Martin Eden

   
   
   
mercoledì 16 ottobre 2019
la retorica del diverso Valutazione 0 stelle su cinque
0%
No
0%

La retorica del diverso sembra farLe perdere di vista che qui si tratta di classi sociali
e non c'è proprio niente di specificamente italiano, considerato che la storia originale è americana e che i pregiudizi degli orsini e del loro ambiente non sono certo diversi da quelli della famiglia Morse (tra parentesi trovo assurdo che si sia sostituito a una famiglia ricca borghese niente meno che degli Orsini, cognome aristocratico se mai ve ne furono)

[+] lascia un commento a »
d'accordo?
francesco izzo domenica 13 ottobre 2019
i valori non si tradiscono Valutazione 4 stelle su cinque
0%
No
100%

La narrazione del film si ambienta, per quanto riguarda il protagonista e la storia principale, dall'inizio del 900 coi primi comizi sindacali e socialisti allo scoppio della seconda guerra mondiale; contiene però numerosi filmati d'epoca -inseriti quà e là - delle classi più umili e degli emigranti italiani degli anni 50 fino agli anni 60-70.
Martin Eden - marittimo napoletano - vuole farsi un'istruzione da autodidatta e diventare scrittore; ci riuscirà, ma il prezzo che dovrà pagare sarà altissimo, e si ritroverà, ormai affermato ma totalmente disilluso,cinico e disgustato dalla vita - più che amareggiato -ad abbandonare persino il suo antico amore per l'aristocratica Elena - pur di restare fedele alla sua "missione"di seguire e raccontare sempre la realtà, soprattutto la sofferenza delle classi più umili a cui resterà negli anni vicino. [+]

[+] lascia un commento a francesco izzo »
d'accordo?
medesimo venerdì 11 ottobre 2019
giusto giudizio Valutazione 0 stelle su cinque
100%
No
0%

Condivido parola per parola. Assodato che ogni cineasta si possa esprimere come vuole,qui al di là delle trovate sceniche,non c'è nulla.Detto questo,riconosciamo il talento di Marinelli e nient'altro.Per me nemmeno una stella.

[+] lascia un commento a medesimo »
d'accordo?
aurash sabato 5 ottobre 2019
storia vecchia e raccontata senza profondità Valutazione 2 stelle su cinque
100%
No
0%

Voglio dare due stelle perché il film è anche ben girato, ma ne meriterebbe davvero una soltanto per l'impatto negativo che produce sullo spettatore. Non c'è profondità e insieme non c'è speranza in una storia che raccontata da Jack London un secolo fa poteva forse anche avere un suo interesse ma che è invecchiata male ... e soprattutto non si capisce che senso abbia avuto riproporla in versione cinematografica così piattamente e senza alcuna rielaborazione, nonostante la sua trasposizione in altro contesto geografico potesse far pensare il contrario. L'interpretazione di Marinelli è del tutto coerente con la filosofia e l'impostazione del film e dunque merita analogo giudizio negativo

[+] lascia un commento a aurash »
d'accordo?
pietro mercoledì 2 ottobre 2019
film coraggioso Valutazione 3 stelle su cinque
0%
No
0%

Credo che i pregi siano la bella prova di Marinelli e il coraggio nel credere a un progetto così particolare. La riuscita mi sembra più nel fascino dell'immagine che non nell'aver catturato la sostanza del romanzo. Nella seconda parte al pur fenomenale Marinelli forse viene chiesto un po' troppo. Comunque da vedere.

[+] lascia un commento a pietro »
d'accordo?
angelo umana mercoledì 25 settembre 2019
la cultura non s'inventa Valutazione 2 stelle su cinque
71%
No
29%

 Film d'arricchimento per chi non ha letto il libro di Jack London, da cui è “liberamente” (o liberissimamente?) tratto. Il regista Pietro Marcello al suo primo lungometraggio sforna un prodotto molto ricco, perfino ridondante come dev'esser stata la vita del personaggio Martin Eden, ricco o arricchito di molti bei prodotti che abbelliscono il film, o lo appesantiscono. C'è tanto, c'è tutto, un'antologia: le canzoni napoletane in una certa parte, Picceré e pure Teresa De Sio con Voglia e turnà, gli inserti documentaristici dell'epoca in cui l'Italia si preparava alla guerra (con la gente che naturalmente ha bisogni molto “basici” a cui pensare), i raduni di piazza sindacali, le masse da catechizzare come in ogni tempo, le immagini dei bassi di Napoli e non solo, le inquadrature della natura con fotografia anticata e scene di strada, dove Martin è cresciuto. [+]

[+] lascia un commento a angelo umana »
d'accordo?
rosmersholm venerdì 20 settembre 2019
ineguale Valutazione 2 stelle su cinque
100%
No
0%

L'impressione è che il linguaggio poetico di Marcello, altrove pienamente espresso, sia dovuto scendere a patti con la narrazione classica del romanzo di London. Ne risulta un film ineguale, che alterna momenti riusciti a scene decisamente convenzionali che disinnescano le potenzialità dell'autore. Il film ha comunque una sua tenuta, anche grazie a Marinelli che, senza che la sua interpretazione sia davvero memorabile, mostar ad ogni fotogramma di credere nel compito che gli è stato assegnato.

[+] lascia un commento a rosmersholm »
d'accordo?
stefania domenica 15 settembre 2019
assolutamente da vedere Valutazione 4 stelle su cinque
20%
No
80%

Il film mi è piaciuto molto. L’esperimento della trasposizione da San Francisco a Napoli è, a mio parere, perfettamente riuscito ed anzi da’ un colore del tutto nuovo alla vicenda di Martin. Si apprezza una scrittura accurata, una bella fotografia ed una rilevante ricerca d’archivio. Quella che non ho apprezzato è la scelta della protagonista femminile, che non mi è parsa all’altezza ne’ del film ne’ dell’interpretazione di Marinelli, superbamente allucinata. Peccato. Ma è un film da vedere assolutamente 

[+] lascia un commento a stefania »
d'accordo?
frankmoovie domenica 15 settembre 2019
il pane e il sugo ... Valutazione 0 stelle su cinque
0%
No
100%

 

Può un romanzo del 1909 scritto da Jack London, diventare un film di attualità, da gustare e assorbire? “Martin Eden”, lo dico subito, è un bel film, appena presentato a Venezia, che evidenzia come un giovane non istruito, costretto dalla condizione familiare a lavorare fin da bambino, possa con la forza di volontà e quella dell’amore, evolvere le sue conoscenze e la sua personalità, facendo trionfare la cultura sull’individualismo materiale, sognando, come l’autore del romanzo e il regista stesso di questo film, Pietro Marcello, di cambiare con la testardaggine la propria vita e da quasi analfabeta tentare di essere uno scrittore. [+]

[+] lascia un commento a frankmoovie »
d'accordo?
vincenzo ambriola sabato 14 settembre 2019
bruciato dal sole Valutazione 4 stelle su cinque
25%
No
75%

Di Martin Eden si sa molto, quasi tutto: marinaio quasi analfabeta; inizia a studiare per amore e a scrivere per passione; dopo essere stato inizialmente rifiutato dal mondo editoriale improvvisamente diventa famoso e ricco; sconvolto da questo capovolgimento sociale perde contatto con il mondo e, alla fine, nuota verso il sole che tramonta. Il film racconta con precisione questa storia, ma cambiandone sia l'ambientazione geografica (Napoli anziché San Francisco) che quella temporale (praticamente tutta la prima parte del secolo scorso). La scelta di inframmezzare la narrazione principale con spezzoni di filmati d'epoca, di cambiare in continuazione le tecniche di ripresa, fa sobbalzare lo spettatore, costringendolo a una continua messa a fuoco di ciò che sta vedendo. [+]

[+] lascia un commento a vincenzo ambriola »
d'accordo?
pagina: 1 2 3 »
Martin Eden | Indice

Recensioni & Opinionisti Premi
Multimedia Shop & Showtime
Festival di Venezia (1)


Articoli & News
Immagini
1 | 2 | 3 | 4 | 5 | 6 | 7 | 8 | 9 | 10 | 11 | 12 | 13 | 14 | 15 |
Link esterni
#MartinEden
Uscita nelle sale
mercoledì 4 settembre 2019
Distribuzione
Il film è oggi distribuito in 20 sale cinematografiche:
Showtime
  1 | Abruzzo
  3 | Emilia Romagna
  4 | Lazio
  1 | Liguria
  5 | Lombardia
  1 | Piemonte
  3 | Toscana
  2 | Veneto
prossimamente al cinema Film al cinema Novità in dvd Film in tv
Altri film » Altri film » Altri film » Altri film »
home | cinema | database | film | uscite | dvd | tv | box office | prossimamente | colonne sonore | Accedi | trailer | TROVASTREAMING |
Copyright© 2000 - 2019 MYmovies® // Mo-Net All rights reserved. P.IVA: 05056400483 - Licenza Siae n. 2792/I/2742 - credits | contatti | redazione@mymovies.it
Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso
pubblicità