Advertisement
FEFF 23, tempo di Hong Kong. La testimonianza di un’epoca che si va chiudendo

Alla luce del clima politico, la grande selezione che propone il festival è più importante che mai.
SCOPRI COME SEGUIRE IL FESTIVAL

di Tommaso Tocci

martedì 15 giugno 2021 - mymovieslive

Tempo di Far East Film Festival, tempo di Hong Kong. Da sempre il festival italiano dedicato al cinema asiatico ha un legame speciale con la cultura e le opere di un luogo unico. Alla diciannovesima edizione, in arrivo a Udine e sulla piattaforma di MYmovies dal 24 giugno al 2 luglio, il rapporto non è cambiato, anche se è la cinematografia di Hong Kong a rischiare di ritrovarsi diversa.
 

Proprio due giorni dopo la conferenza con cui il Far East ha annunciato il programma per il 2021, infatti, è giunta notizia di una nuova legge sulla censura che il governo cinese, avendo ormai preso il controllo di Hong Kong, ha preparato per l’industria locale. Controlli più stringenti e un occhio di riguardo per ogni elemento di minaccia alla “sicurezza nazionale” finiranno inevitabilmente per cambiare una produzione cinematografica che era stata per decenni libera ed eccitante, e in cui l’elemento artistico doveva confrontarsi solamente con il riscontro commerciale.

La selezione di film di Hong Kong che si vedrà al Far East assume quindi le sembianze non soltanto di finestra sulle tendenze dell’anno appena trascorso, ma potenzialmente di ultima testimonianza su un’epoca che si va chiudendo. In attesa di vedere come cambierà il futuro, la Hong Kong del presente che si ritrova al Far East presenta tutti gli ingredienti che gli appassionati si aspettano, a cominciare dal super blockbuster d’azione Shock Wave 2, diretto da Herman Yau e soprattutto interpretato da Andy Lau (anche produttore e volto iconico di saghe come Infernal Affairs). Una storia di bombe da disinnescare e misteri da svelare.

E poi Soi Cheang (autore di Motorway e Accident) con Limbo, un detective thriller in bianco e nero su due poliziotti sulle tracce di un serial killer. Il noir torna anche in Hand rolled cigarette, con protagonista Gordon Lam, e si affianca al gustoso citazionismo horror-commedia di Sugar street studio, per la regia di Sunny Lau. Le strade di Hong Kong non sono però solo teatro del crimine, come dimostra The way we keep dancing, regia di Adam Wong. Per “salvare” un quartiere di Kowloon dalla speculazione edilizia, stavolta serviranno musica e balli.

Lo spirito della competizione sportiva anima anche altri titoli tra cui Zero to Hero di Jimmy Wan e One second champion di Chiu Sin-hang. Il primo è la storia dell’atleta che riesce a vincere la prima medaglia paralimpica di Hong Kong, mentre il secondo passa dalla corsa alla boxe con la trovata di un pugile capace di vedere il futuro con un secondo di anticipo, e con l’allenatore che si mette in testa di trasformarlo in un campione.

Ma la selezione hongkonghese del Far East Film Festival 2021 ha una particolare attenzione per le nuove leve del cinema locale (quelle che, presumibilmente, dovranno convivere in futuro con la nuova censura di Pechino). Gli “Hong Kong New Talents” che il programma sottolinea con orgoglio e che ripartono dalle storie autentiche della città. Come Time di Ricky Ko, incentrato sul tema delle difficili condizioni di vita degli anziani attraverso la trovata umoristica e amara di tre attempati ex-killer che aiutano a farla finita chi non può più permettersi cure e alloggio.

Oppure Drifting di Jun Li, altra opera che ha a che fare con gli spazi di una città sempre più inaccessibile per le fasce svantaggiate della popolazione. Qui sono protagonisti i senzatetto, che si rivolgono alla giustizia quando gli viene ordinato di sgomberare l’angolo di strada che occupavano. 


ACQUISTA UN ABBONAMENTO
news correlate
in Primo Piano

{{PaginaCaricata()}}

Home | Cinema | Database | Film | Calendario Uscite | MYMOVIESLIVE | Dvd | Tv | Box Office | Prossimamente | Trailer | Colonne sonore | MYmovies Club
Copyright© 2000 - 2021 MYmovies.it® - Mo-Net s.r.l. Tutti i diritti riservati. È vietata la riproduzione anche parziale. P.IVA: 05056400483
Licenza Siae n. 2792/I/2742 - Credits | Contatti | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso | Accedi | Registrati