P3K: Pinocchio 3000

Film 2004 | Animazione Film per tutti 80 min.

Titolo originaleP3K
Anno2004
GenereAnimazione
ProduzioneCanada, Francia, Spagna
Durata80 minuti
Regia diDaniel Robichaud
Uscitagiovedì 5 gennaio 2006
RatingConsigli per la visione di bambini e ragazzi: Film per tutti
MYmonetro 2,15 su 12 recensioni tra critica, pubblico e dizionari.

Regia di Daniel Robichaud. Un film Titolo originale: P3K. Genere Animazione - Canada, Francia, Spagna, 2004, durata 80 minuti. Uscita cinema giovedì 5 gennaio 2006Consigli per la visione di bambini e ragazzi: Film per tutti - MYmonetro 2,15 su 12 recensioni tra critica, pubblico e dizionari.

Condividi

Aggiungi P3K: Pinocchio 3000 tra i tuoi film preferiti
Riceverai un avviso quando il film sarà disponibile nella tua città, disponibile in Streaming e Dvd oppure trasmesso in TV.



Accedi o registrati per aggiungere il film tra i tuoi preferiti.


oppure

Accedi o registrati per aggiungere il film tra i tuoi preferiti.

L'animazione in 3D di Daniel Robichaud trasporta la storia di Pinocchio nell'anno 3000. Il burattino di legno è mutuato in robot ma sogna sempre di diventare un bambino vero. Lo aiuteranno il padre Geppetto, e la spumeggiante fatina Cyberina. Il film ha ottenuto 1 candidatura al Festival di Giffoni, In Italia al Box Office P3K: Pinocchio 3000 ha incassato nelle prime 3 settimane di programmazione 187 mila euro e 123 mila euro nel primo weekend.

P3K: Pinocchio 3000 è disponibile a Noleggio e in Digital Download
su TROVA STREAMING e in DVD su IBS.it. Compralo subito

Consigliato no!
2,15/5
MYMOVIES 2,00
CRITICA 2,25
PUBBLICO 2,10
CONSIGLIATO NÌ
Trasposizione ipermoderna della favola di Collodi.
Recensione di Marzia Gandolfi
Recensione di Marzia Gandolfi

Chi non conosce le avventure del burattino di Collodi, disegnate da Walt Disney nel 1940, tradotte per il piccolo schermo da Luigi Comencini, rivisitate sul grande da Roberto Benigni e ora lanciate nel futuro dal canadese Daniel Robichaud? Probabilmente i più piccini a cui naturalmente non ci stanchiamo di raccontarle e a cui suggeriamo di correre numerosi al cinema come nel Paese dei Balocchi, perché il burattino creato con l'animazione 3D conserva "l'anima bella" di Collodi. Trasferito in un futuro lontano dieci secoli, il Pinocchio tecnologico di Mastro Geppetto ha il corpo di metallo, il cuore digitale e un software in testa che "salva in memoria" il bene e il male. Il Pinocchio robot vive a Scamboville, metropoli del 3000, governata da un sindaco che detesta la natura e ha a noia i bambini.
Scamboli, moderno Mangiafuoco, costruisce grattacieli che soffocano il verde e una città dei balocchi con cui irretire e trattenere per sempre i bambini della città. Marlene, figlia ribelle di Scamboli è la versione femminile e rivisitata di Lucignolo, è un ecologista convinta, una ragazza della via Gluck che sogna l'erba dove adesso sorge una città. E poi c'è Geppetto, falegname mutuato in informatico che conserva intatto il sogno di creare un figlio da amare. C'è Cyberina, la fatina olografica che smette i panni turchini e indossa abiti fasciati da Drag Queen, che dispensa consigli e pillole da mandare giù senza zucchero con la bella voce di Platinette.
E c'è ancora il grillo parlante trasformato dalla fantasia degli autori in un cyber-pinguino, tutore confuso ma coscienza diligente che da sempre sa cosa è bene per il suo burattino. Cab e Rodo sono invece la cattiva coscienza tecnologica, gli epigoni maldestri del gatto e la volpe, incapaci però della radicale scelleratezza della loro versione letteraria. In questa trascrizione per lo schermo non manca nemmeno la balena, dal cui ventre Pinocchio salverà una volta ancora il suo amato babbino restituendolo alla vita e rinnovando per sé il miracolo di essere un bambino vero.
La riproduzione dei personaggi di Collodi soffre di un esagerato buonismo che preserva i giovani spettatori dalle amare emozioni suscitate dalla letteratura ottocentesca. Ma se l'addolcimento della visione infantile farà storcere il naso agli adulti, non dispiacerà troppo ai bambini ai quali, si sa, le bugie, soprattutto quelle dal naso lungo e le gambe corte, piacciono tanto.

Sei d'accordo con Marzia Gandolfi?
P3K: PINOCCHIO 3000
in streaming
NOLEGGIA
streaming
ACQUISTA
download
SD HD HD+ SD HD HD+
CHILI
-
-
-
-
iTunes
-
-
-
-
-
-

Anche su supporto fisico su IBS

DVD

BLU-RAY
€7,94
PUBBLICO
RECENSIONI DALLA PARTE DEL PUBBLICO
domenica 19 maggio 2013
Giorg99

Gia nel 1940 uscì il Pinocchio della Disney, poi anche Commenci realizzò il suo Pinocchio, poi da Benigni e quest' anno nel 2013 il Pinocchi di Enzo D' Alò anche se non ha avuto una grande fama e nel 2004 il Pinocchio  Daniel Robichaud. Tratti dalla bella favola che racconta la storia di un burattino di legno e delle sue avventure.

domenica 18 luglio 2010
g_andrini

Un lavoro veramente eccellente. E' certamente costato tanta fatica, e vi sono molti spunti originali. Può sembrare un film solo per piccini ma in realtà fanno bene a dargli una occhiata anche gli adulti. Ovviamente si deve avere uno spirito giusto per vederlo, altrimenti, come tutto, non può piacere.

STAMPA
RECENSIONI DELLA CRITICA
Lietta Tornabuoni
L'Espresso

Film d’animazione in 3D, ambientato tra la campagna toscana dell’Ottocento e una metropoli avvenirista dominata da un tiranno che vorrebbe trasformare tutti i bambini in robot. Geppetto è un ingegnere elettronico, Pinocchio (che compirà tra breve 128 anni di esistenza letteraria) vorrebbe mutarsi in umano, il regista è canadese, l’ingenua semplicità si indirizza al pubblico dei più piccoli.

Luca Raffaelli
XL

Un Pinocchio robot del futuro si era già visto con A.I. di Spietberg e Kubrick. Questo, di produzione canadese e realizzato tutto in 3D, è per i più piccoli, con scenografie dai bei colori in stile Guerre stellari. I temi di Collodi sono tradotti in fantascientifico favolistico, con il grillo che diventa un pinguino e Pinocchio che gli risponde “salvato in memoria”.

Thomas Martinelli
Il Manifesto

L'obbedienza non è sempre una virtù, lo sappiamo, anche se la fiaba di Collodi e del suo famosissimo burattino di legno ci dicono il contrario. Pinocchio ci dice anche però che la conoscenza passa per l'esperienza e, quando si presenta, attraverso il viaggio. Ma regge ancora oggi? E nel quarto millennio? Spielberg con A.I. dice di sì, e gli dà ora man forte P3K: Pinocchio 3000, lungometraggio digitale [...] Vai alla recensione »

Alessandra De Luca
Avvenire

Di tanto in tanto si riaffaccia sullo schermo. In carne ed ossa o disegnato, adulto o bambino, poco importa: Pinocchio è uno di quei personaggi dell’immaginario collettivo destinato a superare le barriere del tempo e dello spazio. Tant’è che questa volta a raccontarci la fiaba nata dalla fantasia di Collodi nel 1881 è il canadese Daniel Robichaud (ha lavorato agli effetti speciali di Titanic, Terminator, [...] Vai alla recensione »

Francesco Alò
Il Messaggero

Passo falso per l'animazione europea. Dopo l'ottimo successo in Francia di Kirikù e gli animali selvaggi (oltre dieci milioni di euro di incasso nel Natale 2005) e la discreta riuscita spagnola di El Cid (tre milioni in patria ad inizio 2004), il nuovo cartone animato franco-iberico-canadese Pinocchio 3000 di Daniel Robichaud, costato quasi nove milioni di euro, delude non poco.

Gian Luigi Rondi
Il Tempo

Dopo Walt Disney, un altro Pinocchio tenuto a battesimo dall’animazione. Però, sugli schermi, batte da un po’ l’era del digitale e, attorno, la cibernetica si sta conquistando spazi sempre più dilatati. Così questo disegno animato di oggi, diretto da un canadese ma coprodotto anche da francesi e spagnoli, non solo ricorre dal principio alla fine alla terza dimensione (l’ormai arcinota 3D), ma, per [...] Vai alla recensione »

Roberto Nepoti
La Repubblica

L'idea di trasformare il burattino di Collodi in un robot non può dirsi inedita: ci aveva già pensato Kubrick (sulla base dei racconti di Brian Aldiss), passando poi la mano a Spielberg che la realizzò con A. I.. Il progetto di Daniel Robichaud, animatore del Québec, è più modesto. Persuaso che le grandi storie si possano adattare all'infinito, e che la Disney non sia la plenipotenziaria sui Pinocchi [...] Vai alla recensione »

Mariarosa Mancuso
Il Foglio

Il nostro Pinocchio di riferimento sta in Shrek 2. Gli tocca una scena da Mission: Impossibile, che a sua volta era presa in prestito da Topkapi di Jules Dassin, che a sua volta rifaceva (virata in comico) la scena del furto con destrezza in Rifili. Il burattino si cala in un pozzo, stando sospeso alle corde, rigido e orizzontale nella posizione dell’uomo di Leonardo.

Priscilla del Ninno
Il Secolo d’Italia

Dalla letteratura al cinema, si sa, il passo è breve. Ma dal cinema alla rivisitazione informatica che passa per lo stravolgimento narrativo e il virtuosismo digitale, lo è ancora di più. Così, accade che dopo decenti intestati alla lettura e all’interpretazione, ora psicanalitica, ora favolistica, ora tradizionalista, ora sperimentalmente innovativa, del testo di Collodi.

Alberto Castellano
Il Mattino

Dal Canada, in coproduzione con Francia e Spagna, arriva un cartone animato che nel rinnovamento del genere, punta all'incontro-scontro culturale tra la tradizione (fiabesca) e la modernità (tecnologica), alla contaminazione tra gli archetipi e le nuove tipologie antropomorfiche che collidono nell'immaginario infantile. P3K: Pinocchio 3000 è diretto da Daniel Robichaud al suo primo lungometraggio dopo [...] Vai alla recensione »

Alessandra Levantesi
La Stampa

Nei 128 anni di vita che si avvia a compiere, «Pinocchio» non ha mai visto scemare la sua immensa popolarità. Inesauribile fonte di ispirazione per gli illustratori, tra i quali resta classico Attilio Mussino, il capolavoro di Carlo Collodi è stato continuamente portato in scena (memorabile la variazione ironica di Carmelo Bene) e ha originato un’intera dinastia di film.

Vai alla home di MYmovies.it
Home | Cinema | Database | Film | Calendario Uscite | MYMOVIESLIVE | Dvd | Tv | Box Office | Prossimamente | Trailer | Colonne sonore | MYmovies Club
Copyright© 2000 - 2021 MYmovies.it® - Mo-Net s.r.l. Tutti i diritti riservati. È vietata la riproduzione anche parziale. P.IVA: 05056400483
Licenza Siae n. 2792/I/2742 - Credits | Contatti | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso | Accedi | Registrati