In Bruges - La coscienza dell'assassino

Acquista su Ibs.it   Soundtrack In Bruges - La coscienza dell'assassino   Dvd In Bruges - La coscienza dell'assassino   Blu-Ray In Bruges - La coscienza dell'assassino  
Un film di Martin McDonagh. Con Brendan Gleeson, Colin Farrell, Ralph Fiennes, Jérémie Renier, Clémence Poésy.
continua»
Titolo originale In Bruges. Azione, durata 101 min. - Gran Bretagna, Belgio 2008. - Mikado uscita venerdì 16 maggio 2008. MYMONETRO In Bruges - La coscienza dell'assassino * * * - - valutazione media: 3,43 su 103 recensioni di critica, pubblico e dizionari.
Consigliato sì!
3,43/5
MYMONETRO®
Indice di gradimento medio del film tra pubblico, critica e dizionari + rapporto incassi/sale (Italia)
 dizionari * * * - -
 critica * * * - -
 pubblico * * * - -
Trailer In Bruges - La coscienza dell'assassino
Il film: In Bruges - La coscienza dell'assassino
Uscita: venerdì 16 maggio 2008
Anno produzione: 2008
   
   
   
Dopo uno dei tanti sporchi e pericolosi lavori a Londra, due sicari si nascondono per due settimane a Bruge.
Richiedi il passaggio in TV di questo film
Chiudi Cast Scrivi Trailer
primo piano
Un buddy movie teso e umano sulle vicende di due killer 'turisti per forza' a Bruges
Giancarlo Zappoli     * * * 1/2 -

Ray e Ken, due killer di professione, giungono a Bruges nel Belgio. Li ha inviati lì il loro boss Harry dopo che un omicidio non è andato nel modo programmato. Ora i due debbono attendere disposizioni in una città che loro, irlandesi, non avevano mai visitato e che Ray disprezza. Mentre Ken, non solo per ingannare il tempo dell'attesa, decide di girare per le sue strade e ammirare le opere d'arte che musei e chiese racchiudono, Ray si chiude in una sorta di resistenza passiva. Ma sarà Chloe, una ragazza incontrata per caso e che ha qualche angolo oscuro nella sua vita, che farà uscire il giovane irlandese dalla sua indifferenza mettendolo in contatto con un mondo sconosciuto che non può però far velo a un'attesa che implica comunque la morte di qualcuno.
Martin McDonagh, molto noto in Gran Bretagna e Irlanda per le sue opere teatrali, ha ottenuto nel 2006 l'Oscar per il miglior cortometraggio ed ora si presenta a un più vasto pubblico con questa sua opera prima che merita una particolare attenzione. La malinconia del killer, il suo spleen sono già stati raccontati innumerevoli volte al cinema e Scorsese ne ha magistralmente fatto uno dei suoi temi preferiti. Ma a McDonagh riesce un'impresa quasi impossibile: realizzare un film con pochissima azione senza perdere di tensione per un attimo e riuscendo a inserire attorno ai tre protagonisti numerosi personaggi secondari ma non per questo meno 'necessari' alla vicenda.
In questo ricorda il Melville di I senza nome. Riesce però a fare di più. Trasforma con grande abilità la città e l'arte di cui sono permeate le sue stesse vie in un elemento determinante nell'evoluzione dei personaggi. Quante volte al cinema ci troviamo dinanzi a città-cartolina utilizzate solo perché la film commission locale è abile nell'attrarre le produzioni offrendo loro particolari vantaggi. In questo caso invece, sin quasi dall'inizio quando Ken (magistralmente cesellato da Brendan Gleeson) propone di salire in cima alla torre più alta per vedere la piazza dall'alto e Ray (un Colin Farrell a cui lavorare con Woody Allen ha fatto un gran bene) gli replica con un diniego, la città passa dallo sfondo al primo piano della narrazione. Questi due 'turisti per forza' sono due uomini in ricerca. L'uno trova nei quadri e nelle sculture talvolta delle esplicite risposte e talaltra nuove e tormentate domande. L'altro finisce con il cercare tra la gente con l'irruenza che gli è connaturata un 'perché' al male che causa a se stesso così come agli altri.
Su di loro aleggia la solo apparentemente contenuta violenza di Harry quasi in agguato, in attesa di poter lacerare quel tessuto sottile fatto di umanità che si va ricostituendo nei due uomini e che non può essere ammesso da chi non è in grado di comprenderlo.

Premi e nomination In Bruges - La coscienza dell'assassino MYmovies
In Bruges - La coscienza dell'assassino recensione dal Dizionario Fumagalli - Cotta
Incassi In Bruges - La coscienza dell'assassino
Primo Weekend Italia: € 199.000
Incasso Totale* Italia: € 501.000
Ultima rilevazione:
Box Office di domenica 11 gennaio 2009
Incasso Totale* Usa: $ 7.594.000
Ultima rilevazione:
Box Office di domenica 18 maggio 2008
Sei d'accordo con la recensione di Giancarlo Zappoli?

Sì, sono d'accordo No, non sono d'accordo
79%
No
21%
Scrivi la tua recensione
Leggi i commenti del pubblico
Premi e nomination In Bruges - La coscienza dell'assassino

premi
nomination
Premio Oscar
0
1
Golden Globes
1
2
* * * * *

Un inglese tra tarantino ed i fratelli coen

martedì 20 maggio 2008 di Easytiger

Martin McDonagh ci regala con questa pellicola la risposta inglese alle opere di Tarantino ed dei fratelli Coen. Con cinismo e taglio fumettistico In Bruges è un film decisamente strano...O si ama o si odia...Ma di sicuro è un soggetto molto bizzarro ed originale con una trama che da spazio a risate,colpi di scena ed a "nani xenofobi". Si passa da un inizio lento e volutamente oppressivo,grazie anche alla colonna sonora,ad un finale pieno d'azione e suspance..Bellissimo lo scenario della cittadina continua »

* * - - -

Guida turistica per una citta' dimenticata

mercoledì 18 giugno 2008 di Antonello Villani

Due killer dal cuore tenero trovano rifugio a Bruges dopo l’omicidio di un prete. Il regista Martin McDonagh resta sospeso tra dramma e commedia propinandoci la storia del ragazzotto irlandese soffocato dai sensi di colpa e del suo socio in affari attratto dall’arte medievale. La citta’ belga presentata in tutte le salse, quasi a ricordare che il film è uscito per far conoscere al mondo l’esistenza di un borgo proclamato patrimonio dell’umanità. Così ci ha pensato la Comunità Europea a finanziare continua »

* * * - -

Il codice etico degli assassini

martedì 28 settembre 2010 di Marco Glerean

Non sappiamo se esista un albo degli assassini professionisti ma guardando questo film appare certa l’esistenza di un codice deontologico in uso fra di essi. “In Bruges” è la storia di un frangente della vita di tre killer, un frangente a dire il vero assai importante per ognuno di essi. I tre (Farrell, Gleeson e Fiennes) ammazzano veramente ma la cosa non è il vero elemento centrale del dramma e si svolge senza rubare un secondo più del necessario e senza continua »

* * * - -

In bruges

sabato 17 maggio 2008 di Angela Cinicolo

Ingannare ingenuamente il suo pubblico non è stato facile per Martin McDonagh: la cittadina belga del titolo è una delle più incantevoli e affabulanti d'Europa ed era quindi lecito, se non addirittura naturale, aspettarsi di vedere ambientato in un luogo tanto innocuo una piacevole commedia che rivisitasse i ricordi di una vacanza, magari di giovani teenager. Non è una commedia da tè e pasticcini del primo pomeriggio questa che ha scritto e diretto il notorio marpione dei teatri anglofoni. Le vecchiette continua »

Ray
Il Purgatorio è dove si sta non troppo bene e non troppo male. Come il Tottenham.
vota questa frase: 0 1 2 3 4 5
Dialogo tra Harry e Ken
Harry: Chiedi scusa per aver parlato male dei miei figli del ca**o!
Ken: Scusa per aver parlato male dei tuoi figli del ca**o
vota questa frase: 0 1 2 3 4 5
Dialogo tra Harry e Ken
Harry: Chiedi scusa per aver parlato male dei miei figli del ca**o!
Ken: Scusa per aver parlato male dei tuoi figli del ca**o
vota questa frase: 0 1 2 3 4 5
Shop

DVD | In Bruges - La coscienza dell'assassino

Uscita in DVD

Disponibile on line da martedì 26 maggio 2009

Cover Dvd In Bruges - La coscienza dell'assassino A partire da martedì 26 maggio 2009 è disponibile on line e in tutti i negozi il dvd In Bruges - La coscienza dell'assassino di Martin McDonagh con Colin Farrell, Brendan Gleeson, Ralph Fiennes, Clémence Poésy. Distribuito da Cecchi Gori Home Video. Su internet In Bruges. La coscienza dell'assassino è acquistabile direttamente on-line a prezzo speciale su IBS. Sono inoltre disponibili altri DVD in versione speciale del film. altre edizioni »

Prezzo: 7,49 €
Prezzo di listino: 9,99 €
Risparmio: 2,50 €
Aquista on line il dvd del film In Bruges - La coscienza dell'assassino

SOUNDTRACK | In Bruges - La coscienza dell'assassino

La colonna sonora del film

Disponibile on line da venerdì 27 giugno 2008

Cover CD In Bruges - La coscienza dell'assassino A partire da venerdì 27 giugno 2008 è disponibile on line e in tutti i negozi la colonna sonora del film In Bruges - La coscienza dell'assassino del regista. Martin McDonagh Distribuita da Bodog Music, il cd è composto da musiche di genere Pop e Rock Internazionale.

APPROFONDIMENTI | La suggestiva cittadina belga fa da cornice a una storia di assassini (pentiti).

Killer redenti sotto un cielo color cobalto

lunedì 12 maggio 2008 - Tirza Bonifazi Tognazzi

In Bruges: killer redenti sotto un cielo color cobalto Bruges è una località medievale belga, meta dei viaggiatori di tutto il mondo essendo uno dei luoghi turistici più importanti del paese. Affascinato dalla bellezza suggestiva della cittadina, il regista teatrale Martin McDonagh torna a Bruges - dopo avervi passato le vacanze - per mettere in scena una storia di killer (redenti) in cui la località fiamminga non solo fa da sfondo ma anche da co-protagonista a Colin Farrell e Brendan Gleeson. È dall'altezza della Torre del campanile - cinematograficamente affine alla torre delle vertigini di Hitchcock - che ha inizio (e si conclude) il pellegrinaggio di Ken, il più anziano dei due sicari.

BIZ

di Valerio Guslandi Ciak

Due killer inglesi in esilio a Bruges. La ragione è che, per errore, uno dei due ha ucciso un bambino e il codice morale del boss mandante — che raggiunge poi la coppia nella cittadina belga — non prevede la morte degli innocenti, ma la giusta punizione sì. Che Martin McDonagh sia prima di tutto uno scrittore e drammaturgo lo si vede dalla bella sceneggiatura di questo intrigante e intenso film, attraversato da personaggi imperfetti, sofferti ma anche rigorosi. Complimenti agli interpreti. Da C »

Un thriller dal sapore gotico tra le guglie di Bruges

di Gian Luigi Rondi Il Tempo

Bruges con i suoi canali e le sue guglie gotiche si è prestata di rado a fare da sfondo a un film. Io credo di ricordarla soltanto nella prima parte di "Storia di una monaca", protagonista Audrey Hepbùrn. Oggi, invece, a cominciare dai titolo, è al centro dal principio alla fine di questo film inglese del quasi esordiente Martin McDonagh interpretato da due irlandesi già piuttosto noti, Colin Farrell e Brendan Gleeson, che vestono i panni di due assassini a pagamento, Ray e Ken. Il primo, mentre insieme portavano a termine a Londra una truce impresa affidata loro da un temibile boss,, ha ucciso per errore un bambino e così, nel tentativo di mettere a tacere la cosa, il boss li ha mandati entrambi a Bruges fidando nei silenzi e nel riserbo di quella tranquilla cittadina belga e dando loro un ordine preciso: state lì, fate i turisti, atteggiatevi a persone normali e aspettate ordini. »

Che bravo Farrell killer malinconico

di Lietta Tornabuoni La Stampa

Due killer e il loro committente muoiono male (colpi di pistola, caduta dalla torre, sparo in bocca) nella bellissima città di Bruges nelle Fiandre, con i suoi canali, le piazze, le chiese e gli edifici gotico-rinascimentali, i giardini. Il più giovane dei killer ha ucciso su commissione un prete e, per errore, un bambino; l'altro lo ha accompagnato a Bruges per ammazzarlo (il committente non tollera che si faccia del male ai bambini). Il primo detesta la città, trovandola molto noiosa; gli altri due la adorano. »

di Mariarosa Mancuso Il Foglio

Ci sono i turisti intruppati (sono sempre gli altri). Ci sono i colti viaggiatori (sono i più antipatici, Chatwin sottobraccio e fumetto "cosa ci faccio io qui?"). Ci sono i cultori dello slow travel (scrivono libri per spiegare con molte e confuse parole il basilare concetto nonnesco: "Partire è meglio che arrivare"). Il nostro tipo preferito somiglia a Colin Farrell in questo film. A Bruges, la città medievale meglio conservata d'Europa, tutta canali e ponticelli, adottata dall'Unesco come patrimonio dell'umanità, nota come la Venezia del Belgio, e tutto quel che gli esce di bocca, senza neanche alzare gli occhi dal selciato, sono queste definitive parole: "Se fossi un ritardato cresciuto in campagna forse Bruges potrebbe impressionarmi. »

In Bruges - La coscienza dell'assassino | Indice

Recensioni & Opinionisti Premi
Multimedia Shop & Showtime
Premio Oscar (1)
Golden Globes (3)


Articoli & News
Trailer
1 | 2 |
Poster e locandine
1 | 2 | 3 | 4 | 5 | 6 | 7 |
Link esterni
Sito ufficiale
prossimamente al cinema Oggi al cinema Novità in dvd Film in tv
Altri film » Altri film » Altri film » Altri film »
home | cinema | database | film | uscite | dvd | tv | box office | prossimamente | colonne sonore | MYmovies Club | trailer | download film | mygames |
Copyright© 2000 - 2016 MYmovies® // Mo-Net All rights reserved. P.IVA: 05056400483 - Licenza Siae n. 2792/I/2742 - credits | contatti | redazione@mymovies.it
XHTML | CSS | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso
pubblicità