I diari della motocicletta

Acquista su Ibs.it   Soundtrack I diari della motocicletta   Dvd I diari della motocicletta   Blu-Ray I diari della motocicletta  
Un film di Walter Salles. Con Gael García Bernal, Mercedes Morán, Jean Pierre Noher, Mia Maestro, Rodrigo De la Serna.
continua»
Titolo originale Diarios de motocicleta. Avventura, Ratings: Kids+16, durata 126 min. - Argentina, Brasile, Cile, Perù, USA 2004. - Bim Distribuzione MYMONETRO I diari della motocicletta * * * - - valutazione media: 3,00 su -1 recensioni di critica, pubblico e dizionari.
   
   
   
emanuele lunedì 24 maggio 2004
dovete morire tutti comunisti di merda Valutazione 0 stelle su cinque
59%
No
41%

CON QUESTO FILM SI VUOLE METTERE IN RISALTO SEMPRE LA SOLITA CONDIZIONE SOCIALE DELL'AMERICA LATINA. SI PARLA DI CHE GUEVARA COME UN DIO, COME QUALCUNO CHE HA COMBATTUTO PER GLI IDEALI DI POPOLO, MA DOPO QUASI QUARANTANNI LA GENTE LO ESALTA ANCORA. SEMPRE IL SOLITO FILM DI CHI APPOGGIA E STRUMENTALIZZA LE TEORIE DELLA SINISTRA ESTREMA E DI QUEL PUPAZZO DI BERTINOTTI CHE E' BRAVO SOLO A PAROLE, FACENDO SEMPRE LE ASSEMBLEE CONTESTANDO, E INVOGLIARE I LAVORATORI A FARE SCIOPERO

[+] cinema o politica? (di anonimo)
[+] in risposta alla violenza di emanuele (di antonio)
[+] a manuè (di francesco)
[+] ma quale comunismo! (di sax)
[+] ma quale comunismo! (di sax)
[+] emanuele t'ho scoperto.. (di lenin)
[+] senza sogni nè ideali povero emanuele (di luciana)
[+] manu sei il migliore (di acaro)
[+] manu sei il migliore (di acaro)
[+] solidarietà per i muli (1) (di kiocciolina)
[+] solidarietà per i muli (2) (di kiocciolina)
[+] spero tu stia scherzando... (di ggg414)
[+] potevi non guardarlo... (di fra)
[+] .......bho (di anonimo)
[+] ciavardini innocente (di anticompagneros)
[+] anticompagneros (di ciavardini innocente )
[+] hasta la minchiata (di x mas)
[+] ma che state addi' (di drjackill69)
[+] ma una redazione non esiste? (di gargantua)
[+] hasta la victoria siempre! (di monique)
[+] x anonimo (di gweruigwep)
[+] il che sempre in noi ! (di guevarina)
[+] .................. (di rose)
[+] ignorante (di shadow)
[+] poverino (di marco)
[+] appoggio (di p.l.u.)
[+] ......... (di dami)
[+] no comunismo (di italiano)
[+] sei grande che (di ele)
[+] che "$$$$$$ dollar" guevara (di dominic)
[+] emanuele mi fai pena !!! (di alexscorpio)
[+] vaidux (di pierpiero)
[+] bravo shadow (di dami)
[+] lasciatelo perdere (di luciana)
[+] no alla politica (di josef)
[+] bravo!!! (di girardi 1920)
[+] lascia un commento a emanuele »
d'accordo?
camilla venerdì 2 marzo 2007
latinoamericana Valutazione 5 stelle su cinque
91%
No
9%

Il viaggio sulla Poderosa II è il sogno ad occhi aperti di un ragazzo di ventitré anni. Alla guida dell’acciaccato bolide non c’è ancora il comandante Guevara, leader politico e guerrigliero carismatico di qualche anno più tardi, ma soltanto un ragazzo lieto di affacciarsi alla vita. Le immagini ci scorrono dinanzi voluttuose coinvolgendo tutti i nostri sensi. Percepiamo i colori forti dei luoghi con gli occhi, ma chiudendoli per un istante, udiamo i silenzi chiassosi della natura, e gli odori penetranti della fertile terra latina dopo la pioggia battente, e così, carichi di entusiasmo, saliamo anche noi volentieri sull’amato ronzinante a motore, vagando senza una meta definita, con l’euforia e la spensieratezza consueta dei vent’anni. [+]

[+] davvero complimenti (di miriam the best)
[+] lascia un commento a camilla »
d'accordo?
fefy giovedì 10 gennaio 2008
in viaggio con “che” guevara Valutazione 4 stelle su cinque
87%
No
13%

Buenos Aires, gennaio 1952. Due giovani amici, Fùser (il furibondo Sern, dal cognome della madre, Celia de la Serna) e Miàl (mio Alberto, come con affetto l’apostrofava l’amico), decidono di intraprendere un viaggio epico in America Latina in cerca d’avventura e forse, ancor di più, per osservare e capire quel continente conosciuto solo attraverso i libri. In sella alla “Poderosa”, la motocicletta di Alberto, una Norton 500 del 1939 percorreranno più di diecimila chilometri attraversando l’Argentina, il Cile, il Perù fino ad arrivare, quasi sette mesi dopo, in Venezuela. Le strade polverose, le regioni aride e desertiche, la neve delle Ande segneranno il carattere di quei ragazzi, ma ancor più a cambiare la loro vita, forse per sempre, sarà l’incontro con la miseria e l’ingiustizia sociale che schiacciano le genti che abitano l’America Latina, non padrone della loro vita e incapaci di scrivere la propria storia. [+]

[+] x marissssssssisssssssima (di josef)
[+] lascia un commento a fefy »
d'accordo?
luca scialò lunedì 14 marzo 2011
dove nasce la sete di giustizia sociale dello che Valutazione 4 stelle su cinque
83%
No
17%

Alberto Granado ed Ernesto Guevara sono due giovani studenti universitari argentini prossimi alla laurea. Il primo, prima di compiere 30 anni, invita il secondo a risalire il Sud America in motocicletta. Un'impresa ardua, che quando si è ancora giovani e spensierati non è proibitiva. Comincia così una straordinaria avventura, con la moto che si guasta già dopo qualche mese, ma i due non demordono e con vari passaggi di fortuna, aiutandosi spacciandosi per due medici-ricercatori, attraversano il Cile, il Perù, la Colombia, fino ad arrivare in Venezuela. Conosceranno tanta disperazione popolare e ingiustizia sociale. Un'esperienza profonda che li farà maturare moltissimo, al punto che in Ernesto crescerà una gran voglia di rendersi utile per quella gente; anche al costo di rinunciare alle proprie ambizioni personali. [+]

[+] lascia un commento a luca scialò »
d'accordo?
sinkro giovedì 16 settembre 2010
un roadmovie. Valutazione 2 stelle su cinque
25%
No
75%

Ecco il viaggio di Ernesto Guevare prima che diventasse il famoso Che.
La pellicola ci mostra questo ragazzo gentile e puro di cuore che col suo amico Alberto e la Portentosa si fa la transamerica; quì verrà in contatto con tutti gli oppressi del contentinente sudamericano, e da quì (immagino perchè il film non lo racconta) maturerà la sua idea rivoluzionaria che lo renderà quel personaggio che conosciamo.
Il regista è capace di mostrare la storia senza retorica o moralismi e si mantiene sempre apolitico. Forse troppo apolitico perchè Ernesto parlerà di "Rivoluzione" solo in un dialogo insignificante con Alberto. [+]

[+] lascia un commento a sinkro »
d'accordo?
alberto cinelli venerdì 11 febbraio 2005
nulla di nuovo sotto il sole Valutazione 2 stelle su cinque
14%
No
86%

Piuttosto deludente. Una storia almeno all'inizio coinvolgente ma che durante il percorso cala di tensione. L'intento era quello di raccontarci il viaggio compiuto dal giovane Ernesto Guevara col suo amico Alberto Granado nell'America Meridionale al principio degli anni Cinquanta, durante il quale, presa coscienza delle condizioni della gente povera sarebbe nata in lui - di origine borghese - la vocazione per raddrizzare torti e ingiustizie che lo avrebbe portato a diventare il Che. A conti fatti però è venuto fuori un film di ordinaria amministrazione, sincero e onesto ma di maniera e che per questo non ci dice niente di nuovo, con in più una struttura narrativa e uno stile piuttosto vecchiotti, prolisso e anche un po' noioso. [+]

[+] how wonderful life is now your in the world (di marta)
[+] lascia un commento a alberto cinelli »
d'accordo?
demelzius mercoledì 18 luglio 2007
l'unico vero paese komunista al mondo è l'italia Valutazione 0 stelle su cinque
3%
No
97%

Politici, impiegati comunali, impiegati provinciali, impiegati statali,insegnanti materna,insegnanti elementari,insegnanti medie, insegnanti superiori,insegnanti universitari, medici ,infermieri, poliziotti,carabinieri,guardi di finanza, pompieri,vigili urbani, esercito, aereonautica, guardie forestali impiegati comunali,provinciali,regionali impiegagti socialmente utili, impiegati alle poste,alle ferrovie dello stato Basta non dimentico nulla? Ah lo sapevate che la regione calabria da sola ha lo stesso numero di guardi forestali di tutto il Canada? Provate ad ammalarvi in cina popolare, vediamo se vi ricoverano gratuitamente ( provare per crederci). Ma ke cazzo andate cercando siamo già in un paese komunista basta vedere le tasse che paghiamo!! Ormai si ruba al povero pirla che lavora per dare a chi non produce un cazzo, classico comunismo: Viva Che Guevara? Poveri Noi e Poveri Voi che vivete col paraocchi. [+]

[+] sistema mafioso (di fabry)
[+] demelzius=.............. (di wjkehrgliu)
[+] che c'entra con il film? (di josef)
[+] bravo fabry !!! (di alexscorpio)
[+] lascia un commento a demelzius »
d'accordo?
I diari della motocicletta | Indice

Recensioni & Opinionisti Premi
Multimedia Shop & Showtime
Premio Oscar (2)
Golden Globes (1)


Articoli & News
Scheda | Cast | News | Trailer | Poster | Foto | Frasi | Rassegna Stampa | Pubblico | Forum | Shop |
prossimamente al cinema Film al cinema Novità in dvd Film in tv
Altri prossimamente » Altri film al cinema » Altri film in dvd » Altri film in tv »
home | cinema | database | film | uscite | dvd | tv | box office | prossimamente | colonne sonore | Accedi | trailer | TROVASTREAMING |
Copyright© 2000 - 2023 MYmovies® // Mo-Net All rights reserved. P.IVA: 05056400483 - Licenza Siae n. 2792/I/2742 - credits | contatti | redazione@mymovies.it
Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso
pubblicità