La storia di Agnes Browne

Film 1999 | Commedia 91 min.

Titolo originaleAgnes Browne
Anno1999
GenereCommedia
ProduzioneIrlanda, USA
Durata91 minuti
Regia diAnjelica Huston
AttoriAnjelica Huston, Ray Winstone, Tom Jones, Marion O'Dwyer, Niall O'Shea .
MYmonetro Valutazione: 3,00 Stelle, sulla base di 7 recensioni.

Regia di Anjelica Huston. Un film con Anjelica Huston, Ray Winstone, Tom Jones, Marion O'Dwyer, Niall O'Shea. Titolo originale: Agnes Browne. Genere Commedia - Irlanda, USA, 1999, durata 91 minuti. Valutazione: 3,00 Stelle, sulla base di 7 recensioni.

Condividi

Aggiungi La storia di Agnes Browne tra i tuoi film preferiti
Riceverai un avviso quando il film sarà disponibile nella tua città, disponibile in Streaming e Dvd oppure trasmesso in TV.




oppure

La Huston alla regia del film su una Madre Coraggio rilandese: presentato al Festival di Cannes 1999, nella selezione Quinzaine des Réalisateurs. Al Box Office Usa La storia di Agnes Browne ha incassato 59,3 mila dollari .

Consigliato assolutamente no!
n.d.
MYMOVIES 2,75
CRITICA N.D.
PUBBLICO 2,00
CONSIGLIATO NÌ
Una regia pulita ed elegante per Anjelica Huston, con un ottimo cast.
Recensione di Luisa Ceretto
Recensione di Luisa Ceretto

Trentaquattrenne, bella e simpatica, Agnes Browne vive in un turbolento quartiere proletario di Dublino. È appena rimasta vedova con sette figli a carico e per pagare le spese del funerale deve richiedere un prestito ad uno strozzino. La donna non si dà per vinta e con l'aiuto dell'amica Marion, apre un banchetto di frutta e verdura.
Alla sua seconda regia, dopo aver raccontato nel suo esordio, Bastard out of Carolina, una storia di abusi sessuali, con La storia di Agnes Browne, dove interpreta il ruolo della protagonista, l'autrice propone un intenso ritratto di una madre coraggio irlandese. La vicenda prende spunto dal romanzo, "The Mommy", scritto da Brendan O'Carrell, che è il primo di tre romanzi dedicati al personaggio di Agnes e ai suoi figli.
Nel raccontare le vicissitudini di una famiglia sul finire degli anni Sessanta, in una Dublino in piena crisi economica, dove è sempre più difficile sbarcare il lunario o ottenere un sussidio dallo Stato, la pellicola, presentata nella sezione della "Quinzaine des Réalisateurs" alla cinquantaduesima edizione del festival di Cannes, affronta tematiche importanti come la solidarietà, la maternità, l'amicizia, il rapporto tra i sessi. In un universo si direbbe tutto al maschile, dove alcool e gioco d'azzardo sembrano spesso avere la meglio rispetto alla legalità, con il tempo scandito dalla consuetudine di rituali religiosi, il personaggio di Agnes è decisamente controcorrente. Una donna che non ha paura di nulla, neppure di affrontare i bulli del quartiere, che della solitudine e della consapevolezza di sé fa il proprio punto di forza e al fondo, conserva intatti i propri sogni, come quello di poter assistere un giorno ad un concerto del suo cantante preferito.
Come regista, oltre che come attrice, Angelica Huston riesce bene ad imprimere levità e ilarità a momenti anche drammatici, virando, sul finale, verso toni fiabeschi. Una regia pulita, elegante, con un ottimo cast e il cameo di Sir Thomas Jonas Woodward, in arte, Tom Jones.

Sei d'accordo con Luisa Ceretto?
Angelica Huston nella doppia veste di interprete e regista.
Recensione di Pino Farinotti

Figlia d'arte, attrice brillantissima, regista alle prime armi (ma sono armi affilate), qui disegna il ritratto di una Madre Coraggio irlandese. Deve affrontare i problemi dei figli, irrequieti, anche violenti, e anche il quotidiano. Come detto Anjelica si mostra all'altezza della situazione, soprattutto non vuole dimostrare di essere "autor" ad ogni inquadratura. Con un ottimo risultato.

Sei d'accordo con Pino Farinotti?

LA STORIA DI AGNES BROWNE disponibile in DVD o BluRay su IBS

DVD

BLU-RAY
€3,99
STAMPA
RECENSIONI DELLA CRITICA
Lietta Tornabuoni
La Stampa

Anjelica Huston, la figlia del grande John Huston, non ha talento ma possiede tante altre buone qualità: intelligenza, cuore, altruismo, spirito democratico, conoscenza del cinema, patriottismo irlandese. Dal romanzo The Mammy dell'irlandese Brendan O' Carroll, stavolta dirige e interpreta la storia, ambientata a Dublino nei tardi Sessanta, d'una madre di sette figli costretta dalla morte del marito [...] Vai alla recensione »

Laura Costantini
Il Giornale

L'altra metà del cielo secondo Anjelica Huston. La seconda prova da regista dell'attrice, figlia del grande John, è un film pieno di sentimenti, La storia di Agnes Browne, che uscirà nelle sale domani, a cura dell'Istituto Luce. La Huston è anche protagonista della pellicola, delicato ritratto di una vedova che, sola con sette figli nella Dublino del 1967 caotica e ancora lontana dal progresso, ritrova [...] Vai alla recensione »

Umberto Mosca
Duel

Nonostante Anjelica Huston sottolinei come l'ispirazione della sua regia provenga direttamente dalla lezione del padre, non avremmo potuto aspettarci un'Irlanda più diversa da quella joyciana, malinconica e chiusa in interni, con cui il grande John si era congedato dal suo pubblico ( The Dead - Gente di Dublino, 1987). Per La storia di Agnes Browne, infatti, la regista le co-sceneggiatrice del film) [...] Vai alla recensione »

Massimo Lastrucci
Ciak

Se esistesse un genere "irish", una filosofia "irish", una poetica "irish", questo film ne sarebbe uno dei più solari esempi. Quel comico che nasce dal tragico, quel mondo umido e caratterizzato, fatto di grandi bevute e grandi cantate, quell'umanità testarda che sa indossare i panni del mito e della tenera follia, ebbene si trovano tutti in questa seconda regia di Agjelica Huston.

Alberto Crespi
L'Unità

Esiste quasi una "competenza geografica" per alcuni dei film natalizi in uscita: se Happy Texas piacerà a tutti coloro che amano Fort Alamo, la musica country e i cappelli da cowboy marca Stetson, Agnes Browne è un film per irlandesi, di passaporto o di anima. Anjelica Huston - interprete e regista - è ovviamente americana, ma conosce bene la vecchia isola perché suo padre John ci è vissuto a lungo [...] Vai alla recensione »

Irene Bignardi
La Repubblica

Il marito è morto alle quattro meno dieci, travolto da un'auto, ma Agnes Browne, già nell'ufficio che dovrà darle un sussidio, non versa una lacrima. Non perché non sia sensibile. Ma perché l'eroina del romanzo irlandese The Mammy di Brendan O'Carroll, è, appunto, un'eroina, indomabile e fiduciosa nel futuro quanto Rossella O'Hara. E nonostante i sette figli (ma perché tutti hanno sette figli quando [...] Vai alla recensione »

Aldo Fittante
Film TV

Dublino,1967. Per affrontare le spese del funerale del marito, Agnes Browne si rivolge a uno strozzino. La morte inaspettata dell'uomo che le ha lasciato in eredità ben sette pargoli d'età compresa fra i 2 e i 14 anni, pur appesantendo la donna di oneri e doveri, accelera emancipazione e mutamenti interiori. Grazie anche alla bellissima amicizia con Marion.

Vai alla home di MYmovies.it
Home | Cinema | NETFLIX | Database | Film | Calendario Uscite | MYMOVIESLIVE | Dvd | Tv | Box Office | Prossimamente | Trailer | Colonne sonore | MYmovies Club  ver: au12.
Copyright© 2000 - 2018 MYmovies.it® - Mo-Net s.r.l. Tutti i diritti riservati. È vietata la riproduzione anche parziale. P.IVA: 05056400483
Licenza Siae n. 2792/I/2742 - Credits | Contatti | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso | Accedi | Registrati