The Hole (Il buco)

Un film di Tsai Ming-liang. Con Lee Kang-Sheng, Tien Miao, Yang Kuei-Mei, Tong Hsiang-Chu, Lin Hui-Chin.
continua»
Titolo originale The Hole. Drammatico, durata 93 min. - Taiwan, Francia 1998.
Consigliato assolutamente no!
n.d.
MYMONETRO®
Indice di gradimento medio del film tra pubblico, critica e dizionari + rapporto incassi/sale (n.d.)
 dizionari * * * * -
 critican.d.
 pubblicon.d.
Taiwan, sette giorni prima del capodanno del Duemila. In città piove ininterrottamente e un morbo colpisce gli esseri umani che tendono a comportarsi ...
Richiedi il passaggio in TV di questo film
Chiudi Cast
    * * * * -
Fantafilm
cento anni di cinema di fantascienza

Alle soglie del 2000, a Taipei, flagellata da diversi giorni da una incessante pioggia sporca, si propaga una misteriosa epidemia che spinge la gente a rintanarsi in angoli bui, tra ogni genere di rifiuti e di insetti, e ad attendere passivamente che un qualche destino si compia. Le autorità tentano di far evacuare i quartieri contagiati sospendendo l'erogazione del gas, della luce e dell'acqua, ma alcune persone non abbandonano le case. In un palazzo inzuppato di umidità e invaso da scarafaggi, un uomo osserva l'inquilina del piano di sotto attraverso un buco lasciato aperto nel pavimento del salotto da un idraulico che aveva provato a riparare un guasto: la ragazza, dapprima infastidita da quell'intrusione, prova inutilmente a chiudere il buco, ma l'uomo continua a spiarla e, quando avverte che l'epidemia la sta raggiungendo, le porge un braccio attraverso l'apertura.
In un mondo in cui sembra scomparsa la dignità umana, due anime malate di solitudine si indagano, si incontrano, si rincorrono spinte da una curiosità reciproca. I claustrofobici interni del palazzo in pieno abbandono (muri macchiati di muffa, androni e scale in penombra, invasi da rottami e sporcizia, attraversati da ombre sfuggenti e infestati da scarafaggi) amplificano l'assuefazione alla malattia degli anonimi protagonisti. I pochi rumori esterni (la pioggia, la voce metallica di un televisore che trasmette notiziari e canzonette degli anni '50) amplificano i silenziosi passi della degradazione fisica e spirituale. Soltanto il buco attraverso il quale torna inaspettatamente a filtrare una sia pur precaria scintilla di vita, sembra riuscire a rompere le prigioni che gli uomini, inconsapevolmente, si sono costruite.Tsai Ming-Liang, alla sua quarta regia, continua il discorso sul dramma esistenziale della grande città ancorandolo ad una rifessione sulle conseguenze dell'irrazionale sviluppo urbano dell'ultimo decennio e profilando un futuro di povere speranze. Vincitore del premio della critica al Festival di Cannes 1998 e considerato tra le più originali pellicole di "fine millennio", The Hole, a conti fatti, è un cortometraggio abilmente ampliato in lungometraggio. Quasi privo di dialogo, crea emozioni registrando gli impercettibili rumori del quotidiano e conferendo agli oggetti e alle luci una fisicità quasi organica e ai corpi una oggettività spenta, irreale e angosciosa.

Stampa in PDF

Premi e nomination The Hole (Il buco) Fantafilm cento anni di cinema di fantascienza
The Hole (Il buco) recensione dal dizionario Farinotti
* * * * *

Ballatoio di solitudine

venerdì 10 febbraio 2012 di molenga

T'aipei, ultima settimana del secolo  XX: un' epidemia misteriosa riduce gli uomini a scarafaggi fotofobi. In un condominio popolare s'incrociano le esistenze di due persone sole, forse due superstiti della vita sociale: lui ha una bancarella al mercato ma non vede clienti, lei sta in casa a sognare . un giorno un idraulico apre un buco nell'appartamento di lui che improvvisamente ha un punto di vista su qualcosa che non sia la sua routine. Si vedono e s'incontrano. In continua »

Non ci sono ancora frasi celebri per questo film. Fai clic qui per aggiungere una frase del film The Hole (Il buco) adesso. »

di Lietta Tornabuoni La Stampa

La ragazza parla dolce e sommessa al telefonino, fingendo di avere un interlocutore che non c'è. Il ragazzo si distende a terra, accanto a un buco aperto nel pavimento, piano piano lo dilata, lo allarga, vi introduce una gamba, lascia penzolare un piede nel vuoto: il gioco ozioso e solitario occupa appena pochi istanti di un tempo illimitato. La ragazza è malata. Il ragazzo piange. Metafora sulla solitudine e sull'inquinamento terminale del mondo, The Hole (Il buco) è raccontato alla maniera bellissima, quasi muta, lenta, decadente e ultracontemporanea, di Tsai Ming-liang, l'ammirato e premiatissimo regista quarantenne di Vive l'amour e de Il fiume. »

The Hole (Il buco) | Indice

Recensioni & Opinionisti Articoli & News Multimedia Shop & Showtime
MYmovies

Pubblico (per gradimento)
  1° | molenga
Rassegna stampa
Lietta Tornabuoni
Scheda | Cast | News | Frasi | Rassegna Stampa | Pubblico | Shop |
prossimamente al cinema Film al cinema Novità in dvd Film in tv
mercoledì 22 settembre
Un altro giro
Maledetta Primavera
Peter Rabbit 2 - Un birbante in fuga
giovedì 16 settembre
Freaky
mercoledì 15 settembre
100% Lupo
Adam
martedì 14 settembre
Black Widow
giovedì 9 settembre
Rifkin's Festival
Corpus Christi
Morrison
mercoledì 8 settembre
Il cattivo poeta
Il sacro male
martedì 31 agosto
Amazing Grace
giovedì 26 agosto
The Conjuring - Per ordine del dia...
mercoledì 25 agosto
Crudelia
Altri prossimamente » Altri film al cinema » Altri film in dvd » Altri film in tv »
home | cinema | database | film | uscite | dvd | tv | box office | prossimamente | colonne sonore | Accedi | trailer | TROVASTREAMING |
Copyright© 2000 - 2021 MYmovies® // Mo-Net All rights reserved. P.IVA: 05056400483 - Licenza Siae n. 2792/I/2742 - credits | contatti | redazione@mymovies.it
Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso
pubblicità