Difret - Il coraggio per cambiare

Acquista su Ibs.it   Dvd Difret - Il coraggio per cambiare   Blu-Ray Difret - Il coraggio per cambiare  
Un film di Zeresenay Berhane Mehari. Con Meron Getnet, Tizita Hagere, Haregewoin Assefa, Shetaye Abreha, Mekonen Laeake.
continua»
Titolo originale Difret. Drammatico, Ratings: Kids+16, durata 99 min. - Etiopia, USA 2014. - Satine Film uscita giovedì 22 gennaio 2015. MYMONETRO Difret - Il coraggio per cambiare * * * - - valutazione media: 3,47 su 10 recensioni di critica, pubblico e dizionari.
Consigliato sì!
3,47/5
MYMONETRO®
Indice di gradimento medio del film tra pubblico, critica e dizionari + rapporto incassi/sale (Usa)
 dizionari * * * 1/2 -
 critica * * 1/2 - -
 pubblico * * * * -
   
   
   
Vincitore del Premio del pubblico al Sundance 2014 e alla Berlinale 2014, il film è co-prodotto da Angelina Jolie.
Richiedi il passaggio in TV di questo film
Chiudi Cast Scrivi Trailer
primo piano
Il coraggio di sfidare regole scritte e non
Giancarlo Zappoli     * * * 1/2 -

1996. Etiopia. In un villaggio nell'area di Addis Abeba la quattordicenne Hirut viene rapita e violentata da colui che la pretende come sposa nonostante l'opposizione dei genitori di lei. La ragazzina riesce a fuggire impossessandosi di un fucile e uccidendo il suo sequestratore come auto difesa. Tutto però è contro di lei, sia la legge dello stato sia le regole ancestrali delle comunità rurali. Solo Meaza Ashenafi, avvocato e leader dell'associazione Andenet (uno studio legale al femminile che assiste gratuitamente donne che altrimenti non avrebbero alcuna possibilità di difendersi dai soprusi di una società dominata dai maschi) decide di assisterla. La battaglia contro i pregiudizi non sarà facile né indolore.
"Difret" in etiope significa avere coraggio, osare. Il titolo rappresenta con efficacia il senso della vicenda anche sul piano produttivo. Alle origini del film ci sono personaggi reali: la produttrice è la sempre più impegnata sul piano sociale Angelina Jolie e alla regia c'è qualcuno che, seppur residente negli Usa, ha le proprie radici in Etiopia ed è lì che ha preteso (e ottenuto) di andare a girare un'opera che ha vinto al Sundance.
Nella vicenda di Hirut si intrecciano le due tensioni che attraversano, seppur con caratteristiche diverse, più di un Paese del continente africano. Da un lato la progressiva emancipazione delle donne che trova nelle città occasioni per affermarsi e dall'altro un mondo rurale in cui vigono regole imposte dai maschi e la più completa sottomissione della donna all'uomo. Ai tribunali previsti dall'ordinamento statale si sovrappongono le "corti di giustizia" che si riuniscono in un campo sotto un albero e in cui nessuna donna è presente. Hirut ha difeso la propria dignità di essere umano e questo la allontana dalla comunità proiettandola in una realtà aliena, quella della città in cui rumori e stili di vita la disorientano.
Accanto a lei Meaza (a cui è stato assegnato un prestigioso riconoscimento per l'attività svolta) che rivede nella ragazzina la stessa esigenza che provava lei quando aveva la sua età: il bisogno di far compiere all'intera società il passaggio necessario che porti a una trasformazione profonda dei costumi. Il magistrato che rappresenta l'accusa è una perfetta rappresentazione della difficoltà dell'impresa: vive in una realtà che dovrebbe favorirne l'apertura mentale ma resta legato ai pregiudizi maschilisti che gli sono stati inculcati. Ci vuole davvero coraggio per sfidare regole, scritte e non, come ha fatto Meaza Ashenafi riuscendo al contempo a 'leggere' una realtà in cui gli happy end non sono poi così happy.

Primo Weekend Usa: $ 7.100
Sei d'accordo con la recensione di Giancarlo Zappoli?

Sì, sono d'accordo No, non sono d'accordo
77%
No
23%
Scrivi la tua recensione
Leggi i commenti del pubblico
* * * - -

Mal d'africa

domenica 1 febbraio 2015 di Writer58

"Difret", a suo modo, è un film esemplare. E' un esempio di cinema-verità, rappresenta uno spaccato della nuova cinematografia africana, porta in scena un tema molto attuale, anche fuori dal perimetro dei cosiddetti paesi in via di sviluppo: la violenza sulle donne prendendo a pretesto le tradizioni tribali che consentono a un uomo di rapire e violentare una ragazzina come viatico per il matrimonio, per precostituire un "fatto compiuto" che possa superare l'opposizione delle famiglia di origine. continua »

* * * * *

Uno spaccato africano

domenica 25 gennaio 2015 di Enrique

"Difret - Il coraggio per cambiare" è un film per tutti. Discreto, affascinante, profondo, duro e commovente, uno spaccato africano. La fotografia ti fa venir voglia di partire per l'Etiopia. La musica è un piacere per le orecchie. La macchina da presa è come un cannone e come un cannone centra con precisione espressioni e azioni. La sceneggiatura è semplice e d'effetto, così come l'interpretazione degli attori, spontanea e d continua »

* * * - -

Il coraggio di cambiare. davvero.

sabato 31 gennaio 2015 di FabioFeli

Hirut (Tizita Hagere) è una adolescente etiope di 14 anni, che ha un buon profitto a scuola. Mentre torna a casa dopo le lezioni viene sequestrata da un gruppo di giovani. Il ragazzo che la costringe a salire sul suo cavallo segue una usanza della regione africana: l’ha rapita per costringerla a sposarlo. Infatti, nonostante la resistenza della ragazza, la sera stessa la picchia e la violenta. Il giorno dopo Hirut si impossessa del fucile del suo “promesso sposo” dimenticato nella stanza di prigionia continua »

* * * * -

Difret-struggente e importante.

lunedì 26 ottobre 2015 di ashtray_bliss

Ottimo esempio di cinema indipendente africano che riesce in maniera bilanciata e certamente non ovattata a catturare e presentare un problema sociale rilevante- quello riguardante la violenza sulle donne- attraverso un'episodio realmente accaduto che nella sua spietatezza e brutalità è riuscito a scuotere le coscienze e servire da monito per una nazione intera. Prodotto e sponsorizzato da Angelina Jolie, sempre in prima linea su temi riguardanti le ingiustizie subite dai più continua »

Non ci sono ancora frasi celebri per questo film. Fai clic qui per aggiungere una frase del film Difret - Il coraggio per cambiare adesso. »
Shop

DVD | Difret - Il coraggio per cambiare

Uscita in DVD

Disponibile on line da giovedì 12 novembre 2015

Cover Dvd Difret - Il coraggio per cambiare A partire da giovedì 12 novembre 2015 è disponibile on line e in tutti i negozi il dvd Difret - Il coraggio per cambiare di Zeresenay Berhane Mehari con Meron Getnet, Tizita Hagere, Haregewoin Assefa, Shetaye Abreha. Distribuito da Koch Media. Su internet Difret. Il coraggio per cambiare (DVD) è acquistabile direttamente on-line su IBS. Sono inoltre disponibili altri DVD in versione speciale del film. altre edizioni »

Prezzo: 12,99 €
Aquista on line il dvd del film Difret - Il coraggio per cambiare

Difret, il coraggio di ribellarsi

di Alessandra Levantesi La Stampa

In attesa dell'uscita di Unbroken, suo esordio nella regia, arriva da noi Difret, di cui Angelina Jolie è produttrice esecutiva. Scritto e diretto dalla cineasta etiope Zeresenay Berhane Mehari, che vive da tempo negli Usa, il film si ispira a un fatto accaduto nel 1996: il rapimento e stupro di una ragazzina - pratica antica tuttora in uso nelle zone rurali dell'Etiopia allo scopo di costringere una fanciulla al matrimonio - provoca la ribellione della vittima, che tenta la fuga e uccide il suo inseguitore. »

Hirut, 14 anni per vivere e lottare in Etiopia

di Paolo D'Agostini La Repubblica

Ci sono film importanti malgrado l'impossibilità di competere, per povertà di mezzi e limiti didascalici, con gli standard americani. Lo è, per densità e forza, Difret- Il coraggio per cambiare , coprodotto e accompagnato da Angelina Jolie con tale convinzione da far precedere la visione da una propria accalorata presentazione. (Salviamo la buona fede dell'attrice, e lasciamo perdere che nel sistema hollywoodiano mai vedrebbe la luce un'opera così semplicemente di denuncia). La storia dallo sfondo reale della quattordicenne Hirut che rischia di essere messa a morte per aver esercitato la legittima difesa contro il suo rapitore e violentatore, mette a nudo il conflitto tra le inapplicate leggi di Addis Abeba e i costumi radicati nel resto dell'Etiopia secondo i quali non fa una piega che venga rapita, e stuprata, una ragazzina che si è scelta come sposa. »

Mi stupri? E io ti sparo Film denuncia dall'Etiopia

di Francesco Alò Il Messaggero

Né sedotta né abbandonata. La quattordicenne Hirut (folgorante la piccola Tizita Hagere) viene rapita, stuprata e incarcerata. È la "tradizione" di un villaggio etiope molto lontano dalla metropoli Addis Abeba. Lì gli uomini fanno così quando vogliono prendere moglie. Ma Hirut scappa e soprattutto spara al suo aspirante sposo. Cosa fare? Nel villaggio la vorrebbero tutti morta ma dalla città arriva un'avvocatessa tostissima, e bellissima (la interpreta la poetessa e scrittrice Meron Getnet), pronta a tutto per difendere fino in fondo la giovane ribelle. »

Un delitto poco appassionante

di Massimo Bertarelli Il Giornale

Nobile dramma etiope, ispirato all'ennesima storia vera, che ha esageratamente commosso la produttrice Angelina Jolie. Nel 1996 la contadinella quattordicenne Hirut è sequestrata e violentata dal promesso sposo. La ragazzina fugge stringendo il fucile del mascalzone, ma per salvarsi dalla sua furia, gli spara e l'ammazza. A difenderla in tribunale, fra il disprezzo generale, una giovane, coraggiosa avvocatessa. Film appassionato, ma non troppo appassionante. Da Il Giornale, 22 gennaio 2015 »

Difret - Il coraggio per cambiare | Indice

Recensioni & Opinionisti Articoli & News Multimedia Shop & Showtime
Pubblico (per gradimento)
  1° | writer58
  2° | enrique
  3° | ashtray_bliss
  4° | fabiofeli
Trailer
1 | 2 |
Link esterni
Sito ufficiale
Shop
DVD
Uscita nelle sale
giovedì 22 gennaio 2015
prossimamente al cinema Oggi al cinema Novità in dvd Film in tv
Altri film » Altri film » Altri film » Altri film »
home | cinema | database | film | uscite | dvd | tv | box office | prossimamente | colonne sonore | MYmovies Club | trailer | download film | mygames |
Copyright© 2000 - 2016 MYmovies® // Mo-Net All rights reserved. P.IVA: 05056400483 - Licenza Siae n. 2792/I/2742 - credits | contatti | redazione@mymovies.it
XHTML | CSS | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso
pubblicità