Martin Eden

   
   
   
loland10 sabato 7 settembre 2019
sogni e delusioni Valutazione 4 stelle su cinque
67%
No
33%

Martin Eden” (2019) è il quinto lungometraggio del regista casertano Pietro Marcello.
Grazie per aver salvato nostro figlio”.
Non ti basta la bajour per scrivere? La luce si paga
Vieni resta qui torniamo a fare le cose di prima....”.
Film di sconquasso narrativo con sperimentazioni varie, documentazioni reali, fotografia in filigrana, personaggi scontrosi e mistificazioni storiche.
Film di grande spavento e lettura sotto le righe con la storia minima e massima che si conoscono ma non si capiscono; il velleitarismo do un cinema semplice nasconde il grande coraggio per un ‘racconto’ epico in cui viene toccato tirato il secolo breve con immagini di mare, di interni, di comizi, di ballo, di vie, di campagne, di treni e di luoghi di cui conosciamo poco o niente. [+]

[+] lascia un commento a loland10 »
d'accordo?
angelo umana mercoledì 25 settembre 2019
la cultura non s'inventa Valutazione 2 stelle su cinque
71%
No
29%

 Film d'arricchimento per chi non ha letto il libro di Jack London, da cui è “liberamente” (o liberissimamente?) tratto. Il regista Pietro Marcello al suo primo lungometraggio sforna un prodotto molto ricco, perfino ridondante come dev'esser stata la vita del personaggio Martin Eden, ricco o arricchito di molti bei prodotti che abbelliscono il film, o lo appesantiscono. C'è tanto, c'è tutto, un'antologia: le canzoni napoletane in una certa parte, Picceré e pure Teresa De Sio con Voglia e turnà, gli inserti documentaristici dell'epoca in cui l'Italia si preparava alla guerra (con la gente che naturalmente ha bisogni molto “basici” a cui pensare), i raduni di piazza sindacali, le masse da catechizzare come in ogni tempo, le immagini dei bassi di Napoli e non solo, le inquadrature della natura con fotografia anticata e scene di strada, dove Martin è cresciuto. [+]

[+] lascia un commento a angelo umana »
d'accordo?
vanessa zarastro sabato 7 settembre 2019
arrivismo e individualismo Valutazione 3 stelle su cinque
67%
No
33%

Presentato in questi giorni al Festival di Venezia, il film “Martin Eden” è una trasposizione della vicenda narrata da Jack London nel suo omonimo romanzo, trasposta in Italia nel golfo partenopeo, in un periodo pre-bellico non esattamente precisato, perché in alcuni punti ci sono la televisione e la macchina da scrivere Olivetti e si vedono alcuni edifici costruiti palesemente negli anni ‘50/’60 che si alternano alle immagini degli anni Dieci e Venti con i vestiti da primi del Novecento, in altri punti sono mostrate le truppe fasciste. Tutte queste immagini, come fossero paesaggi, rappresentano le variazioni nella storia di un uomo che si fa da sé. [+]

[+] 'e stelle, 'e criature, ' ffemmene (di fabiofeli)
[+] lascia un commento a vanessa zarastro »
d'accordo?
mardou_ giovedì 5 settembre 2019
esercizi di stile Valutazione 3 stelle su cinque
67%
No
33%

 Insieme a Il Richiamo Della Foresta e Zanna Bianca, Martin Eden è una delle opere più celebri di Jack London. Il romanzo di formazione in parte autobiografico dello scrittore americano narra la vita travagliata del marinaio Martin e la sua lotta per diventare uno scrittore, ispirato dall’amore per la bellezza e per Ruth, studentessa universitaria da cui prende lezioni di inglese.
Le difficoltà del giovane nel farsi accettare come possibile marito da questa figlia dell’alta borghesia californiana, danno modo all’autore di esporre le sue teorie socialiste e lanciare una critica forte all’impianto americano e ai suoi valori che si reggono sulla fede incondizionata a capitalismo e individualismo. [+]

[+] lascia un commento a mardou_ »
d'accordo?
carloalberto sabato 7 settembre 2019
è un'opera d'arte Valutazione 5 stelle su cinque
50%
No
50%

 Quella che Pietro Marcello ha realizzato è un’opera esteticamente riuscita che sfiora il capolavoro. Il regista utilizza in modo sapiente, esaltandoli, tutti i mezzi espressivi della settima arte, non sovrappone ma fonde armonicamente nel film, la colonna sonora, con la musica degli anni ottanta e la voce inconfondibile di Daniele Pace e di Teresa De Sio, la grande prosa, recitata in modo magistralmente teatrale da Luca Marinelli e Carlo Cecchi, le immagini della finzione e quelle tratte da filmati di repertorio dell’epoca o da vecchi filmini amatoriali in superotto, il vissuto intimo e familiare del protagonista, deprivato di cultura e di affetti, e la vita corale di un popolo di miserabili e di sconfitti, di diseredati e di lavoratori sfruttati, scene di primi piani di volti che trapassano lo schermo e paesaggi sfumati ripresi in lontananza, ad evocare, insieme, immediatezza e partecipazione all’azione e nostalgia struggente per ciò che, passando fugacemente, non torna. [+]

[+] 'e stelle, 'e criature, ' ffemmene (di fabiofeli)
[+] lascia un commento a carloalberto »
d'accordo?
francesco izzo domenica 13 ottobre 2019
i valori non si tradiscono Valutazione 4 stelle su cinque
0%
No
100%

La narrazione del film si ambienta, per quanto riguarda il protagonista e la storia principale, dall'inizio del 900 coi primi comizi sindacali e socialisti allo scoppio della seconda guerra mondiale; contiene però numerosi filmati d'epoca -inseriti quà e là - delle classi più umili e degli emigranti italiani degli anni 50 fino agli anni 60-70.
Martin Eden - marittimo napoletano - vuole farsi un'istruzione da autodidatta e diventare scrittore; ci riuscirà, ma il prezzo che dovrà pagare sarà altissimo, e si ritroverà, ormai affermato ma totalmente disilluso,cinico e disgustato dalla vita - più che amareggiato -ad abbandonare persino il suo antico amore per l'aristocratica Elena - pur di restare fedele alla sua "missione"di seguire e raccontare sempre la realtà, soprattutto la sofferenza delle classi più umili a cui resterà negli anni vicino. [+]

[+] lascia un commento a francesco izzo »
d'accordo?
mauridal martedì 10 settembre 2019
martin stracult Valutazione 4 stelle su cinque
40%
No
60%

 Quando uno scrittore come Jack London che definire “maledetto” è ben poco , si trasforma come  esempio per il suo stesso personaggio Martin Eden . e quando poi  quest’ ultimo diventa  un ulteriore trasposizione cinematografica , rielaborata dal duo  Braucci e Marcello , ovvero sceneggiatore e regista del film Martin Eden, allora il risultato finale è un film che definire stramaledetto ,è ben poco. Ma potrebbe anche definirsi un film stracult tanto per essere in gergo cinemetropolitano. [+]

[+] lascia un commento a mauridal »
d'accordo?
fabiofeli martedì 10 settembre 2019
'e stelle, 'e criature, 'e ffemmene Valutazione 4 stelle su cinque
25%
No
75%

Martin Eden (Luca Marinelli) è un personaggio con alcuni caratteri autobiografici creato dallo scrittore Jack London (1874 – 1916), prolifico autore americano di romanzi e racconti di grande successo, tra i quali Zanna Bianca e Il richiamo della foresta. Nel film il giovane è un marinaio che affronta un energumeno che sta picchiando sulla banchina del porto un ragazzo di famiglia borghese. La vita di Martin è segnata dall’invito a pranzo: si innamora all’istante di Elena (Jessica Cressy), sorella del ragazzo difeso. [+]

[+] citazioni ridicole (di goldy)
[+] 'e stelle, 'e criature, ' ffemmene (di fabiofeli)
[+] lascia un commento a fabiofeli »
d'accordo?
jack beauregard martedì 10 settembre 2019
originalità e coraggio Valutazione 3 stelle su cinque
0%
No
100%

Ammetto di aver fatto una certa fatica ad entrare in sintonia con questo film.

Fino ad oltre la metà non sono riuscito a farmene un’idea ben precisa, non capivo se questo continuo inserimento di spezzoni documentaristici, a volte veri, altre volte ricreati ad hoc, altre ancora sbilenchi, ricolorati o mescolati tra finzione e realtà, fosse un tentativo stilistico coraggioso, per gran parte riuscito e funzionale alla storia, oppure se stessi assistendo solo a una confusionaria messa in scena, la cui finalità non era del tutto comprensibile.

Alla fine ha prevalso la prima sensazione e, seppur non raggiungendo apici personali di entusiasmo, devo riconoscere che questi spezzettamenti, oltretutto cronologicamente disordinati e a tratti incoerenti, rispetto alla linearità con cui procede la storia, creano quasi paradossalmente un effetto di dinamicità che arricchisce e movimenta il film in maniera piuttosto originale. [+]

[+] lascia un commento a jack beauregard »
d'accordo?
Martin Eden | Indice

Recensioni & Opinionisti Premi
Multimedia Shop & Showtime
Festival di Venezia (1)


Articoli & News
Immagini
1 | 2 | 3 | 4 | 5 | 6 | 7 | 8 | 9 | 10 | 11 | 12 | 13 | 14 | 15 |
Link esterni
#MartinEden
Uscita nelle sale
mercoledì 4 settembre 2019
Distribuzione
Il film è oggi distribuito in 23 sale cinematografiche:
Showtime
  2 | Campania
  3 | Emilia Romagna
  6 | Lazio
  1 | Liguria
  6 | Lombardia
  2 | Piemonte
  1 | Toscana
  2 | Veneto
Scheda | Cast | Cinema | News | Trailer | Foto | Frasi | Rassegna Stampa | Pubblico | Forum | Shop |
prossimamente al cinema Film al cinema Novità in dvd Film in tv
Altri film » Altri film » Altri film » Altri film »
home | cinema | database | film | uscite | dvd | tv | box office | prossimamente | colonne sonore | Accedi | trailer | TROVASTREAMING |
Copyright© 2000 - 2019 MYmovies® // Mo-Net All rights reserved. P.IVA: 05056400483 - Licenza Siae n. 2792/I/2742 - credits | contatti | redazione@mymovies.it
Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso
pubblicità