Hotel Bau

Film 2009 | Commedia, Film per tutti 100 min.

Titolo originaleHotel for Dogs
Anno2009
GenereCommedia,
ProduzioneUSA, Germania
Durata100 minuti
Regia diThor Freudenthal
AttoriEmma Roberts, Jake T. Austin, Kyla Pratt, Lisa Kudrow, Kevin Dillon, Don Cheadle Johnny Simmons, Troy Gentile, Leslie Del Rosario, Ajay Naidu, Yvette Nicole Brown, Eric Edelstein, Robinne Lee, Andre Ware, Jonathan Klein, Ruben Garfias.
Uscitavenerdì 20 febbraio 2009
DistribuzioneUniversal Pictures
RatingConsigli per la visione di bambini e ragazzi: Film per tutti
MYmonetro 3,25 su 5 recensioni tra critica, pubblico e dizionari.

Regia di Thor Freudenthal. Un film con Emma Roberts, Jake T. Austin, Kyla Pratt, Lisa Kudrow, Kevin Dillon, Don Cheadle. Cast completo Titolo originale: Hotel for Dogs. Genere Commedia, - USA, Germania, 2009, durata 100 minuti. Uscita cinema venerdì 20 febbraio 2009 distribuito da Universal Pictures. Consigli per la visione di bambini e ragazzi: Film per tutti - MYmonetro 3,25 su 5 recensioni tra critica, pubblico e dizionari.

Condividi

Aggiungi Hotel Bau tra i tuoi film preferiti
Riceverai un avviso quando il film sarà disponibile nella tua città, disponibile in Streaming e Dvd oppure trasmesso in TV.



Accedi o registrati per aggiungere il film tra i tuoi preferiti.


oppure

Accedi o registrati per aggiungere il film tra i tuoi preferiti.

Due ragazzi trasformano un hotel abbandonato nella dimora perfetta per tutti i cani randagi della città. In Italia al Box Office Hotel Bau ha incassato nelle prime 5 settimane di programmazione 74,2 mila euro e 35,3 mila euro nel primo weekend.

Hotel Bau è disponibile a Noleggio e in Digital Download
su TROVA STREAMING e in DVD su IBS.it. Compralo subito

Consigliato sì!
3,25/5
MYMOVIES 2,00
CRITICA N.D.
PUBBLICO 3,00
CONSIGLIATO NÌ
Trailer in italiano

Impostazioni dei sottotitoli

Posticipa di 0.1s
Anticipa di 0.1s
Sposta verticalmente
Sposta orizzontalmente
Grandezza font
Colore del testo
Colore dello sfondo
0:00
/
0:00
Caricamento annuncio in corso
Una commedia infantile, una tenera favola sull'amicizia e la fratellanza.
Recensione di Tirza Bonifazi Tognazzi
Recensione di Tirza Bonifazi Tognazzi

In seguito alla scomparsa dei genitori, la teenager Andi e il fratellino Bruce sono passati da una famiglia affidataria all'altra e ora vivono in una casa poco accogliente sotto la custodia di una coppia avara nei sentimenti e negli alimenti. Nonostante il divieto assoluto di tenere animali, Andi e Bruce hanno un cagnolino di nome Friday che faticano a nascondere in camera perché agisce esclusivamente seguendo il suo fiuto e lo stomaco. Sfamare l'insaziabile meticcio diventa ogni giorno più rischioso e i due fratelli sono prossimi alla disperazione quando scoprono un luogo perfetto dove sistemarlo.
È una tenera storia di amicizia e fratellanza quella che vede esordire in lungo l'esperto in effetti visivi Thor Freudenthal (già nello staff creativo di Stuart Little e Stuart Little 2). Tratto dal libro per ragazzi "Hotel for Dogs" di Lois Duncan, pubblicato nel 1971, Hotel Bau è la cronaca di un'avventura che ha come protagonisti un gruppo variopinto di randagi portati in salvo da un'affiatata squadra di amici e amanti degli animali. Sebbene i primi quindici minuti procedano a passo d'uomo, una volta entrati al Duke Hotel (che diverrà il rifugio di Friday e degli altri cani abbandonati dalla città) la commedia per famiglie scivola via grazie all'interpretazione degli attori a quattro zampe capaci di rubare la scena persino al candidato all'Oscar Don Cheadle. Le ingegnose invenzioni dell'undicenne Bruce forniscono al regista l'espediente per mettere i cani al centro dell'impianto: seduti sul wc, intorno a una tavola apparecchiata o a bordo di un simulatore di guida, gli animali rappresentano gran parte del divertimento offerto dal film. A differenza del recente Beverly Hills Chihuahua, l'espressività dei protagonisti pelosi non è opera di un sapiente lavoro di post produzione e la decisione di non farli parlare risulta più efficace in termini di credibilità e coinvolgimento emotivo.
Qualche forzatura nell'evolversi degli eventi e il finale zuccheroso potrebbero far storcere il naso ai puristi, tuttavia il tono da favola scelto anche per colorare la città ripresa ad altezza bambino non lascia dubbi su chi sia lo spettatore al quale è indirizzata la commedia. I più grandi dovranno invece armarsi di uno sguardo infantile per varcare la soglia di Hotel Bau.

Sei d'accordo con Tirza Bonifazi Tognazzi?
Su MYmovies il Dizionario completo dei film di Laura, Luisa e Morando Morandini

La teenager Andi e il fratellino Bruce, orfanelli, sono passati da una famiglia affidataria all'altra. L'ultima è formata da una coppia di sbandati interessati solo all'assegno per il loro sostegno. Nel cercare un luogo dove nascondere il loro cagnolino, che non possono tenere in casa, trovano un albergo fatiscente e lo trasformano in un hotel di mega lusso per cani. Tratta da libro per ragazzi di Lois Duncan, diretta dal berlinese Freudenthal per la Dreamworks, l'inverosimile e ingenua storia "è abbaiata con un certo garbo infantile e fatta senza effetti speciali, tutta col sudore dei dog trainer , ma non va oltre il reality canino" (M. Porro).

Tutte le recensioni de ilMorandini
CONSULTALO SUBITO
HOTEL BAU
in streaming
NOLEGGIA
streaming
ACQUISTA
download
SD HD HD+ SD HD HD+
CHILI
iTunes
-
-
-
-
-
-
Google Play

Anche su supporto fisico su IBS

DVD

BLU-RAY
€9,99
PUBBLICO
RECENSIONI DALLA PARTE DEL PUBBLICO
martedì 12 gennaio 2010
don64

Film simpatico adatto pero' ad un pubblico di ten agers.La trama e' simpatica come l'intero film compresa l'interpratazione dei cani che partecipano attivamente alla realizzazione del film.Complessivamente un film simpatico per ragazzi.Voto 7

domenica 11 agosto 2013
asrdrubale03

consigliato a tutti gli amanti dei cani

domenica 7 agosto 2011
sempronios

Questo film è molto carino e non merita il voto dato.

domenica 7 agosto 2011
sempronios

Molto carino e divertente, adatto principalmente a ragazzi.

STAMPA
RECENSIONI DELLA CRITICA
Alessandra Levantesi
La Stampa

L'adolescente Andi e il fratellino Bruce sono due orfani che passano da una coppia adottiva all'altra senza riuscire a trovare pace. Un giorno Friday, un Jack Russell da loro segretamente «adottato», li guida in un albergo in rovina dove stanno alloggiati altri randagi. E' così che ai due ragazzini nasce l'idea di metter su un rifugio per cani sperduti, in fondo come loro stessi: impresa che, a dispetto [...] Vai alla recensione »

Jean-François Rauger
Le Monde

"Palace pour chiens", vers le toutou numérique Deux adolescents placés dans une famille d'accueil se prennent d'affection pour les chiens errants qu'ils protègent de la fourrière en les cachant dans un vieil hôtel désaffecté. L'entreprise passera de la clandestinité à la lumière et la gentillesse des protagonistes sera récompensée. Certes, Palace pour chiens plaira sans doute et essentiellement [...] Vai alla recensione »

Stephen Holden
The New York Times

Children and dogs: those two magic words distill the appeal of “Hotel for Dogs,” the cuter-than-cute, sweeter-than-sweet family film about animal-loving kids who embark on a crusade to rescue all the stray pooches in a fictional city. After watching the movie, only a grouchy critic — one who shares W. C. Fields’s conviction that a man who hates children and dogs can’t be all bad — would shout “Bah, [...] Vai alla recensione »

Betsy Sharkey
The Los Angeles Times

Think of "Hotel for Dogs" as a sort of "Mission: Impossible" with canines . . . without Tom Cruise, or the international intrigue, or those scary, slice-you-up-into-little-bits bad guys. What it is packed with is lots of sneaking around, very cool gadgets, excellent stunts and some clever kids, though not in the precocious, all-adults-are-stupid way.

NEWS
NEWS
venerdì 20 febbraio 2009
Lisa Meacci

Una passione tra le righe In questo weekend che consacra la notte più prestigiosa dell'anno per il mondo cinematografico, non mancano importanti uscite che ci immergono in un pieno clima da Oscar. Arriva finalmente The Reader, il film diretto da Stephen [...]

VIDEO
giovedì 8 gennaio 2009
 

Una casa per tutti i randagi Dopo Beverly Hills Chihuahua e Marley & Me si torna a parlare di cani anche nel nuovo film di Thor Freudenthal, Hotel for Dogs, che nella versione italiana è diventato Hotel Bau.

Vai alla home di MYmovies.it
Home | Cinema | Database | Film | Calendario Uscite | MYMOVIESLIVE | Dvd | Tv | Box Office | Prossimamente | Trailer | Colonne sonore | MYmovies Club
Copyright© 2000 - 2020 MYmovies.it® - Mo-Net s.r.l. Tutti i diritti riservati. È vietata la riproduzione anche parziale. P.IVA: 05056400483
Licenza Siae n. 2792/I/2742 - Credits | Contatti | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso | Accedi | Registrati