Simon Werner a Disparu...

Film 2010 | Drammatico 87 min.

Anno2010
GenereDrammatico
ProduzioneFrancia
Durata87 minuti
Regia diFabrice Gobert
AttoriJules Pélissier, Laurent Capelluto, Ana Girardot, Arthur Mazet, Jean-Philippe Goudroye Matthew Nadu, Serge Riaboukine.
Distribuzioneda definire
MYmonetro Valutazione: 2,50 Stelle, sulla base di 2 recensioni.

Regia di Fabrice Gobert. Un film con Jules Pélissier, Laurent Capelluto, Ana Girardot, Arthur Mazet, Jean-Philippe Goudroye. Cast completo Genere Drammatico - Francia, 2010, durata 87 minuti. distribuito da da definire. Valutazione: 2,50 Stelle, sulla base di 2 recensioni.

Condividi




oppure

In una piccola cittadina a meta' degli anni '90 scompare un ragazzo. Nessuno sa come ma tutti hanno visto qualcosa Il film ha ottenuto 1 candidatura a Cesar,

Consigliato assolutamente no!
n.d.
MYMOVIES 2,50
CRITICA N.D.
PUBBLICO N.D.
CONSIGLIATO NÌ
Ogni personaggio una storia e uno stile per comprendere la realtà di una sparizione.
Recensione di Gabriele Niola
sabato 22 maggio 2010
Recensione di Gabriele Niola
sabato 22 maggio 2010

Anni '90, Simon Werner è sparito. Quello che è sicuro è che c'è stata una festa alla quale doveva presentarsi e non si è presentato. Da quel momento in poi nessuno ne sa più nulla. C'è chi l'ha visto litigare con i professori e con i compagni, chi l'ha visto tradire la sua ragazza e dirigersi verso la casa dell'allenatore della squadra di calcio. Nessuno però sa dove possa essere.
Il gioco di Simon Werner a disparu è simile a quello di Rapina a mano armata e diametralmente opposto a quello di Rashomon. I giorni precedenti e seguenti la scomparsa del ragazzo vengono raccontati diverse volte seguendo i diversi personaggi. Prima pedinando una persona, poi pedinandone un'altra e via dicendo. Ogni volta che si ripercorrono i cinque giorni fatidici emergono nuovi elementi utili alla comprensione dei fatti.
Dunque in questo film la moltiplicazione dei punti di vista è un espediente per comprendere la realtà e non per affermare l'impossibilità di avere un punto di vista oggettivo sui fatti.
Eppure, nonostante quando arrivi la conclusione i fatti siano chiari, rimane il dubbio sugli intenti dell'opera. Quello che è certo è che l'obiettivo di Fabrice Gobert non sembra essere di arrivare a capire cosa sia accaduto a Simon Werner, semmai appare più cruciale il modo in cui i ragazzi tramino, si organizzino e vivano un simile evento destabilizzante.
Per raccontare gli eventi che portano allo spaesamento, Gobert dirige pensando alle atmosfere colorate e kitsch di Dario Argento con un gusto che guarda al regista italiano anche nell'organizzare, fotografare e comporre le sequenze, ma non necessariamente cercando la suspense o lo spavento, anzi. I diversi racconti hanno ognuno una sfumatura diversa. Uno più ironico, uno più teso, uno più sentimentale e infine uno più dinamico. Per ognuno ci sono anche soluzioni di regia leggermente differenti utili a renderlo unico e isolabile, come unica ed isolabile è la personalità di ognuno dei personaggi coinvolti.
Cercando un'armonia e una forma di racconto a sfumature differenti per ognuno si cerca di dipingere in pochi minuti ogni piccolo universo personale a partire dalla messa in scena. Impresa nobile ma dall'attualizzazione poco coesa.

Sei d'accordo con Gabriele Niola?
STAMPA
RECENSIONI DELLA CRITICA
Jean-Luc Douin
Le Monde

En son temps, Les Disparus de Saint-Agil fut un classique. Evoquant la disparition, dans un pensionnat, de plusieurs élèves qui avaient fondé une société secrète, les Chiche-Capon, Pierre Véry en 1935 puis Christian-Jaque en 1938 alignèrent un livre puis un film qui ouvraient les portes de l'imaginaire de l'enfance. En racontant une histoire analogue, Fabrice Gobert, dont c'est le premier film, campe [...] Vai alla recensione »

Vai alla home di MYmovies.it
Home | Cinema | TIMVISION | Database | Film | Calendario Uscite | MYMOVIESLIVE | Dvd | Tv | Box Office | Prossimamente | Trailer | Colonne sonore | MYmovies Club
Copyright© 2000 - 2019 MYmovies.it® - Mo-Net s.r.l. Tutti i diritti riservati. È vietata la riproduzione anche parziale. P.IVA: 05056400483
Licenza Siae n. 2792/I/2742 - Credits | Contatti | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso | Accedi | Registrati