Once We Were Strangers

Film 1997 | Commedia 96 min.

Titolo originaleStrangers
Anno1997
GenereCommedia
ProduzioneUSA, Italia
Durata96 minuti
Regia diEmanuele Crialese
AttoriVincenzo Amato, Lynn Cohen, Anjalee Deshpande, Lou George, Alisha McKinney, Ajay Naidu, Susan Mitchell Jessica Whitney Gould, Lazaro Perez, Stephen Michaels, Adrián Witzke, Seamus McNally, Sherry Skinker.
MYmonetro Valutazione: 3,00 Stelle, sulla base di 1 recensione.

Regia di Emanuele Crialese. Un film con Vincenzo Amato, Lynn Cohen, Anjalee Deshpande, Lou George, Alisha McKinney, Ajay Naidu, Susan Mitchell. Cast completo Titolo originale: Strangers. Genere Commedia - USA, Italia, 1997, durata 96 minuti. Valutazione: 3,00 Stelle, sulla base di 1 recensione.

Condividi

Aggiungi Once We Were Strangers tra i tuoi film preferiti
Riceverai un avviso quando il film sarà disponibile nella tua città, disponibile in Streaming e Dvd oppure trasmesso in TV.



Accedi o registrati per aggiungere il film tra i tuoi preferiti.


oppure

Accedi o registrati per aggiungere il film tra i tuoi preferiti.

Un siciliano e un indiano si scontrano con le difficoltà di essere stranieri a New York.

Once We Were Strangers è disponibile a Noleggio e in Digital Download
su TROVA STREAMING Compralo subito

Consigliato assolutamente no!
n.d.
MYMOVIES 2,50
CRITICA N.D.
PUBBLICO 1,00
CONSIGLIATO NO
Scheda Home
Critica
Premi
Cinema
Trailer
L'infrangersi del sogno americano in una New York disumana.
Recensione di Andreina Sirena
Recensione di Andreina Sirena

Antonio e Apu vivono a New York inseguendo il sogno americano. La vita di Antonio è segnata dall'incontro con Ellen, una speaker radiofonica che per lavoro deve andare a Parigi. Apu invece deve fare i conti con l'arrivo di Devi, la sposa sconosciuta che i genitori hanno scelto per lui dall'infanzia. La New York del primo lungometraggio di Crialese ha le tonalità brumose del romanticismo sepolcrale. Una sospensione, una malinconia e una ricerca che non trova quiete accomunano i due protagonisti. Antonio è un cuoco che viene licenziato per essersi rifiutato di cucinare una carbonara con l'aglio e Apu, l'amico indiano, fa da cavia in un laboratorio. I tentativi di integrarsi nella logica americana diventano per entrambi grotteschi e spietati. La ricerca della propria identità per Antonio non avviene nel lavoro ma nell'incontro con Ellen, la ragazza che ha qualcosa di Leonardo. Ma questa Leda col cigno, una volta raggiunta, diviene fuggevole. Col tempo viene a manifestarsi una dissonanza con l'ambiente anche per Apu che invece ce la mette tutta per essere americano. L'arrivo di Devi, sradicata dall'India e trapiantata negli Usa, per giunta nell'oscurità di un sottoscala, segna lo spettro di tradizioni perdute e rinnegate.
Il film ricorda in molti passaggi Pane e cioccolata di Brusati, dove un giovane Manfredi da cameriere diventava spennatore di polli, costretto a vivere in un pollaio, in una Svizzera disumana, arrivando a sbiondirsi i capelli e a tifare Germania per essere rispettato e non sembrare italiano. Una scelta simile toccherà a Devi ma, fatta una permanente dal parrucchiere e occidentalizzata, renderà palese a se stessa e ad Apu il volto triste dell'omologazione e della perdita d'identità. Crialese apre uno squarcio su una particolare condizione umana, quella dello sradicamento, dentro il disagio e il conflitto tra l'affermazione personale e l'abiezione lavorativa.
La mestizia, il grido silente e il senso di una privazione indefinibile strappano la pellicola dalla consueta definizione di commedia, così come era accaduto per il film di Brusati del '74.

Sei d'accordo con Andreina Sirena?
Su MYmovies il Dizionario completo dei film di Laura, Luisa e Morando Morandini

Esordio nel lungometraggio del siciliano Crialese, con la coproduzione di una piccola società indipendente USA, ambientata a New York, affidata a 2 storie: il cuoco siciliano Antonio, con un permesso di soggiorno scaduto, s'innamora di una ragazza USA che sta per andare a Parigi; il suo amico indiano Apu, sposato da poco, ha una moglie che non riesce ad ambientarsi e vorrebbe rimpatriare. Con accorta vivacità e uso spinto dei campi lunghi in movimento (spiritoso l'inseguimento di Amato al taxi in bicicletta), è un bizzarro film frammentario e bozzettistico, non privo di facili espedienti narrativi, molto sottotitolato. In Italia passato solo in TV. Recuperato nel 2011.

Tutte le recensioni de ilMorandini
CONSULTALO SUBITO
ONCE WE WERE STRANGERS
in streaming
NOLEGGIA
streaming
ACQUISTA
download
SD HD HD+ SD HD HD+
TIMVISION
-
-
-
-
CHILI
-
-
-
-
iTunes
-
-
-
-
-
-
Amazon Prime Video
Google Play
PUBBLICO
RECENSIONI DALLA PARTE DEL PUBBLICO
mercoledì 27 gennaio 2016
gianleo67

Antonio ha un permesso di lavoro provvisorio e vive a New York facendo il cuoco. Il suo amico Apu è un immigrato indiano che sopravvive facendo da cavia per farmaci sperimentali. Entrambi sono alle prese con due storie d'amore complicate che decideranno del loro futuro e della loro permanenza o meno nella Grande Mela. Opera d'esordio di Crialese e co-produzione italo-americana [...] Vai alla recensione »

Frasi
Le donne belle sono fatte per gli uomini senza immaginazione.
Una frase di Antonio (Vincenzo Amato)
dal film Once We Were Strangers - a cura di B
RECENSIONI MYMOVIES
PUBBLICO
SHOWTIME
Vai alla home di MYmovies.it
Home | Cinema | Database | Film | Calendario Uscite | MYMOVIESLIVE | Dvd | Tv | Box Office | Prossimamente | Trailer | Colonne sonore | MYmovies Club
Copyright© 2000 - 2020 MYmovies.it® - Mo-Net s.r.l. Tutti i diritti riservati. È vietata la riproduzione anche parziale. P.IVA: 05056400483
Licenza Siae n. 2792/I/2742 - Credits | Contatti | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso | Accedi | Registrati