Dunkirk

Acquista su Ibs.it   Dvd Dunkirk   Blu-Ray Dunkirk  
Un film di Christopher Nolan. Con Fionn Whitehead, Tom Glynn-Carney, Jack Lowden, Harry Styles, Aneurin Barnard.
continua»
Titolo originale Dunkirk. Azione, Ratings: Kids+13, durata 106 min. - USA, Gran Bretagna, Francia 2017. - Warner Bros Italia uscita giovedì 31 agosto 2017. MYMONETRO Dunkirk * * * * - valutazione media: 4,17 su 154 recensioni di critica, pubblico e dizionari.
   
   
   

Dunkirk, una dimensione sospesa Valutazione 4 stelle su cinque

di Fabal


Feedback: 13149 | altri commenti e recensioni di Fabal
domenica 3 settembre 2017

Colpi di artiglieria e raffiche di mitra introducono il cielo plumbeo di Dunkirk alla fine di maggio del ’40, dove quasi 400.000 soldati inglesi e francesi sono rimasti accerchiati dall’avanzata tedesca . La gigantesca spiaggia di sabbia finissima contraddice immediatamente lo stretto molo in cui le truppe ammassate cercano il reimbarco, disposte in file fittissime che avanzano a una lentezza esasperante, sotto il fuoco degli Junker 87 e le loro micidiali sirene. E’ necessario un salvataggio dalla spiaggia, o a Dunkirk si rischia il massacro: per questo motivo anche le imbarcazioni civili salpano dai porti della Gran Bretagna per attraversare la Manica e recuperare quanti più compatrioti possibili, affinché avvenga il cosiddetto “miracolo di Dunkirk”. Quasi i tre quarti dei soldati riusciranno a rimpatriare, a bordo di yacht, pescherecci, barche a vela o qualsiasi cosa che galleggi. A proteggere dal cielo questa disperata operazione le strette virate degli Spitfire guidati dai piloti della R.A.F.

Sempre ambizioso e mai banale Nolan, anche in un film dove l’obbligo del realismo storico rischierebbe di ingabbiarlo. Qui si parla di guerra e di guerra vissuta, e la licenza del visionario, per forza di cose, non può essere quella diInception o Interstellar, capolavori che dalla meditazione sullo spazio – tempo avevano spinto il genere sci-fi oltre i limiti del cinema tradizionale. Ma Dunkirk è storia, è tecnica militare, è geografia ben delimitata: il cinema di guerra può essere infedele, poco credibile o persino offensivo se quella realtà storica da cui prende spunto venisse troppo distorta da una licenza poetica irrispettosa.

Eppure Nolan accontenta tutti. E lo fa con una sintesi perfetta.

Fin da subito - e per subito intendo dai primissimi fotogrammi – Dunkirk appare in una dimensione sospesa, su cui domina un cielo plumbeo e una persistente foschia che potrebbe ben circondare una città invisibile. O potrebbe, chissà, rappresentare l’atmosfera di un incubo notturno di un reduce, in cui lo scenario leggermente sfumato, distorto, e soprattutto frammentato passa in secondo piano rispetto a un sonoro aggressivo fatto di boati, raffiche improvvise, corazze metalliche continuamente perforate.

Senza che nulla di tutto ciò vada minimamente a intaccare l’intrinseco realismo che si pretende da Dunkirk; un realismo anch’esso inedito, crudo ed elegante allo stesso tempo, che non si compiace del macabro e non cede alla tentazione dell’iper-realismo che ha reso celebre i primi minuti di Salvate il soldato Ryan, mostrando quegli arti mozzati e corpi squartati, quel sangue a fiumi, divenuti poi una costante nel cinema più recente. Ma poiché di cruento ne vediamo ormai fin troppo e non solo nei film di guerra -per l’abuso dell’hard boiled nel thriller, losplatter nell’horror e così via – saggiamente Nolan non indugia su strazianti scene di soldati feriti e corpi martoriati.

Preferisce, invece, affidarsi al panico del suono, in cui un esercito nemico che non vediamo mai spara da oltre la città invisibile, senza che né i soldati protagonisti né gli spettatori capiscano mai la provenienza dei colpi. Tranne quando, con ancor più prepotenza sonora, la picchiata degli Stuka è invece precisa, inesorabile. Oppure quando il siluro di un U Boot causa un naufragio notturno e vediamo corpi, alla disperata ricerca di salvezza, muoversi in un mare nero.

Altro tratto peculiare dell’opera di Nolan è il carattere assolutamente non romanzato della narrazione: Dunkirk non sceglie di focalizzarsi su un protagonista del quale si sviscera giovinezza, famiglia, l’immancabile storia d’amore che precede la partenza per la guerra. No: l’inizio, pienamente in medias res, senza fronzoli o introduzioni particolari (se non poche righe scritte su sfondo nero), rende superfluo anche il racconto degli antefatti o di qualsiasi cornice politica: perché l’intento dichiarato è quello di catapultare lo spettatore in una dimensione sensoriale, visiva e soprattutto sonora, dove non c’è tempo per qualsiasi riflessione sul mondo esterno. Significativo, (e positivo)  il fatto che non ci siano scene di bureau a interrompere la narrazione, con ufficiali dietro la scrivania armati solo di telefoni o cartine geografiche.

Dunkirk racconta invece tre storie parallele, ognuna accompagnata dalla propria orchestra sensoriale e visiva, sulla spiaggia, in cielo e per mare. Storie in cui le uniche concessioni alla retorica le fa l’anziano patriota a bordo del suo yacht.
Un ritratto indubbiamente inedito del cinema di guerra, concreto ma non brutale. Che fa della frammentazione il suo punto di forza, scegliendo di non seguire un solo filo conduttore ma illustrando momenti, situazioni, come a mostrare che nella guerra regna il caos e non la linearità. Di quello che succede al di fuori, poco importa. Non si tratta di una scelta narrativa immunizzante da difetti, né sempre condivisibile, perché in un paio di occasioni lo switch tra spiaggia-mare-cielo spezza effettivamente la tensione e sembra fare di Dunkirk una vittima della ripetitività.
Per fortuna questa sensazione dura solo pochi frangenti e non intacca la qualità generale del film, sempre corale, in cui ogni elemento (vivo o materiale) sembra muoversi all’unisono con il mare di nebbia. Le note (poche) di Hans Zimmer non sono una vera e propria colonna sonora, ma un eco ossessivo, non raffinato, simile alla sirena di uno Stuka.

[+] lascia un commento a fabal »
Sei d'accordo con la recensione di Fabal?

Sì, sono d'accordo No, non sono d'accordo
13%
No
87%
Scrivi la tua recensione
Leggi i commenti del pubblico

Ultimi commenti e recensioni di Fabal:

Vedi tutti i commenti di Fabal »
Dunkirk | Indice

Recensioni & Opinionisti Premi
Multimedia Shop & Showtime
MYmovies
Marzia Gandolfi
Pubblico (per gradimento)
  1° | writer58
  2° | vanessa zarastro
  3° | kronos
  4° | brunopepi
  5° | fedeslevin
  6° | belliteam
  7° | renatoc.
  8° | gabriella
  9° | roberto
10° | lukaesh
11° | michelino
12° | marcloud
13° | playthebluesm
14° | davesan
15° | liuk!
16° |
17° | martinside
18° | samanta
19° | laurence316
20° | alex2044
21° | loland10
22° | stramonio70
23° | woody62
24° | yanquiuxo
25° | theblue90
26° | fabal
27° | francescom94
28° | francescom94
29° |
30° | pie9701
31° | goldy
32° |
33° | daniela
34° | iuriv
35° | enricopintonello
36° | alesimoni
37° |
38° | gustibus
39° | alfiosquillaci
40° | sil_irace
41° | maurizio.meres
42° | cristian
43° | seby
44° | boffese
45° | amarolucano
46° | silvanobersani
47° | ruger357mgm
48° | mauro2067
49° | domenicomaria
50° | greyhound
51° | paulnacci
52° | alberto58
53° | lucavon95
54° | albe23htt
55° | visual_man
56° | andrea golembiewski
57° | domenicomaria
58° | kleber
59° | lupus
60° | ninopellino
61° | annalisarco
62° | lucascialo
63° | vincenzoambriola
64° | chrisnolan
65° | mariaelena
66° | fabiant.
67° | kimkiduk
68° | andreaalesci
69° | max821966
70° | darkobserver
71° | anaesthetix
72° | matteofedele
73° | ziosam
74° | florentin
75° | lorenzoferraro
76° | tmpsvita
77° | marcobrenni
78° | cammello
79° | pedu72
80° | rumon
Rassegna stampa
Roberto Nepoti
Rassegna stampa
Anthony Lane
SAG Awards (1)
Premio Oscar (11)
Producers Guild (1)
Golden Globes (3)
European Film Awards (1)
David di Donatello (1)
Critics Choice Award (9)
CDG Awards (1)
BAFTA (9)
AFI Awards (1)


Articoli & News
Immagini
1 | 2 | 3 | 4 | 5 | 6 | 7 | 8 | 9 | 10 | 11 | 12 | 13 | 14 | 15 | 16 | 17 | 18 |
Link esterni
Facebook
Sito ufficiale
Shop
DVD
Uscita nelle sale
giovedì 31 agosto 2017
Scheda | Cast | News | Trailer | Poster | Foto | Frasi | Rassegna Stampa | Pubblico | Forum | Shop |
prossimamente al cinema Film al cinema Novità in dvd Film in tv
venerdì 15 gennaio
Disincanto - Stagione 3
venerdì 1 gennaio
Cobra Kai - Stagione 3
giovedì 31 dicembre
Sanpa: luci e tenebre di San Patri...
Altri prossimamente » Altri film al cinema » Altri film in dvd » Altri film in tv »
home | cinema | database | film | uscite | dvd | tv | box office | prossimamente | colonne sonore | Accedi | trailer | TROVASTREAMING |
Copyright© 2000 - 2021 MYmovies® // Mo-Net All rights reserved. P.IVA: 05056400483 - Licenza Siae n. 2792/I/2742 - credits | contatti | redazione@mymovies.it
Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso
pubblicità