Non essere cattivo

Acquista su Ibs.it   Soundtrack Non essere cattivo   Dvd Non essere cattivo   Blu-Ray Non essere cattivo  
Un film di Claudio Caligari. Con Luca Marinelli, Alessandro Borghi, Silvia D'Amico, Roberta Mattei, Alessandro Bernardini.
continua»
Drammatico, Ratings: Kids+13, durata 100 min. - Italia 2015. - Good Films uscita martedì 8 settembre 2015. MYMONETRO Non essere cattivo * * * 1/2 - valutazione media: 3,63 su -1 recensioni di critica, pubblico e dizionari. Acquista »
   
   
   
stenoir giovedì 12 novembre 2020
un film che non lascia indifferenti Valutazione 0 stelle su cinque
0%
No
0%

Ostia, metà anni ’90, la vita di Cesare e Vittorio, due ragazzi che tirano a campare con lavoretti saltuari, spacciando droga (e tenendosela un po’ per sé) e compiendo furtarelli; fin quando uno dei due, dotato di più buon senso rispetto all’altro, capisce che la propria esistenza necessita di un cambio di rotta, ma un amico non si può lasciare indietro… Caligari, autore di soli tre lungometraggi in più di trent’anni di carriera, conclude la sua “trilogia” con un film dal sapore dolce e amaro allo stesso tempo.

[+] lascia un commento a stenoir »
d'accordo?
biscotto51 martedì 8 settembre 2020
sarebbe bello se fosse parlato comprensibilmente Valutazione 2 stelle su cinque
0%
No
0%

... e non in romanesco stretto che non so quanti spettatori siano riusciti a comprendere, a meno che non siano romanacci de roma. Metteteci i sottotitoli no?

[+] lascia un commento a biscotto51 »
d'accordo?
samuele rossoni venerdì 14 febbraio 2020
tutti je vogliamo bene a quel disastro Valutazione 0 stelle su cinque
0%
No
0%

Crudo. Violento. Emozionate. Ci sarebbero tanti aggettivi per descrivere questo film, ma quello che più gli si addice è misurato. È misurata la sceneggiatura. Sono misurate le interpretazioni i, la messa in scena, la regia, la fotografia. Claudio Caligari ha realizzato un’opera d’arte che sa parlarti allo stesso di svariate tematiche: sicuramente al centro di tutto troviamo l’amicizia, ma non si può ignorare la descrizione della periferia romana, la crescita e maturazione delle persone (sarebbe riduttivo definirli personaggi). Sono trattati anche argomenti sociali come la droga e il lavoro. Tutto quello che è stato detto finora si potrebbe sintetizzare con una semplice frase: questo film pala della vita. [+]

[+] lascia un commento a samuele rossoni »
d'accordo?
felicity lunedì 31 dicembre 2018
umanità perduta, tra baratro e redenzione Valutazione 0 stelle su cinque
0%
No
0%

Girato con freddezza e padronanza registica.
Suggestive e mozzafiato sono le sequenze dello sballo notturno, con ralenti, montaggio frenetico, carrellate eleganti e mai inopportune.
A rompere il ritmo vertiginoso ci sono gli squarci sentimentali sulle difficoltà emotive dei protagonisti.
Non essere cattivo è un invito, una raccomandazione, una speranza.
Ma il fatto è che nessuno è davvero cattivo in questo bellissimo film.

[+] lascia un commento a felicity »
d'accordo?
felicity lunedì 31 dicembre 2018
umanità perduta, tra baratro e redenzione Valutazione 0 stelle su cinque
0%
No
0%

Girato con freddezza e padronanza registica.
Suggestive e mozzafiato sono le sequenze dello sballo notturno, con ralenti, montaggio frenetico, carrellate eleganti e mai inopportune.
A rompere il ritmo vertiginoso ci sono gli squarci sentimentali sulle difficoltà emotive dei protagonisti.
Non essere cattivo è un invito, una raccomandazione, una speranza.
Ma il fatto è che nessuno è davvero cattivo in questo bellissimo film.

[+] lascia un commento a felicity »
d'accordo?
sellerone martedì 21 agosto 2018
parliamo di fatti! Valutazione 3 stelle su cinque
0%
No
0%

Come in un cerchio vizioso, il protagonista vero, l'amico, quello che cerca di mettere la testa a posto e prendersi le sue responsabilità, finisce sempre per ritornare al punto di partenza. Una vita già scritta con un destino ineluttabile? forse, ma la speranza di un figlio, la sfida costante di un uomo che di fronte ai soldi e alle promesse, anche di chi poi ti sputa in faccia le sue aspettative che vanno oltre le reali possibilità, decide stavolta di tenere duro. Un fratello è andato, ha lasciato un nuovo inizio, una speranza che la vita, a volte anche per quelli che sono ai margini e obbligati a restarci, può andare diversamente. Bel film profondo e tristemente speranzoso.

[+] lascia un commento a sellerone »
d'accordo?
rob8 sabato 28 luglio 2018
non guardare il mare, che ti vengono i pensieri Valutazione 3 stelle su cinque
0%
No
0%

La realtà marginale vissuta dai personaggi di questo film si identifica, socialmente e geograficamente, con il margine costiero di Ostia, divenuta vera e propria banlieue di Roma. Una Ostia piena di cantieri, simbolo di un’edilizia del malaffare e del riciclaggio dei capitali sporchi del grande traffico della droga, ma anche delle baracche e delle villette abusive, abitati e frequentati dai balordi che quella droga consumano (con tanto di allucinazioni di sirene marine) e che se possono spacciano al minuto.
Un’umanità disperata, che pure trova suoi codici di vita e di sentimento: nella solidale amicizia dei due protagonisti; nei loro strazianti rispettivi rapporti affettivi; nelle liberatorie partite a pallone sulla spiaggia. [+]

[+] lascia un commento a rob8 »
d'accordo?
supersantos lunedì 13 novembre 2017
dura è la vita Valutazione 2 stelle su cinque
100%
No
0%

Non credo proprio possa essere definito un film cult o il ritratto sincero della  generazione anni novanta.
Certamente ci sono alcuni spunti interessanti ed alcuni momenti molto veri tipo le difficoltà lavorative e quelle di una integrazione civile difficile da attuarsi,ma in particolare modo il personaggio interpretato da Marinelli mi è sembrato  "forzato".
Oggettivamente è troppo eccessivo e brutale ogni oltre comprensibile ragione e la rabbia di fondo che lo accompagna spesso non è giustificabile,almeno negli eventi narrati.
Anche le scene davanti al Bar,in alcuni casi sfiorano il ridicolo.
Molto più vicino alla realtà Vittorio,che lotta quotidianamente con la realtà circostante,che passo dopo passo fa dell'umiltà uno stile corretto di vita. [+]

[+] lascia un commento a supersantos »
d'accordo?
francesca.montaguti martedì 10 ottobre 2017
un film che ritrae una generazione Valutazione 5 stelle su cinque
0%
No
100%

Personalmente ho trovato il film molto interessante, capace di restituire allo spettatore l'immagine di una generazione - passata ma vicina - di cui tutti noi abbiamo memoria. Quello che ho apprezzato particolarmente è stata la capacità di mettere in scena la desolazione umana, la morbosità dei suoi rapporti e, come in un'opera di Vega, l'impossibilità di una redenzione.
Completa il tutto una fotografia d'eccezione e un'ottima tenuta attoriale. Un film da non perdere, ma da Caligari non potevamo aspettarci di meno.

[+] lascia un commento a francesca.montaguti »
d'accordo?
parsifal sabato 16 settembre 2017
ultimo capitolo Valutazione 4 stelle su cinque
73%
No
27%

Caligari, regista di grande spessore e abile narratore del disagio suburbano, conclude con quest'opera  la sua preziosa trilogia. L'erede morale di Pasolini fa in modo che la vicenda si concluda proprio lì dove era iniziata, ad Ostia , simbolo  sin dall'immediato dopoguerra, di un crescente ed irrisolto errato concetto di sviluppo edilizio e non solo ovviamente. I protagonisti sono Cesare ( autocitazione dal primo film)  interpretato dal poliedrico Marinelli e Vittorio, il ruvido e tenebroso Alessandro Borghi, affondano le proprie radici esistenziali nella rabbia di esistere in luogo dove l'unica cosa che esiste è la mancanza. E la suddetta rabbia li spinge a mordere il freno, a non rispettare alcuna regola, a volere tutto e subito e a voler raggiungerlo senza compromessi di sorta : la frase " La vita è dura e se non sei duro come la vita , non vai avanti"  è decisamente emblematica della forma mentis di Cesare. [+]

[+] lascia un commento a parsifal »
d'accordo?
pagina: 1 2 3 4 5 6 7 »
Non essere cattivo | Indice

Recensioni & Opinionisti Premi
Multimedia Shop & Showtime
MYmovies
Paola Casella
Pubblico (per gradimento)
  1° | sergio dal maso
  2° | brian77
  3° | eusebio abbondanza
  4° | robert eroica
  5° | brunobruno
  6° | kronos
  7° | parsifal
  8° | emyliu`
  9° | marcello1979
10° | fabriziog
11° | camarillo
12° | supersantos
13° | maurizio meres
14° |
15° | santamarinella2
16° | sara kavafis
17° | maumauroma
18° | fabiofeli
19° | alessio montini
20° | eugenio98
21° | emyliu`
22° | pepito1948
23° | nanni
24° | rinogaetanoforever
25° | mauridal
26° | zarar
27° | emanuela piccioni
28° | iuriv
29° | eugenio
30° | luca scial�
31° | rob8
32° | stenoir
33° | m.barenghi
34° | flyanto
35° | quelchepenso
36° | 38ogeid
37° | stefano capasso
38° | uppercut
39° | l''uomodellasala
40° | riccardo tavani
41° | noia1
42° | filippo catani
43° | francesca.montaguti
44° | bruce harper
Rassegna stampa
Emiliano Morreale
Nastri d'Argento (7)
David di Donatello (19)


Articoli & News
Immagini
1 | 2 | 3 | 4 | 5 | 6 | 7 | 8 | 9 |
Link esterni
Facebook
prossimamente al cinema Film al cinema Novità in dvd Film in tv
Altri prossimamente » Altri film al cinema » Altri film in dvd » Altri film in tv »
home | cinema | database | film | uscite | dvd | tv | box office | prossimamente | colonne sonore | Accedi | trailer | TROVASTREAMING |
Copyright© 2000 - 2023 MYmovies® // Mo-Net All rights reserved. P.IVA: 05056400483 - Licenza Siae n. 2792/I/2742 - credits | contatti | redazione@mymovies.it
Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso
pubblicità