Martin Eden

Acquista su Ibs.it   Dvd Martin Eden   Blu-Ray Martin Eden  
Un film di Pietro Marcello. Con Luca Marinelli, Jessica Cressy, Vincenzo Nemolato, Marco Leonardi, Denise Sardisco, Carmen Pommella.
continua»
Drammatico, Ratings: Kids+13, durata 129 min. - Italia 2019. - 01 Distribution uscita mercoledý 4 settembre 2019. MYMONETRO Martin Eden * * * 1/2 - valutazione media: 3,51 su 55 recensioni di critica, pubblico e dizionari.
   
   
   

Lo scrittore s''oppone al capitale e al collettivo Valutazione 4 stelle su cinque

di Great Steven


Feedback: 67994 | altri commenti e recensioni di Great Steven
venerdý 5 febbraio 2021

MARTIN EDEN (IT/FR, 2019) diretto da PIETRO MARCELLO. Con LUCA MARINELLI, JESSICA CRESSY, CARLO CECCHI, VINCENZO NEMOLATO, MARCO LEONARDI, DENISE SARDISCO, CARMEN POMMELLA, AUTILIA RANIERI, ELISABETTA VALGOI, PIETRO RAGUSA, GIUSTINIANO ALPI, GAETANO BRUNO, MAURIZIO DONADONI, ANIELLO ARENA ● Grazie al provvidenziale salvataggio da un pestaggio del giovane Arturo, rampollo di una famiglia benestante della borghesia industriale italiana degli anni ’60, il marinaio Martin Eden viene accolto in casa degli Orsini e lega sentimentalmente con la sorella maggiore di Arturo, la raffinata e dolce Elena Orsini. Desideroso di ampliare la propria cultura per poter proseguire la sua relazione con la giovane donna, Martin comincia a leggere sempre più libri e rafforza in modo notevole la sua istruzione, conquistando un prezioso bagaglio da autodidatta. In breve decide di diventare uno scrittore, ma la via verso l’affermazione letteraria è tutt’altro che facile, senonché Martin, ad una festa in casa Orsini, fa la conoscenza del bizzarro intellettuale socialista Russ Brissenden, il che gli consente di comprendere più a fondo cosa non funziona nella sua scrittura. Finalmente, dopo numerosi manoscritti rispediti al mittente, Martin riesce a far pubblicare i suoi racconti: da lì potrebbe costruire pian piano una vita serena e felice al fianco di Elena, ma il proliferare rapido dei primi movimenti politici di massa e la protesta degli operai contro lo sfruttamento dei padroni faranno sorgere nell’emergente scrittore un richiamo alle proprie umili origini, che ora Martin, col successo ottenuto in campo letterario, pensa di star tradendo. Ormai trasformatosi in un mito vivente che però non rinnega la sua identità di proletario individualista, Martin crea un enorme vuoto intorno a sé e, mentre i movimenti socialisti minano la sicurezza dello Stato nel biennio rosso, lui si accorge di aver perso senza rimedio tutte le persone che gli volevano bene. Film complesso e interessantissimo, con plurime sfaccettature e dai significati che si compenetrano fra loro, liberamente ispirato all’omonimo romanzo (1909) di Jack London, l’opera di P. Marcello dimostra di saper funzionare a pieno vapore anche in un contesto contraddittorio e sanguigno come il panorama politico italiano di cinquant’anni fa. Il merito va soprattutto alla delineazione psicologica e caratteriale di un protagonista che, avendo fatto propria la cultura come solo il più accanito dei self made men saprebbe fare, la pone al centro del proprio pensiero reclamandone la legittimità, l’inalienabilità, la capacità di evolversi e migliorare e quella di essere alla base di ogni civiltà. Il personaggio Martin Eden scrive di tutto, dai romanzi ai racconti, dalle poesie ai saggi, e lo scrive con l’intenzione di far presente al suo pubblico – che prima lo disprezza e dopo inizia con ritrosia ad ammirarlo – l’impossibilità per un autore letterario di auto-classificarsi in un sistema già troppo pieno di preconcetti: infatti, se Martin Eden rifugge con evidenza il socialismo, mostra con ancor maggiore evidenza di odiare il capitalismo, e la sua innata generosità, una generosità addirittura feroce e difficile da controllare, lo porta da una parte a regalare denaro ai bisognosi che d’altro canto non pretendono simili doni e dall’altra a sperperare la propria maturità in un’autodistruzione senza speranza, sulla falsariga del defunto Russ Brissenden (un efficace C. Cecchi), anch’egli socialista deluso amareggiato dalla ricchezza crescente dei potenti. Ma il film rappresenta anche un inno a coloro che scelgono di intraprendere una strada impegnativa e lottano contro tutte le difficoltà esterne e interne per raggiungere un obiettivo non semplice, con le conseguenze del caso, fra cui non ultima la perdita di un’identità originaria. Marcello punta il dito in modo sottile ma mordace contro l’ignoranza compiaciuta del nostro Paese, dilagante nella classe dirigente e probabilmente la principale causa del malfunzionamento del sistema politico, mettendo tuttavia subito in chiaro come, ai tempi del socialismo italiano post-sessantottesco, ci fossero ancora personalità impegnate a cui le primarie necessità interessavano più di ogni altra cosa, disposti a combattere e a mettere a rischio la propria incolumità pur di ottenerle; nella realtà nostrana di oggi, l’apatia imperante e la dispersione culturale non consentono più tali scenari, e non ci sarebbe posto per un novello Martin Eden. Una pellicola potente, affiatata, determinante per la cinematografia italica degli anni 2010, che racchiude in sé il senso vigente in un’epoca per raccontarne una successiva in cui le cose sono drasticamente peggiorate. Bravissimi tutti gli attori, in testa un L. Marinelli superbo e inimitabile, vincitore della Coppa Volpi a Venezia 2019. David di Donatello al regista e a Maurizio Brucci per la migliore sceneggiatura non originale. La fotografia di Alessandro Abate – dal tocco elegantissimo e sognante – ritrae i paesaggi di Napoli, Santa Maria la Fossa e Torre Annunziata alternando colori moderni ad una poetica filigrana che sembra far tornare indietro nel tempo per merito della sua efficienza cromatica. Inserito dal New York Times nella lista dei 10 migliori film del 2020.

[+] lascia un commento a great steven »
Sei d'accordo con la recensione di Great Steven ?

Sì, sono d'accordo No, non sono d'accordo
100%
No
0%
Scrivi la tua recensione
Leggi i commenti del pubblico

Ultimi commenti e recensioni di Great Steven :

Vedi tutti i commenti di Great Steven »
Martin Eden | Indice

Recensioni & Opinionisti Premi
Multimedia Shop & Showtime
Festival di Venezia (1)
Nastri d'Argento (7)
European Film Awards (4)
David di Donatello (12)


Articoli & News
Immagini
1 | 2 | 3 | 4 | 5 | 6 | 7 | 8 | 9 | 10 | 11 | 12 | 13 | 14 | 15 | 16 | 17 | 18 |
Link esterni
#MartinEden
Shop
DVD
Uscita nelle sale
mercoledý 4 settembre 2019
Scheda | Cast | News | Trailer | Foto | Frasi | Rassegna Stampa | Pubblico | Forum | Shop |
prossimamente al cinema Film al cinema Novità in dvd Film in tv
martedý 22 giugno
Cosa sarÓ
Altri prossimamente » Altri film al cinema » Altri film in dvd » Altri film in tv »
home | cinema | database | film | uscite | dvd | tv | box office | prossimamente | colonne sonore | Accedi | trailer | TROVASTREAMING |
Copyright© 2000 - 2021 MYmovies® // Mo-Net All rights reserved. P.IVA: 05056400483 - Licenza Siae n. 2792/I/2742 - credits | contatti | redazione@mymovies.it
Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso
pubblicità