Abel

Film 2009 | Drammatico 85 min.

Anno2009
GenereDrammatico
ProduzioneMessico, USA
Durata85 minuti
Regia diDiego Luna
AttoriJosé María Yazpik, Karina Gidi, Carlos Aragon, Christopher Ruiz-Esparza, Gerardo Ruiz-Esparza .
TagDa vedere 2009
Distribuzioneda definire
MYmonetro Valutazione: 3,50 Stelle, sulla base di 1 recensione.

Regia di Diego Luna. Un film Da vedere 2009 con José María Yazpik, Karina Gidi, Carlos Aragon, Christopher Ruiz-Esparza, Gerardo Ruiz-Esparza. Genere Drammatico - Messico, USA, 2009, durata 85 minuti. distribuito da da definire. Valutazione: 3,50 Stelle, sulla base di 1 recensione.

Condividi

Aggiungi Abel tra i tuoi film preferiti
Riceverai un avviso quando il film sarà disponibile nella tua città, disponibile in Streaming e Dvd oppure trasmesso in TV.




oppure

Abel ha dei problemi psicologici, aggravati dall'abbandono del padre. Si mette per questo in testa di essere lui stesso il padre dei fratelli e si comporta come tale. Almeno fino al ritorno del vero genitore.

Consigliato assolutamente no!
n.d.
MYMOVIES 3,50
CRITICA N.D.
PUBBLICO N.D.
CONSIGLIATO SÌ
Scheda Home
Critica
Cinema
Trailer
Il felice esordio alla regia dell'attore Diego Luna.
Recensione di Marianna Cappi
sabato 15 maggio 2010
Recensione di Marianna Cappi
sabato 15 maggio 2010

Secondo di tre fratelli abbandonati dal padre due anni prima dell'inizio dell'azione, Abel torna a casa dopo un lungo internamento in ospedale, schiavo di costose pastiglie che tengono a bada le sue crisi. Ad un certo punto sembra però trovare la serenità quando adotta il ruolo del capofamiglia assente, trattando come figli la sorella maggiore e il fratellino Paul e come la propria sposa la madre affezionata. Incapaci di vederlo soffrire, gli altri reggono il gioco delle parti e non lo contraddicono, fino a che non si rivela per quel che è, una pericolosa illusione per tutti.
L'attore messicano Diego Luna esordisce alla regia con un film riuscito e toccante. Piccolo solo in quanto a mezzi, coprodotto dall'amico di sempre Gael Garcia Bernal e favorito dall'aiuto dietro le quinte di Alfonso Cuaron e Luis Mandoki, Abel non manca di nulla e ha anzi una personalità tenera e decisa, fatta di colori accesi, sguardi affettuosi sui personaggi e su una realtà sociale descritta senza patinature ma anche senza pietismo alcuno.
La storia è semplice ma il trauma è complesso e dà spazio tanto alla commedia -Abel che sposa la madre con una caramella a forma di anello, Abel che conversa col dottore, che si veste in giacca, che si raccomanda al fidanzato della sorella, e finisce per ottenere una risposta quasi vera da chi lo attornia, tanto è il debito sentimentale in campo- quanto al dramma.
Poteva avere benissimo un esito tragico, lo avremmo compreso e accettato, ma siamo più grati al regista per averlo chiuso come ha fatto, contenendo la tragedia nella misura che è propria di tutto il film e che alle urla preferisce un abbraccio silenzioso, un sorriso amaro.
Girato interamente in spagnolo, a testimonianza una volta per tutte dello spirito sentito e personale che lo anima, interpretato con talento dall'intero cast e in particolare dal piccolo Christopher Ruiz-Esparza, nel ruolo che dà il titolo alla pellicola, e da Karina Gidi in quello della madre, è un esordio felicissimo e, dunque, per forza di cose, una promessa.

Sei d'accordo con Marianna Cappi?
Vai alla home di MYmovies.it
Home | Cinema | NETFLIX | Database | Film | Calendario Uscite | MYMOVIESLIVE | Dvd | Tv | Box Office | Prossimamente | Trailer | Colonne sonore | MYmovies Club  ver: au12.
Copyright© 2000 - 2018 MYmovies.it® - Mo-Net s.r.l. Tutti i diritti riservati. È vietata la riproduzione anche parziale. P.IVA: 05056400483
Licenza Siae n. 2792/I/2742 - Credits | Contatti | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso | Accedi | Registrati