Irréversible

Film 2002 | Drammatico, V.M. 18 95 min.

Titolo originaleIrrévérsible
Anno2002
GenereDrammatico,
ProduzioneFrancia
Durata95 minuti
Regia diGaspar Noé
AttoriMonica Bellucci, Vincent Cassel, Albert Dupontel, Philippe Nahon .
DistribuzioneBim Distribuzione
RatingConsigli per la visione di bambini e ragazzi: V.M. 18
MYmonetro 1,97 su 3 recensioni tra critica, pubblico e dizionari.

Regia di Gaspar Noé. Un film con Monica Bellucci, Vincent Cassel, Albert Dupontel, Philippe Nahon. Titolo originale: Irrévérsible. Genere Drammatico, - Francia, 2002, durata 95 minuti. distribuito da Bim Distribuzione. Consigli per la visione di bambini e ragazzi: V.M. 18 - MYmonetro 1,97 su 3 recensioni tra critica, pubblico e dizionari.

Condividi

Aggiungi Irréversible tra i tuoi film preferiti
Riceverai un avviso quando il film sarà disponibile nella tua città, disponibile in Streaming e Dvd oppure trasmesso in TV.



Accedi o registrati per aggiungere il film tra i tuoi preferiti.


oppure

Accedi o registrati per aggiungere il film tra i tuoi preferiti.

Due ragazzi cercano di vendicare la violenza subita da una ragazza. Al Box Office Usa Irréversible ha incassato nelle prime 10 settimane di programmazione 792 mila dollari e 60,1 mila dollari nel primo weekend.

Consigliato no!
1,97/5
MYMOVIES 1,50
CRITICA N.D.
PUBBLICO 2,95
CONSIGLIATO NÌ
Film-scandalo di Cannes 2002.
Recensione di Nelly Baiamonte
Recensione di Nelly Baiamonte

Un regista provocatorio a tutti i costi e l'accoppiata (nella vita reale sono marito e moglie dal '99) Vincent Cassel - Monica Bellucci hanno dato vita al film scandalo di Cannes 2002: lei viene stuprata (e ripresa con macabra dovizia di particolari) per nove interminabili minuti in un tunnel sotterraneo, e l'ex marito e il fidanzato decidono di farsi giustizia da soli. La violenza insostenibile di alcune scene non trova alcuna giustificazione: il tutto sembra più un pretesto per mostrare un eccesso di sangue e sperma che non una condanna delle più animalesche perversioni umane.

Sei d'accordo con Nelly Baiamonte?
Su MYmovies il Dizionario completo dei film di Laura, Luisa e Morando Morandini

Fin dai titoli di testa con le lettere rovesciate e dalla sublime banalità autoreferenziale del laido prologo ("il tempo distrugge tutto!"), il 2° lungometraggio dell'argentino Noé è una bischerrima scemenza con l'aggravante delle ambizioni d'autore, già evidenti nella scrittura drammaturgica che comincia dalla fine e risale all'indietro. In parallelo anche la scrittura cambia. Prima mezz'ora all'insegna di un dinamismo forsennato della cinepresa e di un montaggio altrettanto frenetico con un vendicativo assassinio a colpi di estintore. Dopo la sensazionalistica sequenza in un sottopassaggio dello stupro anale della Bellucci, poi massacrata di botte dal lurido bruto (12 minuti con cinepresa immobile e rasoterra), il racconto si disciplina nell'ambito di un convenzionale cinema della chiacchiera per chiudersi, nell'alveo di un lirismo da spot pubblicitario, con la protagonista sorridente su un prato fiorito che galleggia sulle note (Allegretto) della Settima di Beethoven. Nonostante la svergognata stamburata scandalistica dei mass media, chi se la cava meglio è proprio la Bellucci.

Tutte le recensioni de ilMorandini
CONSULTALO SUBITO

IRRÉVERSIBLE disponibile in DVD o BluRay su IBS

DVD

BLU-RAY
€4,50 €12,99
PUBBLICO
RECENSIONI DALLA PARTE DEL PUBBLICO
mercoledì 29 novembre 2017
SugarK

Solitamente la narrazione dei film passa dal inizio alla fine, come è di abitudine di far capire al pubblico su come conoscere i personaggi e seguire la storia. Ci sono però anche film che vengono raccontati al inverso, ovvero dalla fine al inizio, che può far confondere al pubblico su cosa sta succedendo nella storia. Infatti il regista Gaspar Noé assieme Monica Bellucci [...] Vai alla recensione »

giovedì 6 dicembre 2018
Ennio

Rivisto dopo molti anni, "irreversible" non ha perso la forza d'urto che mi aveva suscitato alla prima impressione. L'originalità nell'arte e quindi anche nel cinema andrebbe sempre premiata, quando è davvero creativa e non solo desiderio di distinguersi. L'idea della trama a rovescio non so se sia una novità assoluta ma in questo film l'idea [...] Vai alla recensione »

domenica 28 agosto 2011
Oblivion7is

Allora, premetto una cosa sulle tre stelle. Ero indeciso tra due o tre. Perché ho optato per tre? Perché il voto sarebbe un due e mezzo abbondante, quindi tre, però... un mal di testa incredibile! La telecamera va da tutte le parti, come un virtuosismo personalissimo ed inutile del regista Noè, tra l'altro ex-regista porno di culto, quasi volesse dire "Ehi, vedete, [...] Vai alla recensione »

lunedì 18 maggio 2020
Andrew66

L'impianto generale del film non ha niente di innovativo (si tratta di una vendetta), tanto che il regista ha deciso di adottare la tecnica dell'inversione narrativa per aumentarne l'intensità, perchè partendo dalla fine lo spettatore dovrebbe rimanere (nella sua intenzione) ancorato alla poltrona con il desiderio di sapere perchè siamo arrivati a tanto.

lunedì 2 settembre 2019
Francesco Zennaro

 IRREVERSIBLE   Spiega quanto sarebbe atroce la vita se conoscessimo in anticipo il nostro futuro. Nel film, gli spettatori lo conoscono, ma i protagonisti (per fortuna) no. Girato cronologicamente all'incontrario (con blocchetti di sequenze "quantizzate"), il film inizia con la fine tragico/violenta della storia, e finisce con l'inizio puro e immacolato della [...] Vai alla recensione »

lunedì 12 agosto 2019
Lulu66

Poteva essere un buon film, se: 1) non si infilase nello splatter più puro e violento, con poco realismo (ma avete mai sentito di un gay che violenta una donna? Io mai!) 2) riuscisse ad analizzare meglio di più le personalità dei protagonisti La correzzione consigliata? 1) stupro fatto a un uomo e non a una donna (ma che c'entra? No, davvero!) Sarebbe almeno sembrato più [...] Vai alla recensione »

mercoledì 7 febbraio 2018
uno

Vedo questo film solo oggi, a 15 anni dalla sua uscita, e la mia opinione è concorde con molti altri lettori. L'inizio è senzaltro sconcertante e incomprensibile, con una macchina da presa che sembra appesa al polso di qualcuno, sballottata da una parte all'altra come fosse lasciata accesa per sbaglio e registrasse a casaccio.

mercoledì 22 ottobre 2014
EvilDevin87

Esperimento di cinema coraggioso del regista Gaspar Noè, che decide di far scorrere le scene dall'ultima alla prima attraverso una storia drammatica e tinta di ultraviolenza. E lo fa spudoratamente e non lasciando nulla all'immaginazione, con una regia che sembra premere soprattutto al disturbare psicologicamente lo spettatore. La pellicola causa emicranie e vertigini a più riprese, [...] Vai alla recensione »

martedì 9 agosto 2011
mara65

Assurdo dare una stelletta a questo film. la storia è drammaticamente interessante e  la scena di violenza sessuale ai danni della Bellucci non rende il prodotto provocatorio e scandaloso... ma lo innalza a capolavoro che resterà nella storia. Il film è ben organizzato, ben girato e soprattutto ben recitato dai due protagonisti (marito e meglie pure nella vita). [...] Vai alla recensione »

domenica 4 ottobre 2009
dian71cinema

UN FILM REALIZZATO SENZA TABU' DI SORTA..DECISAMENTE ALLA FRANCESE DOVE LA TRASGRESSIONE E L'ORIGINALITA' DEVONO ESSERE AL TOP. COSI' GASPAR NOE' DESIDERA REALIZZARE UN FILM REALITY-MOVIE UTILIZZANDO UN METODO ALLA RèVERSE PER INTENDERCI E GIA' DAI TITOLI INIZIALI SI DILETTA (E SI VEDE) NEL VOLER STORDIRE LO SPETTATORE. APPREZZABILE L'IDEA DI VOLER INSCENARE SCENE DI CRUDA REALTA' DOVE LE PERSONE NON [...] Vai alla recensione »

giovedì 9 febbraio 2012
andys80

In questa pellicola i temi dello stupro e della violenza non lasciano molto spazio alla riflessione grazie alla scelta di una narrazione fin troppo realistica. Il film non lascia molto all'immaginazione con scene crudeli e disturbanti, a tratti insopportabili (lo stupro). Nel complesso non è un film piacevole visto che oltre al fastidioprovocato da alcune sequenza, non c'è [...] Vai alla recensione »

venerdì 25 febbraio 2011
Fede81

Non capisco come si possa giustificare una scena assolutamente superflua di 9 minuti di violenza sessuale col concetto di "realismo". Il realismo è solo una modalità espressiva (cinematografica, letteraria, ecc.) che serve rappresentare nella maniera più efficace una situazione, uno stato d'animo o un'idea. Ma quando la situazione, lo stato d'animo o l'idea sono chiari fin dall'inizio (come accade [...] Vai alla recensione »

STAMPA
RECENSIONI DELLA CRITICA
Emanuela Martini
Film TV

Sai una cosa? «Il tempo distrugge tutto», dice un vecchio laido, seduto nudo sul letto di una camera squallida a un uomo un p0’ più giovane di fianco a lui. Quei vecchio e quella frase sono la chiave di volta di Irréversibie, il film di Gaspar Noé presentato ai festival di Cannes. La frase è chiara e, come dice il titolo, irreversibile: qualcosa di bello viene irrimediabilmente rovinato.

Paolo Boschi
Scanner

Dall'oscurità alla luce lungo un percorso narrativo all'inverso, più o meno come accadeva in Memento ma con un pizzico di autocompiacimento in più per i dettagli maggiormente truculenti: una tragica storia la cui fine è nota, dunque irreversibile, in perfetto accordo con il titolo. Il cineasta franco-argentino Gaspar Noé si premura di farci assimilare la banale massima “Il tempo distrugge ogni cosa” [...] Vai alla recensione »

Vai alla home di MYmovies.it
Home | Cinema | Database | Film | Calendario Uscite | MYMOVIESLIVE | Dvd | Tv | Box Office | Prossimamente | Trailer | Colonne sonore | MYmovies Club
Copyright© 2000 - 2021 MYmovies.it® - Mo-Net s.r.l. Tutti i diritti riservati. È vietata la riproduzione anche parziale. P.IVA: 05056400483
Licenza Siae n. 2792/I/2742 - Credits | Contatti | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso | Accedi | Registrati