Contagious - Epidemia mortale

Film 2015 | Horror +13 95 min.

Titolo originaleMaggie
Anno2015
GenereHorror
ProduzioneUSA
Durata95 minuti
Regia diHenry Hobson
AttoriArnold Schwarzenegger, Abigail Breslin, Joely Richardson, Laura Cayouette, J.D. Evermore Dana Gourrier, Amy Brassette, Raeden Greer, John L. Armijo, Denise Williamson, Mattie Liptak, Taylor Ashley Murphy, Aiden Flowers, Wayne Pére, Douglas M. Griffin, Tim Bell, Bryce Romero, Christine Tonry.
Uscitagiovedì 25 giugno 2015
TagDa vedere 2015
DistribuzioneM2 Pictures
RatingConsigli per la visione di bambini e ragazzi: +13
MYmonetro 2,99 su 31 recensioni tra critica, pubblico e dizionari.

Regia di Henry Hobson. Un film Da vedere 2015 con Arnold Schwarzenegger, Abigail Breslin, Joely Richardson, Laura Cayouette, J.D. Evermore. Cast completo Titolo originale: Maggie. Genere Horror - USA, 2015, durata 95 minuti. Uscita cinema giovedì 25 giugno 2015 distribuito da M2 Pictures. Consigli per la visione di bambini e ragazzi: +13 - MYmonetro 2,99 su 31 recensioni tra critica, pubblico e dizionari.

Condividi

Aggiungi Contagious - Epidemia mortale tra i tuoi film preferiti
Riceverai un avviso quando il film sarà disponibile nella tua città, disponibile in Streaming e Dvd oppure trasmesso in TV.




oppure

Un film post apocalittico originale e diverso, che segna una novità anche nel panorama del genere zombie movie. In Italia al Box Office Contagious - Epidemia mortale ha incassato nelle prime 2 settimane di programmazione 361 mila euro e 153 mila euro nel primo weekend.

Contagious - Epidemia mortale è disponibile a Noleggio e in Digital Download su TROVASTREAMING e in DVD e Blu-Ray su IBS.it. Compralo subito

Consigliato sì!
2,99/5
MYMOVIES 3,50
CRITICA 3,00
PUBBLICO 2,46
CONSIGLIATO SÌ
Un duello che tratta il soggetto zombie in maniera intimista, elude qualsiasi muta splatter e minacciosa e converge sull'individualità del morto vivente.
Recensione di Marzia Gandolfi
giovedì 25 giugno 2015
Recensione di Marzia Gandolfi
giovedì 25 giugno 2015

Una terribile epidemia ha colpito gli Stati Uniti, trasformando le persone in zombie. Un virus misterioso consuma la carne di uomini, donne e bambini fino a ridurli in mostri da abbattere. Affetti dalla malattia sono costretti alla quarantena in ospedale o presso i loro cari che vegliano sulla trasformazione e poi sono costretti a congedarsi traumaticamente. Maggie, sedicenne orfana di madre, è aggredita e contagiata. Deciso a proteggerla ad ogni costo, il padre, contadino della Louisiana con fucile e spalle larghe, la riconduce a casa dopo la fuga e condivide con lei le sue ultime settimane di vita. Ma Wade in cuor suo spera ancora di poterla salvare, di poterla sottrarre a quella metamorfosi dolorosa. Contro di lui il tempo e la polizia, che veglia sulla cittadinanza ed è decisa a preservare la sicurezza degli scampati.
Opera prima di Henry Hobson, Contagious non è un film di zombie come gli altri. Nessuna orda di morti viventi, nessuna mazza a tramortirli, nessun centro commerciale a stiparli, niente di tutto questo accade sullo schermo perché il regista inglese si concentra sulla relazione intima padre-figlia e attraverso quel legame interroga l'eterno vagare degli zombie.
Dentro un clima di diffusa malinconia, che non si nega qualche passaggio gore, Contagious impiega le convenzioni del genere (horror) per svolgere una storia inattesa. Allo stesso modo, la scelta di un interprete ad alto rilascio leggendario, uno Schwarzenegger di inaspettata dolcezza, risponde all'esigenze della trama e frustra le aspettative. Fenomeno possente esploso nel 1982, l'attore austriaco ha prodotto un cinema dell'eternità convertendo la carne in acciaio e rendendola insensibile a qualsiasi sofferenza fisica. Ercole, Conan, Terminator, Schwarzenegger ha fatto letteralmente a pezzi i suoi nemici cambiando con Sylvester Stallone la storia del cinema popolare americano. Per questa ragione la sua impotenza, di fronte al corpo necrotizzato di sua figlia, disorienta e sbalordisce lo spettatore. Padre in ambasce e colosso abbattuto dentro un mondo in rovina, Schwarzenegger è lontano dall'androide implacabile che fu e dalla competenza pratica dei suoi eroi. Per la prima volta disarmato davanti all'ineluttabilità del destino e sopraffatto da un sentimento autentico, imbraccia il fucile e abbraccia la figlia, nel tentativo estremo di trattenerla e di rimandare la sua eutanasia. Ancorata alle sue spalle olimpiche e alla sua inedita vincibilità, la Maggie di Abigail Breslin resiste per la seconda volta in un film di revenants. Scampata ai morsi 'avvelenati' dentro una commedia e un luna park 'zombizzato' (Benvenuti a Zombieland), Abigail Breslin avverte questa volta i cambiamenti 'mostruosi' dell'adolescenza. E ancora evoca una malattia senza remissione, interpreta una malata terminale più lucida di chi la ama e rifiuta di accettarne il trapasso imminente.
Tra padre e figlia si ingaggia allora un confronto struggente, una lunga resistenza che nulla potrà contro la febbre omicida che divora la protagonista. Contagious è un duello che tratta il soggetto zombie in maniera intimista, elude qualsiasi muta splatter e minacciosa e converge sull'individualità del morto vivente, sulla sua angoscia davanti alla propria crescente pulsione distruttrice. Se nei film di zombie la trasformazione ha luogo in pochi istanti, in Contagious la decomposizione del corpo richiede, a ragione di questo ripiegamento esclusivo, settimane. Hobson sacrifica l'esaltazione dell'intrattenimento allo sguardo contemplativo, il panico alla disperazione, la macellazione alla quarantena, la precipitazione all'incubazione, e realizza un film drammatico che esce dal sentiero battuto dal genere, tornato alla ribalta sotto l'impulso e il successo della serie televisiva The Walking Dead. Alternando i contrasti freddo-caldo, i grandangoli (per scoprire distese di terre improduttive) e i piani stretti (per cogliere l'inquietudine irriducibile dei protagonisti), la regia di Hobson suscita un sentimento destabilizzante reso ancora più toccante e turbante dalla coppia Schwarzenegger-Breslin, il primo annientato dalla dipartita imminente della sua bambina e la seconda torturata dal male che la divora dall'interno. Sospeso tra ballata elegiaca e science fiction post-apocalittico, Contagious è dominato dal corpo piegato e sconfitto di Schwarzenegger, lontano dai circuiti hollywoodiani e dentro un progetto indipendente di cui l'attore è interprete e produttore. Dopo aver ripreso il ruolo di Terminator T-800 nel quinto episodio della celebre saga (Terminator Genisys), l'attore infila un film che è insieme condizione dell'anima e luogo fisico dove (forse) cominciare a invecchiare.

Sei d'accordo con Marzia Gandolfi?
CONTAGIOUS - EPIDEMIA MORTALE
in streaming
NOLEGGIA
streaming
ACQUISTA
download
SD HD SD HD
Rakuten tv
CHILI
-
-
iTunes
-
-
-
-
Google Play

Anche su supporto fisico su IBS

DVD

BLU-RAY
€9,99 €14,99
PUBBLICO
RECENSIONI DALLA PARTE DEL PUBBLICO
lunedì 29 giugno 2015
Eugenio98

Sono tempi duri per il genere umano: un virus trasforma gli uomini in zombie. Per evitare che l'epidemia si diffonda ulteriormente, gli infettati vengono portati in zone di quarantena, aspettando l'attesa fine. Molti vivono gli ultimi istanti con le loro famiglie; così è per Maggie, una ragazza sedicenne, riportata a casa dal padre Wade. Una parabola di vita e morte, di amore e odio, di pace e rabbia, [...] Vai alla recensione »

lunedì 29 giugno 2015
bericopredieri

Il Governatore Schwarzenegger si prende una pausa dalla politica e torna al cinema. Ma non è più il Terminator di antica memoria, è un padre invecchiato e segnato dalle rughe è questa volta il nemico non viene dallo spazio ma dalla terra sotto forma di un virus che si trasmette mordendo i propri simili. E la lotta è con se stesso perché la persona contagiata è la figlia e col progredire della malattia [...] Vai alla recensione »

martedì 30 giugno 2015
brian77

Non capisco perché Schwarzenegger abbia interpretato un film così mortalmente noioso, e anche piuttosto insulso. Sembra una di quelle cose pretenziose che fanno gli indipendenti americani per essere selezionati dai festival... Forse anche il nostro Schwarzy ha finito per essere sedotto dalla banalità del prodotto fintamente artistico? Qui c'è un'agonia di un'ora e mezza, sempre con lo stesso tipo di [...] Vai alla recensione »

mercoledì 1 luglio 2015
Kismet

La scena si apre molto lentamente su ambienti gotici dalle sfumature che rievocano alla lontana quello che è lo scenario della prima/seconda stagione della serie tv di  “The Walking Dead”, una fattoria, immersa nel verde, un cielo perennemente ricoperto da nubi, il tutto immerso in colori neutri che vanno dal grigio al beige.

lunedì 13 luglio 2015
muttley72

Il film segue solo apparentemente il tema (che negli USA è un da sempre un "must", usato anche in modo furbesco per la vendita di merci di vario genere) degli Zombie...in realtà dei film sugli zombi classici c'è poco o nulla. Solo inizialmente si intuisce che nel mondo o comunque negli USA un virus sta infettando le persone che, morse, si ammalano e più o meno lentamente si trasformano in cannibali. [...] Vai alla recensione »

sabato 24 ottobre 2015
Fluturnenia

Trama melodrammatica costruita su tematiche horror. Si ma la trama qual'è? Ragazza malata terminale cessa la sua esistenza tra le mura domestiche piuttosto che in un lazzaretto. Storia di vite quotidiane con una nota di ''colore'' il morbo ti zombifica. A parte qualche non morto qua e là e la putrescenza che avanza della protagonista, qui di horror non ce n'è, al massimo un leggero disgusto.

martedì 30 giugno 2015
chris75

Questo film si gioca sui volti. Il volto del padre, scolpito dal tempo e dal dolore. Il volto della "madre" assente e distaccata. Il volto della ragazza,  la cui carne è la tela su  cui si dipinge una storia che marcia inesorabilmente verso la fine. Il volto degli altri. In mezzo ci stanno i sentimenti, le paure, le ansie dei personaggi nelle quali alla fine ci rispecchiamo [...] Vai alla recensione »

venerdì 3 luglio 2015
the thin red line

La popolazione degli Stati Uniti è colpita da un virus terribile che consuma e mangia la pelle degli uomini fino a trasformarli in zombie assetati di sangue da abbattere come bestie rabbiose. Un padre, sconvolto dal contagio della figlia prediletta, affronterà inerme l'evoluzione dell'invincibile virus ai danni dell'amata figlia.

sabato 18 luglio 2015
TrailerMan

Innanzitutto vorrei capire se chi definisce i film su Mymovies se almeno li guarda.. come si fa a definire questo film un horror o thriller? Il film è lentissimo fino ad arrivare ad essere noioso. Azione 0 thriller 0 horror 0. E' un film in tutto e per tutto drammatico, un dramma assurdo inutile e insignificante..a chi non è mai capitato di vivere il dramma di una figlia che si trasforma in zombie [...] Vai alla recensione »

lunedì 29 giugno 2015
davidino.k.b.

grande film, superbo, veloce, ben recitato, a... scusate mi sono addormentato ed ho pensato ad un'altra cosa

domenica 28 giugno 2015
infognaman76

Innanzi tutto questo film non si può assolutamente catalogare nel genere HORROR ma bensi' la sua collocazione nel genere cinematografico e' sicuramente il genere DRAMMATICO! E purtroppo di drammatico questo film ha veramente TUTTO! Partendo da una sceneggiatura inesistente(non succede praticamente nulla per tutto il film)si arriva ad un finale spento e prevedibilissimo.

sabato 27 giugno 2015
giuseppetoro

Film molto lento, genere drammatico, ma non facile da seguire..un pò noioso.

domenica 28 giugno 2015
bizantino73

Francamente sono  parecchi anni che non mi capitava di vedere una simile schifezza cinematografica.Per non ripetermi dirò che condivido quanto già detto da infognaman 76 e aggiungerò che i recensori ufficiali possono vergognarsi di aver soltanto minimamente esaltato una simile ca......Ed aver tirato in ballo il carisma ormai spento di Terminetor è solo un colpo basso [...] Vai alla recensione »

lunedì 16 maggio 2016
Fabian T.

Un film evitabile, nonostante la buona prova recitativa di Schwarzenegger. Irrimediabilmente noioso, tremendamente pesante e irritabilmente lento. Effetto soporifero assicurato. Non ci siamo proprio.

martedì 19 aprile 2016
Ciolo

Il primo aggettivo che ispira questo film è sicuramente: NOIOSO! poi una serie di improperi vari... Alla fine quando ci si riprende da un coma durato 100 minuti ci si interroga sul senso della pellicola... Probabilmete in un periodo in cui l'apocalisse zombi sembra più imminenete e realistica di quella di Giovanni l'autore cerca di darne un lettura intimistica e "umana". [...] Vai alla recensione »

mercoledì 16 marzo 2016
paolocaglio

Fará molto figo e radical chic cercare per forza qualcosa di buono da scrivere su qualunque cosa e di ribaltare la realtà dando dell'anticonformista a chiunque scriva verità obiettive. Verità come il fatto che questo film é semplicemente inutile ed insulso, non ha nulla da raccontare o da mostrare se non dei lugubri primi piani che dovrebbero risultare struggenti in stile Il Signore degli Anelli ed [...] Vai alla recensione »

venerdì 15 gennaio 2016
Alenefertiti

Definire questa pellicola mediocre equivale a fare un complimento all'autore. Mi spiace per Schwarzenegger che ha fatto bei film e che si impegna in questo per far risultare credibile la storia che tuttavia fa acqua da ogni dove. Il film in se poteva offrire uno spunto di riflessione interessante e una chiave di lettura nuova al genere degli zombie o contagiati, peccato che oltre ad essere di una [...] Vai alla recensione »

domenica 13 novembre 2016
Contrammiraglio

Se uno va oltre ll'spettarsi il solito film d'azione con gli zombie, data anche la presenza di Arnold, è di conseguenza sopporta l'apparente noia che spunta qua è là, ci sorprenderà di aver trovato un bel film che affronta in maniera inusuale il rapporto familiare delle creature. E che tenerezza quel bacio finale prima di......

martedì 13 ottobre 2015
Alenefertiti

Film decisamente pessimo, carriera che non lascia ben sperare per l'esordiente Enry Hobson che con la sua seconda regia ha toppato alla grande, e mi spiace per Schwarzenegger che dopo una brillante carriera è ridotta al mutismo in una pellicola tanto deludente. Il film vorrebbe inserirsi nel filone horror degli zombie con una chiave di lettura nuova e inaspettata che tiene conto del dramma [...] Vai alla recensione »

venerdì 22 aprile 2016
aabbaa

Film dalla solida regi e con una buona sceneggiatura.

martedì 13 ottobre 2015
Kyotrix

Tra alti e bassi. Film drammatico, l'ambientazione horror zombie è un contorno, qui viene trattato la lenta trasformazione da chi è contagiato, la sofferenza di chi sa che diventerà un mostro, dei cari per la perdita. Troppi primi piani, anche se a volte hanno il loro effetto. Discreto schwarzy. Lento ( non è un problema ) ma anche noiosetto a tratti, non cattura completament [...] Vai alla recensione »

giovedì 30 luglio 2015
aldamar

Un film molto Drammatico,che in generale e' un po' noioso,ma fa capire l'amore che puo' avere un padre per un figlio/a,e sinceramente l'ho trovato piu' che discreto,ed un Arnold che non ti aspetteresti mai.

domenica 19 luglio 2015
Super1davide

film commovente ed umano, si potrebbe definire realistico. Il mondo realizzato da questo giovane regista promettente è meraviglioso, simile a quello di the road. Musiche e interpretazione dei personaggi eccezionali. Consigliato

mercoledì 1 luglio 2015
Alexandros_87

Una grande interpretazione di Schwarzenegger, inerme però di fronte al virus raccontato nel film. Cerca di proteggere e di amare la figlia come può, con un finale veramente inaspettato se si guarda il trailer....si può dire che ci sono un po' di zone del film troppo lunghe...unica pecca forse. Comunque sia andatelo a vedere!!

lunedì 29 giugno 2015
Francesco Nenna

Bel film, anche se scorre in maniera molto lenta...tipo per intenderci Terrence Malick... è molto originale. Non è il solito film sugli zombie. Poco horror, molto drammatico...belle interpretazioni sia di Arnold Schwarzenegger che  di Abigail Breslin...è da vedere, consigliato 3 stelle per il film, 5 stelle per Arnold

domenica 19 luglio 2015
Super1davide

Contagious è uno di quei pochi film che riescono davvero a commuovere e a far provare a chi si trova in sala qualche buona emozione. È un film umano, si potrebbe definire in un certo senso realistico. Sono in pochi a morire e le scelte compiute dai protagonisti sono difficili. Ciò che ho più apprezzato è il vivo e pulsante mondo che questo giovane regista promettente è riuscito a dipingere (si può [...] Vai alla recensione »

sabato 4 luglio 2015
no_data

La scena finale vale il film; bisogna essere giovani per essere forti e uscire dallo stereotipo. Il malato che morde il simile non è una metafora ma la realtà, durissima da proporre in uno schermo. La ragazza esce vittoriosa da una lotta impari mentre il padre le prepara la strada e le indica, con un bossolo caduto, la direzione.

STAMPA
RECENSIONI DELLA CRITICA
Francesco Alò
Il Messaggero

Non venire a cercarmi papà. Sono andata in città». L'ado1escente Maggie (Breslin) è scappata di casa ma non è una fuga qualsiasi. Forse si sta trasformando in uno zombi per colpa del Necrovirus, piaga che affligge gli Usa. Città disabitate, campi incendiati, infetti affamati di carne umana. Il padre Wade (Schwarzenegger) riporta Maggie a casa. Il morbo sembra averla contagiata.

Maurizio Acerbi
Il Giornale

Maggie è stata morsa ed in un paio di settimane si trasformerà in zombie. Papà Wade non vuol rinunciare alla ragazza e la accudirà in casa assistendola, con tutti i rischi del caso, fino al suo ineluttabile destino. Non è un horror, ma un film (pur lento) che racconta del rapporto profondo tra un padre e una figlia morente. Qui, si tratta di un virus diffuso da uno zombie, ma potrebbe essere una qualsiasi [...] Vai alla recensione »

Roberto Nepoti
La Repubblica

Torna Arnold Schwarzenegger: in attesa del blockbuster Terminator: Genysis, ecco il veterano Schwarzy in un film di zombi a piccolo budget diretto da un esordiente. Una pandemia trasforma le persone in morti-viventi. Gli infettati sono messi in quarantena; i genitori dei più giovani hanno il permesso di stare accanto a loro il più a lungo possibile.

Vai alla home di MYmovies.it
Home | Cinema | NETFLIX | Database | Film | Calendario Uscite | MYMOVIESLIVE | Dvd | Tv | Box Office | Prossimamente | Trailer | Colonne sonore | MYmovies Club
Copyright© 2000 - 2018 MYmovies.it® - Mo-Net s.r.l. Tutti i diritti riservati. È vietata la riproduzione anche parziale. P.IVA: 05056400483
Licenza Siae n. 2792/I/2742 - Credits | Contatti | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso | Accedi | Registrati