le rivela il motivo per cui è a bordo: fa parte di un complotto per uccidere un politico. Lisa è la chiave per la riuscita del piano. Se si rifiuta di cooperare suo padre verrà ucciso da un killer che aspetta solo una telefonata di Jackson per diventare operativo.

domenica 30 maggio 2010
emiliano.roz

Lisa Reisert vola da Dallas a Miami.Poco dopo il decollo Jackson,il suo vicino di poltrona le rivela che lui fa parte di un complotto per uccidere un potente uomo d'affari.Se Lisa si rifiuta di cooperare suo padre verrà ucciso da un killer che aspetta solo una telefonatadi Jackson per diventare operativo. Da non perdere :thrller carico di suspense e azione che non annoia mai.

sabato 23 maggio 2009
freddyno

non dura tanto,ma è davvero un concentrato di idee,da vedere

Frasi
Lisa: "Allora che cosa fa?"
Jackson: "Colpi di stato, omicidi ad alta spettacolarità...le solite cose"
Dialogo tra Lisa Reisert (Rachel McAdams) - Jackson Rippner (Cillian Murphy)
dal film Red Eye - a cura di Harley
STAMPA
RECENSIONI DELLA CRITICA
Giulia D'Agnolo Vallan
Il Manifesto

«Povero nel budget ma non nello spirito». Così Dennis Lim (Village Voice) ha descritto Red Eye, il clautrofobico thriller di Wes Craven incentrato su un duello all'ultimo sangue che si combatte per la maggior parte su due poltrone di classe economica a bordo di un jet Dallas-Miami nella tempesta. Lei (Rachel McAdams): direttrice delle pubbliche relazioni di un grande albergo della Florida, ineccepibile, [...] Vai alla recensione »

Antonio Angeli
Il Tempo

Gli appassionati del thriller non mancheranno di apprezzare l’ultima creazione del maestro Wes Craven che ha realizzato uno dei migliori film del genere, come non se ne vedevano da anni. Il sessantaquattrenne papà di Freddy Krueger, specialista nel fare tanto con poco, stavolta ha voluto superare se stesso. Non ci sono gli incubi di Nightmare ne la maschera satanica di Screma, niente splatter, niente [...] Vai alla recensione »

Emanuela Martini
Film TV

Dopo i primi dieci minuti, non appena la protagonista, Lisa, arriva al check in del volo notturno per Miami, in esasperante ritardo, Red Eye, il nuovo film di Wes Craven, assume un’inquietante configurazione narrativa, confermata dallo sviluppo successivo, in volo. Ma è non quella che ci si aspetta dall’autore: non un horror parodistico, e neppure un thriller psicologico, bensì uno degli innumerevoli, [...] Vai alla recensione »

Alberto Castellano
Il Mattino

Wes Craven, ex professore di letteratura con laurea in filosofia, maestro dell'horror splatter e poi sofisticato, creatore di prototipi di successo come Nightmare e Screma, ci regala un film ad alta tensione e ad alta quota. Red Eye (nella foto, una scena) è un thriller psicologico-demoniaco che si svolge prevalentemente in un aereo di linea diretto a Miami.

Mariarosa Mancuso
Il Foglio

Tempi duri se avete paura di volare. Ai soliti incidenti aerei, già svillaneggiati nell’“Aereo più pazzo del mondo”, si aggiungono un paio di altri incubi. In questo film di Wes Craven, il ragazzo carino che ti corteggia in aeroporto, poi dalla poltroncina accanto alla tua, e appena la hostess si allontana risulta essere un killer, annunciato dal sinistro cognome Rippner (Jack the Ripper è Jack lo [...] Vai alla recensione »

Emiliano Morreale
Film TV

Il Red eye, l’occhio rosso da titolo di questo film, si riferisce alla stanchezza da mancanza di sonno, «quella degli uomini d’affari che fanno lunghi viaggi notturni in aereo e poi corrono subito a lavorare con gli occhi rossi perché non sono riusciti a dormire». Certo, se a dirlo è Wes Craven le associazioni con il cinema sono subito inarrestabili.

Alex Stellino
Ciak

Reduce dal funerale della nonna, Lisa Reisert (Rachel McAdams, Mean Girls) prende il volo notturno per Miami. Sull’aereo stringe amicizia con il vicino di posto Jackson Rippner (Cillian Murphy, Batman Begins), ma sotto l’aspetto accattivante dell’uomo si nasconde un pericoloso terrorista che la ricatta minacciando di morte il padre. Dopo il passo falso di Cursed, Craven ritrova la marcia giusta e mette [...] Vai alla recensione »

Adriano De Carlo
Il Giornale

Red Eye è la storia di due creature che potrebbero amarsi ma finiscono per combattersi spietatamente. Lisa (Rachel McAdams), durante un volo aereo si trova accanto un giovane dal fascino inquietante. La schermaglia tra i due sembra preludere ad una vicenda d'amore; in realtà Jackson (Cillian Murphy), nell'ambiguità dei suoi modi, ha altri progetti e Lisa diventa un suo ostaggio.

Roberto Nepoti
La Repubblica

L'"airplane movie", il thriller a 10 mila metri d'altezza, riprende quota dopo la pausa imposta dallo shock dell'11 settembre. In attesa di vedere Flightplan, dove Jodie Foster smarrisce la bimba in volo, atterra sui nostri schermi Red Eye, un potabile prodotto firmato Wes Craven, in licenza dal repertorio orrorifico vero e proprio. Manager di un lussuoso hotel di Miami, Lisa s'imbarca su un volo [...] Vai alla recensione »

Pedro Armocida
Il Giornale

Fortuna che lui non si prende troppo sul serio. Wes Craven è uno di quei pochi registi che coltiva una grande virtù: la modestia. Che oggi gli fa dire: «Se mi volto indietro e ripenso ai miei film, vedo molti cambiamenti. Il tempo è andato avanti e sono più anziano. Oggi comprendo meglio tante cose, sono diventato più accomodante ma anche più sofisticato».

Lietta Tornabuoni
La Stampa

Wes Craven, 66 anni, americano, gran maestro dello spavento, cambia genere: dall’horror passa al thriller. Oppure evoca i desideri giovanili, quando pur di dirigere un film avrebbe fatto qualsiasi cosa e la prima occasione fu un horror, L’ultima casa a sinistra, seguito da Le colline hanno gli occhi. Più tardi, per Nightmare, inventò l’atroce protagonista Freddy Krueger (successo internazionale, sei [...] Vai alla recensione »

Leonardo Jattarelli
Il Messaggero

Ma dov’è finito Freddy Krueger e l’Uomo Nero-Robert Englund? E dove hanno nascosto l’horror? Lui, Wes Craven, maestro del genere fino all’altro ieri, dice che oggi in America la paura si ferma ai fantasmi. Di più la censura non concede. Dunque addio brivido generazionale, quello che nei ’70 ha partorito Le colline hanno gli occhi, negli ’80 ha inventato Nightmare e nei ’90 la serie di Screma.

Vai alla home di MYmovies.it
Home | Cinema | Database | Film | Calendario Uscite | MYMOVIESLIVE | Dvd | Tv | Box Office | Prossimamente | Trailer | Colonne sonore | MYmovies Club
Copyright© 2000 - 2020 MYmovies.it® - Mo-Net s.r.l. Tutti i diritti riservati. È vietata la riproduzione anche parziale. P.IVA: 05056400483
Licenza Siae n. 2792/I/2742 - Credits | Contatti | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso | Accedi | Registrati