•  
  •  
Apri le opzioni

Kenneth Tsang

Kenneth Tsang è un attore cinese, è nato il 5 ottobre 1935 a Shangai (Cina) ed è morto il 27 aprile 2022 all'età di 86 anni a Hong Kong (Cina).

L'attore cinese che ha sfondato a Hollywood

A cura di Annalice Furfari

Prolifico e apprezzato attore cinese con una carriera cinquantennale e una grandissima varietà di ruoli alle spalle, Kenneth Tsang nasce a Shanghai il 5 ottobre 1935. Fratello dell'attrice Jannette Lin Tsui, studia a Hong Kong per poi trasferirsi negli Stati Uniti, prima in Texas e poi in California, dove si laurea in Architettura all'Università di Berkeley. Tornato a Hong Kong nei primi anni Sessanta, Tsang inizia a lavorare come architetto ma, vinto dalla noia, si interessa al cinema, anche perché la sorella, con una carriera già avviata sul grande schermo, lo introduce nell'ambiente dei set. Del resto, Tsang aveva già debuttato al cinema con un piccolo ruolo, all'età di diciassette anni, in The Feud (1955) e poi in Who Isn't Romantic? (1956). Convinto che la sua strada sia quella della recitazione, da metà degli anni Sessanta Tsang si dedica a tempo pieno al cinema, lavorando in film polizieschi e classici kung fu movies con gli idoli dei teenager Connie Chan Po-Chu e Josephine Siao. Con quest'ultima recita anche in Teddy Girls (1969) di Patrick Lung Kong, dramma sociale sulla delinquenza giovanile. Alla fine degli anni Sessanta lo vediamo in diversi film della serie cinematografica dedicata a Wong Fei Hung, medico cinese di grande popolarità tra la fine dell'Ottocento e l'inizio del Novecento, considerato uno dei padri delle moderne arti marziali.

La collaborazione con il celebre regista John Woo
Dopo un ruolo nel drammatico Call Girls (1973) di Lung Kong e un altro nella serie televisiva The Legend of the Condor Heroes a metà degli anni Settanta, interpreta Ken nel poliziesco A Better Tomorrow (1986) del celebre regista cinese John Woo. Questo film, inaspettato campione di incassi in Asia, ha avuto una profonda influenza sull'industria cinematografica, prima asiatica e poi mondiale, inaugurando il filone dei noir metropolitani iperrealisti. Il lungometraggio, che indaga nel sottobosco criminale di Hong Kong, ha lanciato una nuova star, il fino ad allora poco fortunato Chow Yun-Fat, attore televisivo che diventerà pressoché inseparabile da Woo. Tsang riprende il ruolo del proprietario di taxi Ken nel sequel del 1987, A Better Tomorrow II, e ritrova Woo nel 1989, quando incarna Randy Chang, il collega dell'ispettore Li (Danny Lee) nell'apprezzato poliziesco The Killer, storia di un sicario che si prepara ad affrontare l'ultima missione ma, avendo ferito accidentalmente agli occhi una cantante durante una strage in un nightclub, si dà da fare per pagarle la costosa operazione che potrebbe ridarle la vista. Tsang viene nuovamente diretto da Woo nel 1991, quando interpreta il severo e malavitoso padre adottivo dei tre ladri di opere d'arte protagonisti di Once a Thief.

Il debutto a Hollywood
Ormai autentica star in Cina, negli anni Novanta Tsang gira anche diversi film a Singapore, tra cui la serie tv drammatica The Teochew Family (1995), che descrive le tribolazioni della famiglia Teochew Cai dal 1940 al 1990, sotto il patriarca Cai Qingyang, interpretato da Tsang. Un'altra popolare serie tv drammatica di Singapore è The Unbeatables II (1996), in cui incarna Ye Zhong, il re del gioco d'azzardo. Ben presto, i confini asiatici diventano troppo stretti per un attore così versatile ed esperto. Il suo debutto a Hollywood avviene nel 1998 nel poliziesco action Costretti a uccidere di Antoine Fuqua, primo film americano dello scattante e atletico divo del cinema d'azione di Hong Kong Chow Yun-Fat, accanto al quale Tsang aveva già lavorato nei film diretti da Woo. Qui i due attori sono prima colleghi, poi rivali. Yun-Fat incarna un killer che lavora per il boss interpretato da Tsang. Quando il sicario si rifiuta di uccidere il figlio del poliziotto che ha ammazzato il figlio del capo malavitoso, quest'ultimo ordina ai suoi di uccidere il killer. Nel 2001 Tsang lavora con Jackie Chan, uno dei più famosi attori di action movies orientali, in Colpo grosso al Drago Rosso di Brett Ratner, sequel del film del 1998 Rush Hour - Due mine vaganti. Nel 2002 arriva un incarico prestigioso: Tsang interpreta il generale coreano Moon in 007 - La morte può attendere di Lee Tamahori, film della serie di James Bond, in cui Pierce Brosnan interpreta il ruolo dell'agente protagonista per la quarta e ultima volta, alle prese con un traffico di armi e diamanti. Ormai volto fisso delle grandi produzioni Usa, nel 2005 Tsang incarna un generale nell'acclamato Memorie di una geisha di Rob Marshall, storia di una donna che lavora a Kyto prima della Seconda guerra mondiale, venduta a nove anni a una casa di piacere dove delizia ricchi signori giapponesi con le sue arti. L'attore lavora poi con Kenneth Bi, considerato nel 2005 dalla critica cinese uno dei dieci migliori registi nazionali, nel drammatico The Drummer (2007), via di mezzo tra il genere gangsteristico alla Johnnie To e la ricerca interiore propria di Kim Ki-Duk, storia di un giovane che deve nascondersi in montagna - dove scopre il mondo dei percussionisti zen - per uno sgarbo fatto a un capomafia. Nel 2009 l'attore torna negli Stati Uniti per recitare nel thriller Formosa Betrayed di Adam Kane, intricata vicenda che muove dal misterioso omicidio di un professore universitario e che vede legati la mafia e il governo cinese con il Dipartimento di Stato americano. Volitivo e deciso, Tsang è spesso scelto per i ruoli di generali, come nel dramma storico di Prince of Tears di Yonfan, levigato melò tradizionale su amori irrealizzabili, o tragicamente realizzati, sullo sfondo della turbolenta Taiwan degli anni Cinquanta, l'epoca del cosiddetto "terrore bianco" e dell'isteria anti-comunista. Nel 2011 è nel cast di Overheard 2 di Felix Chong e Alan Mak, thriller ambientato nel mondo dell'alta finanza, in cui tre poliziotti indagano su un misterioso mercenario che intercetta illegalmente le comunicazioni di un potente e corrotto broker di Hong Kong. Dopo il drammatico Starry Starry Night (2011) di Tom Shuyu Lin - storia di una ragazzina che supera una difficile situazione familiare trovando l'amore - Tsang approda in Italia per la terza prova da regista di Luca Barbareschi, Something Good (2013), intreccio di thriller e storia d'amore tra l'amministratore delegato di un'azienda che vende cibi adulterati e una cuoca che ha perso il figlio per un'intossicazione alimentare.

Regista in patria
Oltre a essere un attore affermato, in patria Tsang si è cimentato anche con la regia, dirigendo film che non hanno trovato una distribuzione in Occidente, come Frigidity (1975), Revenge of the Dragon (1979) e Till We Meet Again (1991), tragica storia d'amore ambientata in una Shanghai violenta durante l'occupazione giapponese e la Seconda Guerra Mondiale.
Nel 2022 è venuto a mancare, all'età di 86 anni, in un hotel di Hong Kong dove si stava sottoponendo alla quarantena obbligatoria a causa del Covid.

Ultimi film

Thriller, (Cina, Hong Kong - 2014), 131 min.
Thriller, (Italia - 2013), 111 min.
Drammatico, (Cina, Taiwan, Germania - 2007), 115 min.
Drammatico, (USA - 2005), 137 min.
Vai alla home di MYmovies.it
Home | Cinema | Database | Film | Calendario Uscite | Serie TV | Dvd | Stasera in Tv | Box Office | Prossimamente | Trailer | TROVASTREAMING
Copyright© 2000 - 2022 MYmovies.it® - Mo-Net s.r.l. Tutti i diritti riservati. È vietata la riproduzione anche parziale. P.IVA: 05056400483
Licenza Siae n. 2792/I/2742 - Credits | Contatti | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso | Accedi | Registrati