Advertisement
WandaVision, «una serie estremamente audace, un format mai visto prima»

Parlano gli autori e i protagonisti Elizabeth Olsen e Paul Bettany, coppia iper-romantica dell’universo Marvel. Dal 15 gennaio su Disney+. SCOPRI LA SERIE SU DISNEY+
di Paola Casella

Wandavision

Impostazioni dei sottotitoli

Posticipa di 0.1s
Anticipa di 0.1s
Sposta verticalmente
Sposta orizzontalmente
Grandezza font
Colore del testo
Colore dello sfondo
0:00
/
0:00
Caricamento annuncio in corso
Elizabeth Olsen (Elizabeth Chase Olsen) (31 anni) 16 febbraio 1989, Sherman Oaks (California - USA) - Acquario. Interpreta Scarlet Witch nel film di Matt Shakman Wandavision.
martedì 12 gennaio 2021 - Disney+

WandaVision, che debutterà il 15 gennaio, è la prima serie Marvel Studios trasmessa in esclusiva su Disney+. I protagonisti sono Wanda Maximoff e Visione, le due metà della coppia iper-romantica dell’universo Marvel, come sempre interpretati da Elizabeth Olsen e Paul Bettany. In WandaVision, nonostante i superpoteri, i due “conducono vite di periferia idealizzate, e iniziano a sospettare che ogni cosa non sia come sembra”.
I primi episodi ce li mostrano calati in sitcom anni ’50 e ’60, in un bianco e nero retrò, ma Wanda e Visione attraverseranno i format televisivi di molte decadi, facendo da cartina di tornasole sia dell’evoluzione del mezzo televisivo che del ruolo di uomini e donne in una società in cambiamento.

È stata una grande sfida per noi attori: continue modifiche nel modo di esprimerci, di muoverci e di relazionarci a seconda dell’epoca in cui eravamo calati.
Elizabeth Olsen

Elizabeth Olsen in videoconferenza ha affermato: “Per di più negli episodi ambientati negli anni ’50 e ’60 dovevamo fingere di recitare di fronte ad un pubblico, come si faceva con le sitcom del periodo! Per quegli episodi mi sono ispirata a Mary Tyler Moore, Lucille Ball – nel modo di roteare gli occhi o di fermarmi a metà discorso con una mano sul fianco - ed Elizabeth Montgomery, la protagonista della serie Vita da strega”.

“Io invece ho imparato molto da Dick Van Dyke, soprattutto dal suo talento per la comicità fisica”, aggiunge Paul Bettany. “Ma mi sono ispirato anche a Hugh Laurie e al suo humour britannico. Non so in quanti modi sono riuscito a rendermi ridicolo! Alla prima lettura del copione ero preoccupato: continui cambiamenti di ambiente e di tono, uno a puntata, in un format mai visto prima. Mi sono concentrato sul mantenere il mio personaggio credibile: una brava persona con un’inesauribile capacità di meravigliarsi davanti alla vita”.

WandaVision vuole essere un omaggio alla televisione dell’epoca, non una parodia o una satira”, asserisce il produttore, presidente e direttore creativo dei Marvel Studios Kevin Feige. “Abbiamo cercato di mantenere sempre un fondo di credibilità. Il motivo per cui certe sitcom come il Dick Van Dyke Show sono godibili anche oggi è che le dinamiche di coppia si ripetono allo stesso modo da secoli”.
“La nostra principale fonte di ispirazione sono state le sitcom famigliari”, aggiunge la showrunner Jac Schaeffer, “quelle in cui si sentono un calore e un’intimità pensate per rassicurare il pubblico. E abbiamo trovato divertente vedere due supereroi nella loro dimensione domestica, mentre lavano i piatti in cucina e si fanno gli occhi dolci”.

“Senza voler rivelare troppo, WandaVision racconta di due persone che cercano di appartenere da un mondo via via sempre diverso sperando che nessuno scopra che sono diversi dagli esseri umani che li circondano”, afferma Elizabeth Olsen (le cui sorelle, le gemelline Mary-Kate e Ashley, sono diventate popolari come protagoniste di una celebre sitcom anni ’80-‘90, Gli amici di papà).


SCOPRI LA SERIE SU DISNEY+ CONTINUA A LEGGERE
news correlate
in Primo Piano

{{PaginaCaricata()}}

Home | Cinema | Database | Film | Calendario Uscite | MYMOVIESLIVE | Dvd | Tv | Box Office | Prossimamente | Trailer | Colonne sonore | MYmovies Club
Copyright© 2000 - 2021 MYmovies.it® - Mo-Net s.r.l. Tutti i diritti riservati. È vietata la riproduzione anche parziale. P.IVA: 05056400483
Licenza Siae n. 2792/I/2742 - Credits | Contatti | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso | Accedi | Registrati