Martin Eden

   
   
   

è un'opera d'arte Valutazione 5 stelle su cinque

di carloalberto


Feedback: 5328 | altri commenti e recensioni di carloalberto
sabato 7 settembre 2019

 Quella che Pietro Marcello ha realizzato è un’opera esteticamente riuscita che sfiora il capolavoro. Il regista utilizza in modo sapiente, esaltandoli, tutti i mezzi espressivi della settima arte, non sovrappone ma fonde armonicamente nel film, la colonna sonora, con la musica degli anni ottanta e la voce inconfondibile di Daniele Pace e di Teresa De Sio, la grande prosa, recitata in modo magistralmente teatrale da Luca Marinelli e Carlo Cecchi, le immagini della finzione e quelle tratte da filmati di repertorio dell’epoca o da vecchi filmini amatoriali in superotto, il vissuto intimo e familiare del protagonista, deprivato di cultura e di affetti, e la vita corale di un popolo di miserabili e di sconfitti, di diseredati e di lavoratori sfruttati, scene di primi piani di volti che trapassano lo schermo e paesaggi sfumati ripresi in lontananza, ad evocare, insieme, immediatezza e partecipazione all’azione e nostalgia struggente per ciò che, passando fugacemente, non torna. L’emotività dello spettatore è raggiunta e coinvolta attraverso lo stimolo di tutti i sensi in gioco nella fruizione filmica, stimolando, contestualmente, la riflessione su alcuni temi che sono stati e restano cruciali per ogni uomo che ambisca ad una maggiore consapevolezza di sé come individuo sociale. Le conclusioni di London, di Eden e di Marcello sono parimenti disperate. La sovrapposizione delle storie e dei luoghi è compiuta. Attraverso la vita di Eden vediamo in parte la vita di London e scorgiamo, forse, quella dell’autore, alla San Francisco di Eden-London si sovrappone la Napoli di Marcello. Le immagini vere degli emigranti che fanno la valigia, serrandola con lo spago, gettano un ponte tra le due realtà. L’individuo schiacciato, in Patria, dalla miseria e dallo sfruttamento, attraversa l’oceano e va in terra straniera, dove troverà un nuovo padrone ad attenderlo. Per il protagonista non v’è riscatto possibile, né la cultura, né l’amore, né il successo, ridanno all’individuo quel che la società gli ha sottratto fin dalla nascita, ossia la libertà, che per Martin Eden si può concretizzare esclusivamente nella creatività e nella realizzazione dell’opera d’arte. Martin Eden riconosce il proprio fallimento di artista e quindi l’esser vissuto invano, proprio perché intimamente convinto che una vita non ha senso se non si appropria di se stessa, autodeterminandosi nella libertà intesa come creatività. Fortunatamente, per i comuni mortali, altri mezzi sussistono per raggiungere lo scopo, anche senza essere artisti, ed altre strade avrebbe potuto seguire lo stesso Martin per vivere una vita felice. Al bivio tra due mondi e tra due modi di vivere all’opposto, quello della cultura disillusa e scettica incarnato dal vecchio poeta mentore e quello degli affetti e del sentimento, rappresentato dalla popolana vedova con due figli che conduce un’esistenza semplice ma serena,  Martin sceglie la via che si rivelerà, soltanto a posteriori, essere quella sbagliata. Il tentativo di riscatto dall’ignoranza lo sprofonda in una condizione di amarezza esistenziale ed il ritorno alla scelta iniziale diventa per lui impossibile. Si ripropone l’errore biblico primordiale dell’umanità, l’avere attinto all’albero della conoscenza voltando le spalle all’amore e disobbedendo all’Assoluto, in chiave romantica, con l’eroe, in primo piano, che affronta, titanicamente, il mondo, nello sforzo immane di affermare la propria personalità, ribellandosi alle convenzioni ed ai precetti della società moderna, quale nuovo Assoluto dominante e soggiogante l’individuo, nelle idee del darwinismo sociale di Spencer, di cui Martin è un avido lettore, e nelle più moderne scienze della sociobiologia e della psicologia evoluzionistica. Ma se per l’individuo rimane sempre una strada alternativa da percorrere, la conoscenza, l’amore o l’arte, per il popolo, invece, il destino sembra segnato. L’annuncio di una guerra, che è già stata, ne preannuncia un’altra, che si farà, come afferma, in un cameo, lo storico Giordano Bruno Guerri, proprio grazie al popolo.

[+] lascia un commento a carloalberto »
Sei d'accordo con la recensione di carloalberto?

Sì, sono d'accordo No, non sono d'accordo
54%
No
46%
Scrivi la tua recensione
Leggi i commenti del pubblico
fabiofeli mercoledì 11 settembre 2019
'e stelle, 'e criature, ' ffemmene Valutazione 0 stelle su cinque
0%
No
100%

Mi è piaciuto molto il tuo commento, Carloalberto. Dici molte cose che condivido ed avrei voluto dire anche io nel mio commento: purtroppo le 3.500 battute che concede MYmovies sono troppo poche per un commento articolato. Per quanto mi riguarda sto stringendo sempre più lo spazio della trama, anche per non anticipare troppo agli spettatori. Credo comunque che un commento ad un film non può non contenere qualche parola per presentare regista e attori, dire qualcosa sulla recitazione, la sceneggiatura, il modo di filmare, colonna sonora (ho dovuto rinunciare ad esempio a citare Piccerè di Teresa De Sio e Debussy nel finale) e il montaggio e riferimenti ad altri film e registi. Avrò piacere di leggere tuoi nuovi commenti ad altri film.

[+] lascia un commento a fabiofeli »
d'accordo?

Ultimi commenti e recensioni di carloalberto:

Vedi tutti i commenti di carloalberto »
Martin Eden | Indice

Recensioni & Opinionisti Premi
Multimedia Shop & Showtime
Festival di Venezia (1)


Articoli & News
Immagini
1 | 2 | 3 | 4 | 5 | 6 | 7 | 8 | 9 | 10 | 11 | 12 | 13 | 14 | 15 |
Link esterni
#MartinEden
Uscita nelle sale
mercoledì 4 settembre 2019
Distribuzione
Il film è oggi distribuito in 185 sale cinematografiche:
Showtime
  4 | Abruzzo
  2 | Basilicata
  1 | Calabria
14 | Campania
16 | Emilia Romagna
  5 | Friuli Venezia Giulia
24 | Lazio
  7 | Liguria
26 | Lombardia
  6 | Marche
  1 | Molise
12 | Piemonte
19 | Puglia
  4 | Sardegna
12 | Sicilia
15 | Toscana
  2 | Trentino Alto Adige
  7 | Umbria
  8 | Veneto
Scheda | Cast | Cinema | News | Trailer | Foto | Frasi | Rassegna Stampa | Pubblico | Forum | Shop |
prossimamente al cinema Film al cinema Novità in dvd Film in tv
Altri film » Altri film » Altri film » Altri film »
home | cinema | database | film | uscite | dvd | tv | box office | prossimamente | colonne sonore | Accedi | trailer | TROVASTREAMING |
Copyright© 2000 - 2019 MYmovies® // Mo-Net All rights reserved. P.IVA: 05056400483 - Licenza Siae n. 2792/I/2742 - credits | contatti | redazione@mymovies.it
Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso
pubblicità