Line Walker 2: Invisible Spy

Film 2019 | Thriller, Azione 98 min.

Anno2019
GenereThriller, Azione
ProduzioneHong Kong, Cina, Birmania/Myanmar
Durata98 minuti
Regia diJazz Boon
AttoriLouis Koo, Nick Cheung, Chun-Yu Ng Francis, Peiyao Jiang, Yi Chi Zhang Zhi-zhong Huang, Jacky Cai.
MYmonetro Valutazione: 2,50 Stelle, sulla base di 1 recensione.

Regia di Jazz Boon. Un film con Louis Koo, Nick Cheung, Chun-Yu Ng Francis, Peiyao Jiang, Yi Chi Zhang. Cast completo Genere Thriller, Azione - Hong Kong, Cina, Birmania/Myanmar, 2019, durata 98 minuti. Valutazione: 2,50 Stelle, sulla base di 1 recensione.

Condividi

Aggiungi Line Walker 2: Invisible Spy tra i tuoi film preferiti
Riceverai un avviso quando il film sarà disponibile nella tua città, disponibile in Streaming e Dvd oppure trasmesso in TV.



Accedi o registrati per aggiungere il film tra i tuoi preferiti.


oppure

Accedi o registrati per aggiungere il film tra i tuoi preferiti.

Tre agenti della polizia uniscono le forze per contrastare il dilagare della corruzione.

Consigliato assolutamente no!
n.d.
MYMOVIES 2,50
CRITICA N.D.
PUBBLICO N.D.
CONSIGLIATO NÌ

Impostazioni dei sottotitoli

Posticipa di 0.1s
Anticipa di 0.1s
Sposta verticalmente
Sposta orizzontalmente
Grandezza font
Colore del testo
Colore dello sfondo
0:00
/
0:00
Caricamento annuncio in corso
Un popcorn movie che mescola l'intrigo poliziesco e il genere dello spionaggio globale.
Recensione di Tommaso Tocci
venerdì 3 luglio 2020
Recensione di Tommaso Tocci
venerdì 3 luglio 2020

In seguito a un misterioso incidente nel cuore di Hong Kong, l'ispettore di polizia Ching salva la vita alla giornalista e hacker Yiu, che sta indagando su un'organizzazione clandestina specializzata nello sfruttamento minorile e nell'infiltrazione di agenzie governative. Ching si incarica di proteggere la donna insieme al suo diretto superiore Yip e alla sospettosa figura di Cheng, membro della Security Wing del dipartimento, in un clima però di reciproca sfiducia: è ormai chiaro che c'è una spia all'interno della polizia di Hong Kong, e nessuno degli agenti coinvolti è sicuro di trovarsi dalla parte giusta in un complesso intrigo internazionale.

Parte dell'ultima ondata di seguiti che l'industria cinematografica di Hong Kong ha prodotto nella sua ricerca di saghe redditizie e dal carattere duraturo, Line Walker 2: Invisible Spy è un popcorn movie senza alcuna pretesa di profondità che mescola l'intrigo poliziesco e il genere dello spionaggio globale.

Lo firma Jazz Boon, già dietro la macchina da presa per il primo film nel 2016, e soprattutto tra i creatori della serie TV che aveva dato origine a questo mondo fatto di talpe, spie e tradimenti sotto copertura. Come spesso accade, non c'è relazione di trama tra un titolo e l'altro, mentre si moltiplicano sia gli spostamenti internazionali che il numero di colpi di scena.

Se il tema dell'identità e della lealtà come misura spirituale è da sempre florido per il cinema hongkonghese, l'interpretazione che ne offre Line Walker non è che una pallida imitazione di opere fondamentali come Infernal Affairs, perlopiù diluita in uno stile narrativo plastico e superficiale che sembra rifarsi a saghe occidentali come Mission Impossible.

Solo nei primi dieci minuti vengono introdotte cospirazioni smascherate da attivisti hacker, autobus in corsa con bombe a bordo e un prologo con due bambini prodigiosi in un orfanotrofio delle Filippine. Riferimenti e toni troppo disparati per risultare in qualunque modo tangibili, con la storia che si sussegue più che svilupparsi, fino a un pirotecnico finale ambientato in Spagna per ragioni che il film, a quel punto, non deve più nemmeno far finta di giustificare.

Nel mezzo ci sono lunghe sequenze d'azione, tra cui una in Birmania che non a caso è la più riuscita, avendo luogo quando Line Walker 2 è ancora al di sotto di una soglia ragionevole per quanto riguarda i voltafaccia doppiogiochisti. Siamo di fronte all'ennesima riprova che l'eroico spargimento di sangue non funziona senza una componente di melodramma, ma Jazz Boon è il primo a non prendersi troppo sul serio. D'altra parte, il film esce in un anno in cui la storia di Hong Kong è cambiata forse irrevocabilmente, e l'idea di un corpo di polizia marcio che ha bisogno di un radicale ripensamento si rivelerà forse più sostanziosa del previsto.

Sei d'accordo con Tommaso Tocci?
NEWS
FAR EAST FILM FESTIVAL
venerdì 3 luglio 2020
Tommaso Tocci

Un film senza riprese che sembra rifarsi a saghe come Mission Impossible. Al FEFF.  Vai all'articolo »

Vai alla home di MYmovies.it
Home | Cinema | Database | Film | Calendario Uscite | MYMOVIESLIVE | Dvd | Tv | Box Office | Prossimamente | Trailer | Colonne sonore | MYmovies Club
Copyright© 2000 - 2020 MYmovies.it® - Mo-Net s.r.l. Tutti i diritti riservati. È vietata la riproduzione anche parziale. P.IVA: 05056400483
Licenza Siae n. 2792/I/2742 - Credits | Contatti | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso | Accedi | Registrati