Lo zoo di Venere

Film 1985 | Fantastico V.M. 14 115 min.

Titolo originaleA Zed and Two Noughts
Anno1985
GenereFantastico
ProduzioneGran Bretagna
Durata115 minuti
Regia diPeter Greenaway
AttoriAndréa Ferréol, Brian Deacon, Eric Deacon, Joss Ackland, Frances Barber .
TagDa vedere 1985
RatingConsigli per la visione di bambini e ragazzi: V.M. 14
MYmonetro 3,84 su 1 recensioni tra critica, pubblico e dizionari.

Regia di Peter Greenaway. Un film Da vedere 1985 con Andréa Ferréol, Brian Deacon, Eric Deacon, Joss Ackland, Frances Barber. Titolo originale: A Zed and Two Noughts. Genere Fantastico - Gran Bretagna, 1985, durata 115 minuti. Consigli per la visione di bambini e ragazzi: V.M. 14 - MYmonetro 3,84 su 1 recensioni tra critica, pubblico e dizionari.

Condividi

Aggiungi Lo zoo di Venere tra i tuoi film preferiti
Riceverai un avviso quando il film sarà disponibile nella tua città, disponibile in Streaming e Dvd oppure trasmesso in TV.



Accedi o registrati per aggiungere il film tra i tuoi preferiti.


oppure

Accedi o registrati per aggiungere il film tra i tuoi preferiti.

Intricata vicenda di due gemelli rimasti vedovi in un incidente d'auto. Alla sopravvissuta, tale Alba, viene amputata una gamba da un chirurgo che fa anche il pittore falsario, Van Meegeren, che poi la priverà anche dell'altra.

Consigliato assolutamente sì!
3,84/5
MYMOVIES 3,50
CRITICA N.D.
PUBBLICO 3,11
CONSIGLIATO SÌ
Scheda Home
Critica
Premi
Cinema
Trailer

Intricata vicenda di due gemelli rimasti vedovi in un incidente d'auto. Alla sopravvissuta, tale Alba, viene amputata una gamba da un chirurgo che fa anche il pittore falsario, Van Meegeren, che poi la priverà anche dell'altra. I due vedovi, entomologi per uno zoo, tramutano l'odio per Alba in una strana passione che frutterà altri due gemelli (con due padri e una madre). Alba si suiciderà e i pargoli verranno dati ad un uomo, Felipe Arc-en-ciel. Anche i due padri-gemelli decideranno di suicidarsi davanti ad una telecamera.

Su MYmovies il Dizionario completo dei film di Laura, Luisa e Morando Morandini

Sotto il titolo originale ("una zeta e due zeri", crittogramma dai molti significati) c'è una storia - si fa per dire - con Alba che perde una gamba e un figlio in uno scontro in auto con un cigno, incidente in cui muoiono le mogli di due gemelli (già siamesi) etologi, Oswald e Osmund Deuce (i due O, zeri, del titolo inglese) che lavorano nello zoo di Rotterdam. I due diventano prima amanti di Alba, poi "padre" dei suoi nascituri e, infine, suicidi dopo che la donna, amputata anche all'altra gamba, trova l'anima gemella nel signor Arcobaleno, monco in carrozzella. 3° lungometraggio di finzione di Greenaway, secondo il quale "il cinema è troppo importante per lasciarlo fare ai narratori di storie". Cerebrale sino all'esasperazione e perverso, è basato sul rapporto uomo-animale, sul corpo dei personaggi (sempre a figura intera senza piani ravvicinati) e sulla pittura (Vermeer soprattutto e i fiamminghi del '400 come Robert Campin e Jan Van Eyck). Fotografia: Sacha Vierny. Da vedere nell'edizione originale: la traduzione fa svaporare i frequenti giochi linguistici.

Tutte le recensioni de ilMorandini
CONSULTALO SUBITO
PUBBLICO
RECENSIONI DALLA PARTE DEL PUBBLICO
venerdì 8 ottobre 2010
paride86

Film complesso e visionario, in cui Peter Greenaway dimostra tutto il suo talento visivo, ispirato, tra l'altro, da grandi artisti della pittura che cita esplicitamente nelle sue pellicole. Il tema del film è la vita (e la morte) in senso lato, ma anche in quello biologico del termine; decomposizione, brodo primordiale, sesso, simmetria, sono solo alcune delle cose che vengono affrontate [...] Vai alla recensione »

giovedì 7 maggio 2015
APropositodiCinema

Lo zoo messo in scena da Greenaway è formato più che altro da individui, persone che si decompongono allo stesso modo degli animali che si vedono durante alcuni spezzoni del film, personaggi che compiono un'evoluzione al contrario come quella studiata ossessivamente dai due etologi protagonisti.  Il film di Greenaway è un meraviglioso componimento in cui il regista mostra [...] Vai alla recensione »

mercoledì 21 gennaio 2015
Dandy

Al suo terzo film,Greenaway assembla una serie di scene fin troppo chiaramente ispirate ai quadri di Vermeer,dove si mescolano alla rinfusa le sue ossessioni(la nascita,il doppio,la putrefazione,il bianco e nero,i numeri).Prese di persè possono anche risultare affascinanti o quantomeno stranianti,come l'ambientazione.Ma messe insieme formano un qualcosa che ha poco a che fare col cinema,e [...] Vai alla recensione »

Frasi
Perché noi dobbiamo avere due narici? Perché dobbiamo avere il doppio di ogni nostra parte?
Una frase di Oswald Deuce (Brian Deacon)
dal film Lo zoo di Venere
SHOWTIME
Vai alla home di MYmovies.it
Home | Cinema | Database | Film | Calendario Uscite | MYMOVIESLIVE | Dvd | Tv | Box Office | Prossimamente | Trailer | Colonne sonore | MYmovies Club
Copyright© 2000 - 2022 MYmovies.it® - Mo-Net s.r.l. Tutti i diritti riservati. È vietata la riproduzione anche parziale. P.IVA: 05056400483
Licenza Siae n. 2792/I/2742 - Credits | Contatti | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso | Accedi | Registrati