Fa' la cosa giusta

Film 1989 | Drammatico 113 min.

Regia di Spike Lee. Un film Da vedere 1989 con Danny Aiello, Ruby Dee, Ossie Davis, Spike Lee, Giancarlo Esposito, John Turturro. Cast completo Titolo originale: Do the Right Thing. Genere Drammatico - USA, 1989, durata 113 minuti. - MYmonetro 3,30 su 29 recensioni tra critica, pubblico e dizionari.

Condividi




oppure

Un giorno basta per far scoppiare l'odio razziale. Il film ha ottenuto 2 candidature a Premi Oscar, 4 candidature a Golden Globes,

Fa' la cosa giusta è disponibile a Noleggio e in Digital Download
su TROVA STREAMING e in DVD su IBS.it. Compralo subito

Consigliato sì!
3,30/5
MYMOVIES 3,50
CRITICA N.D.
PUBBLICO 3,44
CONSIGLIATO SÌ

In un quartiere "nero" di Brooklyn, tutto sembra tranquillo. I disordini razziali di quindici, venti anni prima sembrano dimenticati. Ma basta una giornata di caldo torrido per esacerbare gli animi. La pizzeria italiana viene razziata. Il proprietario si vendica.

Su MYmovies il Dizionario completo dei film di Laura, Luisa e Morando Morandini

La calura è il tessuto connettivo di un'azione che si svolge dall'alba alla notte di una torrida giornata estiva sulla Bedford-Stuyvesant a Brooklyn, ha il suo epicentro in una pizzeria, il suo riferimento in una stazione radiofonica e si risolve in uno scoppio di violenza. È il 3° e il più maturo film di S. Lee: costruzione drammaturgica di ammirevole compattezza e ritmo, acuta analisi sociologica del calderone etnico nordamericano, un lucido discorso antirazzista che non indulge alla demagogia né ai buoni sentimenti, una colonna musicale (di Bill Lee, padre di Spike) di forte suggestione, affetto e rispetto per i personaggi.

Tutte le recensioni de ilMorandini
CONSULTALO SUBITO
FA' LA COSA GIUSTA
in streaming
NOLEGGIA
streaming
ACQUISTA
download
SD HD SD HD
CHILI
iTunes
-
-
-
-
Google Play

Anche su supporto fisico su IBS

DVD

BLU-RAY
€7,99
PUBBLICO
RECENSIONI DALLA PARTE DEL PUBBLICO
domenica 31 luglio 2011
molinari marco

Chi non ha mai sognato, almeno per una volta, di vivere a New York? Nella Grande Mela dove vivono milioni e milioni di persone, dove le opportunità di lavoro e di carriera sono (o erano?) presenti in abbondanza, dove è possibile incontrare gente interessante ad ogni angolo di strada, passeggiare nei parchi, frequentare locali alla moda, andare a mostre di arte contemporanea, innamorarsi o passare la [...] Vai alla recensione »

giovedì 12 gennaio 2012
Eugenio

Fa la cosa giusta, film controverso, discusso, difficile di fine anni Ottanta. Come una morsa che avvinghia a sé, costringe lo spettatore a un’analisi ragionata delle proprie opinioni ed emozioni radicate su questioni razziali e sul complicato significato della parola integrazione. Protagonista è una piccola comunità di un quartiere ghetto di Bedford Stuyvesant a Brooklyn nel giorno più caldo dell’anno [...] Vai alla recensione »

giovedì 11 luglio 2019
rmarci 05

Terzo film di Spike Lee, che illustra, con uno stile a metà tra il Neorealismo italiano e la violenza esplicita del miglior Scorsese, la quotidianità nei quartieri popolari di Brooklyn, dove le chiacchierate con gli amici, le giornate passate ai locali ed i pettegolezzi della radio si alternano ad improvvisi episodi di violenza che scoppiano tra le diverse comunità, ognuna delle [...] Vai alla recensione »

sabato 18 marzo 2017
emanuele marchetto

Due nomination agli Oscar: migliore sceneggiatura originale e come miglior attore non protagonista (Danny Aiello). Siamo a Brooklyn durante la giornata più calda dell'anno e seguiamo le vicende di diversi abitanti del quartiere, intenti a combattere l'afa. In special modo seguiamo le vicende di Mookie (Spike Lee), afroamericano che lavora per una pizzeria tenuta da italo-americani, [...] Vai alla recensione »

lunedì 12 agosto 2013
Alex41

Un film avanti con gli anni, uno dei migliori film di Spike Lee che, con questo film, è entrato nel mondo del cinema dimostrando di essere un grande appassionato, nonché un regista 360 gradi (ha diretto perfino videoclip, documentari e spot pubblicitari). La storia è ambientata in una specie di ghetto in cui vivono gente di colore tra bande, vecchi pensionati e semplici lavoratori, [...] Vai alla recensione »

martedì 13 aprile 2010
Inertiatic

La violenza che Spike Lee non vuole come espressione della componente afro-americana. E tutto parte da un controsenso abbastanza spiccato, l'insistenza di avere nella pizzeria italo-americana le fotografie di gente come Martin Luther King e Malcom X, o anche Nelson Mandela, nominato nel film. Malcolm e King sono persone verso le quali il regista nutre una profonda ammirazione, gente che ha lottato [...] Vai alla recensione »

domenica 18 febbraio 2018
carbonio14

del film mi piace molto l'aria quasi divertita che attraversa tutto il film fino all'ultima mezz'ora che, invece, è molto drammatica e forte. consiglio sempre la lingua originale perchè il doppiaggio risente moltissimo degli anni passati.

martedì 27 ottobre 2015
davidino.k.b.

bianchi contro neri contro poliziotti contro cinesi contro tutti. Grande Spike

lunedì 9 marzo 2015
il befe

bello

lunedì 22 settembre 2014
marilena

In un primo momentola popolazione di colore di quell'angolo di brooklin è odiosa. ma poi capisci che il film è vero, coglie momenti di una situazione di conflitto perenne , di razzismo..Sembra non esserci scampo a questa situazione complessa. Nei film sulla schiavitù sai sempre da che parte stare, ma qui tutto è difficile.

mercoledì 14 dicembre 2011
denzel for ever

per me è da 3.5 stelline...nn 4 perchè secondo me è  troppo...anche se dv dire...che il film scorre bn...nn annoia mai....sl che il messaggio è un po ambiguo....ed anche se a furia di vedere spike lee e denzel washinghton( che è il mio attore preferito).....la penso piu da persona di colore che da bianco.....nn mi piace il fatto che lee.

domenica 26 giugno 2011
fra0703

Uno dei film migliori di Spike Lee, messi davanti ad una scelta il colore della pelle è sovrano, l'appartenenza primeggia... la ragione e la riconoscenza vengono messe da parte pur sapendo che ciò è sbagliato. Allo spettatore è aseegnata il difficile compito: "da che parte schierarsi?" Bisognerebbe trovarsi realmente nella medesima situazione [...] Vai alla recensione »

sabato 6 luglio 2013
Don Luca

Il giovincello regista Spike Lee esprime il disagio sociale della comunità afroamericana  di un quartiere di  Brooklyn sulle note di "Fight The Power" dei Public Enemy, nonchè uno dei gruppi pioneri dell'Hip-Hop. La regia è più che buona, accompagnata da un ottima fotografia. Cast discreto. Ma la vera pecca è il contenuto, contradittorio e [...] Vai alla recensione »

STAMPA
RECENSIONI DELLA CRITICA
Irene Bignardi
La Repubblica

Accattivante e scomodo, divertente e tragico, ambizioso e popolare, politico e spettacolare, Fa’ la cosa giusta fu escluso dal palmarès di Cannes da una giuria troppo timorosa di prendere posizioni. Come cosa giusta, sceglie di far piazza pulita, nella sostanza e nelle forme, di tutto il cinema conciliante degli zii Tom e dei loro omologhi bianchi tipo Alan Parker, per offrire del grande cinema politico [...] Vai alla recensione »

Luigi Paini
Il Sole-24 Ore

Una giornata estiva caldissima, nel ghetto nero di Bedford Stuyvesant a Brooklyn: parte la terribile afa, tutto lascia prevedere che le cose andranno con la consueta, monotona normalità. L’italoamenicano Sal - unica presenza bianca rimasta nel quartiere - sfornerà come sempre le sue pizze, aiutato dai due figli; il suo fattorino di colore Mookie (interpretato dallo stesso Spike Lee, il regista di Fa’ [...] Vai alla recensione »

Lietta Tornabuoni
La Stampa

Bellissimo film sulle tensioni razziali a New York. Bellissimo esempio di nuovo cinema militante: non predica, racconta con grande stile cinematografico; non separa il tema sociale dalla natura delle persone né dall’incidenza del caso; non ha bisogno di eroi morali e irreprensibili né di strutturati aneddoti esemplari; non insegue una coerenza di genere, anzi mescola comicità e tragedia, divertimento, [...] Vai alla recensione »

Roberto Escobar
Il Sole-24 Ore

Trentacinquemila dollari, tutti della nonna: non più di tanto poté spendere Spike Lee nell 1986 per il suo primo lungometraggio, Lola Darling. La nonna è stata lungimirante: il suo Spike non delude. Fa’ la cosa giusta lo conferma autore, e insieme segna forse la nascita ufficiale di un cinema nero americano che può crescere quanto quelli di altre subculture, l’italoamericana prima fra tutte.

Vai alla home di MYmovies.it
Home | Cinema | TIMVISION | Database | Film | Calendario Uscite | MYMOVIESLIVE | Dvd | Tv | Box Office | Prossimamente | Trailer | Colonne sonore | MYmovies Club
Copyright© 2000 - 2019 MYmovies.it® - Mo-Net s.r.l. Tutti i diritti riservati. È vietata la riproduzione anche parziale. P.IVA: 05056400483
Licenza Siae n. 2792/I/2742 - Credits | Contatti | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso | Accedi | Registrati