Frontiers

Acquista su Ibs.it   Dvd Frontiers   Blu-Ray Frontiers  
Un film di Xavier Gens. Con Karina Testa, Aurélien Wiik, Patrick Ligardes, David Saracino, Maud Forget.
continua»
Titolo originale Frontière(s). Horror, durata 103 min. - Francia, Svizzera 2007. - Moviemax uscita venerdì 7 novembre 2008. - VM 18 - MYMONETRO Frontiers * * 1/2 - - valutazione media: 2,65 su 80 recensioni di critica, pubblico e dizionari.
Consigliato nì!
2,65/5
MYMONETRO®
Indice di gradimento medio del film tra pubblico, critica e dizionari + rapporto incassi/sale (Italia)
 dizionarin.d.
 critica * * 1/2 - -
 pubblico * * 1/2 - -
Trailer Frontiers
Il film: Frontiers
Uscita: venerdì 7 novembre 2008
Anno produzione: 2007
Una gang di ragazzi francesi si ritrova a scappare dalla polizia. Durante la fuga il gruppo si divide e quattro di loro fuggono verso la frontiera riuscendo a rifugiarsi vicino al confine con il Belgio in un ostello semi abbandonato.
Richiedi il passaggio in TV di questo film
Chiudi Cast Scrivi Trailer
primo piano
Un'astuta e ambigua operazione formale e politica
Giancarlo Zappoli     - - - - -
Questo film è disponibile in versione digitale, scopri il miglior prezzo:
TROVASTREAMING

Yasmine attende un bambino che si può vedere in ecografia. La ragazza fa parte di un gruppo di malviventi di banlieu che tenta un colpo approfittando di disordini originati da motivi politici. Uno degli appartenenti viene ferito e il gruppo si divide. Finiscono però col finire tutti nelle grinfie di una 'famiglia' di psicopatici con tendenze naziste che si divertono a torturarli nei modi più efferati.
Con Frontiers ci troviamo di fronte a un'astuta quanto ambigua operazione. Perché Xavier Gens, rispetto ai registi made in Usa dediti all'esaltazione sullo schermo delle più bieche torture che mente (non intelligenza) umana possa concepire, si sposta su un livello superiore. La cura formale è davvero precisa (basti pensare, a titolo di esempio, alla scena della cena illuminata in stile teatrale) e la creazione, nei primi venti minuti del film, dell'atmosfera giusta lo è altrettanto. In più Gens ha una vastissima conoscenza di genere e sottogeneri che gli permette di svariare da The Descent a Hostel fino a permettergli citazioni alte dal Greenaway de Il cuoco, sua moglie, l'amante e il ladro e dai Jeunet e Caro di Delicatessen.
Aggiunge poi quel tanto di tocco politico (i torturatori sono nazi, 'neo' e non) che dovrebbe impedire la critica. I 'cattivi' sono collocati al posto giusto o no? No, perché chi ha lo sguardo 'nazista' è il regista, il quale si compiace di ogni singola scena pensando (forse non a torto) che altrettanto faccia lo spettatore che ama il genere. Qui viene così a svelarsi un disegno che relega al ruolo di rozzi artigiani gli autori di Saw. È forse per questo che viene la tentazione (solo teorica) di aderire a quanto afferma il personaggio che apre il film. Yasmine dice di voler evitare alla creatura che porta in grembo di nascere in questo mondo. Se si riferisse al mondo che produce film come questo potrebbe anche avere ragione.

Stampa in PDF

TROVASTREAMING
FRONTIERS
in streaming
NOLEGGIA
streaming
ACQUISTA
download
SD HD SD HD
CHILI
-
-
iTunes
-
-
-
-
* - - - -

Arbeit macht frei

sabato 17 maggio 2008 di Gus da Mosca

Una lunghissima serie di corte sequenze di azione violentissima, tecnicamente realizzate con grande abilita'. Con grande efficacia si propongono allo spettatore immagini penetranti, subliminali (esteso l'uso della high-frame-cam), con un'azione fulminea, esplosa e poi dissezionata per rendere i secondi lunghi ed angoscianti. Niente tensione, solo violenza pura esplicita ed in primissimo piano, caricata dall'uso eccelso di luce e colore e da colonna sonora e fotografia a tratti molto convincenti. continua »

* * * * *

Un horror capolavoro

sabato 7 marzo 2009 di fabio 10

A me questo film è piaciuto tantissimo. Non riesco a capire come a molti non sia piaciuto. Non è il solito horror alla "saw" o alla "hostel" dove non c'è un minimo di originalità , dove si vedono solo scene truculente che dovrebbero attirare il telespettatore , senza seguire alcun filo logico. Questo film è in grado di creare un'enorme dose di angoscia e paura , mi è piaciuto veramente tanto , addirittura l'ho preferito a horror come "hostel" , "rec" e "saw" . Lo consiglio perchè se cercate la paura continua »

* * * * -

Un film epico

venerdì 13 marzo 2009 di Angelo Moroni

Credo che Frontiers. Ai confini dell’Inferno meriti di entrare negli annali della cinematografia horror, ma direi della storia del Cinema in generale, anche perché, dopo questo capolavoro franco-svizzero, credo sia ora di finirla di confinare il genere in una nicchia, in una specie di club per collezionisti di feticci sui generis, come se non fosse solo e semplicemente ‘cinema’. Frontiere, appunto, nicchie, confini della cinematografia che il film di Xavier Gens deliberatamente si pone l’obiettivo continua »

* * - - -

Quando il troppo diventa troppo

giovedì 1 gennaio 2009 di marco panichi

Il film non racconta una storia, un concetto o anche solo un emozione. cerca solo di superare i precedessori dai quali trae ispirazione e che "scopiazza" a volte in maniera molto evidente: - "L'odio" per quanto riguarda le problematiche etniche della parigi attuale - "Hostel" per le torture perpetrare a danno dei personaggi e per l'escamotage dell'esca sessuale per intrappolare gli stessi - "Non aprite quella porta" per il concetto di famiglia cannibale vogliosa di carneficina - "28 giorni dopo" continua »

eva
"Se farò quello che mi dice mio padre mi ridaranno mia mamma!"
vota questa frase: 0 1 2 3 4 5
Aggiungi una frase
Shop

DVD | Frontiers

Uscita in DVD

Disponibile on line da domenica 4 agosto 2013

Cover Dvd Frontiers A partire da domenica 4 agosto 2013 è disponibile on line e in tutti i negozi il dvd Frontiers di Xavier Gens con Karina Testa, Aurélien Wiik, Patrick Ligardes, David Saracino. Distribuito da Universal Pictures. Su internet Frontiers. Ai confini dell'inferno (DVD) è acquistabile direttamente on-line su IBS. Sono inoltre disponibili altri DVD in versione speciale del film. altre edizioni »

Prezzo: 4,50 €
Aquista on line il dvd del film Frontiers

APPROFONDIMENTI | Non c'è dolore abbastanza forte da saziare.

Il film

lunedì 10 novembre 2008 - Pressbook

Frontier(s), il film Una gang di ragazzi francesi si ritrova a scappare dalla polizia. Durante la fuga il gruppo si divide e quattro di loro fuggono verso la frontiera riuscendo a rifugiarsi vicino al confine con il Belgio in un ostello semi abbandonato. L'atmosfera malsana del caseggiato fa capire subito ai ragazzi che qualcosa non va…L'ostello è gestito da due sorelle che hanno tra di loro un rapporto morboso e da un anziano ex¬colonnello dispotico ed autoritario. Ospite fissa è una giovane donna che si veste e parla come fosse ancora una bambina di 11 anni.

APPROFONDIMENTI | La nouvelle vague dell'horror francese.

Frontiers e il cinema horror in Francia

martedì 4 novembre 2008 - Matteo Treleani

Frontiers e il cinema horror in Francia Esce nelle sale italiane Frontiers di Xavier Gens e ci si pone la questione del cinema di genere. Primo mercato europeo con più di duecento film prodotti all'anno, quando in Italia si resta sul centinaio, la Francia è un paese che ha sempre apprezzato il cinema di genere. Con una particolare e storica predilezione per il poliziesco, senza mai disdegnare l'horror. Se negli anni '70 il terrore cinematografico era però nelle sapienti mani di alcuni registi italiani, il nuovo millennio ha visto una nouvelle vague tutta francese.

INCONTRI | Al suo esordio in lungo Xavier Gens realizza un horror (politico) sulla scia di Non aprite quella porta.

Laddove finisce l'umanità inizia la paura

venerdì 7 novembre 2008 - Tirza Bonifazi Tognazzi

Frontiers: laddove finisce l'umanità inizia la paura Prima di esordire dietro la macchina da presa Xavier Gens realizza in maniera amatoriale piccoli film casalinghi sugli zombie e sui vampiri. In seguito coglie al volo l'occasione di lavorare dietro le quinte di Maximum Risk e Double Team come assistente apprendista. "Il che voleva dire chiudere qualche porta e preparare il caffè" ha raccontato. "Tuttavia ho avuto la possibilità di guardare altri registi al lavoro. I miei primi passi come regista sono stati in ambito pubblicitario e la svolta è arrivata con il cortometraggio Au petit matin che ha vinto al Cognac Film Festival ed è stato selezionato al festival di Venezia (all'interno di Corto Cortissimo, Ndr)".

After Making It Out of Paris, Finding There’s No Escape

di Manohla Dargis The New York Times

There’s enough blood in the unrated French horror film “Frontier(s)” to satiate even the most ravenous gore hounds. The real surprise here is that this creepy, contemporary gross-out also has some ideas, visual and otherwise, wedged among its sanguineous drips, swaying meat hooks and whirring table saw. Much like other recent French-language horror films (“High Tension,” “Calvaire,” “Inside”), this one owes a debt to the modern American slasher flick, the original “Texas Chain Saw Massacre,” among many others, though “Frontier(s)” adds an amusingly glib and timely political twist to its wholesale carnage. »

Quattro giovani casseur dalla padella nella brace

di Roberto Nepoti La Repubblica

Termini come "survival" e "splatter" sono ben noti ai cultori dell' horror. Per chi ha meno familiarità con il film di paura, va detto che Frontière(s) è l' uno - alcuni personaggi cercano di sopravvivere a minacce strane e terrificanti - e l' altro: c' è, insomma, gran spargimento di sangue, interiora e materiale organico vario (il film è vietato ai 18, ma potrebbe turbare molti maggiorenni). In una Francia governata dall' estrema destra, quattro giovani casseur delle periferie fanno un "colpo" e cercano rifugio in una tetra locanda di confine, in attesa di espatriare. »

Tendini dilaniati e teste spappolate Non entrate in quella sala

di Massimo Bertarelli Il Giornale

Inutile prendersela. Queste boiate non avranno mai fine: piacciono un sacco ai ragazzini. Stavolta però gli instancabili divoratori di popcorn sono stati fregati: la censura, miracolo, ha tenuto gli occhi spalancati, intimando il divieto di Frontiers - Ai confini dell'inferno ai minori di diciott'anni. Beati loro, non sanno quello che guadagnano. È un horror a dir poco disgustoso, ovviamente assurdo come tutta la paccottiglia del genere. L'ha scritto e diretto l'esordiente francese Xavier Gens, che non esita a rivelare: «Quando ero piccolo, i miei genitori mi hanno costretto a vedere L'esorcista e Lo squalo». »

Un inferno rosso sangue

di Francesco Alò Il Messaggero

Che cosa frulla per la testa di questi ragazzini francesi? Ieri Alexandre Aja (Alta tensione, Le colline hanno gli occhi), David Moreau e Xavier Palud (Them), Alexander Bustillo e Julien Maury (À l'intérieur) e oggi Xavier Gens, regista fuori controllo di Frontiers. Sempre forte il rimando a Non aprite quella porta (1974) di Hooper, il film horror più citato degli ultimi dieci anni. Gruppo di piccoli criminali in fuga dopo una rapina finiscono in una casa di psicopatici filonazisti che sequestrano giovani donne per ingravidarle. »

Frontiers | Indice

Recensioni & Opinionisti Articoli & News Multimedia Shop & Showtime
Pubblico (per gradimento)
  1° | fabio 10
  2° | marco panichi
  3° | angelo moroni
  4° | gus da mosca
  5° | andrea b
  6° | shining
  7° | andrej
  8° | marco padula
  9° | gus da mosca
Rassegna stampa
Andrea Fornasiero
Poster e locandine
1 | 2 | 11 | 12 | 13 | 14 | 3 | 4 | 5 | 6 | 7 | 8 | 9 | 10 |
Immagini
1 | 2 | 3 | 4 | 5 | 6 | 7 | 8 | 9 | 10 | 11 |
Link esterni
Sito ufficiale
Shop
DVD
Uscita nelle sale
venerdì 7 novembre 2008
prossimamente al cinema Film al cinema Novità in dvd Film in tv
martedì 22 giugno
Cosa sarà
Altri prossimamente » Altri film al cinema » Altri film in dvd » Altri film in tv »
home | cinema | database | film | uscite | dvd | tv | box office | prossimamente | colonne sonore | Accedi | trailer | TROVASTREAMING |
Copyright© 2000 - 2021 MYmovies® // Mo-Net All rights reserved. P.IVA: 05056400483 - Licenza Siae n. 2792/I/2742 - credits | contatti | redazione@mymovies.it
Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso
pubblicità