Il primo Re

Acquista su Ibs.it   Dvd Il primo Re   Blu-Ray Il primo Re  
Un film di Matteo Rovere. Con Alessandro Borghi, Alessio Lapice, Fabrizio Rongione, Massimiliano Rossi, Tania Garribba.
continua»
Drammatico, Ratings: Kids+13, durata 127 min. - Italia, Belgio 2019. - 01 Distribution uscita giovedì 31 gennaio 2019. MYMONETRO Il primo Re * * * 1/2 - valutazione media: 3,60 su 78 recensioni di critica, pubblico e dizionari.
   
   
   
writer58 mercoledì 20 febbraio 2019
alla ricerca del fuoco... Valutazione 4 stelle su cinque
88%
No
12%

"Il primo re " di Matteo Rovere è un film potente e filologicamente accurato che ci propone una descrizione delle società arcaiche essenziale e lontana dai miti e dalle leggende che la tradizione ha codificato nella narrazione di Romolo e Remo.  Una natura primordiale - e molto più forte dei pochi umani che la popolano-, insediamenti rarefatti di capanne monofamigliari, "spiriti" e demoni che abitano la foresta e che necessitano di essere placati da sacrifici umani, prigionieri costretti a combattere fino alla morte tra di loro, il fuoco come elemento sacro che dà vita e calore, una lotta per la sopravvivenza ferina e brutale, un'intera esistenza passata tra fango, fame e la sopraffazione dei vincitori. [+]

[+] lascia un commento a writer58 »
d'accordo?
loland10 domenica 3 febbraio 2019
acqua e fango Valutazione 3 stelle su cinque
67%
No
33%

Il Primo Re” (2019) è il quarto lungometraggio del regista-sceneggiatore-produttore romano Matteo Rovere.
Un Dio che può essere compreso non è un Dio
(frase incipit dello scrittore drammaturgo britannico William Somerset Maugham).
Ecco che una frase minima ma fondamentale che appare in basso sullo schermo, arcaicamente, prefigura l’indice di un paganesimo religioso e di una forza interiore di un uomo prossimo al comando.
Ecco che il Re va avanti senza volerlo con il vigore del fuoco come un Dio e la bellezza cruda di una veggente che è itinerante con il destino che apre una storia che nessuno conosce. [+]

[+] lascia un commento a loland10 »
d'accordo?
rosmersholm giovedì 7 febbraio 2019
bene lo sforzo, ma... Valutazione 2 stelle su cinque
60%
No
40%

Le idee che stanno alla base de Il Primo Re, sono estremamente interessanti: l'ambientazione "barbarica"", l'uso della lingua, il conflitto tra i due fratelli...  Rovere è un bravo regista ma non ha lo stile e il passo dell'autore di cinema che sarebbe stato necessario per maneggiare compiutamente questi materiali. Il film cerca quindi la strada della continua spettacolarizzazione senza  però quella necessaria abilità professionale e qualla potenza produttiva a cui ci ha abituato il cinema americano. I continui riferimenti a film già visti e digeriti (impossibile non pensare ad Apocalypto ad esempio), a scene cult citate spericolatamente (Borghi che emerge dal fango come Rambo, ecc), la ripetititvità delle scene di combattimenti coreografate in modo da contraddire le premesse autorali che il film vorrebbe avere, accompagnano mestamente il film verso una scena finale sulle rive del Tevere francamente debolissima e produttivamente poverissima. [+]

[+] lascia un commento a rosmersholm »
d'accordo?
ale sabato 9 febbraio 2019
un dio che può essere compreso non è un dio Valutazione 4 stelle su cinque
58%
No
42%

 

Mi accingo a comprare il biglietto d’ingresso per “il Primo re” e al botteghino ci viene detto: sapete che questo film non è in italiano ma in latino sottotitolato in italiano? Comunque non vi preoccupate tanto perchè non vi sono tanti dialoghi; dunque insieme a mia moglie ci accingiamo ad entrare in sala con questa raccomandazione. [+]

[+] lascia un commento a ale »
d'accordo?
cinefoglio sabato 2 febbraio 2019
istantanea de il primo re Valutazione 3 stelle su cinque
64%
No
36%

Matteo Rovere ci trascina, senza fronzoli e senza retorica, indietro nel tempo, a quel 753 a.C. di terre selvagge e stato di natura, geografie in cui la città di Alba regnava incontrastata, e la sofferenza della schiavitù e del terrore trovava conforto solo nel timore del Dio-fuoco.
 
La pellicola ha, senza ombra di dubbio, il pregio di raccontare in immagini un mito classico della atavica fondazione della Urbe, discostandosi dalle formule poetiche e mitologiche e ricostruendo uno scenario vero, primitivo e cruento della storia dei due fratelli.
 
La ricerca di un’estetica forte e decisa è presente, guardando (con sequenze da tributo) alla monumentalità ed il macabro di Apocalypto (2006) ed ispirandosi all’assillo interiore delle musiche del Macbeth, più recente, di Kurzel (2015). [+]

[+] lascia un commento a cinefoglio »
d'accordo?
frenky 90 mercoledì 13 febbraio 2019
grazie groenlandia Valutazione 4 stelle su cinque
60%
No
40%

Bisogna dire grazie a Matteo Rovere. Bisogna dire grazie a lui, a Sydney Sibilia e a Groenlandia, la

loro casa di produzione. Perchè questo non è soltanto un film, è la rinascita del cinema italiano. Se
credete stia esagerando ditemi quando mai nella storia recente della settima arte del nostro Paese si
è vista un'opera con la stessa ambizione, con lo stesso valore, con la stessa qualità. La verità è che
lavori come questo siamo abituati ad andare a vederli al cinema solo col marchio a stelle e strisce.
La fotografia anamorfica di Lubezki (che pure è messicano ma sappiamo la macchina che lo mette
in moto quale bandiera batte) non di Daniele Ciprì; l'interpretazione di Di Caprio, non di Borghi;
l'aramaico antico di Gibson, non il proto-latino di Rovere. [+]

[+] lascia un commento a frenky 90 »
d'accordo?
felicity mercoledì 25 settembre 2019
grande parabola della condizione umana Valutazione 3 stelle su cinque
100%
No
0%

"Il primo re" non è un film storico dagli intenti didascalici sotto le spoglie di un kolossal in costume.
Il regista scomoda il passato per ripensare al presente, usa temi archetipici aggiornandone l’adattabilità a ogni tempo storico.
Romolo e Remo non incarnano solo lo stato in cui versa ciascun migrante quando è costretto dalle avversità a lasciare la propria terra per cercarne un'altra che li accolga. 
E' un’esperienza immersiva che, tramite l’uso della tecnologia odierna, mira a restituire un contatto sensorialmente tangibile di un’epoca perduta.
L’insidia della lettura politica, dell’utilizzo delle interpretazioni, viene in parte disinnescato dall’approccio essenziale del film, dalla sublimazione del racconto in un dualismo di attitudini e morali che servono l’un l’altra alla ricerca di una fondamentale complementarietà.

[+] lascia un commento a felicity »
d'accordo?
uppercut domenica 3 febbraio 2019
un'impresa regale Valutazione 4 stelle su cinque
53%
No
47%

Il primo re è innanzitutto un grandissimo lavoro. "Grande" sia per quantità che per qualità. Si coglie in ogni fotogramma uno sforzo professionale generosissimo da parte di ogni componente del cast, sia tecnico che artistico. Si coglie, però, anche una irrefrenabile voglia di arrivare al set, vero cerchio del fuoco in cui sprigionare ogni energia creativa. A discapito, forse, di un tempo di pensiero in più in fase di scrittura. L'idea è potente, assimilabile a Gangs of New York di Martin Scorsese. Ma lo sviluppo è un po' rattrappito. Alla faccia della dirompente spettacolarità di esondazioni, battaglie, duelli, il racconto gira un po' su se stesso. [+]

[+] lascia un commento a uppercut »
d'accordo?
elgatoloco giovedì 17 ottobre 2019
da accogliere com'è Valutazione 0 stelle su cinque
0%
No
0%

In questo"IL primo re"(2019, Matteo Rovere)troviamo elementi tipici di una cultura e di forme espressive(intendendo non solo e neppure primariamente la lingua, ma gestualità, mimica, prossemica)che si basano fortemente sulla ritualità, sulla sacralità .dove vale la frase posta come incipit di Somerset Maugham secondo la quale"Un dio che può essere compreso non è tale", ma aggiungerei anche il"mysterium tremendum et ineffabile"di Rudolf Otto, grande storico delle religioni), in un tempo(753 a.C., secundum traditionem), nel quale questi elementi, tra i quali è ancora invalsa la violenza rituale fino all'omicidio rituale(Romolo e Remo, un patto problematico ma comunque concluso-"sancito"come tale), dove valgono naturalmente le interpretazioni classiche e in qualche modo "inamovibili" del tribalismo e del totemismo di Freud e di Leo Frobenius, senza che vi si possa aggiungere molto. [+]

[+] lascia un commento a elgatoloco »
d'accordo?
zanmar sabato 16 marzo 2019
una rivisitazione deludente Valutazione 1 stelle su cinque
50%
No
50%

Pur recatomi al cinema animato da grande interesse e curiosità, il film ha in buona parte deluso le attese. Prima di sedermi in sala, non riuscivo a capacitarmi del fatto che, al giorno d'oggi, qualcuno avesse voluto riprendere un tema come quello della fondazione di Roma.
Il film, tecnicamente interessante, ma dialetticamente molto inadeguato, è la triste immagine culturale dell’Italia contemporanea e del main stream cultural-intellettualoide che sa trasformare in letame storia, tradizioni e mito.
Sul principio il ricorso alla lingua latina nella sua pronuncia scientifica e l’assenza di illuminazione artificiale affascinano. Tuttavia, scemata quella fascinazione, l’aver ridotto i pre-romani a qualcosa di simile a uomini del Paleolitico, dai quali si distinguono solo per il fatto di possedere armi ben forgiate, è una squallida operazione. [+]

[+] lascia un commento a zanmar »
d'accordo?
pagina: 1 2 3 »
Il primo Re | Indice

Recensioni & Opinionisti Premi
Multimedia Shop & Showtime
Nastri d'Argento (11)
David di Donatello (18)


Articoli & News
Immagini
1 | 2 | 3 | 4 | 5 | 6 | 7 | 8 | 9 | 10 | 11 | 12 | 13 | 14 | 15 | 16 | 17 | 18 | 19 | 20 | 21 | 22 | 23 | 24 | 25 | 26 |
Link esterni
Facebook
#IlPrimoRe
Shop
DVD
Uscita nelle sale
giovedì 31 gennaio 2019
Distribuzione
Il film è oggi distribuito in 2 sale cinematografiche:
Showtime
  2 | Lombardia
Scheda | Cast | News | Trailer | Poster | Foto | Frasi | Rassegna Stampa | Pubblico | Forum | Shop |
prossimamente al cinema Film al cinema Novità in dvd Film in tv
Altri prossimamente » Altri film al cinema » Altri film in dvd » Altri film in tv »
home | cinema | database | film | uscite | dvd | tv | box office | prossimamente | colonne sonore | Accedi | trailer | TROVASTREAMING |
Copyright© 2000 - 2020 MYmovies® // Mo-Net All rights reserved. P.IVA: 05056400483 - Licenza Siae n. 2792/I/2742 - credits | contatti | redazione@mymovies.it
Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso
pubblicità