Sotto scacco

Film 1993 | Commedia 105 min.

Regia di Steven Zaillian. Un film con Joe Mantegna, Ben Kingsley, Joan Allen, Max Pomeranc, Laura Linney, Laurence Fishburne. Cast completo Titolo originale: Searching for Bobby Fisher. Genere Commedia - USA, 1993, durata 105 minuti.

Condividi

Aggiungi Sotto scacco tra i tuoi film preferiti
Riceverai un avviso quando il film sarà disponibile nella tua città, disponibile in Streaming e Dvd oppure trasmesso in TV.



Accedi o registrati per aggiungere il film tra i tuoi preferiti.


oppure

Accedi o registrati per aggiungere il film tra i tuoi preferiti.

Due genitori scoprono che il figlio Josh ha un talento naturale per gli scacchi. Assoldano così un maestro, che si rivela però troppo esigente. Il film ha ottenuto 1 candidatura a Premi Oscar,

Consigliato assolutamente no!
n.d.
MYMOVIES 2,00
CRITICA N.D.
PUBBLICO 2,00
CONSIGLIATO NÌ
Sulla scacchiera, e sul rapporto padre/figlio, aleggia il fantasma di Bobby Fischer.
Giancarlo Zappoli
Giancarlo Zappoli

Josh ha sette anni e una passione per gli scacchi nata osservando i giocatori di tutte le età che si confrontano sulle scacchiere di un parco. Suo padre si accorge della sua abilità e gli trova un maestro per incanalarla in regole. Si tratta di Bruce Pandolfini, il responsabile di un club scacchistico, il quale instaura un rapporto contrastato con il genitore di Josh. Da un lato vorrebbe che il ragazzo divenisse il nuovo Bobby Fischer ma dall'altro vorrebbe evitargli di frequentare i giocatori di strada con i quali ha scoperto il proprio talento.
"Gli scacchi. Chi gioca per divertimento o non gioca li vede come un semplice gioco. Chi gli dedica la vita invece perlopiù insiste che sono una scienza e non è così. Bobby Fischer è andato oltre come nessuno prima di lui e al fondo vi ha trovato l'arte. Ho passato la vita cercando di giocare come lui. Tutti quelli qui dentro hanno tentato. Ma siamo dei falsari. Competenti truffatori. L'erede di Fischer non era qui, Non c'era. Sta dormendo nella sua casa." Così si esprime il maestro di scacchi Bruce Pandolfini parlando con il padre di quello che vede come il possibile successore dell'inimitabile campione. Perché, il titolo originale lo dice chiaramente, su tutto il film aleggia un fantasma, quello di un genio degli scacchi incapace di relazionarsi con un mondo che non fosse costituito da torri e cavalli da muovere a proprio piacimento.
Nel rapporto a tre che si viene a costruire (Josh, suo padre e il maestro) riescono ad inserirsi (ma solo per poco) la figura materna o quella del giocatore di strada interpretato da Fishburne. In realtà Zaillian, al suo esordio, non si occupa solo degli scacchi ma 'gioca' una partita in cui i giocatori (padre e maestro) sono guardinghi nei confronti altrui. Josh (Joshua Waitzkin giovanissimo campione di scacchi che poi ha continuato la propria attività affiancandola con l'apprendimento di arti marziali orientali) è la pedina di che viene mossa da due strateghi che spesso si contrappongono sulle scelte fondamentali.
Tocca quindi alla sua personalità ancora in formazione cercare di conservare la propria integrità di bambino senza rinunciare alla propria passione. Per non farsi attrarre dal baratro della paranoia in cui Fischer finì per precipitare.

Sei d'accordo con Giancarlo Zappoli?

Presentato alla mostra di Venezia e candidato all'Oscar per la migliore fotografia. Il classico problema del piccolo genio. Un bambino che, come recita uno dei due titoli originali, diventa emulo del grande scacchista Fischer, a soli sette anni diventa un caso. Col piccolo protagonista due attori di sicuro mestiere, Kingsley e Mantegna.

Su MYmovies il Dizionario completo dei film di Laura, Luisa e Morando Morandini

Due genitori scoprono che il loro figlio Josh di sette anni, ammiratore di Bobby Fisher, ha un talento naturale per gli scacchi. Assoldano un maestro che si rivela troppo esigente. Scritto dall'esordiente S. Zaillian sulla base di un libro autobiografico di Fred Waitzkin, con Sydney Pollack come produttore esecutivo, tocca molti temi (rapporto tra padre e figlio; corsa al successo; crudeltà di una società che usa i bambini invece di educarli) senza approfondirne alcuno, ma non riesce nemmeno, come vorrebbe, a rendere il gioco accessibile e visualmente emozionante per i profani. Altro titolo USA: Innocent Moves . Altro titolo italiano: In cerca di Bobby Fisher .

Tutte le recensioni de ilMorandini
CONSULTALO SUBITO
PUBBLICO
RECENSIONI DALLA PARTE DEL PUBBLICO
domenica 22 novembre 2015
Mauro@Lanari

(Un grazie a Orietta Anibaldi) Nel coraggiosissim'esordio di vent'anni fa, Steven Zaillian os'affrontare una delle problematiche massime: la gestione della teoria dei giochi. Il modello formalizzato nel '44 da von Neumann e Morgenstern prospetta una Theory of Games a somma positiva, nulla o negativa. Di fatto, però, finora è stato sviluppato sol'il terzo scenario, [...] Vai alla recensione »

giovedì 24 dicembre 2020
Luigi

Certo che dare due stelle da parte dei Morandini, significa che oltre a capir poco di film e non conoscono nemmeno il gioco degli scacchi, andate in pensione!

Frasi
"Cosa degli scacchi"..."se vuole paragonare gli scacchi, li paragoni a qualcosa di sensato. Li paragoni alla matematica o alla musica o all'arte"
Fred Waitzkin (Joe Mantegna)
dal film Sotto scacco - a cura di Gianni Altea
RECENSIONI MYMOVIES
PUBBLICO
PREMI
SHOWTIME
Vai alla home di MYmovies.it
Home | Cinema | Database | Film | Calendario Uscite | MYMOVIESLIVE | Dvd | Tv | Box Office | Prossimamente | Trailer | Colonne sonore | MYmovies Club
Copyright© 2000 - 2021 MYmovies.it® - Mo-Net s.r.l. Tutti i diritti riservati. È vietata la riproduzione anche parziale. P.IVA: 05056400483
Licenza Siae n. 2792/I/2742 - Credits | Contatti | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso | Accedi | Registrati