La camera verde

Film 1978 | Drammatico +16 94 min.

Titolo originaleLa chambre vert
Anno1978
GenereDrammatico
ProduzioneFrancia
Durata94 minuti
Regia diFrançois Truffaut
AttoriFrançois Truffaut, Nathalie Baye .
TagDa vedere 1978
RatingConsigli per la visione di bambini e ragazzi: +16
MYmonetro 3,52 su 8 recensioni tra critica, pubblico e dizionari.

Regia di François Truffaut. Un film Da vedere 1978 con François Truffaut, Nathalie Baye. Titolo originale: La chambre vert. Genere Drammatico - Francia, 1978, durata 94 minuti. Consigli per la visione di bambini e ragazzi: +16 - MYmonetro 3,52 su 8 recensioni tra critica, pubblico e dizionari.

Condividi

Aggiungi
La camera verde
tra i tuoi film preferiti.




oppure

Consigliato sì!
3,52/5
MYMOVIES 4,00
CRITICA N.D.
PUBBLICO 2,77
CONSIGLIATO SÌ
Scheda Home
Cinema
Trailer

Julien, giornalista di provincia, è riuscito a superare il dolore per la perdita della moglie solo onorandone in modo morboso e assurdo la memoria. Presto il suo culto si estende a quanti, fra i suoi amici, sono scomparsi nel frattempo. La sua mania gli aliena ben presto le simpatie di tutti, e alla fine anche di una fanciulla che con il suo amore lo avrebbe riportato alla vita, facendogli chiudere una volta per sempre la porta sul passato. Autore che spesso si è rivolto a personaggi afflitti da monomanie ( Adele H, La sposa in nero), François Truffaut, questa volta, ha voluto raccontare la vicenda di una danza di morte servendosi di due racconti di Henry James (e delle lettere di James alla fidanzata defunta). Il film si fa apprezzare per il gusto e la misura (non scade mai nell'horror né, come era possibile, nella macchietta jettatoria) ma spesso si riduce a una prova di equilibrismo: far sembrare interessante un personaggio che lo è solo per cinquanta minuti al massimo, perché privo di spessore psicologico.

PUBBLICO
RECENSIONI DALLA PARTE DEL PUBBLICO
giovedì 5 gennaio 2012
dounia

Il regista e attore F.Truffaut recita la parte di un uomo che rimane legato al ricordo della moglie morta da tempo, le vuole dedicare, ogni sera, un pensiero e trasforma la sua stanza in un luogo sacro. La pensa come se fosse viva, il suo amore si estende anche al ricordo di cari amici scomparsi e riesce ad ottenere il permesso di avere una cappella in loro onore.

domenica 11 dicembre 2011
fedeleto

Francois Truffaut(jules e jim,le due inglesi,gli anni in tasca) dopo l'uomo che amava le donne ,dirige un film fortemente profondo e riflessivo.Un uomo dopo aver perso la moglie durante la prima guerra mondiale ,vive come scrittore di cronaca nera .Egli ha un grandissimo amore per la moglie e la rivive ,parlandoci ogni volta che puo' ,immaginandola nela cmaera verde .

giovedì 26 agosto 2010
Luca Scialo

Julien Davenne è un vedovo che non riesce ad accettare la morte della moglie ed instaura con lei un rapporto ossessivo, quasi di rifiuto e repulsione verso i vivi. Decide così di ripristinare una vecchia cappella abbandonata ed adibirla come luogo di culto per tutte le persone a lui care scompare. Dopo lo scetticismo iniziale sarà aiutato da una giovane donna, Cecilia.

Frasi
Lei è giovane, ma vedrà che a un certo punto della vita si conoscono più morti che vivi.
Dialogo tra Julien Davenne (François Truffaut) - Cecilia (Nathalie Baye)
dal film La camera verde
STAMPA
RECENSIONI DELLA CRITICA
Tullio Kezich
Il Corriere della Sera

Nel più bressoniano deisuoi film, François Truffaut (regista e attore) rivisita il racconto L’altare dei morti (1895) e altri scritti di Henry James, trasferendo l’azione nella provincia francese intorno al 30. Julien Davenne vive nel culto della moglie scomparsa, ma anche fissato sul ricordo dei commilitoni morti al fronte nell’inutile strage. Quando la camera verde in cui conservava i ricordi del [...] Vai alla recensione »

Vai alla home di MYmovies.it
Home | Cinema | NETFLIX | Database | Film | Calendario Uscite | MYMOVIESLIVE | Dvd | Tv | Box Office | Prossimamente | Trailer | Colonne sonore | MYmovies Club
Copyright© 2000 - 2018 MYmovies.it® - Mo-Net s.r.l. Tutti i diritti riservati. È vietata la riproduzione anche parziale. P.IVA: 05056400483
Licenza Siae n. 2792/I/2742 - Credits | Contatti | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso | Accedi | Registrati