The White Girl

Film 2017 | Drammatico +13 97 min.

Anno2017
GenereDrammatico
ProduzioneHong Kong
Durata97 minuti
Regia diJenny Suen, Christopher Doyle
AttoriRanya Lee, Kin-Ping Leung, Michael Ning, Joe Odagiri, Tony Tsz-Tung Wu Jeff Yiu, Angela Yuen.
RatingConsigli per la visione di bambini e ragazzi: +13
MYmonetro Valutazione: 2,00 Stelle, sulla base di 1 recensione.

Regia di Jenny Suen, Christopher Doyle. Un film con Ranya Lee, Kin-Ping Leung, Michael Ning, Joe Odagiri, Tony Tsz-Tung Wu. Cast completo Genere Drammatico - Hong Kong, 2017, durata 97 minuti. Consigli per la visione di bambini e ragazzi: +13 Valutazione: 2,00 Stelle, sulla base di 1 recensione.

Condividi

Aggiungi The White Girl tra i tuoi film preferiti
Riceverai un avviso quando il film sarà disponibile nella tua città, disponibile in Streaming e Dvd oppure trasmesso in TV.




oppure

In un piccolo villaggio di pescatori di Hong Kong c'è una ragazza allergica al sole. Incontra un misterioso personaggio e si accorge che è l'unico in grado di rendere più lieve il suo disagio.

Consigliato assolutamente no!
n.d.
MYMOVIES 2,00
CRITICA N.D.
PUBBLICO N.D.
CONSIGLIATO NÌ
Estetizzante elegia sulla Hong Kong perduta, dal direttore della fotografia di Wong Kar-wai.
Recensione di Emanuele Sacchi
venerdì 1 dicembre 2017
Recensione di Emanuele Sacchi
venerdì 1 dicembre 2017

Una ragazza orfana di madre vive in un villaggio di pescatori. Deve proteggersi dalla luce del sole e così viene chiamata “la ragazza bianca” e trattata alla stregua di un fantasma da tutti gli abitanti. Un giorno un misterioso giapponese occupa un rudere con vista sul villaggio e la aiuta a comprendere il suo scopo nel mondo. Ma un gruppo di politici corrotti vuole demolire rudere e abitazioni per costruire dei centri commerciali.

Basta poco per comprendere dove andrà a parare il simbolismo di Christopher Doyle. Troppo poco. In linea con una filmografia che ha anteposto sistematicamente l’estetica alla sostanza, Doyle co-firma insieme a Jenny Suen l’ennesima elegia della Hong Kong che fu.

I personaggi diventano allegorie di luoghi e sensazioni, alla ricerca della magia di un luogo ormai smaterializzatosi tanto geograficamente che spiritualmente. È facile vedere nell’ultimo villaggio di pescatori destinato a essere cementificato un nostalgico atto d’amore verso il “porto profumato” (e il suo cinema): una ragazza senza madre, come una ex colonia, che non è mai stata autonoma né cinese, fino al 1997 del fatidico handover. Tematiche e simbolismi che sì ripetono da troppo tempo nel cinema in lingua cantonese, ridotto a umile parvenza di quel che fu, e che confermano l’obsolescenza del cinema di Doyle. Il tentativo è quello di inseguire un cinema onirico e impalpabile, ricco di sensazioni ottundenti più che di fatti narrati da uno script, alla maniera di The Christ of Nanjing di Tony Au, o delle coproduzioni tra Wong Kar-wai e Jeff Lau.

Ma di quelle pagine gloriose resta solo la perizia della fotografia di Doyle: in The White Girl il transfert non scatta mai, né si colma la distanza tra spettatore e opera osservata. Datare correttamente The White Girl senza conoscerne l’anno di produzione sarebbe quasi impossibile, tanto il film è cristallizzato in una stagione passata, chiuso in una bolla (a)temporale, immutabile da 20 anni in qua. Infine l’aggiunta del dispositivo concettuale - la torretta in rovina dotata di camera obscura, da cui è possibile osservare il mondo e proiettarlo su uno schermo - non fa che appesantire la metafora. Per toccare con mano quanto sia complicata, e tutt’altro che consequenziale, la transizione da direttore della fotografia a regista, la parabola di Christopher Doyle rimane un caso esemplare e The White Girl l’inesorabile conferma.

Vai alla home di MYmovies.it
Home | Cinema | NETFLIX | Database | Film | Calendario Uscite | MYMOVIESLIVE | Dvd | Tv | Box Office | Prossimamente | Trailer | Colonne sonore | MYmovies Club  ver: au12.
Copyright© 2000 - 2018 MYmovies.it® - Mo-Net s.r.l. Tutti i diritti riservati. È vietata la riproduzione anche parziale. P.IVA: 05056400483
Licenza Siae n. 2792/I/2742 - Credits | Contatti | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso | Accedi | Registrati