Fahrenheit 451

Film 1966 | Fantascienza +16 112 min.

Anno1966
GenereFantascienza
ProduzioneFrancia, Gran Bretagna
Durata112 minuti
Regia diFrançois Truffaut
AttoriCyril Cusack, Julie Christie, Anton Diffring, Oskar Werner, Alex Scott, Bee Duffel Jeremy Spenser, Ann Bell.
TagDa vedere 1966
RatingConsigli per la visione di bambini e ragazzi: +16
MYmonetro 3,99 su 3 recensioni tra critica, pubblico e dizionari.

Regia di François Truffaut. Un film Da vedere 1966 con Cyril Cusack, Julie Christie, Anton Diffring, Oskar Werner, Alex Scott, Bee Duffel. Cast completo Genere Fantascienza - Francia, Gran Bretagna, 1966, durata 112 minuti. Consigli per la visione di bambini e ragazzi: +16 - MYmonetro 3,99 su 3 recensioni tra critica, pubblico e dizionari.

Condividi

Aggiungi Fahrenheit 451 tra i tuoi film preferiti
Riceverai un avviso quando il film sarà disponibile nella tua città, disponibile in Streaming e Dvd oppure trasmesso in TV.



Accedi o registrati per aggiungere il film tra i tuoi preferiti.


oppure

Accedi o registrati per aggiungere il film tra i tuoi preferiti.

Da Gli anni della Fenice di Bradbury, un film accorato e tristis- simo nel quale Truffaut ci mette in guardia contro la progressiva perdita di umanita e cultura.

Consigliato assolutamente sì!
3,99/5
MYMOVIES 3,25
CRITICA N.D.
PUBBLICO 3,48
CONSIGLIATO SÌ
Siamo tutti Montag.
Recensione di a cura della redazione
Recensione di a cura della redazione

In un prossimo futuro, razionale e dominato dai mega-schermi che troneggiano nelle case, in una nazione imprecisata, la lettura è vietata e i libri sono bruciati da individui vestiti da pompieri, attrezzati allo scopo. Uno di costoro si ribella all'imposizione, scappa e si rifugia dagli "uomini-libro": ciascuno di loro ha imparato a memoria un'opera e la tramanda così alla posterità.

Su MYmovies il Dizionario completo dei film di Laura, Luisa e Morando Morandini

Da Gli anni della Fenice (1953) di Ray Bradbury: in una società del Medioevo prossimo venturo, condannata all'ignoranza da un potere dispotico che condanna i libri al rogo, il pompiere incendiario Montag incontra Clarissa che ama la lettura, comincia a leggere per curiosità e non smette più, diventando un fuorilegge. Drammaturgicamente fiacco, poco convincente come ambientazione, fredda meditazione sulla passione del fuoco e sulla contrapposizione tra gli uomini schiavi del Moloch televisivo e i liberi uomini-libro, è il film poco riuscito di un F. Truffaut che cerca di forzare i propri limiti, ma, comunque, un commosso omaggio ai libri, alla letteratura, al potere della scrittura.

Tutte le recensioni de ilMorandini
CONSULTALO SUBITO
FANTAFILM
Cento anni di cinema di fantascienza

Montag è un pompiere, o meglio un "milite del fuoco". Però il compito dei pompieri, nel 2052, non è quello di spegnere gli incendi, ma di appiccarli. Un governo autoritario e dispotico mantiene il suo potere tentando di cancellare la libertà di pensiero e di espressione, fonte di rinnovamento e di progresso. Banditi come eversivi libri e uomini di cultura, ha affidato ai militi del fuoco l'incarico di scovarli e incenerirli (nella scala Fahrenheit, i 451 gradi rappresentano la temperatura alla quale i libri prendono fuoco). Montag svolge diligente il suo lavoro, bruciando spensieratamente uomini e libri, fino a quando gli capita di leggerne uno. Folgorato da quella scoperta, non riesce più a smettere e trafuga un libro dopo l'altro, finchè la moglie, terrorizzata, lo denuncia. Montag fugge e si dà alla macchia. Scoprirà, unendovisi, una umanità clandestina, gli "uomini-libro", formata da individui ognuno dei quali si è assunto il compito di mandare a memoria un libro, per mantenerne il ricordo in attesa della fine di questa epoca oscurantista. Pubblicato per la prima volta in Italia dall'editore Martello con il titolo "Gli anni della fenice" e in forma condensata, con il titolo "Gli anni del rogo", da Mondadori nella scomparsa collana Urania Rivista nel 1953, il terribile apologo di Bradbury consente a Truffaut una significativa incursione nella fantascienza (vi ritornerà nel 1977 da attore, in Incontri ravvicinati del terzo tipo). Curiosamente anche la Christie vi ritornerà nello stesso anno, nel film Generazione Proteus.


FAHRENHEIT 451 disponibile in DVD o BluRay su IBS

DVD

BLU-RAY
€7,99
PUBBLICO
RECENSIONI DALLA PARTE DEL PUBBLICO
venerdì 14 gennaio 2011
RONGIU

Il genio di Francois Truffaut è stato ingiustamente e tante volte malmenato. La scarsa attenzione, dedicata dal regista francese, alla Realpolitik resta senz’altro l’accusa più rilevante.  Ma, Truffaut non è certo tipo da perdersi d’animo; insacca ed attende. Ama la letteratura tanto quanto il teatro; la passione per i libri,  trasmessagli dalla nonna, [...] Vai alla recensione »

domenica 28 agosto 2011
weachilluminati

Fahrenheit 451 di Francois Trufaut anno di produzione  1966 tratto dal romanzo di  Bradbury fu film  immediatamente stroncato dalla critica in occasione della sua prima presentazione  alla mostra cinematografica di Venezia  ;poi ,a partire dal 1971 ,si generò una corrente di pensiero inversa e quindi favorevole verso la trasposizione cinematografica di Truffaut. Vai alla recensione »

sabato 5 gennaio 2013
Harry Manback

TRAMA In un futuro non precisato, dove i pompieri hanno il paradossale compito di appiccare incendi per distruggere ogni libro esistente, Guy Montag, pompiere di alto livello e prossimo alla promozione, non riesce a cedere alla tentazione di scoprire cosa contengono quegli oggetti tanto pericolosi, cambiando radicalmente il suo modo di vedere. ASPETTI TECNICI Regista del film è il versatile [...] Vai alla recensione »

martedì 6 novembre 2012
cronix1981

La rappresentazione di una possibile società futura è un tema ampiamente trattato, approfondito e riprodotto nel cinema. In questo soggetto si inquadra il film di Truffaut: visionario e futurista. La fantascienza pura è riservata ad altri ambiti, perché il regista sceglie di dare un taglio decisamente più classico.

sabato 3 settembre 2016
RAFFAELE REPPUCCI

50 anni dopo mi sentirei di dire soltanto che se Truffaut voleva trasmettere la tristezza di quel mondo di pedine fu, naturalmente, bravissimo. anzi peggio: efficace. si esce dalla sala con lo sguardo vitreo e il pallore di Montag e del suo collega-rivale negli occhi, non è da ridere. Almeno il capo dei pompieri ha lo sguardo franco, consapevole, vivo.

lunedì 4 giugno 2012
Renato C.

Anni '60, periodo di guerra fredda! Agli Stati Uniti piaceva, ogni tanto sventolare lo spauracchio dell'Unione Sovietica! Ed ecco che anche Francia e Gran Bretagna ti fanno un film su quello che può essere uno dei lati più deteriori delle dittature: mantenere la gente dell'ignoranza con la propibizione di farsi una cultura propria.

domenica 22 maggio 2011
Viola Klimt

    Il libro desiderato,esaltato,citato e poi demonizzato diventa la dimensione prospettica privilegiata per fare di Fahrenheit 451 un pellicola "metaletteraria" in cui la letteratura è strumento e materiale della trama. Tuttavia, Francois Truffaut estremizza i contenuti del romanzo fantascientifico di Ray Bradbury( a cui il film si ispira) creando una tensione fra una [...] Vai alla recensione »

giovedì 29 dicembre 2011
dounia

La sceneggiatura presenta i dialoghi che avvengono tra l'interprete principale, la moglie, una conoscente, i colleghi di lavoro, due infermieri e alcune amiche della moglie. All'inizio del film si vede un uomo impegnato nel lavoro, si trova nel centro Fahrenheit 451, addetto a recarsi in case dove ci sono libri e pronto a bruciarli alla temperatura di 451 gradi.

giovedì 22 marzo 2012
vincenzo marsilia

Anche se è tratto da un ‘opera di Ray Bradbury, il celebrato autore di “Cronache marziane”, va subito detto che Fahrenheit 451 ha poco o nulla a che vedere con la fantascienza. Il titolo indica semplicemente una temperatura – misurata nella scala allora impiegata nel mondo anglosassone – che è quella di combustione della carta o, per [...] Vai alla recensione »

venerdì 11 novembre 2011
fedeleto

Se leggere fosse proibito? cosi e' scritto sulla locandina di questo capolavoro di Francois Truffaut(jules e jim,la calda amante),cosa accadrebbe se in un futuro non troppo lontano i libri venissero bruciati e chi li legge venisse arrestato?La storia racconta di un pompiere che svolgendo il lavoro di brucia libri ,quando conosce una donna simile d'aspetto alla moglie (e del resto e' la [...] Vai alla recensione »

giovedì 15 febbraio 2018
Inesperto

Non c'è che dire, per invogliare qualcuno alla lettura è sufficiente fargli vedere questo film. Tratto dalla splendida opera distopica di Ray Bradbury, illustra l'idea di una società nella quale possedere libri è reato. Imprescindibile.

giovedì 10 novembre 2011
Luca Scialo

Montag fa parte della squadra Fahrenheit 451, preposta a dare fuoco ai libri poiché aprono la mente della popolazione, appiattita dalla Tv. La sua vita scorre senza emozioni, finché non conosce Clarissa, la sua vicina di casa che invece ama leggere e lo spinge all'amore per i libri. Così a poco a poco cerca di contrastare quel regime culturale che schiaccia la libertà [...] Vai alla recensione »

sabato 3 aprile 2010
fearthereaper

non posso fare una valutazione analitica perchè il film l'ho visto molto tempo fa, però non mi sono scordato l'impressione che mi ha dato e stò leggendo proprio adesso il libro, che dire c'è una grande differenza... ad esempio se guardando il film alla fine ti chiedi: "una distopia basata esclusivamente sul divieto di leggere? che assurdità!" se leggi il libro capisci che la distopia non si basa su [...] Vai alla recensione »

domenica 22 ottobre 2017
Francis Metal

E' esattamente quello che vogliono le persone oggi: rasare a zero i capelloni, niente libri, attaccati alla TV tutto il giorno, dittatura, totalitarismo, zero rapporti umani, gente che collabora col sistema. E parlo sul serio, una volta quando andavo a scuola strapparono e bruciarono i libri davanti alla fermata del pullman... che vergogna.

Frasi
Guarda: non è uno spettacolo magnifico? Le pagine come petali di un fiore... o come farfalle scure e luminose... Chi può spiegare il fascino del fuoco? Che cosa ci attira verso di esso, sia da giovani che da vecchi?
Dialogo tra Il capitano (Cyril Cusack) - Guy Montag (Oskar Werner)
dal film Fahrenheit 451
Vai alla home di MYmovies.it
Home | Cinema | Database | Film | Calendario Uscite | MYMOVIESLIVE | Dvd | Tv | Box Office | Prossimamente | Trailer | Colonne sonore | MYmovies Club
Copyright© 2000 - 2021 MYmovies.it® - Mo-Net s.r.l. Tutti i diritti riservati. È vietata la riproduzione anche parziale. P.IVA: 05056400483
Licenza Siae n. 2792/I/2742 - Credits | Contatti | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso | Accedi | Registrati