Un medico, un uomo

Film 1991 | Drammatico 124 min.

Regia di Randa Haines. Un film con William Hurt, Christine Lahti, Ken Lerner, Wendy Crewson, Mandy Patinkin, Elizabeth Perkins. Cast completo Titolo originale: The Doctor. Genere Drammatico - USA, 1991, durata 124 minuti. Valutazione: 3,00 Stelle, sulla base di 5 recensioni.

Condividi




oppure

Dopo il lacrimevole e manieristico Figli di un Dio minore ecco che Randa Haines cala implacabile per riportarci il William Hurt più smorfioso ...

Consigliato assolutamente no!
n.d.
MYMOVIES 2,75
CRITICA N.D.
PUBBLICO 2,00
CONSIGLIATO NÌ
Scheda Home
News
Premi
Cinema
Recensione di Giancarlo Zappoli
Recensione di Giancarlo Zappoli

Jack Mackee è un medico giovane e molto capace che però non ha un buon rapporto con i pazienti. Sottopostosi a una visita di controllo presso una collega si vede diagnosticare un tumore alle corde vocali. Jack da medico si trasforma progressivamente in paziente e, dopo un periodo in cui reagisce negativamente alla malattia, diviene amico di una compagna di sofferenza, June, che riesce a far sì che la sua reazione di fronte al male che lo ha colpito sia meno tormentata.
Randa Haines all'epoca aveva conosciuto il successo grazie a Figli di un dio minore. Era pressoché inevitabile che cercasse di bissare il successo in compagnia dello stesso attore che tanto aveva dato a quel film: William Hurt.
Anche qui si prende spunto da una storia vera come accadeva nell'altro film "ospedaliero" di successo dell'epoca Risvegli ma Hurt, la cui prestazione vale la visione del film, non è servito da una sceneggiatura abbastanza strutturata tanto che la sua trasformazione da medico scostante a paziente bisognoso di comprensione procede più per episodi che per convinzione interiore.
Una giustificazione comunque c'è: mancavano ancora 3 anni a quel 19 settembre 1994 che avrebbe cambiato per sempre l'immagine del medico sul piccolo e sul grande schermo: la messa in onda del pilot di E.R. - Medici in prima linea.

Sei d'accordo con Giancarlo Zappoli?

Dopo il lacrimevole e manieristico Figli di un Dio minore ecco che Randa Haines cala implacabile per riportarci il William Hurt più smorfioso e farci dimenticare il grande attore che sa essere. Quando Hollywood tratta un argomento con un film poi si può star certi che altri dieci ne riparleranno. E così dopo A proposito di Henry, dove si parlava di un avvocato pentito, qui si parla di un medico. Jack è un chirurgo senza un minimo di umanità e pensa che per fare il proprio lavoro si debba alzare un muro con i pazienti per non affezionarsi troppo a loro. Ovvio che un tipo così è destinato ad essere punito, e infatti cadrà ammalato e subirà ciò che ha fatto subire. Pentimento finale.

Su MYmovies il Dizionario completo dei film di Laura, Luisa e Morando Morandini

Dal romanzo autobiografico del dott. Ed Rosenbaum A Taste of My Own Medicine . Quando scopre di avere un tumore alla gola un chirurgo di successo capisce che cosa significa essere un paziente, in balia di medici che lavorano come meccanici e della burocrazia ospedaliera. La regista riesce a mitigare il moralismo del libro conferendo maggior efficacia alla vicenda. Ben fotografato e ben recitato. Hurt si riconferma come un attore completo e duttile.

Tutte le recensioni de ilMorandini
CONSULTALO SUBITO

UN MEDICO, UN UOMO disponibile in DVD o BluRay su IBS

DVD

BLU-RAY
€7,25
PUBBLICO
RECENSIONI DALLA PARTE DEL PUBBLICO
martedì 8 novembre 2011
NicoSonic_10

Ottimo film..è la sintesi della realtà messa su un pannello conematografico..la storia di un medico avido di grandezza che vede il proprio mondo capovolgersi..tutto quello che l'attimo prima sembrava reale , l'attimo seguente si era dissolto nel vento..il medico si rende conto di essere anch'egli un essere umano , di carne ed ossa.

lunedì 14 novembre 2011
NicoSonic_10

Mette su pellicola la dura realtà..un medico che credo di essere onnipotente , che dall'alto della sua laurea in Medicina e Chirurgia può decidere delle vite altrui..la dura realtà lo mette di fronte al fatto che può decidere forse delle vite altrui..ma non della sua..quado il protagonista viene colpito dal grande male del '900 , il cancro , si rende conto di essere [...] Vai alla recensione »

venerdì 2 luglio 2010
iknowiamsexy

Niente da dire, film palesemente pieno zeppo di luoghi comuni e stereotipi, sentimenti facili, sceneggiatura scontata. Sembra più un telefilm americano. Buono per far piangere qualche ragazza al cinema, niente di più.

Frasi
"I dottori passano un sacco di tempo a studiare nomi latini delle malattie che i pazienti hanno. Devono imparare qualcosa di più semplice. I pazienti hanno tutti un nome, e si sentono impauriti, imbarazzati e vulnerabili, insomma sì, sono malati. Quello che vogliono è soprattutto guarire ed è per questo che affidano ai medici la loro vita!"
Jack (William Hurt)
dal film Un medico, un uomo - a cura di martina
RECENSIONI MYMOVIES
PUBBLICO
MULTIMEDIA
SHOWTIME
Vai alla home di MYmovies.it
Home | Cinema | TIMVISION | Database | Film | Calendario Uscite | MYMOVIESLIVE | Dvd | Tv | Box Office | Prossimamente | Trailer | Colonne sonore | MYmovies Club
Copyright© 2000 - 2019 MYmovies.it® - Mo-Net s.r.l. Tutti i diritti riservati. È vietata la riproduzione anche parziale. P.IVA: 05056400483
Licenza Siae n. 2792/I/2742 - Credits | Contatti | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso | Accedi | Registrati