2:22 - Il destino è già scritto

Film 2017 | Thriller +13 98 min.

Titolo originale2:22
Anno2017
GenereThriller
ProduzioneUSA, Australia
Durata98 minuti
Regia diPaul Currie
AttoriTeresa Palmer, Michiel Huisman, Sam Reid, Maeve Dermody, Remy Hii, Simone Kessell Kerry Armstrong, John Waters, Jessica Clarke, Marisa Lamonica.
Uscitagiovedì 29 giugno 2017
DistribuzioneNotorious Pictures
RatingConsigli per la visione di bambini e ragazzi: +13
MYmonetro 1,95 su 11 recensioni tra critica, pubblico e dizionari.

Regia di Paul Currie. Un film con Teresa Palmer, Michiel Huisman, Sam Reid, Maeve Dermody, Remy Hii, Simone Kessell. Cast completo Titolo originale: 2:22. Genere Thriller - USA, Australia, 2017, durata 98 minuti. Uscita cinema giovedì 29 giugno 2017 distribuito da Notorious Pictures. Consigli per la visione di bambini e ragazzi: +13 - MYmonetro 1,95 su 11 recensioni tra critica, pubblico e dizionari.

Condividi

Aggiungi
2:22 - Il destino è già scritto
tra i tuoi film preferiti.




oppure

Un uomo si innamora di una ragazza ma deve fare i conti con un evento straordinario che sta trasformando la sua vita. In Italia al Box Office 2:22 - Il destino è già scritto ha incassato nelle prime 6 settimane di programmazione 1 milioni di euro e 305 mila euro nel primo weekend.

Consigliato no!
1,95/5
MYMOVIES 2,00
CRITICA 1,90
PUBBLICO N.D.
CONSIGLIATO NÌ
Un thriller confuso, dove il mistero segue regole fumose, con attori che fanno il possibile per rendere convincente il pasticcio.
Recensione di Andrea Fornasiero
giovedì 22 giugno 2017
Recensione di Andrea Fornasiero
giovedì 22 giugno 2017

Dylan Boyd è un controllore di traffico aereo, un incarico di grande responsabilità che svolge però con scioltezza: la sua capacità di vedere e costruire schermi dove altri vedrebbero solo il caos, ne fa l'uomo giusto al posto giusto. Finché un giorno questa abilità non si ritorce contro di lui e fissa ossessivamente la sua mente su una serie di eventi, che sembrano ripetersi dal mattino fino alle ore 2.22. Distratto da questi pensieri finisce quasi per far schiantare tra loro due aerei e viene sospeso dal lavoro. Una sera a teatro conosce Sarah, appena arrivata a New York proprio su uno dei voli che hanno di pochissimo evitato la collisione. Tra i due c'è un immediato feeling, quasi innaturale, ma anche la relazione con lei sembra cadere nello schema di eventi che si ripetono quotidianamente e che pare sfoceranno in una sparatoria alla stazione dei treni. Dylan dovrà trovare la soluzione prima che sia troppo tardi.

Film sul tempo, sul fato, sul karma e pure a suo modo sulla reincarnazione 2:22 - Il destino è già scritto è più che altro un confuso thriller, dove il mistero di fondo segue regole fumose che i personaggi però prendono molto sul serio, con gli attori che fanno il possibile per rendere convincente questo pasticcio.

L'australiana Teresa Palmer, l'olandese Michiel Huisman e l'inglese Sam Reid, interpretano rispettivamente Sarah, Dylan e Jonas, artista ed ex di Sarah, ma da lei ancora visibilmente ossessionato. Il regista è l'australiano Paul Currie e il film è stato girato, in parte, in Australia nonostante l'ambientazione newyorkese. Il momento più teso e spettacolare è di certo il quasi scontro tra i due aerei, e più in generale il lavoro di controllo del traffico aereo, con una serie di informazioni scambiate e incasellate molto rapidamente, offre un'affascinante finestra sul dietro le quinte di un mondo che a tutti noi è capitato di conoscere, in attesa del decollo o di una navetta per scendere da un volo. Terminata però la prima fase del film tutto torna in territori largamente risaputi, con il colpo di fulmine e l'ossessione di un uomo che gli altri prendono via via per pazzo ma che naturalmente è il solo a vederci giusto.

Visivamente il ripetersi delle situazioni mattutine è realizzato con una certa sottigliezza, tanto che all'inizio si noterà lo schema insieme al protagonista, poi però l'indagine su queste circostanze prende troppo tempo e si rivela sempre meno appassionante. Il modo in cui Dylan vede certi schemi e traiettorie, così come l'uso dei vetri di casa come lavagne per prendere appunti, finisce per essere poco originale e troppo vicino a serie tv come Numb3rs e altri procedural drama dal protagonista geniale ma un po' ossessionato.
Quel che è peggio è che il finale, ampiamente previsto da Dylan, risulta ancora più scontato per il pubblico e manca del tutto di un colpo di coda o di un rivolgimento inatteso, adagiandosi invece sulla più hollywoodiana delle soluzioni. Un film dunque con poche idee, non sempre ben sfruttate, e una risoluzione senza sorprese, buono più come compagnia una sera in tv, mentre si armeggia con il cellulare per non annoiarsi troppo, anziché per il grande schermo.

Sei d'accordo con Andrea Fornasiero?
VIDEO RECENSIONE
2:22 - IL DESTINO È GIÀ SCRITTO
in streaming
NOLEGGIA
streaming
ACQUISTA
download
SD HD HD+ SD HD HD+
Rakuten tv
-
-
-
-
iTunes
-
-
-
-
-
-
PUBBLICO
RECENSIONI DALLA PARTE DEL PUBBLICO
venerdì 14 luglio 2017
Tom87

“2:22 – Il destino è già scritto” è un intricato thriller che riflette sugli echi del fato, le nevrosi da metropoli e le varie implicazioni soprannaturali nascoste in piccoli elementi apparentemente insignificanti. L’opera è un intrigante puzzle-movie, a suo modo ambizioso e cerebrale, che punta ad interrogativi metafisici e allo spettacolo carico di ambiguità.

domenica 13 agosto 2017
Luigi Vinciguerra

Se venisse considerato come film, romantico o sentimentale, un paio di stelle e qualcosina in più se le potrebbe meritare. Ma come thriller è davvero superfluo e scontato fin dalla prima tirata della voce fuori campo, a metà tra retorica e banalità. Al di là della incongruenza della trama (ma è lecito 'parlare di "incongruenza" per un film che si basa sul paranormale fin dalle prime scene?) si tratta [...] Vai alla recensione »

venerdì 11 agosto 2017
Stramonio70

L'idea del film riprende quella dell'uomo imprigionato nel classico loop temporale, tipo "Ricomincio da capo" (1993) con Bill Murray o "Edge of tomorrow" (2013) con Tom Cruise, tanto per fare due esempi migliori. Il film all'inizio lascia ben sperare, il problema però è che, anziché continuare sul versante thriller o fantastico, si preferisce virare [...] Vai alla recensione »

venerdì 14 luglio 2017
Bruno

Attori bravi e belli e intrigante la trama che però va in confusione spesso con gli spettatore in crisi. Spettacolari alcune scene con bellissime visioni notturne. Si poteva fare meglio e il voto è appena sufficente ma occasione e denaro sprecati.

sabato 29 luglio 2017
Liuk!

Thriller fantascientifico basato su una trama assurda che non regge la pellicola rendendola priva di significato ed interesse. Sconsigliato.

Frasi
Si dice che gli uomini siano imprevedibili, ma invece amiamo tutti!
Dylan (Michiel Huisman)
dal film 2:22 - Il destino è già scritto - a cura di Ferdinando
STAMPA
RECENSIONI DELLA CRITICA
giovedì 29 giugno 2017
Roberto Nepoti
La Repubblica

Dylan Boyd è un controllore di volo che ha paura di volare: bravissimo, però, a individuare "pattern", schemi ricorrenti preziosi per il suo lavoro. Finché un pattern diverso non comincia a ossessionarlo: un ripetersi di eventi misteriosi, culminanti in un episodio di sangue che si svolge alle 2:22 nella stazione Grand Central di New York. Con la testa occupata dalla visione, Dylan rischia l'incidente [...] Vai alla recensione »

giovedì 6 luglio 2017
Maurizio Acerbi
Il Giornale

Dylan, controllore del traffico aereo, alle 2.22 del pomeriggio, accecato da un lampo di luce, quasi provoca una collisione tra due velivoli. Sospeso dal lavoro, si consola conoscendo Sarah, della quale sembra innamorato da sempre. L'uomo, però, è ossessionato da una serie di fatti, che si ripete ogni giorno e che si conclude, puntualmente, alle 2.22, alla stazione ferroviaria.

giovedì 29 giugno 2017
Alessandra Levantesi
La Stampa

Fatale l'orario del titolo per Michiel Huisman, controllore del traffico aereo al J. F. Kennedy di New York che in prossimità dei 30 anni vede improvvisamente riprodursi ogni singolo giorno un certo schema fisso di eventi fino a un inesorabile finale: un'efferata scena di omicidio che si ripete al preciso scoccare delle 2:22 nell'immenso atrio della stazione Grand Central.

giovedì 29 giugno 2017
Silvio Danese
Quotidiano Nazionale

Le coincidenze sono coincidenze o una organizzazione superiore che incrocia destino, reincarnazione, eccetera? Chi ha voglia di giocare con queste domande può accomodarsi alla risposta fantathriller di un complicato e maldestro gioco di specchi tra vite di oggi e vite del passato sullo sfondo sempre accattivante e fotogenico di Manhattan. Alle 2.22 del pomeriggio un abilissimo controllore di volo del [...] Vai alla recensione »

giovedì 6 luglio 2017
Anna Maria Pasetti
Il Fatto Quotidiano

Giovane, affascinante e intelligentissimo, il controllore di traffico aereo a JFK Dylan Branson si accorge, un giorno, di visualizzare un pattern, che nel gergo psicologico indica interpretare la realtà secondo uno o più schemi ripetuti nel tempo. Gli accade quotidianamente alle 2:22 a Grand Central a partire da qualche giorno precedente il suo 30° compleanno.

NEWS
BOX OFFICE
venerdì 30 giugno 2017
Andrea Chirichelli

Transformers 5: L'ultimo Cavaliere (Guarda la videorecensione) guida senza incertezze la top ten italiana, in un giovedì che porta ben poche new entry in classifica. Il film di Bay trionfa con poco meno di 200mila euro, mentre al secondo posto c'è 2:22 [...]

Vai alla home di MYmovies.it
Home | Cinema | NETFLIX | Database | Film | Calendario Uscite | MYMOVIESLIVE | Dvd | Tv | Box Office | Prossimamente | Trailer | Colonne sonore | MYmovies Club
Copyright© 2000 - 2017 MYmovies.it® - Mo-Net s.r.l. Tutti i diritti riservati. È vietata la riproduzione anche parziale. P.IVA: 05056400483
Licenza Siae n. 2792/I/2742 - Credits | Contatti | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso | Accedi | Registrati