Mulholland Drive

Acquista su Ibs.it   Soundtrack Mulholland Drive   Dvd Mulholland Drive  
Un film di David Lynch. Con Justin Theroux, Naomi Watts, Laura Harring, Ann Miller, Robert Forster.
continua»
Titolo originale Mulholland Dr.. Drammatico, durata 145 min. - Francia, USA 2001. MYMONETRO Mulholland Drive * * * 1/2 - valutazione media: 3,90 su 152 recensioni di critica, pubblico e dizionari.
   
   
   

l'interpretazione del sogno Valutazione 4 stelle su cinque

di Francesco


Feedback: 0
sabato 30 dicembre 2006

Attenzione! Leggete questa pagina solo dopo aver visto il film.Voglio far presente che quello che leggerete di seguito è una mia personale interpretazione ma, a conti fatti, non ne esistono altre. Il film non si svolge su due livelli ma su tre, sogno, realtà e ricordo (per poi tornare alla realtà). Stabiliamo innanzitutto quando comincia la storia (non il film). Tutto inizia con la fine, o quasi, ossia con il suicidio di Betty (che non è il suo vero nome). Ma il suicidio è anche l'unica fine possibile, senza il quale non accadrebbe nulla di quello che vediamo. Siamo quindi in presenza di una storia ciclica, quando termina ricomincia e così via per sempre. Ma dividiamo per bene il film. Il sogno di Betty dura dall'inizio del film fino al suo risveglio da parte del Cowboy. La realtà dura dal suo risveglio fino alla preparazione del caffè, quando si materializza "Rita", che è già morta, infatti poco prima si è vista la chiave blu sul tavolino, il segnale del killer. Segue la scena di loro mezze nude sul divano che è una pura allucinazione di "Betty". Da quì inizia la fase del ricordo compreso tra la scena del bacio agli studios tra Rita ed il regista fino all'assoldamento del killer nel fast-food. Poi si ritorna alla realtà, nella camera di Betty, dove si materializzano i suoi sensi di colpa (i due allegri anziani) e lei perde completamente la ragione e si spara. Quì bisogna scomodare per un attimo il povero Freud, secondo il quale i sogni sono una operazine di riordino dei ricordi attraverso la rielaborazione dei fatti vissuti ed il recupero dei dettagli che ci sono sfuggiti allo stato conscio ma registrati dal nostro inconscio. Tutta la prima parte del film è opera di Betty, sono i suoi sogni, le sue aspirazioni ed i suoi desideri. Quando dico opera di Betty intendo completamente, ogni scena, ogni storia anche apparentemente scollegata alla trama è creata e vista da lei. L'incidente iniziale (forse anche il balletto della sigla), la fuga di Rita a casa di sua zia, l'episodio dell'essere che vive dietro il fast-food, la vicenda del regista costretto ad accettare la raccomandazione, la scena del killer maldestro, sono tutte opera sua, della sua mente che sta riordinando i ricordi e li sta mischiando con i suoi desideri. I ricordi sono tutti quelli vissuti dal suo risveglio dalla morte al suo suicidio. La scena della Limousine che lei ha vissuto la fa rivivere a Rita con qualche variante. La Limousine nera diventa un simbolo del male. Dopo l'incidente la ritroviamo come auto dei produttori fratelli italiani, sfasciata dal regista quasi incorruttibile. Anche i due anziani vengono inquadrati in una Limousine, Betty subconsciamente li associa al male. I personaggi della vicenda del regista sono tutti presenti al party del suo ricordo. La madre del regista diventa la "Coco" della casa della zia, la bionda che bacia Rita è la prostituta minacciata dal killer davanti al fast-food e mentre sta per andare via il Cowboy passa dietro di lei. Il killer maldestro è ovviamente quello assoldato da lei nel fast-food, dove prende in prestito il nome della cameriera (la vera Betty), ed il volto dell'uomo al banco per l'episodio dell'essere che vive lì dietro. La chiave blu è il simbolo della morte di Rita ma anche della morte di Betty. Quando si apre la scatola Betty smette di sognare e torna nel suo corpo morto, risvegliato poi dal Cowboy, che riavvia il ciclo senza fine. Molte cose mi sfuggono o non sono in grado di comprenderle, ma lo stesso Lynch non ha dato un significato preciso a tutte le scene. La scena del teatro, ad esempio, non riesco a comprenderla o a collegarla. Chi sia l'essere che abita dietro il Fast-food rimane un mistero. Forse un fabbricante di sogni o il destino stesso, o forse la morte come ha scritto qualcuno in questo forum. Anche i due anziani restano un mistero, non azzardo neanche un'ipotesi. L'unico commento che voglio lasciare è la considerazione che a nessun altro film visto fino ad oggi avevo dedicato tanto tempo dopo la parola fine, anzi..."Silencio".

[+] lascia un commento a francesco »
Sei d'accordo con la recensione di Francesco?

Sì, sono d'accordo No, non sono d'accordo
90%
No
10%
Scrivi la tua recensione
Leggi i commenti del pubblico
stefano (roma) lunedì 5 febbraio 2007
ottima interpretazione!
74%
No
26%

Ciao Francesco, mi è piaciuta moltissimo la tua spiegazione sulla struttura del film, l'ho trovatata estremamente interessante e mi ha fatto venire voglia di rivedere questo bellissimo film, una delle opere più affascinanti di Lynch (con Velluto blu)

[+] lascia un commento a stefano (roma) »
d'accordo?
elena flauto domenica 11 febbraio 2007
ogni indizio serve x ricostruire il puzzle.
100%
No
0%

La scatola blu collega il mondo reale e il sogno, che finisce quando Betty se ne accorge.La cantante in playback è la metafora della sua messa in scena.Non resta che il silenzio e il pianto per tutti i sogni frantumati e per una realtà da fuggire.

[+] lascia un commento a elena flauto »
d'accordo?
dodo= della tua analisi.. giovedì 15 febbraio 2007
bravo!....davvero interessante
69%
No
31%

Premetto che ho conosciuto Lynch con questo film ed il mio giudizio è stato negativo. Mi sembrava volesse strafare senza dare un "senso" alla narrazione. Invece evidentemente sono stato io a peccare di superficialità. Andrebbe rivisto alla luce anali

[+] lascia un commento a dodo= della tua analisi.. »
d'accordo?
filippo venerdì 16 febbraio 2007
ipotesi sul teatro
100%
No
0%

La scena del playback è (forse) una metafora sulla finzione e suggerisce un' altra chiave di lettura del film(...). Secondo me è inutile cercare di collegare logicamente ogni scena, perchè questo non è nelle intenzioni del regista. Cmq bel tentativo.

[+] lascia un commento a filippo »
d'accordo?
simone tognarelli sabato 14 aprile 2007
buona ricostruzione
67%
No
33%

Mi è piaciuta la tua recensione,hai ricostruito bene l'intreccio ed è azzeccatissima la tua associazione della limousine nera al male(frammento che non ero riuscito a interpretare).Quando hai tempo leggi "Silenzio...parla Linch" e dimmi che ne pensi

[+] lascia un commento a simone tognarelli »
d'accordo?
andrea martedì 25 settembre 2007
d'accordo
95%
No
5%

D'accordo quasi del tutto.Il fil però non è ciclico...il corpo svegliato dal cowboy non è morto: il sogno avviene durante il sonno alla fine del quale, al risveglio, la protagonista si suicida in preda a rimorsi-disperazione-allucinazioni.Il teatro ha da un lato lo scopo di lanciare il messaggio che quello che si sta raccontando in quel momento è un sogno, dall'altro nell'economia narrativa, fa parte dei desideri di betty trasposti nel sogno: nel teatro lei e la sua donna amata si trovano in piena empatia, entrambe piangono per l'amore non corrisponsto, cantato in quel modo struggente...la sua amata sta piangendo con lei per l'intensità di quell'amore che betty prova per lei in una realtà che però è così diversa. [+]

[+] appena visto (di sorella luna)
[+] lascia un commento a andrea »
d'accordo?
laura lunedì 29 ottobre 2007
grazie
43%
No
57%

Ho visto ieri il film con altri miei amici e abbiamo continuato a cercare una spiegazione logica per le tre ore successive alla fine! alcune corrispondono alle tue, altre ci sono rimaste proprio ignote (come i vecchietti), di altre ancora condivido in pieno la tua analisi! per cui grazie perchè ora ho qualche dubbio in meno!

[+] lascia un commento a laura »
d'accordo?
drugob/n domenica 2 dicembre 2007
preciszioni
77%
No
23%

Ti impicci un po sulla parte finale,lei si risveglia che è assolutamente viva,poi rivive alcuni flashback come quando trova "Rita" sul divano...che quindi non è un allucinazione ma solo un flashback, a dimostrarlo il posacenere presente nella scena del divano ma che era stato portato via dall'amica che l'aveva svegliata....la scatola blu rappresente la realtà....una volta sopraggiunta la mattina è normare svegliarsi....infatti la chiave per la scatola viene trovata inspiegabilmente nel teatro della "disillusione"....quello che fa capire a "Betty" che quello che c'era stato fino ad adesso era un sogno....e con la chiave tridimensionale(come la realtà) apre la scatola e torna alla realtà con il cowboy che la sveglia. [+]

[+] la scatola (di popetra)
[+] lascia un commento a drugob/n »
d'accordo?
cristina l. lunedì 31 marzo 2008
quanti livelli di realtà?
38%
No
63%

Bravo..davvero ottima analisi..cmq concordo con te sul fatto che il sogno è fatto da lei morta e nn viva..perchè se ci fai caso quando lei si "sveglia" la vicina le dice che son 3 settimane che è sparita (stessa cosa che aveva detto a Betty e Rita) quindi forse i livelli di realtà sono 3 e non 4: sogno/realtà e prefigurazione del futuro reale qualora lei fosse riuscita a non lasciarsi sopraffare dal rimorso e nn uccidersi che cmq porta Diane a capire che la sua fine è inevitabile..infatti il cerchio si chiude con il suo suicidio.. Il sogno della morta rappresenta il suo desiderio, secondo me, di farsi "altro" da sè, vedere l'amata scampare al pericolo della morte, riavere Rita/Camilla viva tutta per sè senza passato e memoria, ma sarà il suo stesso rimorso nel buio della sua coscienza a condurla alla "disillusione". [+]

[+] mi piace (di adam83)
[+] bravo francesco (di pastavoiello)
[+] lascia un commento a cristina l. »
d'accordo?
giufo sabato 28 maggio 2011
la luce, grazie.
100%
No
0%

Grazie mille per la tua interpretazione, solo dopo averla letta ho visto un pò di luce e di chiarezza..una liberazione :)

[+] lascia un commento a giufo »
d'accordo?
andrea lunedì 30 maggio 2011
sbagli francesco..no c'è ciclicità!!
89%
No
11%

Volevo solo dirti che non è come in strade perdute, una storia ciclica(SPOILER)! in mulholland d. c'è inizio e fine: tutto parte con l'immagine iniziale ossia l'inizio del sogno, che si conclude con il risveglio nell'appartamento da parte del"cowboy" ultima immagine onirica, dopo che tutto si è sgretolato nel club silencio( sequenza in cui trepido ogni volta). "betty" si sveglia, capisce che è tutto un sogno, vede la chiave che sa che è il segno che rita è stata uccisa dal killer che lei ha pagato, sclera e impazzisce avendo un'allucinazione di lei cheamoreggi con rita sul divano, e poi ricorda come si sono conosciute, fino alla cena dell' "incidente" su mulholland drive, dove scopre del prossimo matrimoniofra il regista e la sua amata. [+]

[+] esatto! (di sorella luna)
[+] lascia un commento a andrea »
d'accordo?
andrea martedì 31 maggio 2011
ti sbagli francesco!!!!
71%
No
29%

scusa, ma non è come in strade perdute che è una storia ciclica!!! qua inizia col sogno, che si sgretola al club silencio e finisce col cowboy che sveglia naomi watts; lei consapevole di ciò che accaduto nella realta(omicidio camillae fallimento personale),ha un'allucinazione di loro due sul divano e poi ricorda dal loro incontro sul set,la cenadove capisce che si sposa con adam,l'ingaggio del killer, e va a dormire(quindi sogna) e si ritorna al punto dove si sveglia e si uccide per i sensi di colpa.

[+] esatto (di sorella luna)
[+] lascia un commento a andrea »
d'accordo?
lorenzopignataro sabato 4 febbraio 2012
bella interpretazione... Valutazione 0 stelle su cinque
100%
No
0%

Non so se dopo 5 anni noterai questo commento... Ho visto il film per la prima volta ieri sera... Ho il cervello andato... Spero comunque di trovare tempo per rivederlo... La suddivisione del film in 3 parti è spettacolare... Io ne vedevo solo 2... Inoltre credo che i due anziani rappresentino la pazzia e i sensi di colpa che causano il suicidio di Diane... Per il resto non aggiungo nulla alla tua interpretazione...Ho notato però non hai menzionato la discussione tra il regista e il cowboy in particolare la frase del secondo: "Lei mi rivedrà soltanto un'altra volta se farà il bravo, lei mi rivedrà altre due volte, se farà il cattivo."... Credo che il cowboy si riveda almeno altre 2 volte... Però non capisco quante volte si ripresenta al regista. [+]

[+] il cowboy in effetti appare altre 2 volte (di vale125)
[+] lascia un commento a lorenzopignataro »
d'accordo?
Mulholland Drive | Indice

Recensioni & Opinionisti Premi
Multimedia Shop & Showtime
Pubblico (per gradimento)
  1° | francesco
  2° | darjus
  3° | gianpaolo
  4° | giovanni
  5° | athos
  6° | diego
  7° | paolo
  8° | subcomrix
  9° | pietro viola
10° | micetto
11° | chry75
12° | costanza
13° | dandy
14° | diego
15° | tiziana
16° | stefano burini
17° | giampi desmond
18° | niccofuzz
19° | lucajazz94
20° | myrea
21° | wetman
22° | noia1
23° | andrea macrì
24° | andre
25° | ugogigio
26° | antonio83
27° | fabio alviggi
28° | lyncfollower
29° | pask79
30° | staiemai
31° | rudy sambaro
Premio Oscar (1)
Golden Globes (3)
Festival di Cannes (1)


Articoli & News
Scheda | Cast | News | Trailer | Poster | Foto | Frasi | Rassegna Stampa | Pubblico | Forum | Chat | Shop |
Prossimamente al cinema Oggi al cinema Novità in dvd Film in tv
Altri film » Altri film » Altri film » Altri film »
home | cinema | database | film | uscite | dvd | tv | box office | prossimamente | colonne sonore | MYmovies Club | trailer | download film | mygames |
Copyright© 2000 - 2014 MYmovies® // Mo-Net All rights reserved. P.IVA: 05056400483 - Licenza Siae n. 2792/I/2742 - credits | contatti | redazione@mymovies.it
XHTML | CSS | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso
pubblicità