Il gesto delle mani

Film 2015 | Documentario +13 77 min.

Anno2015
GenereDocumentario
ProduzioneItalia
Durata77 minuti
Regia diFrancesco Clerici
AttoriIlaria Cuccagna, Luigi Contino, Velasco Vitali, Caled Saad, Simion Marius Costel Mario Conti, Nicolae Ciortan, Elia Alunni Tullini, Lino de Ponti, Tommaso Rossi.
Uscitagiovedì 3 dicembre 2015
DistribuzioneLab 80 Film
RatingConsigli per la visione di bambini e ragazzi: +13
MYmonetro Valutazione: 3,00 Stelle, sulla base di 3 recensioni.

Regia di Francesco Clerici. Un film con Ilaria Cuccagna, Luigi Contino, Velasco Vitali, Caled Saad, Simion Marius Costel. Cast completo Genere Documentario - Italia, 2015, durata 77 minuti. Uscita cinema giovedì 3 dicembre 2015 distribuito da Lab 80 Film. Consigli per la visione di bambini e ragazzi: +13 Valutazione: 3,00 Stelle, sulla base di 3 recensioni.

Condividi

Aggiungi Il gesto delle mani tra i tuoi film preferiti
Riceverai un avviso quando il film sarà disponibile nella tua città, disponibile in Streaming e Dvd oppure trasmesso in TV.




oppure

Un documentario sulla fonderia artistica Battaglia di Milano, dove un gruppo di artigiani specializzati lavora il bronzo con metodologie tradizionali.

Consigliato assolutamente no!
n.d.
MYMOVIES 3,00
CRITICA N.D.
PUBBLICO N.D.
CONSIGLIATO SÌ
Un documentario stilisticamente rigoroso e quasi ipnoticamente attraente.
Recensione di Giancarlo Zappoli
mercoledì 11 febbraio 2015
Recensione di Giancarlo Zappoli
mercoledì 11 febbraio 2015

Il documentario segue il processo creativo di una scultura in bronzo dell'artista Velasco Vitali famoso per le sue statue di cani. Si osservano così gli artigiani della Fonderia Artistica Battaglia (che ha sede a Milano) mentre procedono nelle varie fasi di preparazione dell'opera per la fusione.
Sono trascorsi i millenni e indubbiamente si sono compiute innumerevoli scoperte tecnologiche ma il processo che conduce alla realizzazione di un'opera in bronzo segue ancora oggi lo stesso percorso che si rese necessario per realizzare i Bronzi di Riace nel sesto secolo Avanti Cristo. Ecco allora che il poco più che trentenne Francesco Clerici decide di compiere un'opera che tanti suoi coetanei (probabilmente culturalmente meno dotati) disdegnano: conservare la memoria di un processo artistico. Esistevano (e vengono mostrati) alcuni reperti filmati del lavoro della Fonderia negli Anni Sessanta ma nessuno aveva mai seguito con tanta amorevole passione il lavoro di artisti artigiani che divengono assolutamente necessari al creatore dell'opera.
Giacomo Manzù affermava che la scultura consiste di fatto nel gesto delle mani che è un gesto d'amore. Clerici ne segue l'insegnamento e accompagna le mani, dell'autore prima e dei vari artigiani poi, eliminando quasi del tutto le parole e lasciando come tappeto auditivo la musica classica che proviene da una radio accesa e i suoni e rumori che i gesti producono. Ne nasce un documentario stilisticamente rigoroso e quasi ipnoticamente attraente.
Lo spettatore ignaro delle tecniche le vede sviluppare sotto i suoi occhi fino a quando dal bozzolo che ne deriva assistere al nascere della farfalla dell'opera d'arte. L'operazione, come si diceva, è qualitativamente efficace. Allo spettatore, ignaro sino ad ora dello specifico processo artigianale, resta solo (dopo essere stato affascinato dal 'come') una serie di domande relative al 'perché' dei vari passaggi con la consapevolezza del fatto che non spettava a questo documentario rispondere.

Sei d'accordo con Giancarlo Zappoli?
PUBBLICO
RECENSIONI DALLA PARTE DEL PUBBLICO
lunedì 23 marzo 2015
enrico danelli

Trascendente. Avvincente. Una storia non storia raccontata con molti dettagli (ovviamente tecnici, ma anche umani) nonostante il poco tempo della proiezione (77 minuti): il protagonista non è l'oggetto - scultura che esce dalla fonderia, ma l'uomo - soggetto che ripete gli stessi gesti e la stessa tecnica da migliaia di anni (allo stesso modo sono stati fatti i bronzi di Riace) imparandola [...] Vai alla recensione »

venerdì 20 marzo 2015
Bunuel89

Si avverte in questo film un clima quasi irreale e senza tempo. La fonderia sembra un luogo sempre identico a se stesso, un luogo in cui ciclicamente accadono gli stessi magici e ipnotici movimenti. Gli artigiani di questa fonderia lavorano con rigida metodologia e gestualità per avviare e rifinire la metamorfosi di un cane, una scultura di cane in realtà, che inizialmente è cera di color rosso scarlatto [...] Vai alla recensione »

Vai alla home di MYmovies.it
Home | Cinema | TIMVISION | Database | Film | Calendario Uscite | MYMOVIESLIVE | Dvd | Tv | Box Office | Prossimamente | Trailer | Colonne sonore | MYmovies Club  ver: au12.
Copyright© 2000 - 2019 MYmovies.it® - Mo-Net s.r.l. Tutti i diritti riservati. È vietata la riproduzione anche parziale. P.IVA: 05056400483
Licenza Siae n. 2792/I/2742 - Credits | Contatti | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso | Accedi | Registrati