L'uomo perfetto

Un film di Luca Lucini. Con Francesca Inaudi, Riccardo Scamarcio, Gabriella Pession, Giampaolo Morelli, Giuseppe Battiston.
continua»
Commedia, durata 95 min. - Italia 2005. uscita venerdì 29 aprile 2005. MYMONETRO L'uomo perfetto * * 1/2 - - valutazione media: 2,63 su 46 recensioni di critica, pubblico e dizionari.
Consigliato nì!
2,63/5
MYMONETRO®
Indice di gradimento medio del film tra pubblico, critica e dizionari + rapporto incassi/sale (Italia)
 dizionari * * - - -
 critican.d.
 pubblico * * * 1/2 -
Lucia (Francesca Inaudi) giovane e brillante pubblicitaria, è sul vertice sbagliato del tipico triangolo: Paolo (Giampaolo Morelli), l'amico amato segretamente dall'adolescenza, sta per sposare Maria (Gabriella Pession), la sua migliore amica.
Richiedi il passaggio in TV di questo film
Chiudi Cast Scrivi Trailer
    * * - - -
Questo film è disponibile in versione digitale, scopri il miglior prezzo:
TROVASTREAMING

Lucia, Maria e Paolo sono amici fin da piccoli, anche se Lucia soffre per il confronto con l’amica più brillante e carina. Lucia è segretamente innamorata di Paolo e la notizia che lui e Maria si sposeranno la coglie impreparata. Dopo che un’unica notte di passione dovuta all’alcool la convince di avere ancora una possibilità, Lucia decide di assumere l’attore squattrinato Antonio perché si trasformi nell’uomo dei sogni di Maria e la convinca a lasciare Paolo. Ma ben presto il gioco diventerà molto più complicato...Sono andati a pescare fino in Spagna (da lì viene la vicenda originale adattata per gli schermi italiani da Lucia Moisio e Marco Ponti – Santa Maradona, A/R Andata e Ritorno) gli autori di questa simpatica pellicola (che in questo caso coincidono più con i produttori che con gli sceneggiatori, sembra di capire) che tenta di far decollare alla fine anche in Italia un genere, la commedia romantica, che gli anglosassoni sembrano gli unici a saper praticare con successo.
Lo spunto narrativo, creare l’uomo ideale di una persona plasmandolo sui suoi gusti e le sue preferenze per distogliere la vittima da un altro amore, pur non essendo originalissimo, riesce a creare numerose situazioni divertenti, ben servite da un gruppo di interpreti per una volta non perennemente sopra le righe. E se non pare che lo sforzo di adattamento sia andato molto oltre lo spostamento dell’azione dalla penisola iberica a Milano (che non a caso era lo sfondo anche del più complesso e profondo Casomai) si nota una cura particolare nella confezione del «prodotto» (musiche, costumi, set – tra cui perfino la Scala) il che riesce coprire alcune carenze nello sviluppo dei personaggi le cui motivazioni avrebbero dovuto essere approfondite con maggiore cura per risultare davvero convincenti. Ci sfugge non tanto perché Maria possa prendersi una sbandata per Antonio, l’attore «programmato per sedurla», ma – ed era forse più importante – come scattino le altre alchimie che portano avanti la storia... Mentre l’inizio del film si perde in dettagli che rallentano l’azione, qui, dove più sarebbe stato necessario e interessante indagare, gli autori sono stati avari (o incapaci) nell’offrire situazioni che raccontassero l’evoluzione dei personaggi.
Il regista (suo l’adolescenziale trendy Tre metri sopra il cielo), che viene dalla pubblicità (e si vede), pur senza grandi invenzioni serve con abilità una vicenda di intrecci amorosi e tradimenti in cui, al di là delle situazioni divertenti, resta piuttosto nebuloso proprio in nodo centrale: cosa fa innamorare le persone e restare fedeli alla persona amata? L’amore è fatto di una semplice condivisione di interessi o di una progettualità comune che vada oltre l’attrazione fisica (o anche quella più «intellettuale») e il momento?
Il rapporto di Paolo e Maria, che è (più o meno) proiettato sul matrimonio, infatti, sembra niente più di un incidente di percorso (qualcosa che prima o poi si deve fare) per questi giovani della Milano bene con pochi problemi di soldi... né più né meno che decidere di cambiare appartamento o tappezzeria.
L’uomo perfetto si limita dunque a raccontare, anche con garbo, anche con ironia e humor non volgare, ma con un orizzonte certamente limitato sull’esistenza umana, innamoramenti, amicizie e gelosie, con un tocco di speranza nel finale che bilancia la «cattiveria» (sempre molto relativa) dello spunto iniziale.
Elementi problematici per la visione: una breve scena di sesso.

Stampa in PDF

TROVASTREAMING
L'UOMO PERFETTO
in streaming
NOLEGGIA
streaming
ACQUISTA
download
SD HD HD+ SD HD HD+

-
-
-
-
-
-
TIMVISION
-
-
-
-
CHILI
-
-
-
-
iTunes
-
-
-
-
-
-
Infinity
Premi e nomination L'uomo perfetto MYmovies
L'uomo perfetto recensione dal Dizionario Fumagalli - Cotta
* * - - -

Non sopportabile, ho cambiato dopo un'ora

giovedì 23 agosto 2007 di leone

non sapevo che il regista avesse lavorato nella pubblicità, ma certe scene girate con il carrello intorno ai protagonisti che parlano, o stanno a cena, mi hanno fatto pensare prima a muccino, poi anche allo stile pubblicitario, d'effetto facile, senza scavo psicologico ma anche senza brillantezza, originalità. nei modi di parlare dei protagonisti ho visto il modo di parlare di molti ragazzi di adesso, egocentrico, contraffatto, stereotipato, tutto gesti, spallucce, finti sguardi espressivi, caricati. continua »

Maria (Gabriella Pession)
Gli aereoporti sono il luogo dove le persone danno il meglio di sè!
vota questa frase: 0 1 2 3 4 5
Lucia (Rrancesca Inaudi)
… e il cuore ti dice: siamo arrivati…
vota questa frase: 0 1 2 3 4 5
Antonio (Riccardo Scamarcio)
Ho imparato che nella vita non importa dove arrivi, ma la strada che percorri. Che la parte migliore che puoi recitare è quella di te stesso.
vota questa frase: 0 1 2 3 4 5

di Enrico Magrelli Film TV

La commedia italiana non c’è più ed è materia di revival e di corsi universitari. Il trash è stato santificato. La serie B è alla riscossa da varie stagioni e genera discorsi sempre uguali e lunghi elenchi di titoli, di nomi e di pseudonimi. Il cinema d’autore ha cadenze cicliche e il cinema pseudo-d’autore è congelato nell’auto-contemplazione. In questo quadro statico mette allegria e conforta incontrare un film come l’opera seconda di Luca Lucini (Tre metri sopra il cielo), scritto, a partire da una pellicola spagnola, da Lucia Moisio e Marco Ponti. »

di Fabio Ferzetti Il Messaggero

Sorpresa: una commedia made in Italy che sembra in tutto e per tutto una commedia made in Usa , o almeno in Gb (e in parte lo è). Belle facce, ritmo, vivacità, attori affiatati, ambientazione credibile nei limiti della fiaba. La storia: ragazza innamorata del fidanzato della sua migliore amica, assolda un attore maliardo per sedurla e “liberare” l’oggetto dei suoi desideri; ma Cupido colpisce dove vuole, e così... Già vecchia nel ’700? Sicuro. Ma le storie non cambiano mai, cambiano le epoche. E l’Italia di oggi, una certa Italia, ne L’uomo perfetto c’è eccome. »

L'uomo perfetto | Indice

Recensioni & Opinionisti Articoli & News Multimedia Shop & Showtime
MYmovies
Mattia Nicoletti
Pubblico (per gradimento)
  1° | leone
Rassegna stampa
Fabio Ferzetti
Rassegna stampa
Enrico Magrelli
Link esterni
Sito ufficiale
Shop
DVD
Uscita nelle sale
venerdì 29 aprile 2005
prossimamente al cinema Film al cinema Novità in dvd Film in tv
Altri film » Altri film » Altri film » Altri film »
home | cinema | database | film | uscite | dvd | tv | box office | prossimamente | colonne sonore | MYmovies Club | trailer | download film | mygames |
Copyright© 2000 - 2017 MYmovies® // Mo-Net All rights reserved. P.IVA: 05056400483 - Licenza Siae n. 2792/I/2742 - credits | contatti | redazione@mymovies.it
XHTML | CSS | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso
pubblicità