Skylight

Film 2015 | Teatro,

Anno2015
GenereTeatro,
ProduzioneGran Bretagna
Regia diStephen Daldry
AttoriCarey Mulligan, Bill Nighy, Matthew Beard .
Uscitamartedì 3 febbraio 2015
TagDa vedere 2015
DistribuzioneNexo Digital
MYmonetro Valutazione: 3,50 Stelle, sulla base di 1 recensione.

Regia di Stephen Daldry. Un film Da vedere 2015 con Carey Mulligan, Bill Nighy, Matthew Beard. Genere Teatro, - Gran Bretagna, 2015, Uscita cinema martedì 3 febbraio 2015 distribuito da Nexo Digital. Valutazione: 3,50 Stelle, sulla base di 1 recensione.

Condividi

Aggiungi Skylight tra i tuoi film preferiti
Riceverai un avviso quando il film sarà disponibile nella tua città, disponibile in Streaming e Dvd oppure trasmesso in TV.



Accedi o registrati per aggiungere il film tra i tuoi preferiti.


oppure

Accedi o registrati per aggiungere il film tra i tuoi preferiti.

Si tratta di una delle opere teatrali più rappresentate dello sceneggiatore David Hare (noto per The Hours e The Reader).

Consigliato assolutamente no!
n.d.
MYMOVIES 3,50
CRITICA N.D.
PUBBLICO N.D.
CONSIGLIATO SÌ

Impostazioni dei sottotitoli

Posticipa di 0.1s
Anticipa di 0.1s
Sposta verticalmente
Sposta orizzontalmente
Grandezza font
Colore del testo
Colore dello sfondo
0:00
/
0:00
Caricamento annuncio in corso
Uno spettacolo avvincente che fonde le due forme di spettacolo con notevole efficacia.
Recensione di Giancarlo Zappoli
giovedì 29 gennaio 2015
Recensione di Giancarlo Zappoli
giovedì 29 gennaio 2015

East London, sera. L'insegnante Kyra Hollis vede arrivare nel suo appartamento Edward Sargeant, il figlio di Tom che in passato era stato suo amante e che aveva lasciato nel momento in cui la moglie di lui aveva scoperto la loro relazione. Edward si lamenta del genitore il quale, poco dopo che lui se n'è andato, arriva a sua volta avendo trovato il coraggio di rivedere Kyra.
Appartengono ormai ai ricordi di un passato remoto le serate in cui su un canale televisivo si poteva assistere ad una piece di teatro ben ripresa e ancor meglio recitata. Il poterlo oggi fare al cinema (usufruendo quindi di un grande schermo) e con un testo di grande qualità come quello di David Hare è un'occasione che sia gli appassionati di teatro che quelli di cinema non dovrebbero lasciarsi sfuggire. Per chi non lo ricordasse Hare è l'adattatore per il cinema di The Reader-A voce alta e di The Hours, lo sceneggiatore de Il danno diretto da Louis Malle e l'autore e regista de Il mistero di Wetherby. Alla regia troviamo qui Stephen Daldry per la cui fama è sufficiente citare Billy Elliott. La produzione del National Theatre del testo vincitore dellOlivier Award ha realizzato questa ripresa dello spettacolo con tanto di pubblico in sala e con un'interessante intervista con l'autore.
Il risultato è davvero interessante perché il testo (del 1995) si rivela più che mai attuale. Mulligan e Nighy danno vita a due personaggi che in brevissimo tempo si trasformano in persone riflettendo sentimenti, pretese e speranze che appartengono alla vita vissuta. Se Kyra è un'idealista non priva di concretezza (cucina realmente in scena un piatto di pasta) Tom è il ricco proprietario di ristoranti che un tempo avremmo potuto definire thatcheriano e oggi browniano senza che praticamente nulla sia cambiato se non in peggio. La posizione economica e l'età maggiore rispetto alla ex amante lo mettono in condizione di continuare a giudicare spesso senza accorgersene. Tutto esiste in funzione sua e gli stessi slanci amorosi finiscono con il trasformarsi in negativo. Per lui si potrebbe applicare con profitto la massima di Oscar Wilde: "Non fate agli altri quello che vorreste facessero a voi. Potrebbero non avere i vostri stessi gusti". Kyra, pur avendolo amato e forse provando ancora per lui un sentimento non meglio definito, vive non solo in un appartamento di un casermone popolare (che a lui pare un tugurio) ma ha un rapporto del tutto differente con la realtà sociale in cui aumentano le persone in difficoltà che lei si sente in dovere di aiutare.
Daldry scava sui loro gesti e sulle loro espressioni ovviamente con la consapevolezza che il mezzo cinematografico/televisivo consente quella molteplicità di punti di vista che la posizione di spettatore teatrale seduto in una ben precisa poltrona non può permettere. Dall'unione di queste professionalità scaturisce uno spettacolo avvincente che fonde le due forme di spettacolo con notevole efficacia.

Sei d'accordo con Giancarlo Zappoli?
Su MYmovies il Dizionario completo dei film di Laura, Luisa e Morando Morandini

Distribuita dalla premiata ditta Nexo Digital. Daldry filma per il grande schermo la pièce (1995) di David Hare, noto sceneggiatore, spettacolo in origine prodotto dal National Theatre di Londra, trasferito poi al West End e a Broadway. In uno spoglio appartamentino della periferia londinese proletaria s'incontrano 2 personaggi: lui si è arricchito e divertito aprendo ristoranti in varie parti del mondo; lei è stata cameriera nel suo primo locale, baby-sitter dei suoi figli, persona di fiducia della sua famiglia ma anche sua amante, sparita quando la moglie si accorse della tresca e dedicatasi all'insegnamento. Arricchitosi sempre più, rimasto vedovo, lui la cerca per un chiarimento. Grande interpretazione di Nighy, la Mulligan si difende. Operazione meritevole e interessante non solo per amanti del teatro. Nell'intervallo un'intervista con Hare.

Tutte le recensioni de ilMorandini
CONSULTALO SUBITO
Vai alla home di MYmovies.it
Home | Cinema | Database | Film | Calendario Uscite | MYMOVIESLIVE | Dvd | Tv | Box Office | Prossimamente | Trailer | Colonne sonore | MYmovies Club
Copyright© 2000 - 2020 MYmovies.it® - Mo-Net s.r.l. Tutti i diritti riservati. È vietata la riproduzione anche parziale. P.IVA: 05056400483
Licenza Siae n. 2792/I/2742 - Credits | Contatti | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso | Accedi | Registrati