Pat Garrett e Billy the Kid

Film 1973 | Western 106 min.

Regia di Sam Peckinpah. Un film Da vedere 1973 con James Coburn, Kris Kristofferson, Katy Jurado, Chill Wills, Richard Jaeckel, Bob Dylan. Cast completo Titolo originale: Pat Garrett and Billy the Kid. Genere Western - USA, 1973, durata 106 minuti. - MYmonetro 3,24 su 3 recensioni tra critica, pubblico e dizionari.

Condividi

Aggiungi Pat Garrett e Billy the Kid tra i tuoi film preferiti
Riceverai un avviso quando il film sarà disponibile nella tua città, disponibile in Streaming e Dvd oppure trasmesso in TV.



Accedi o registrati per aggiungere il film tra i tuoi preferiti.


oppure

Accedi o registrati per aggiungere il film tra i tuoi preferiti.

Peckinpah racconta con fedeltà l'episodio storico che ha ispirato molti western insistendo ancora una volta sulla fine dell'Ovest leggendario.

Pat Garrett e Billy the Kid è disponibile a Noleggio e in Digital Download
su TROVA STREAMING e in DVD su IBS.it e su LaFeltrinelli.it. Compra subito

Powered by  
Consigliato sì!
3,24/5
MYMOVIES 3,00
CRITICA
PUBBLICO 3,48
CONSIGLIATO SÌ
Scheda Home
Premi
Cinema
Trailer
Ballata triste e lenta accompagnata dalle musiche di Bob Dylan.

Verso il 1880, nel Nuovo Messico, il latifondista John Chisum ha condotto una guerra spietata contro i suoi rivali servendosi di vari pistoleri fra cui Pat Garrett e Billy Bonney, detto Billy Kid. All'inizio del film, però, Chisum si è accordato col governo federale e ha cessato le ostilità; Billy, ingenuo, non ha capito e continua ad uccidere mentre Garrett, più anziano e realista, diventa sceriffo e accetta l'incarico di eliminare l'altro che un tempo era suo amico. Pat riesce nella missione sorprendendo Kid con la sua ragazza, ma poi spara all'immagine che vede riflessa nello specchio. Peckinpah racconta abbastanza fedelmente l'episodio storico che ha ispirato molti western insistendo ancora una volta sulla fine dell'Ovest leggendario. In una parte di contorno appare il cantante Bob Dylan che è anche l'autore delle musiche.

a cura della redazione
giovedì 27 luglio 2006

Un film dal passo narrativo lungo, disteso, splendidamente accompagnato dalle ballate di Bob Dylan. Un racconto di caratteri, acceso a tratti da quella violenza "marca Peckinpah" - l'uccidere e il morire rallentati, contemplati, freddamente esaltati - e insieme concentrato nel ritagliare quadri d'umanità semplice e intensa nella melanconica cornice del tramonto della Frontiera. Il mito del giovane uccisore Billy Kid aveva già tanto cinema alle spalle. In questo film di Peckinpah la figura del suo ex compagno e poi persecutore Pat Garrett assume per la prima volta uguale rilievo, e insieme uguale de-eroicizzazione. La loro è un'amicizia virile che vive e muore intrisa d'alcool e brutalità, di prostitute e uccisioni sommarie, dove parole come "tradimento" o "pentimento" non hanno alcun senso. Il loro ambiente è questo, la loro natura è questa, e le loro figure si stagliano sullo sfondo solo per il maggior carisma individuale -di cui l'eccellenza nell'uso delle armi è solo un corollario. Anche l'un contro l'altro armati, non provano mai odio, anzi si ammirano senza mezzi termini, perché si sentono ancora i "migliori": ma ambedue si fanno manovrare come marionette in un gioco al massacro che fa gli interessi di gente ben più avida e potente, di latifondisti come Chisum e di politici come il governatore Wallace, con i loro grandi piani per un "nuovo West".
La cinematografia western che è stata chiamata del "ciclo della legge" attinge a due tematiche fondamentali del genere nei suoi connotati classici: un ordine assente da stabilire, oppure un ordine sconvolto da ristabilire... Dal punto di vista dei personaggi e soprattutto dell'ideologia di un Peckinpah, la categoria dell"ordine" è una cinica maschera del potere di turno, e insieme un sinonimo di erosione e morte della libertà individuale. Garrett, passato dalla parte della Legge, ribadisce: questo paese sta invecchiando e io voglio invecchiare con lui. Stare dalla parte della legge è solo un modo per restare vivi ancora un p0', in senso puramente fisico... il Kid ha deciso in modo diverso, condannandosi a una fine prematura; e con lui Garrett ucciderà, ineluttabilmente, la parte più viva di se stesso. Il progresso non è altro che l'avanzare del tempo, ed è solo disgregazione, non costruzione di vera civiltà. E gli uomini di Peckinpah si dissolvono, intrappolati tra le proprie leggi interne, che impediscono loro di cambiare, e quelle esterne, che li costringono a obbedire.

PAT GARRETT E BILLY THE KID
in streaming
NOLEGGIA
streaming
ACQUISTA
download
SD HD HD+ SD HD HD+
Rakuten tv
-
-
CHILI
-
-
-
-
iTunes
-
-
-
-
-
-
Google Play

Anche su supporto fisico

DVD

BLU-RAY
€9,99
€9,99
Powered by  
PUBBLICO
RECENSIONI DALLA PARTE DEL PUBBLICO
mercoledì 7 settembre 2011
Paolo Bisi

Nuova versione della storia di William Bonney, meglio conosciuto come Billy the Kid, famoso fuorilegge ucciso dallo sceriffo, suo ex amico, Pat Garrett. La trama, in quest'opera di Peckinpah, a poco a poco si dissolve lasciando spazio solamente alla descrizione dei due personaggi, ma specialmente all'atmosfera, quanto mai carica di tristezza e malinconia, degli ultimi anni del West.

venerdì 12 giugno 2009
Fabian T.

Ciò che colpisce subito di questo film è l'originalità registica che interpreta e proietta un western in chiave selvaggia e crepuscolare, ben lontano dai classici del genere cui si è abituati. Grandi personaggi e attori (Kristofferson primo fra tutti), suggestive ambientazioni, una storia maledetta e ottime musiche di Bob Dylan (anche attore, sebbene visibilmente impacciato e intimidito) che esaltano [...] Vai alla recensione »

giovedì 2 settembre 2010
chriss

Anche questo film, del regista americano Sam Peckinpah, ha fatto breccia nel mio cuore: vuoi per la storia realmente accaduta, vuoi per il suo stile in chiave decisamente romantica, vuoi per le note struggenti di quella bellissima e dannata canzone (Knockin' on Heavean' s Door) di Bob Dylan che per giorni e giorni ha risuonato come un tamburo dentro la mia testa.

martedì 4 ottobre 2016
Great Steven

  PAT GARRETT & BILLY THE KID (USA, 1973). Diretto da SAM PECKINPAH, e interpretato da JAMES COBURN, KRIS KRISTOFFERSON, BOB DYLAN, JASON ROBARDS JR., KATY JURADO, RICHARD JAECKEL, JACK ELAM, HARRY DEAN STANTON, ELISHA COOK JR. Ispirato a fatti storici che sono tuttavia entrati nella leggenda e nell’epopea western a pieno titolo.

mercoledì 13 ottobre 2021
elgatoloco

"Pat Garrett and Billy the Kid"(Sam Peckinpah, sceneggiatura di Rudy Wurlitzer, poi ancora riscritta dallo stesso Peckinpah, 1973)racconta di un incontro"dilazionato"tra Pat Garrett, pistolero,  ex.bandito e collega di Billy the Kid, ora imborghesito e messosii al servizio di Chisum, latifondista spietato.  Per tutto il fim un viaggio periglioso per raggiungere Billy, [...] Vai alla recensione »

mercoledì 17 settembre 2014
DOMENICO RIZZI

Ennesima riproposizione della biografia criminale di William Henry Bonney, noto come Billy the Kid, vissuto fra il 1859 e il 1881, questa volta con la regia del celebre Sam Peckinpah, già autore di “Sierra Charriba” e “Il mucchio selvaggio”. Il film, che impegna un cast di altissima levatura – Kris Kristofferson, James Coburn, Katy Jurado, Jack Elam, il cantante Bob Dylan – appare tuttavia condizionato [...] Vai alla recensione »

sabato 9 ottobre 2021
paolp78

Personalmente non amo molto il così detto western crepuscolare, ovvero quella variante del genere western che nacque verso la fine degli anni sessanta con il decadimento del western classico. Di questo filone cinematografico non amo neppure uno dei suoi maggiori autori, il regista americano Sam Peckinpah, di cui tuttavia non disconosco la grandezza e le indubbie qualità registiche.

venerdì 8 giugno 2012
Starbuck

In questo bellissimo film vengono utilizzati alcuni degli archetipi classici presenti nel western tradizionale. La leggenda del giovane William Bonney e del suo amico Pat Garret che lo uccise, sono stati più volte visitati da cinema e letteratura, qui ci troviamo di fronte alla versione base, che viene utilizzata come metafora della modernità che avanza in un mondo primitivo e selvaggio [...] Vai alla recensione »

Frasi
Chi sei tu? Bella domanda!
Dialogo tra Lo sceriffo Pat Garrett (James Coburn) - Se stesso (Bob Dylan)
dal film Pat Garrett e Billy the Kid
STAMPA
RECENSIONI DELLA CRITICA
Adelio Ferrero
Cinema Nuovo

Film: Sam Peckinpah Come in Junior Bonner, il tema della sconfitta è il nucleo centrale del film di P.: la sconfitta degli irregolari, degli eslege, degli "eccessivi" di fronte al "nuovo ordine" rappresentato dai proprietari terrieri del Nuovo Messico (1881) e dai loro governatori, sensali e sceriffi (l'abominevole città di Lincoln - ironia dei nomi - alla quale il Kid getta, prima di lasciarla, [...] Vai alla recensione »

Vai alla home di MYmovies.it
Home | Cinema | Database | Film | Calendario Uscite | MYMOVIESLIVE | Dvd | Tv | Box Office | Prossimamente | Trailer | Colonne sonore | MYmovies Club
Copyright© 2000 - 2022 MYmovies.it® - Mo-Net s.r.l. Tutti i diritti riservati. È vietata la riproduzione anche parziale. P.IVA: 05056400483
Licenza Siae n. 2792/I/2742 - Credits | Contatti | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso | Accedi | Registrati