You Only Die Twice

Film 2018 | Documentario 92 min.

Anno2018
GenereDocumentario
ProduzioneIsraele, Austria, Germania
Durata92 minuti
Regia diYair Lev
AttoriChava Lev, Yair Lev, Esther Fritsch, Miriam Krug, Ahuva Chefetz .
TagDa vedere 2018
MYmonetro Valutazione: 4,00 Stelle, sulla base di 1 recensione.

Regia di Yair Lev. Un film Da vedere 2018 con Chava Lev, Yair Lev, Esther Fritsch, Miriam Krug, Ahuva Chefetz. Genere Documentario - Israele, Austria, Germania, 2018, durata 92 minuti. Valutazione: 4,00 Stelle, sulla base di 1 recensione.

Condividi

Aggiungi You Only Die Twice tra i tuoi film preferiti
Riceverai un avviso quando il film sarà disponibile nella tua città, disponibile in Streaming e Dvd oppure trasmesso in TV.



Accedi o registrati per aggiungere il film tra i tuoi preferiti.


oppure

Accedi o registrati per aggiungere il film tra i tuoi preferiti.

Un regista israeliano scopre che il nonno aveva un suo 'doppio' in Europa.

Consigliato assolutamente no!
n.d.
MYMOVIES 4,00
CRITICA N.D.
PUBBLICO N.D.
ASSOLUTAMENTE SÌ
Scheda Home
Critica
Premi
Cinema
Trailer
Un documentario che lascia increduli in grado di interrogarci su quesiti esistenziali .
Recensione di Giancarlo Zappoli
martedì 26 maggio 2020
Recensione di Giancarlo Zappoli
martedì 26 maggio 2020

Il regista israeliano Yair Lev, in seguito a una questione su un’eredità lasciata da suo nonno, scopre che in Austria ha vissuto un uomo con gli stessi dati anagrafici fatta salva la data di morte che è diversa. Costui è stato anche presidente di un’associazione ebraica ma le prime informazioni fanno sorgere dei dubbi: se fosse stato un nazista che dopo la guerra aveva bisogno di una nuova identità? L’indagine avanza e i quesiti aumentano.

Non fatevi fuorviare dal titolo che riecheggia, con una variazione importante, il titolo di uno dei più noti film di James Bond. Si tratta di un accattivante gioco di parole che spiega l’inizio di una detection che nulla ha a che vedere con lo spionaggio.

Semmai invece viene da pensare che la vita vera talvolta dà origine a trame che sono migliori della miglior sceneggiatura e che, se tradotte in fiction con bravi attori, condurrebbero dritte verso la nomination per un Oscar.

Perché il percorso che Lev compie è così avvincente e così ricco di svolte impreviste e imprevedibili che ti impedisce di perdere l’attenzione. Sappiamo bene che il cinema di finzione ci chiede la sospensione dell’incredulità, cioè ci domanda di non ragionare troppo su quanto sta accadendo sullo schermo, lasciandoci invece andare al susseguirsi degli accadimenti. Qui ci viene chiesto esattamente l’opposto. Ci viene proposto di ritrovarci increduli come coloro che ricostruiscono la vita dei due Ernst Bechinsky chiedendosi come sia stato possibile ciò che è accaduto e quali indicibili segreti, colui che si era impadronito dell’identità altrui, dovesse celare.

Per buona parte del tempo questo è un documentario che si (e in fondo ci) interroga su quanto a volte in definitiva si sappia o non si sappia di coloro che ci sono, o ci sono stati, più vicini. Si tratta di quesiti esistenziali che potremmo definire ‘pirandelliani’ se qui non si fosse nell’ambito di un’altra cultura e tradizione letteraria. A un certo punto l’indagine, di per sé già più che interessante, si apre ad ulteriori orizzonti che, accompagnando Yair Lev quasi fossimo divenuti suoi parenti, avremo modo di scoprire e che ci consentiranno riflessioni non di secondaria importanza.

Vai alla home di MYmovies.it
Home | Cinema | Database | Film | Calendario Uscite | MYMOVIESLIVE | Dvd | Tv | Box Office | Prossimamente | Trailer | Colonne sonore | MYmovies Club
Copyright© 2000 - 2020 MYmovies.it® - Mo-Net s.r.l. Tutti i diritti riservati. È vietata la riproduzione anche parziale. P.IVA: 05056400483
Licenza Siae n. 2792/I/2742 - Credits | Contatti | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso | Accedi | Registrati