Il mio cuore aveva ragione

Un film di Alfred Santell. Con Colleen Moore, Jack Mulhall, Sam Hardy, Gwen Lee, Alma Bennett, Hedda Hopper, Kate Price, Jed Prout Titolo originale Orchids and Ermine. Commedia, durata c.75' min.
Consigliato assolutamente no!
n.d.
MYMONETRO®
Indice di gradimento medio del film tra pubblico, critica e dizionari + rapporto incassi/sale (n.d.)
 dizionarin.d.
 critican.d.
 pubblicon.d.
Richiedi il passaggio in TV di questo film
Chiudi Cast
Le giornate del cinema muto

Orchids and Ermine esemplifica l'allegro materialismo della maschietta degli anni '20, che aveva come unico scopo quello di intrappolare un marito ricco. La storia è nota. Colleen Moore interpreta Pink, che fa la centralinista in un grande albergo e confida le sue ambizioni coniugali alla sfacciata fioraia Ermintrude (Gwen Lee). Pink abbandona tutti i suoi sogni di orchidee ed ermellini quando si innamora di un giovanotto che lei crede sia soltanto il cameriere personale di un milionario. Logicamente, il presunto cameriere è in realtà il milionario in persona - ha solo scambiato temporaneamente i panni con il suo servitore per tenersi alla larga dalle cacciatrici di marito. Ermintrude finisce ovviamente con il vero valletto, da lei preso per il milionario.Le didascalie sono opera di un famoso scrittore, Ralph Spence, ed è emblematica dell'importanza attribuita alle buone didascalie l'opinione di Variety secondo cui "il contributo di Spence è l'unico motivo che davvero giustifichi i 69 minuti di durata" del film e le didascalie compensavano la "sceneggiatura non chissacché" di Carey Wilson. Oggi il film presenta molti motivi d'interesse, dalle vivaci interpretazioni alla rievocazione di New York negli anni '20 - in particolare nella scena in cui gli innamorati si incontrano al piano superiore, scoperto, di un autobus cittadino mentre sta diluviando. - DRColleen Moore (1900-1988)Fu, con Clara Bow, il prototipo della "maschietta" degli anni '20. I suoi abiti e le sue acconciature ebbero molta influenza sulle ragazze dell'epoca. All'anagrafe Kathleen Morrison, figlia di un ingegnere del Michigan, fu educata in un convento e studiò pianoforte al conservatorio di Detroit. D.W. Griffith le offrì una possibilità con il cinema per gratitudine verso suo zio, Walter Howey - direttore del Chicago Examiner e fonte d'ispirazione per il personaggio di Walter Burns in The Front Page (Prima pagina) - che lo aveva sostenuto contro i critici di The Birth of a Nation e di Intolerance. Griffith le diede il nome d'arte e certamente suggerì i ruoli da lei interpretati nel corso dei sei mesi in cui fu sotto contratto con la Triangle. Dopo alcune parti in film minori, trovò la sua strada impersonando in film come Flaming Youth (Giovinezza ardente; 1923) la maschietta dall'aria esuberante e i capelli tagliati corti. La sua carriera ricevette di sicuro una spinta dal suo matrimonio, nel 1922, con John McCormick, direttore di produzione alla First National. Artista brillante e originale, si distinse anche in ruoli drammatici in film come So Big (Grande….così!;1925) e Lilac Time (Le sette aquile; 1928). Con l'avvento del sonoro recitò in pochi film, per ritirarsi dopo The Scarlet Letter (1934), diretto da Robert G. Vignola, regista ed ex-attore di origine italiana.In linea, si direbbe, con il personaggio che interpretava in Orchids and Ermine, il suo secondo ed il suo terzo marito erano agenti di cambio, e nel 1969 lei pubblicò addirittura un volume dal titolo How Women Can Make Money in the Stock Market (Come le donne possono fare i soldi in Borsa). Ha scritto anche un'autobiografia, Silent Star (1968), ed un libro sul principale hobby dei suoi ultimi anni, le case di bambola. - DRGwen Lee (1904-1961)All'anagrafe Gwendolyn Lepinski, Gwen Lee è stata ormai dimenticata insieme con i tanti film di secondo piano in cui, tra il 1925 ed il 1938, fece per lo più divertenti ruoli di spalla. A parte Orchids and Ermine, non sono molti nella sua filmografia i titoli degni di nota: tra questi, un altro con Colleen Moore, Her Wild Oat (1927), e tre con Norma Shearer; lavorò anche con Lon Chaney in Laugh, Clown, Laugh (Ridi, paglaiccio…!; 1928) e con Buster Keaton in Free and Easy (Chi non cerca… trova; 1930). - DRHedda Hopper (1890-1966)Fa qui una breve apparizione nel ruolo di una modista, ma per ulteriori dettagli si veda Happiness

Stampa in PDF

Premi e nomination Il mio cuore aveva ragione Giornate del cinema muto
Non ci sono ancora frasi celebri per questo film. Fai clic qui per aggiungere una frase del film Il mio cuore aveva ragione adesso. »
Il mio cuore aveva ragione | Indice

Recensioni & Opinionisti Articoli & News Multimedia Shop & Showtime
Scheda | Cast | News | Frasi | Shop |
prossimamente al cinema Film al cinema Novità in dvd Film in tv
Altri film » Altri film » Altri film » Altri film »
home | cinema | database | film | uscite | dvd | tv | box office | prossimamente | colonne sonore | Accedi | trailer | TROVASTREAMING |
Copyright© 2000 - 2019 MYmovies® // Mo-Net All rights reserved. P.IVA: 05056400483 - Licenza Siae n. 2792/I/2742 - credits | contatti | redazione@mymovies.it
Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso
pubblicità