Il monaco

Film 2003 | Azione, Commedia, Fantasy +13 104 min.

Regia di Paul Hunter (II). Un film con Chow Yun-Fat, Seann William Scott, Jaime King, Karel Roden, Victoria Smurfit. Cast completo Titolo originale: Bulletproof Monk. Genere Azione, Commedia, Fantasy - USA, Canada, 2003, durata 104 minuti. Consigli per la visione di bambini e ragazzi: +13 - MYmonetro 2,20 su 7 recensioni tra critica, pubblico e dizionari.

Condividi

Aggiungi Il monaco tra i tuoi film preferiti
Riceverai un avviso quando il film sarà disponibile nella tua città, disponibile in Streaming e Dvd oppure trasmesso in TV.




oppure

Un anziano monaco è alla ricerca di un successore capace di custodire e difendere un antico papiro che, se decifrato e letto ad alta voce, potrebbe conferire al suo possessore il potere su tutta la Terra. Al Box Office Usa Il monaco ha incassato 23,3 milioni di dollari .

Consigliato nì!
2,20/5
MYMOVIES 2,25
CRITICA N.D.
PUBBLICO 2,70
CONSIGLIATO NÌ
Un divertente cross-over fra arti marziali e riflessioni filosofiche.
Recensione di Davide Verazzani
Recensione di Davide Verazzani

In un monastero buddista sulle montagne tibetane è custodito, da un monaco anziano il cui volto non invecchia, un antico papiro che, se decifrato e letto ad alta voce, potrebbe conferire al suo possessore il potere su tutta la Terra. Nella II Guerra Mondiale il monastero viene attaccato vanamente da un manipolo di SS, guidate da un feroce ufficiale. Nei giorni nostri, il monaco depositario del papiro (fuggito nel frattempo in America) deve trovarsi un successore; crede di averlo scovato in Kar, proiezionista ladruncolo e amante dei film di Bruce Lee, e in Jade, fascinosa fidanzata del boss di una banda. Ma l'ufficiale delle SS di cinquant'anni prima è ancora sulle tracce del monaco, e riesce a scovarlo proprio in quei giorni: l'aiuto di Kar e Jade sarà indispensabile al Monaco, e porterà alla sfida finale fra il Bene e il Male. Divertente produzione di John Woo e Terence Chang, ispirata da un fumetto cross-over fra arti marziali e riflessioni filosofiche ed affidata all'esordiente Paul Hunter. La vicenda non è certo di portata epocale, e la morale che se ne può trarre, con questa miscela tra tradizione buddista e consumismo occidentale (ci piacerebbe sapere di quale stilista siano gli abiti "monacali" dei protagonisti), sembra essere di seconda mano, ma il pregio della produzione è il dichiarato intento di voler divertire lo spettatore. Il resto lo fanno un superbo Chow-Yun-Fat, eroe dei primi film di John Woo e Seann William Scott, finora noto per le interpretazioni, non proprio esaltanti, in American Pie e Final Destination, ed in questo caso funzionale al ruolo scelto per lui.

Sei d'accordo con Davide Verazzani?
Su MYmovies il Dizionario completo dei film di Laura, Luisa e Morando Morandini

Prologo nel Tibet del 1943 dove sono arrivate le SS naziste. 60 anni dopo un monaco, maestro zen di arti marziali, va in una metropoli USA alla ricerca di un giovane che, secondo tre profezie, dovrebbe succedergli come custode di una pergamena, chiave del potere assoluto. Lo trova, ma una banda di neonazisti dà alla strana coppia filo da torcere. Ispirato a una storia a strisce degli ultimi anni '90 di Ethan Reiff e Cyrus Voris e diretto dall'esordiente Hunter, è un frutto saporito di quel fenomeno di contaminazione/imitazione/colonizzazione del cinema di Hong Kong che, sulla scia della modaiola religiosità New Age, Hollywood pratica dagli anni '90. L'egemonia delle scene di azione non va a scapito dello spessore dei personaggi, soprattutto nella divertente alchimia tra il monaco di Yun Fat, attore preferito di John Woo che qui figura tra i produttori, e il borseggiatore anarchico Scott, tipica parafrasi asiatica del rapporto maestro/allievo. Girato in Canada.

Tutte le recensioni de ilMorandini
CONSULTALO SUBITO

IL MONACO disponibile in DVD o BluRay su IBS

DVD

BLU-RAY
€9,99
Frasi
Ma si può sapere chi diavolo sei?
Non è la domanda che dovresti fare. Dovresti chiedere a te stesso chi sei tu.
Una frase di Kar (Seann William Scott)
dal film Il monaco
STAMPA
RECENSIONI DELLA CRITICA
Fabrizio Liberti
Film Tv

Sotto l’ala protettrice e produttrice di John Woo, una delle icone del cinema di Hong Kong, Chow Yunfat, si cimenta nel pericoloso tentativo di sintetizzare il kung fu con la commedia occidentale. L’occasione gli arriva dal ruolo del monaco senza nome, protagonista di questo film che segna !‘esordio cinematografico del “videochipparo” Paul Hunter, La storia inizia nel 1943 in Tibet, dove un manipolo [...] Vai alla recensione »

Vai alla home di MYmovies.it
Home | Cinema | TIMVISION | Database | Film | Calendario Uscite | MYMOVIESLIVE | Dvd | Tv | Box Office | Prossimamente | Trailer | Colonne sonore | MYmovies Club
Copyright© 2000 - 2019 MYmovies.it® - Mo-Net s.r.l. Tutti i diritti riservati. È vietata la riproduzione anche parziale. P.IVA: 05056400483
Licenza Siae n. 2792/I/2742 - Credits | Contatti | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso | Accedi | Registrati