Il cantante di jazz [1]

Film 1927 | Musicale 90 min.

Titolo originaleThe Jazz Singer
Anno1927
GenereMusicale
ProduzioneUSA
Durata90 minuti
Regia diAlan Crosland
AttoriMyrna Loy, May McAvoy, Al Jolson, Warner Oland, Eugenie Besserer, Otto Lederer Robert Gordon (II), Richard Tucker, Cantor Joseff Rosenblatt.
TagDa vedere 1927
MYmonetro Valutazione: 5,00 Stelle, sulla base di 5 recensioni.

Regia di Alan Crosland. Un film Da vedere 1927 con Myrna Loy, May McAvoy, Al Jolson, Warner Oland, Eugenie Besserer, Otto Lederer. Cast completo Titolo originale: The Jazz Singer. Genere Musicale - USA, 1927, durata 90 minuti. Valutazione: 5,00 Stelle, sulla base di 5 recensioni.

Condividi

Aggiungi Il cantante di jazz [1] tra i tuoi film preferiti
Riceverai un avviso quando il film sarà disponibile nella tua città, disponibile in Streaming e Dvd oppure trasmesso in TV.




oppure

Il film ha ottenuto 3 candidature e vinto un premio ai Premi Oscar.

Consigliato assolutamente no!
n.d.
MYMOVIES 3,50
CRITICA N.D.
PUBBLICO 5,00
ASSOLUTAMENTE SÌ

Nel 1927 Jack Warner, tycoon dell'omonima major, ebbe un'intuizione semplice e geniale: la parola. La Warner, precedendo le altre grandi case hollywoodiane, aveva messo a punto la tecnica per le registrazioni audio. Mise dunque in produzione un film parlato, anzi, cantato. La sceneggiatura prevedeva per il dialogo i soliti cartelli, ma per le canzoni, una presa diretta. Warner assunse Al Jolson, cantante e divo del musical, quarantaseienne, grandissimo. Jolson aveva rivoluzionato lo spettacolo leggero americano, adattando certe novità (il palcoscenico in verticale, per essere in mezzo al pubblico) a certe regole intoccabili. Per esempio, riprendendo la secolare pratica dei menestrelli, si era dipinto la faccia di scuro. Guanti e polsini candidi, abito e faccia scura: ecco il personaggio leggendario che Jolson portò nel primo film "sonoro" della storia del cinema. Era figlio di un rabbino che lo avrebbe voluto cantore nella sinagoga. Era attaccatissimo a sua madre. Il plot del film era semplicemente la storia di Jolson. Dopo aver registrato la celeberrima canzone Mamy, alla presenza di sua madre, Jolson domandò: "Allora, mamma, ti è piaciuta?". La macchina registrò e al visionamento la frase di Jolson fece impressione. Il cinema poteva parlare. E parlò. Il cantante di jazz è un film, oggi, quasi intollerabile: sentimentale, melenso, zuccheroso e didascalico. Vale per le canzoni di Jolson. Un ragazzo ebreo destinato dal padre alla sinagoga fugge per cantare in un teatro. Cresce, passa attraverso varie forme di spettacolo, sfonda. Trova anche l'amore, ma la carriera ha la precedenza su tutto e il successo, si sa, è foriero di sacrifici e dolore. Solo la "mamma" è un valore inamovibile. La mamma sempre pronta a piangere durante gli spettacoli del figlio. Al Jolson fu dunque, involontariamente, il fautore della rivoluzione del cinema. Dall'oggi al domani, attori che vivevano di sola presenza, che non sapevano recitare, ebbero la carriera stroncata; John Gilbert, per esempio. Lo stesso Chaplin fu il più accanito oppositore del "parlato" e continuò a fare film muti ancora per una quindicina di anni. In Viale del tramonto Gloria Swanson, nei panni della diva del muto Norma Desmond, dice: "Noi eravamo grandi, è il cinema che è diventato piccolo... ci bastavano gli occhi". Al Jolson, col suo Il cantante di jazz,soprattutto con la "parola", entra dunque a buon diritto nella storia. Per finire, una reminiscenza di Jolson perfettamente nel nostro tempo: lo spot pubblicitario della "Tabù".


IL CANTANTE DI JAZZ [1] disponibile in DVD o BluRay su IBS

DVD

BLU-RAY
€12,99
PUBBLICO
RECENSIONI DALLA PARTE DEL PUBBLICO
lunedì 16 marzo 2015
il befe

bello

Frasi
Aspettate un momento! Aspettate un momento! Non avete ancora sentito niente!
Jakie Rabinowitz (Al Jolson)
dal film Il cantante di jazz [1]
STAMPA
RECENSIONI DELLA CRITICA
Gian Piero dell'Acqua

Un giovane cantante, figlio di un ebreo russo emigrato negli Stati Uniti, viene destinato dal padre alla carriera di cantore nella sinagoga. Ma la vera passione e vocazione del ragazzo è il jazz, e alla fine trionferà degli ostacoli tradizionali e degli scrupoli carrieristici. The Jazz Singer, presentato la sera del 6 ottobre 1927 a New York, fu il primo film parlato della storia del cinema.

winner
premio speciale
Premio Oscar
1928
Vai alla home di MYmovies.it
Home | Cinema | NETFLIX | Database | Film | Calendario Uscite | MYMOVIESLIVE | Dvd | Tv | Box Office | Prossimamente | Trailer | Colonne sonore | MYmovies Club
Copyright© 2000 - 2018 MYmovies.it® - Mo-Net s.r.l. Tutti i diritti riservati. È vietata la riproduzione anche parziale. P.IVA: 05056400483
Licenza Siae n. 2792/I/2742 - Credits | Contatti | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso | Accedi | Registrati