Angst

Un film di Hans Steinhoff. Con Elga Brink, Vivian Gibson, Margit Manstad, Valery Boothby, Henry Edwards, Gustav Fröhlich.
continua»
Muto, durata 105' min. - Germania 1928.
Consigliato assolutamente no!
n.d.
MYMONETRO®
Indice di gradimento medio del film tra pubblico, critica e dizionari + rapporto incassi/sale (n.d.)
 dizionarin.d.
 critican.d.
 pubblicon.d.
Richiedi il passaggio in TV di questo film
Chiudi Cast
Le giornate del cinema muto

Dopo il successo commerciale del film sulle schiave bianche Das Frauenhaus von Rio (1927) e l'adattamento cinematografico del romanzo di Gustav Frenssen Die Sandgräfin (1928), Angst fece di Hans Steinhoff uno dei pilastri della Orplid, la casa di produzione di Georg M. Jacoby. Al centro del film, basato su un famoso racconto di Stefan Zweig, c'è la moglie viziata di un avvocato di successo (sullo schermo i due personaggi sono ribattezzati Inge ed Erich Duhan); trascurata dal marito, tutto preso dal lavoro, lei si lascia coinvolgere in una relazione con un artista per poi cadere vittima di un ricattatore.Prima di essere pubblicato dalla Reclam nel 1925, Angst (scritto nel 1910) era uscito a puntate nell'agosto del 1922 sulla rivista tedesca Film-Kurier. L'epoca e la scelta della testata fanno pensare che all'inizio Zweig ed il suo editore considerassero il soggetto come potenzialmente adatto a un Kammerspielfilm. I diritti vennero acquisiti dalla Orplid sbaragliando un'agguerrita concorrenza, almeno secondo quanto si legge nei comunicati stampa diffusi dalla società agli inizi del 1928. Nel gennaio-febbraio dello stesso anno l'esperto drammaturgo Ernst B. Fey tramutò deliberatamente il complesso studio psicologico di Zweig, volto soprattutto a scavare nella psiche della protagonista, in un melodramma, con l'aggiunta di una coppia "aperta" (il socio di Duhan, dott. Born, avvocato divorzista, e sua moglie Claire) e l'artista-amante trasformato da pianista viennese in un pittore in vacanza a Cannes.Le precarie condizioni di salute del produttore Jacoby e le difficoltà del casting rinviarono di alcuni mesi la lavorazione: le riprese in interni ebbero inizio il 13 maggio negli studi Grünewald di Berlino. Ai primi di giugno, Steinhoff, Elga Brink, Gustav Fröhlich ed una squadra di tecnici si spostarono a Cannes per le riprese in esterni, che vennero ritardate di molto a causa del maltempo. Le riprese furono portate a termine nella seconda metà di luglio e la prima del film ebbe luogo a Lipsia il 16 agosto, davanti ad un pubblico invitato per l'inaugurazione del ristrutturato Cinema Universum ora Gloria-Palast. Sei giorni più tardi Angst fu proiettato nel cinema più prestigioso di Berlino, il Gloria-Palast, durante la "Prima Conferenza Internazionale dei Proprietari di Sale": l'occasione buona per far conoscere il film al di fuori del mercato nazionale. All'epoca la Orplid era già stata acquisita dalla casa londinese British & Foreign Films Ltd. (fondata nel maggio 1928). L'influenza britannica si rispecchia nella presenza, nei panni di Erich Duhan, dell'idolo delle matinée inglesi Henry Edwards. La pellicola godette in generale di una buona accoglienza ed è annoverabile tra i pochi veri successi della British & Foreign Films.Il restauro di Angst è parte di un progetto che si propone di recuperare e far vedere i film muti di Hans Steinhoff - progetto intrapreso dal Bundesarchiv-Filmarchiv di Berlino con il sostegno dell'UK Arts and Humanities Research Board e dell'University of the West of England di Bristol. Si è partiti da tre copie conservate al Bundesarchiv-Filmarchiv (1879,4 metri, con didascalie in tedesco), al Gosfilmofond di Mosca (2216,5 metri, con didascalie in russo) ed al BFI / National Film and Television Archive di Londra (2123 metri, con didascalie inglesi). Esse si completavano l'un l'altra a tal punto che è stato possibile predisporre una versione restaurata di solo 40 metri più breve della versione tedesca uscita nel 1928 e che probabilmente contiene una sequenza di 11 metri tagliata dalla censura. Benché sia di cinque generazioni successiva all'edizione originale e sia un po' più breve della versione russa, la copia del NFTVA, la meglio conservata, è stata alla base delle operazioni di preservazione e restauro. Per consumata che fosse, la copia tedesca aveva i cartelli delle didascalie in ottimo stato, forse perché ricavati da un'altra copia in occasione di precedenti operazioni di preservazione. Dato che non sembrano essersi conservati né sceneggiatura né fogli di censura, si sono dovute ritradurre alcune didascalie dall'inglese (tenendo nel contempo presenti quelle russe).Siccome ognuna delle copie utilizzate è di un 20-30 per cento più corta rispetto all'originale tedesco, è difficile stabilire il ruolo giocato dalle esigenze dei vari paesi dove il film doveva essere esportato. Sia la copia inglese sia quella russa hanno un certo numero di riprese fra loro diverse, per lo più individuabili solo confrontandole con un'adeguata apparecchiatura. Per esempio, la passeggiata in montagna di Inge Duhan con il pittore è diversa in ognuna delle tre versioni. La più lunga - quasi il doppio rispetto alla copia inglese - è quella dell'edizione russa. Evidentemente nel montare le copie per i vari mercati si tenevano presenti gusti e inclinazioni (nonostante lo stato piuttosto frammentario della copia, quella russa sembra concludersi con la separazione di Duhan dalla moglie, mentre nelle altre due versioni la coppia si riconcilia). Da un raffronto tra didascalie inglesi e tedesche si evince un più deliberato tentativo da parte dei tedeschi di infondere al melodramma un tocco psicologico. D'altro canto la copia inglese contiene un breve (ed unico) cameo di Steinhoff in attesa, sulla banchina della stazione, di una persona che arriva con lo stesso treno su cui viaggia anche Inge Duhan di ritorno da Cannes (scena non inclusa nella versione restaurata poiché quella equivalente nella copia tedesca era in buono stato di conservazione). - Horst ClausAngst è il secondo dei titoli preservati nell'ambito del progetto per il recupero delle opere mute di Hans Steinhoff - progetto coordinato da Horst Claus dell'Università di Bristol e da Barbara Schütz del Bundesarchiv-Filmarchiv. Il primo intervento di restauro ha riguardato Nachtgestalten (Notti della metropoli; 1929), presentato in anteprima alle Giornate 2002. I prossimi due film saranno Der Mann, der sich verkauft (Patto assurdo) e Der falsche Dimitry (Boris Godunoff).Ricordiamo che dal racconto di Stefan Zweig sono tratti anche i film La peur (1936) di Victor Tourjansky e La paura (1954) di Roberto Rossellini.

Stampa in PDF

Premi e nomination Angst Giornate del cinema muto
Non ci sono ancora frasi celebri per questo film. Fai clic qui per aggiungere una frase del film Angst adesso. »
Angst | Indice

Recensioni & Opinionisti Articoli & News Multimedia Shop & Showtime
Scheda | Cast | News | Frasi | Shop |
prossimamente al cinema Film al cinema Novità in dvd Film in tv
Altri film » Altri film » Altri film » Altri film »
home | cinema | database | film | uscite | dvd | tv | box office | prossimamente | colonne sonore | Accedi | trailer | TROVASTREAMING |
Copyright© 2000 - 2019 MYmovies® // Mo-Net All rights reserved. P.IVA: 05056400483 - Licenza Siae n. 2792/I/2742 - credits | contatti | redazione@mymovies.it
Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso
pubblicità