Mulholland Drive

Acquista su Ibs.it   Soundtrack Mulholland Drive   Dvd Mulholland Drive   Blu-Ray Mulholland Drive  
Un film di David Lynch. Con Justin Theroux, Naomi Watts, Laura Harring, Ann Miller, Robert Forster.
continua»
Titolo originale Mulholland Dr.. Drammatico, durata 145 min. - Francia, USA 2001. MYMONETRO Mulholland Drive * * * 1/2 - valutazione media: 3,90 su 187 recensioni di critica, pubblico e dizionari.
   
   
   
francesco sabato 30 dicembre 2006
l'interpretazione del sogno Valutazione 4 stelle su cinque
89%
No
11%

Attenzione! Leggete questa pagina solo dopo aver visto il film.Voglio far presente che quello che leggerete di seguito è una mia personale interpretazione ma, a conti fatti, non ne esistono altre. Il film non si svolge su due livelli ma su tre, sogno, realtà e ricordo (per poi tornare alla realtà). Stabiliamo innanzitutto quando comincia la storia (non il film). Tutto inizia con la fine, o quasi, ossia con il suicidio di Betty (che non è il suo vero nome). Ma il suicidio è anche l'unica fine possibile, senza il quale non accadrebbe nulla di quello che vediamo. Siamo quindi in presenza di una storia ciclica, quando termina ricomincia e così via per sempre. Ma dividiamo per bene il film. Il sogno di Betty dura dall'inizio del film fino al suo risveglio da parte del Cowboy. [+]

[+] ottima interpretazione! (di stefano (roma))
[+] ogni indizio serve x ricostruire il puzzle. (di elena flauto)
[+] bravo!....davvero interessante (di dodo= della tua analisi..)
[+] ipotesi sul teatro (di filippo)
[+] buona ricostruzione (di simone tognarelli)
[+] d'accordo (di andrea)
[+] grazie (di laura)
[+] preciszioni (di drugob/n)
[+] quanti livelli di realtà? (di cristina l.)
[+] la luce, grazie. (di giufo)
[+] sbagli francesco..no c'è ciclicità!! (di andrea)
[+] ti sbagli francesco!!!! (di andrea)
[+] bella interpretazione... (di lorenzopignataro)
[+] la chiave di lettura (di effepi57)
[+] lascia un commento a francesco »
d'accordo?
darjus venerdì 13 aprile 2007
no hay banda. ma si sente una musica... Valutazione 5 stelle su cinque
87%
No
13%

Due uomini parlano in un bar: uno dei due sta raccontando un incubo. La camera si muove, lentissima e fluida, ripercorrendo il racconto dell’uomo, fino ad un’improvvisa visione di un uomo sporco, ricoperto di rifiuti e dallo sguardo agghiacciante. A metà del film Rita e Betty vanno ad un teatro notturno, dopo un sogno rivelatore della prima: “No hay banda”, grida in spagnolo l’attore che si esibisce sul palco, non c’è una banda, ma si sente una musica. E’ tutta un’illusione. Sui tre quarti del film, Rita apre una scatola blu, con una chiave del medesimo colore. Più avanti, la scatola blu è nelle mani dell’“uomo nero”, visto all’inizio del film. Indagando i misteri della mente umana e la capacità rivelatrice dei sogni, Lynch realizza un noir claustrofobico ed inquietante, basato sul sogno di un’aspirante attrice, sulle sue aspettative e sull’incubo della scoperta della vita reale, del marcio che non si vede, e dell’uomo nero, che si nasconde dietro ogni muro, anche quello splendente e magico di Hollywood. [+]

[+] lascia un commento a darjus »
d'accordo?
laurence316 sabato 31 marzo 2018
un capolavoro sospeso tra sogno e realtà Valutazione 5 stelle su cinque
92%
No
8%

Con Mulholland Drive Lynch, a soli 2 anni da un altro capolavoro come Una storia vera, arriva ad un summa e ad un apice del suo cinema.

Nato come pilot per una possibile serie TV, questo film totalmente strabiliante è uno degli assoluti capolavori della storia del cinema. Rappresenta uno dei più alti vertici artistici mai raggiunti dalla cinematografia del regista, come detto un apice del suo originale percorso di decostruzione del racconto cinematografico e rivoluzione di quanto comunemente accettato come essere pilastro della produzione cinematografica.

Un’opera per tale motivo ipnotica, straniante, a tratti sconcertante e sicuramente inclassificabile (o meglio, non costringibile in un’unica definizione di genere), ma indubbiamente coinvolgente e, a suo modo, geniale. [+]

[+] lascia un commento a laurence316 »
d'accordo?
gianpaolo martedì 7 agosto 2007
da che parte stà la verità? Valutazione 4 stelle su cinque
73%
No
27%

Sarà per l'accoppiata ormai rodata Lynch/Badalamenti, ma per tutto il film ho respirato le stesse atmosfere di Twin Peaks (del poco che ne ho visto perlomeno): ambienti e personaggi surreali che si innestano su una storia che già in partenza si rivela solo una parodia della realtà. In più Lynch dimostra di aver seguito alcune lezioni tarantiniane nella divertente scena del triplice omicidio sgangherato "tirapiedicapellone/segretariacicciona/lustrapavimentiebete", indispensabile per non essere preso troppo sul serio. E anche Shyamalan deve essergli piaciuto parecchio, visto il tipico finale rivelatore che dovrebbe accendere una nuova luce su quanto visto prima (sempre che Lynch non ci stia prendendo in giro ancora una volta. [+]

[+] soggettiva della mente (di andrea)
[+] lascia un commento a gianpaolo »
d'accordo?
giovanni lunedì 18 marzo 2002
non è un film, è un incubo Valutazione 0 stelle su cinque
68%
No
32%

Mulholland drive è un attacco deliberato ai nervi dello spettatore. Non è un film, è un incubo. Quando si esce dalla sala si prova la stessa sensazione che si vive appena ci si sveglia da un sogno strano e angosciante: ci si sforza di ricordarsene i particolari, ci si chiede una spiegazione. Mille risposte e una fatica labirintica nel cercare di riportare le carte al loro posto. Affascinante, ma in bilico tra opera d'arte e presa in giro.

[+] mulholland drive (di nick)
[+] lascia un commento a giovanni »
d'accordo?
athos lunedì 12 febbraio 2007
capolavoro Valutazione 5 stelle su cinque
69%
No
31%

Dare solo 3stelle è un vero e proprio delitto. Questo non è un film, ma arte allo stato puro. La sola sceneggiatura è un capolavoro; Lynch poi ci trasporta in un mondo sconvolgente e disturbante, nel mondo di Betty..il suo sogno, i suoi ricordi, l'amore della sua vita..vita distrutta, che è lo scotto da pagare quando in gioco vi è il sentimento più genuino: l'amore vero. Tutto il resto diventa secondario, la propria vita e quella dell'amata. Nessuna via di mezzo per l'amore vero. Mulholland Drive è assolutamente geniale e intriso del più profondo, e ormai sempre più raro, romanticismo (nessuna sdolcinatezza). MD bisogna viverlo e riviverlo, non si può guardarlo (come penso abbia fatto il responsabile delle 3stelle). [+]

[+] lascia un commento a athos »
d'accordo?
samanta martedì 30 giugno 2020
il re è nudo Valutazione 2 stelle su cinque
100%
No
0%

Il film quando uscì nel 2001 fu subito acclamato da una critica compiaciuta, in un successivo sondaggio della BBC fu indicato  come il miglior film del nuovo millennio, ma un recente sondaggio del Guardian sui film del nuovo millennio lo mette al 11° posto. Se poi si guarda le classifche (ne ho viste ben 6) dei cento migliori film, Mulholland non compare. A livello commerciale (un buon indicatore) fu un flop clamoroso a fronte di un budget di 15 milioni di $ ne incassò in tutto il mondo 20 malgrado la critica, ebbe solo una nomination all'Oscar per la regia.
La cosa più divertente è l'affanno dei critici e dei recensionisti a cercare disperatamente il significato del film, ma questo è tipico del regista: dopo la prima serie di Twin Peaks lasciò parecchi quesiti irrisolti, ma a distanza di 26 anni con la seconda serie non ha risolto nulla. [+]

[+] lascia un commento a samanta »
d'accordo?
diego giovedì 17 maggio 2007
tra realtà e sogno...!!! Valutazione 4 stelle su cinque
75%
No
25%

Lynch con Mulholland Drive continua la sua analisi del surreale, realtà e surreale sono due facce della stessa medaglia e Lynch si rivela maestro nell'esplorazione di quella più recondita....il surreale per l'appunto!!! Ci troviamo dinanzi ad un film in cui Lynch ci inganna per tutte le prime 2 ore in cui ci viene mostrata una realtà che è solo proiezione di una visione onirica partorita da Diane Selwin (Naomi Watts), una realtà fasulla e lo possiamo capire all'inizio quando la telecamera indugia fino a posarsi su di un cuscino e verso il 120° minuto quando il cow-boy entra in camera e dice alla Watts che "è ora di svegliarsi"....da quel momento inizia la realtà, una realtà opposta a quanto Diane/Watts aveva sognato, una realtà ove ella ha miseramente fallito, la donna per la quale lei si era invaghita ha invece fatto carriera fidanzandosi con il produttore dello stesso film mentre lei avendo fallito aveva "sognato" una realtà in cui lei invece aveva avuto successo e tutti coloro le erano stati contro erano stati ridotti a burattini. [+]

[+] splendido film, meno visionario di quanto sembra (di andrea)
[+] lascia un commento a diego »
d'accordo?
giampi desmond mercoledì 16 aprile 2014
trama del film in ordine cronologico e spiegazione Valutazione 0 stelle su cinque
100%
No
0%

Diane è un attrice di Hollywood non realizzata professionalmente, che vive all’ombra della sua amica Camilla, un’attrice affermata e di buona qualità, grazie alla quale riesce ad ottenere piccole parti o comparse in qualche film. Le due ragazze hanno una relazione amorosa, ma Camilla , al contrario di Diane, non è innamorata della compagna e gestisce il loro rapporto in maniera superficiale. Si scopre che Camilla ha una relazione parallela con Adam, un regista, con il quale ha deciso di sposarsi e di convivere nell’ appartamento che l’uomo ha ricevuto con la decisione di un giudice, nel corso della sentenza di separazione dalla moglie. La mancata realizzazione nell’ambito lavorativo e sentimentale genera frustrazione in Diane, che si sente oltretutto presa in giro dal comportamento di Camilla. [+]

[+] lascia un commento a giampi desmond »
d'accordo?
pietro viola domenica 27 marzo 2011
il cinema quale rivoluzione Valutazione 5 stelle su cinque
73%
No
27%

Uno dei film più importanti degli ultimi 30 anni, e il capolavoro di lynch ad oggi. Manifesto programmatico del cinema secondo lynch, ma anche del cinema secondo chicchessia: la realtà quale rappresentazione E la rappresentazione quale realtà, l'oggettività della visione e la soggettività di ciò che è visto. C'è tutto lynch qua dentro, l'ironia, lo sconcerto, la tensione paurosa del banale e dell'apparentemente insignificante, la perfetta logica dell'inconscio, vero motore che ci muove e ci fa essere uomini. E c'è anche lo strazio dei sentimenti, ineluttabili e feroci, e dolci e inafferrabili.
Capisco che il film, e il cinema lynchiano in genere, possa urtare o non piacere. [+]

[+] interessante (di alessandro calmo)
[+] lascia un commento a pietro viola »
d'accordo?
pagina: 1 2 3 4 5 »
Mulholland Drive | Indice

Recensioni & Opinionisti Premi
Multimedia Shop & Showtime
Pubblico (per gradimento)
  1° | francesco
  2° | darjus
  3° | laurence316
  4° | gianpaolo
  5° | giovanni
  6° | athos
  7° | samanta
  8° | diego
  9° | pietro viola
10° | giampi desmond
11° | paolo
12° | tomdoniphon
13° | micetto
14° | subcomrix
15° | costanza
16° | no_data
17° | stefano capasso
18° | ennio
19° | emmylemmonxd
20° | tiziana
21° | diego
22° | rob8
23° | wetman
24° | dandy
25° | niccofuzz
26° | myrea
27° | chry75
28° | stefano burini
29° | antonio83
30° | andrea macrì
31° | andre
32° | noia1
33° | storie di cinema
34° | ugogigio
35° | elgatoloco
36° | iuriv
37° | fabio alviggi
38° | lyncfollower
39° | nerazzurro
40° | evildevin87
41° | tomdoniphon
42° | pask79
43° | staiemai
44° | rudy sambaro
Premio Oscar (1)
Golden Globes (3)
Festival di Cannes (1)
AFI Awards (4)


Articoli & News
Immagini
1 | 2 |
Scheda | Cast | News | Trailer | Poster | Foto | Frasi | Rassegna Stampa | Pubblico | Forum | Shop |
prossimamente al cinema Film al cinema Novità in dvd Film in tv
martedì 22 giugno
Cosa sarà
Altri prossimamente » Altri film al cinema » Altri film in dvd » Altri film in tv »
home | cinema | database | film | uscite | dvd | tv | box office | prossimamente | colonne sonore | Accedi | trailer | TROVASTREAMING |
Copyright© 2000 - 2021 MYmovies® // Mo-Net All rights reserved. P.IVA: 05056400483 - Licenza Siae n. 2792/I/2742 - credits | contatti | redazione@mymovies.it
Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso
pubblicità