L'uomo di Laramie

Film 1955 | Western 104 min.

Titolo originaleThe Man from Laramie
Anno1955
GenereWestern
ProduzioneUSA
Durata104 minuti
Regia diAnthony Mann
AttoriJames Stewart, Arthur Kennedy, Donald Crisp, Cathy O'Donnell, Alex Nicol, Aline MacMahon Wallace Ford, Jack Elam, John War Eagle, James Millican, Gregg Barton, Boyd Stockman, Frank DeKova.
TagDa vedere 1955
MYmonetro Valutazione: 4,00 Stelle, sulla base di 6 recensioni.

Regia di Anthony Mann. Un film Da vedere 1955 con James Stewart, Arthur Kennedy, Donald Crisp, Cathy O'Donnell, Alex Nicol, Aline MacMahon. Cast completo Titolo originale: The Man from Laramie. Genere Western - USA, 1955, durata 104 minuti. Valutazione: 4,00 Stelle, sulla base di 6 recensioni.

Condividi

Aggiungi L'uomo di Laramie tra i tuoi film preferiti
Riceverai un avviso quando il film sarà disponibile nella tua città, disponibile in Streaming e Dvd oppure trasmesso in TV.



Accedi o registrati per aggiungere il film tra i tuoi preferiti.


oppure

Accedi o registrati per aggiungere il film tra i tuoi preferiti.

Un ex ufficiale vuol vendicare la morte del fratello ucciso in un'imboscata degli indiani. Non se la prende con i pellirosse, ma con il rinnegato bian...

Consigliato assolutamente no!
n.d.
MYMOVIES 4,00
CRITICA N.D.
PUBBLICO 3,00
CONSIGLIATO SÌ

Un ex ufficiale vuol vendicare la morte del fratello ucciso in un'imboscata degli indiani. Non se la prende con i pellirosse, ma con il rinnegato bianco che fornì le armi. I rinnegati però sono due, il figlio di un ranchero e il suo capoccia. Il capoccia elimina il complice, ma poi deve vedersela con l'ex ufficiale. Questi però non lo uccide, lascia che ci pensino gli indiani.

a cura della redazione
venerdì 28 luglio 2006

Di L'uomo di Laramie è stata spesso sottolineata la dimensione tragica, stabilendo paragoni còn opere come il Re Leardi Shakespeare. che condivide con il film di Mann il tema della successione al potere; nel western non abbiamo ovviamente un reame ma un patrimonio, un grandissimo allevamento, vero e proprio feudo moderno, da dividere fra tre figli: quello carnale, Dave, quello adottivo, Vic, e quello ideale, Will. Ognuno di questi personaggi porta una maschera tragica: il primo deve portare il peso della propria inadeguatezza, è instabile, collerico, vile, sente che suo padre Io ama ma al tempo stesso lo disprezza,
è roso dall'invida per il capo mandriano, che viene trattato come un figlio dal patriarca. Neanche questo secondo personaggio, però, è felice: Waggoman, il vecchio possidente, non fa una scelta decisa, lascia intendere a Vic che una parte dell'eredità sarà sua, poi si tira indietro causando le violente proteste del cowboy che viene trattato da cadetto, è amato e rispettato ma non ha diritti. In questo contesto lacerato interviene il terzo incomodo: Will Lockhart, che il vecchio vedrebbe bene al posto di Vic. Ma Lockhart non è dominato dal desiderio di diventare il padrone di tutte quelle terre che si estendono in ogni direzione attorno alla cittadina di Coronado, lui è posseduto da un altro demone, quello della vendetta, il secondo cardine su cui ruota la tragica storia dell'Uomo di Laramie.
La vendetta è uno dei grandi temi del western. Nelle sconfinate praterie, dove ancora non è arrivata la legge, l'eroe ha il dovere morale di fare giustizia. Di farsi giustizia, dato che di solito i torti che ripara sono quelli suoi personali. Nel selvaggio Ovest la distinzione fra giustizia e vendetta è labile e si regge su un equilibrio instabile. Ha però un suo "galateo":
uomo contro uomo in un duello leale, oppure uno (il buono) contro molti (i cattivi), Il linciaggio è quanto di più lontano dalla morale dell'eroe western, che spesso interviene per proteggere le vittime della giustizia sommaria. A volte l'eroe incarna più la giustizia, fino a rivestire i panni dello sceriffo, come in Sfida infernale (John Ford, 1946), altre volte è la personificazione di una sinistra vendetta, come in Rancho Notorius (Fritz Lang, 1952). NeI paese di Coronado, isolato dagli attacchi degli indiani, l'unica possibilità di far giustizia del trafficante che rifornisce gli apache di armi è l'intervento di un singolo, audace, determinato vendicatore. Incarnato da un ex militare, un uomo che ha passato la sua vita al servizio della società: tant'è vero che, quando infine si tratta di mettere una pallottola in corpo al responsabile della morte del fratello, la mano di Lockart trema. In L'uomo di Laramie la vendetta non ha niente di liberatorio. Pesa, con tutta la gravità assoluta di un gesto risolutivo, ancestrale nella sua semplicità: occhio per occhio. Ma Lockhart non è un uomo premoderno, come quelli interpretati da John Wayne, è un uomo della modernità, è un uomo responsabile, problematico. Se conosce dolore e sacrificio questo non è sufficiente a lasciare senza briglie la parte violenta, feroce del suo animo. È il protagonista di un cinema western che ha perso l'innocenza.
L'uomo di Laramie viene spesso citato per la brutalità di alcune scene, come per esempio quella in cui Lockhart viene storpiato: in questo il regista è in sintonia con la tendenza del cinema americano del periodo e porta un contributo essenziale all'evoluzione del western dando una fragilità più che umana ai suoi eroi. Lo storico Viviani ha scritto: "Mann è stato un cineasta essenziale nella tendenza a rendere vulnerabile un eroe a suo temPO indistruttibile. Violenti senza compiacimento, i western di Mann comportano sempre scene d'aggressione fisica che il cineasta fissa con secchezza. Filmata in campo lungo, giustapposta a un paesaggio duro, la violenza gioca Io stesso ruolo dell'ambientazione: riporta l'uomo alle giuste proporzioni e ricollocano la saga western nella sua prospettiva umana".

Su MYmovies il Dizionario completo dei film di Laura, Luisa e Morando Morandini

Capitano americano si finge mercante e va in Messico per scoprire chi vende fucili agli Apaches. Il suo compito è duramente ostacolato dal figlio di un ricco proprietario. 5° e ultimo film di Mann con Stewart, scritto da Philip Yordan e Frank Burt che gli hanno dato una struttura da tragedia classica sulla fine di una potente e corrotta famiglia. Una dose di violenza maggiore del solito, dialoghi piccanti, un ottimo uso dei paesaggi del New Mexico. Il sapiente gioco dei conflitti psicologici in un mondo primitivo ha un'insolita attendibilità storica. 1° film in Cinemascope di Mann. Restaurato.

Tutte le recensioni de ilMorandini
CONSULTALO SUBITO

L'UOMO DI LARAMIE disponibile in DVD o BluRay su IBS

DVD

BLU-RAY
€9,99
PUBBLICO
RECENSIONI DALLA PARTE DEL PUBBLICO
mercoledì 12 agosto 2015
paolp78

Si tratta di una delle più riuscite espressioni del cinema western classico e una delle migliori prove della collaudata accoppiata Anthony Mann James Stewart, che quando fanno un western difficilmente falliscono il bersaglio. La pellicola ha numerosi pregi, ma come si conviene ad un film western ha principalmente quello di riescire a ad avvincere lo spettatore, che in questo caso resta inchiodato [...] Vai alla recensione »

RECENSIONI MYMOVIES
PUBBLICO
SHOWTIME
Vai alla home di MYmovies.it
Home | Cinema | Database | Film | Calendario Uscite | MYMOVIESLIVE | Dvd | Tv | Box Office | Prossimamente | Trailer | Colonne sonore | MYmovies Club
Copyright© 2000 - 2020 MYmovies.it® - Mo-Net s.r.l. Tutti i diritti riservati. È vietata la riproduzione anche parziale. P.IVA: 05056400483
Licenza Siae n. 2792/I/2742 - Credits | Contatti | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso | Accedi | Registrati