Bamy

Film 2017 | Drammatico +13 100 min.

Titolo originaleBamy
Anno2017
GenereDrammatico
ProduzioneGiappone
Durata100 minuti
Regia diJun Tanaka
AttoriKatsuragi Yuki, Nakazato Hiromi, Tsuge Misaki, Yanagi Tôshi, Yukinaga Hironobu .
RatingConsigli per la visione di bambini e ragazzi: +13
MYmonetro Valutazione: 3,00 Stelle, sulla base di 1 recensione.

Regia di Jun Tanaka. Un film con Katsuragi Yuki, Nakazato Hiromi, Tsuge Misaki, Yanagi Tôshi, Yukinaga Hironobu. Titolo originale: Bamy. Genere Drammatico - Giappone, 2017, durata 100 minuti. Consigli per la visione di bambini e ragazzi: +13 Valutazione: 3,00 Stelle, sulla base di 1 recensione.

Condividi

Aggiungi Bamy tra i tuoi film preferiti
Riceverai un avviso quando il film sarà disponibile nella tua città, disponibile in Streaming e Dvd oppure trasmesso in TV.




oppure

Lui vede i fantasmi, e ha paura. Finché incontra una una ragazza col suo stesso potere, ancora più spaventata di lui.

Consigliato assolutamente no!
n.d.
MYMOVIES 3,00
CRITICA N.D.
PUBBLICO N.D.
CONSIGLIATO SÌ
Irriverente opera prima che gioca con i canoni del J-horror e denota personalità .
Recensione di Emanuele Sacchi
lunedì 27 novembre 2017
Recensione di Emanuele Sacchi
lunedì 27 novembre 2017

Un ombrello rosso piove dal cielo e (ri)unisce i destini di Fumiko e Ryota, ex compagni di scuola. Nel giro di un anno la coppia è in procinto di sposarsi, ma lui è tormentato da un segreto inconfessabile. Vede fantasmi ovunque.
Le ambizioni di Jun Tanaka si intuiscono sin dall'incipit: all'evento soprannaturale dell'ombrello che cade dal cielo segue infatti un uso della colonna sonora - enfatica ben oltre il lecito, palese e insieme truffaldina - che denota la personalità del regista. Tanaka è un irriverente, che piomba nel panorama della nuova ondata J-horror spezzandone la tendenza al revivalismo fine a se stesso.

I fantasmi di Bamy spaventano per poco, fino a quando la consapevolezza sulla loro natura porta il protagonista a dileggiarli, insultarli e colpirli a colpi di martello o di pietre.

Atti dissacranti, che violano il tabù di un sottogenere che si è sempre preso sul serio. È talmente inflazionato il J-horror, sembra dire Tanaka, da non poter essere più preso sul serio, in maniera acritica. L'omaggio a Kiyoshi Kurosawa è chiaro come lo è l'impossibilità di superarlo sullo stesso piano. Ma lo sberleffo del regista va oltre il facile ribellismo e si interroga sul riflesso di un'ossessione sulla realtà: gli spettri ci perseguitano per invitarci a comprendere il loro personale dolore, ma questo perché ci dovrebbe riguardare? Ryota, prigioniero delle reminiscenze altrui, non riesce a vivere la propria esistenza, né sa assumersi responsabilità.

La sua maschera di smarrimento, la sua incapacità di guardare negli occhi Fumiko, sembra incarnare la crisi del mascolino nella società contemporanea, di fronte a una femminilità dominante - esemplificata dal ricorso a un singolare simbolismo nel finale - con obiettivi ben più chiari da raggiungere. In questo senso l'ombrello rosso rappresenta sì, come detto dallo stesso regista, una ripresa del filo rosso che, nella mitologia nipponica, unisce gli amanti (come avviene nell'episodio cardine di Dolls di Kitano), e insieme la forza di una passione guidata da un destino a cui è vano opporsi. Sorvolando su alcune ingenuità, nel debutto di Tanaka si percepisce una voce nuova e anticonformista, di cui il cinema giapponese nell'anno 2017 ha molto bisogno.

Vai alla home di MYmovies.it
Home | Cinema | NETFLIX | Database | Film | Calendario Uscite | MYMOVIESLIVE | Dvd | Tv | Box Office | Prossimamente | Trailer | Colonne sonore | MYmovies Club  ver: au12.
Copyright© 2000 - 2018 MYmovies.it® - Mo-Net s.r.l. Tutti i diritti riservati. È vietata la riproduzione anche parziale. P.IVA: 05056400483
Licenza Siae n. 2792/I/2742 - Credits | Contatti | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso | Accedi | Registrati