Napoleon

   
   
   
montefalcone antonio martedý 28 novembre 2023
i volti di napoleone nel ritratto inedito di scott Valutazione 3 stelle su cinque
93%
No
7%

Kolossal tutt’altro che celebrativo dell’iconico generale e imperatore francese Napoleone.
Quest’epopea storica-romanzata, seppur imperfetta e priva di autentico/intenso pathos, è molto interessante non soltanto per l’allegorico tratteggio del suo protagonista (nonché del psichico/sentimentale legame, tormentato e turbolento, con la moglie Giuseppina), egotista, narcisista e dalle ambizioni smisurate, focalizzata anche e soprattutto sotto l’aspetto umano e non su quello prettamente storiografico/agiografico (da qui le inutili accuse di scarsa onestà/fedeltà storica e di poca veridicità in tal senso); ma anche per l’affascinante e accattivante estetica che offre in fatto di spettacolo e intrattenimento la stessa magniloquente pellicola. [+]

[+] il cameriere (di samanta)
[+] lascia un commento a montefalcone antonio »
d'accordo?
mtom83 sabato 2 dicembre 2023
un napoleone deludente e poco riuscito Valutazione 2 stelle su cinque
52%
No
48%

Confrontarsi con Napoleone Bonaparte significa confrontarsi con uno degli uomini più influenti e probabilmente controversi dell'intera storia umana: dunque il compito iniziale che Ridley Scott si è proposto con questo film ha un grado di difficoltà non certo basso (per usare un eufemismo).

Detto questo il risultato a me appare abbastanza deludente sotto quasi tutti i punti di vista: il film non ricostruisce anzitutto un Napoleone "storico" credibile- cosa per il quale forse sarebbero servite non una, ma tre pellicole - ma ci presente una figura il più delle volte monodimensionale e ingessata in un ritratto quasi macchiettistico, cosa che stona inevitabilemente con la grande complessità storica del personaggio stesso. [+]

[+] lascia un commento a mtom83 »
d'accordo?
shagrath sabato 2 dicembre 2023
napoleone ridotto a villain da operetta Valutazione 1 stelle su cinque
52%
No
48%

Hollywood ci ha abituato a kolossal dove la grande storia viene messa in secondo piano in favore di una narrazione avvincente e adatta alla mentalità di oggi. Così sono comparsi film mitici come Braveheart che di reale non hanno nulla, ma dove un carismatico William Wallace arringa le truppe (ed il pubblico) con memorabili discorsi sulla libertà e ideali rivoluzionari che nel 1300, ovviamente, non c’erano. Una mitologia fittizia, ma positiva e di grande ispirazione, come quella di innumerevoli altri kolossal tra cui il Gladiatore dello stesso Ridley Scott, regista che adesso ci propene questo Napoleon.

Ed incredibilmente, ritrovandosi tra le mani un personaggio che grande lo è stato davvero, Scott fa l’operazione inversa: lo fa diventare piccolo, un anti-eroe, creando una “brutta storia” di meschinità e miserie umane. [+]

[+] molto rumore per nulla (di assenzio)
[+] lascia un commento a shagrath »
d'accordo?
samanta domenica 3 dicembre 2023
napoleon o josÚphine? Valutazione 3 stelle su cinque
53%
No
47%

Ridley Scott è uno dei più rinomati registi estremamente versatile ha affrontato vari generi: commedie (Un'ottima annata), fantascienza (Alien, Blad Runner) guerra (Black Hawk Down) horror (Hannibal), anche storici (Le crociate, Il gladiatore, 1492) in cui peraltro storia è massacrata senza pietà, in 1492 appare che solo Colombo aveva capito che la terra era rotonda, dato che descritto da Aristotile era di opinione comune in Europa.
In questo film Scott si attenuto abbastanza alla realtà, d'altra parte Napoleone è una figura complessa, ma  nello stesso tempo conosciuta e immortalata da innumerevoli libri ed  da tanti film, di conseguenza sarebbe difficile inventarsi fatti e situazioni importanti, alcuni critici hanno puntualmente elencate alcune inesattezze che peraltro non inficiano nel complesso la realtà effettuale di alcune delle varie tappe della vita di Napoleone che sono descritte nella pellicola. [+]

[+] lascia un commento a samanta »
d'accordo?
eddie_terreno domenica 24 dicembre 2023
ritorno alla propaganda inglese Valutazione 2 stelle su cinque
57%
No
43%

Attendevo questo film come un ragazzo aspetta le vacanze estive ma purtroppo ne sono rimasto deluso.
Quello che ne viene fuori, per qualcuno che ha anche solo una volta aperto un libro di storia, è un racconto un po' romanzato e infarcito di quella propaganda britannica che nell'epoca napoleonica vedeva nel generale il male più assoluto, l'hitler del 1800, il nano malefico che senza gloria e senza infamia aveva conquistato l'Europa; e il film è pieno di prese in giro verso Napoleone, dal mettere uno sgabello per vedere una mummia, al piccione che li caga addosso a Mosca, fino al suo rapporto mezzo sottomesso, un po' impacciato, con Giuseppina la quale potrebbe dare il nome al film vista la sua presenza costante. [+]

[+] lascia un commento a eddie_terreno »
d'accordo?
felicity mercoledý 13 marzo 2024
senza un libro di storia rischi di non capire Valutazione 3 stelle su cinque
67%
No
33%

Napoleon è praticamente un elenco di robe che succedono nella vita di Napoleone Bonaparte, raccontate con lo stesso coinvolgimento con cui un alunno di seconda media ripete le robe a pappagallo durante l’interrogazione di storia. E con la stessa apparente comprensione dei nessi storici: la sceneggiatura salta di palo in frasca, è un susseguirsi di informazioni che non vengono mai contestualizzate nel più ampio quadro storico, ma viste tutte in maniera confusa dal punto di vista del suo protagonista, uno stramboide un po’ goffo che per qualche ragione un’intera nazione ha scelto di seguire fino alla morte. Se non hai un libro di storia sottomano rischi di non capire molti snodi. [+]

[+] lascia un commento a felicity »
d'accordo?
carlo santoni sabato 23 marzo 2024
nessuna partita con ôi duellantiö Valutazione 3 stelle su cinque
67%
No
33%

Colossale, secondo una moda ormai inarrestabile (dura 159 minuti), è un film che stanca facilmente: a meno che chi lo guarda non sia un amante del feuilleton, del cinema come romanzetto d’appendice, perché tale è, e non altro.
Certo, c’è una fotografia accurata, e in più parti si susseguono scene di grande suggestione, come quelle delle battaglie di Austerlitz e di Waterloo, o l’ingresso in Mosca e la successiva disastrosa ritirata, con rara dovizia di mezzi e di comparse: ma tutto sommato incapaci di coinvolgere veramente, visto che i grandi fatti d’armi assumono la consistenza di banali intermezzi rispetto al filo conduttore del film, ovvero la passione (da romanzo rosa) che lega Napoleone a Giuseppina. [+]

[+] lascia un commento a carlo santoni »
d'accordo?
alessandro spata mercoledý 24 gennaio 2024
"scott" e il surrealismo storico e psicoanalitico Valutazione 0 stelle su cinque
29%
No
71%

Vita splendida e incredibile del grande condottiero insieme ai particolari squallidi della vita privata dell’«uomo di casa». Ennesima prova di capolavoro mal riuscito del grande regista britannico. Senza dubbio, uno dei ritratti più generosi (in termini di impegno e denaro profusi) che il cinema abbia dedicato al “grande francese”. Peccato che al grande budget non corrisponda sempre un equivalente risultato in termini “artistici” (ma dipende sempre dal punto di vista che selezioniamo, immagino). Sicuramente, un film “generoso”  che vuol mostrare un superbo ed epico  “sentiero di gloria”’ lastricato però, come da copione, di nefandezze inaudite e meschine azioni quotidiane. [+]

[+] lascia un commento a alessandro spata »
d'accordo?
glauko barbagallo venerdý 24 novembre 2023
napoleon, di wes anderson Valutazione 3 stelle su cinque
32%
No
68%

Una grandissima occasione perduta.
Un film che non Ŕ nŔ carne nŔ pesce.

Voleva essere una rivisitazione del mito mostrando il lato oscuro della leggenda, il lato umano. Ma la materia Ŕ talmente leggendaria che anche a volerla umanizzare non la si pu˛ raccontare senza epicitÓ.
O quantomeno, non pu˛ mancare l'epicitÓ se il regista Ŕ il re dei Colossal storici per eccellenza. Lo stesso uomo che ha saputo regalarci il lirismo de Il Gladiatore, Le Crociate e Robin Hood. Colui che nel riportare in vita gli uomini di epoche passate, i loro sogni, le contraddizioni, le loro gioie e i loro tormenti ne Ŕ l'indiscusso maestro.

Fosse stato diretto da Wes Anderson si sarebbe potuto comprendere e apprezzare il tono quasi surreale, a volte quasi da commedia/parodia. [+]

[+] lascia un commento a glauko barbagallo »
d'accordo?
fabio silvestre sabato 9 dicembre 2023
ridley scott re dei kolossal Valutazione 3 stelle su cinque
19%
No
81%

Assolutamente da vedere al cinema questo film che consacra ancora una volta Ridley Scott Re dei kolossal con scene di battaglie vibranti e con le tantissime comparse che riempiono le scene più drammatiche della storia. Il regista inoltre alterna alle predette sequenze di guerra la storia d'amore tra Napoleone e Giuseppina dando luce al lato più umano e intimo del condottiero/imperatore interpretato da un ottimo Joaquin Phoenix. Senza entrare nella polemica se il film sia aderente o meno ai fatti storici, resta un'opera che si lascia apprezzare per un buon cast, per i bei costumi e per un eccellente sonoro e colonna sonora. Voto: 7,5/10.

[+] lascia un commento a fabio silvestre »
d'accordo?
pagina: 1 2 »
Napoleon | Indice

Recensioni & Opinionisti Premi
Multimedia Shop & Showtime
Premio Oscar (3)
Critics Choice Award (1)
CDG Awards (1)
BAFTA (4)
ADG Awards (1)


Articoli & News
Immagini
1 | 2 | 3 | 4 | 5 | 6 | 7 |
Uscita nelle sale
giovedý 23 novembre 2023
Scheda | Cast | News | Trailer | Foto | Frasi | Pubblico | Forum | Shop |
prossimamente al cinema Film al cinema Novità in dvd Film in tv
Altri prossimamente » Altri film al cinema » Altri film in dvd » Altri film in tv »
home | cinema | database | film | uscite | dvd | tv | box office | prossimamente | colonne sonore | Accedi | trailer | TROVASTREAMING |
Copyright© 2000 - 2024 MYmovies® // Mo-Net All rights reserved. P.IVA: 05056400483 - Licenza Siae n. 2792/I/2742 - credits | contatti | redazione@mymovies.it
Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso
pubblicità