Hostel

Acquista su Ibs.it   Soundtrack Hostel   Dvd Hostel  
Un film di Eli Roth. Con Jay Hernandez, Eythor Gudjonsson, Barbara Nedeljakova, Rick Hoffman, Jana Kaderabkova.
continua»
Horror, durata 95 min. - USA 2006. uscita venerdì 24 febbraio 2006. - VM 14 - MYMONETRO Hostel * * - - - valutazione media: 2,40 su 184 recensioni di critica, pubblico e dizionari.
Consigliato nì!
2,40/5
MYMONETRO®
Indice di gradimento medio del film tra pubblico, critica e dizionari + rapporto incassi/sale (Italia)
 dizionari * - - - -
 critica * * - - -
 pubblico * * 1/2 - -
   
   
   
Due ragazzi americani in cerca di sesso facile nella vecchia Europa dovranno fare i conti con una situazione che non presenta vie di scampo.
Richiedi il passaggio in TV di questo film
Chiudi Cast Scrivi Trailer
primo piano
Horror piatto, monocorde e fuori luogo
Giovanni Idili     * - - - -

Due giovani statunitensi, Josh e Paxton, attraversano il vecchio continente zaino in spalla assieme ad Oli, islandese festaiolo incontrato in viaggio. Decisamente più interessato alle droghe e al sesso che ai musei, il trio decide di puntare verso la Slovacchia, dipinta dai più come meta perfetta per il turismo sessuale. Raggiunto un paesino nei pressi di Bratislava, il gruppo si fermerà presso un ostello, constatando come le voci fossero fondate. Dividere la stanza con stupende e disinibite sconosciute per i ragazzi è un sogno che si avvera: un sogno che si rivelerà presto vero incubo.
Spinto da amicizie pesanti, Hostel arriva sui nostri schermi in pompa magna, con tanto di sacchetti per vomitare distribuiti all'ingresso delle sale. Sull'onda delle chiacchiere, Eli Roth, alla seconda regia dopo il modesto Cabin Fever, omaggia esplicitamente un po' tutti, partendo da Landis per arrivare addirittura a fregiarsi di un cameo di Miike, senza dimenticarsi di citare a più riprese lo sponsor Tarantino. Se nella prima parte ci si rifà al tipico preludio da horror sbarazzino, con più seni in primo piano che F-Words in Pulp Fiction, nella seconda si procede alla tanto decantata orgia di sangue ed efferatezza: tutto secondo copione, con tanto di pinze, saldatori e cure medievali. Ostentando conoscenza del genere, Roth riesce a banalizzare un soggetto che rubacchia dall'immaginario snuff e da Il Coraggioso, dando vita ad un prodotto piatto, monocorde e pretenzioso.
Un'accozzaglia di strumenti di tortura, membra e rimandi in cui cercare alte metafore pare sinceramente fuori luogo.

Premi e nomination Hostel MYmovies
il MORANDINI
Incassi Hostel
Primo Weekend Italia: € 925.000
Incasso Totale* Italia: € 2.589.000
Ultima rilevazione:
Box Office di domenica 26 marzo 2006
Primo Weekend Usa: $ 19.556.000
Incasso Totale* Usa: $ 19.556.000
Ultima rilevazione:
Box Office di domenica 8 gennaio 2006
Sei d'accordo con la recensione di Giovanni Idili?

Sì, sono d'accordo No, non sono d'accordo
42%
No
58%
Scrivi la tua recensione
Leggi i commenti del pubblico
* - - - -

Da evitare,fidatevi

domenica 26 febbraio 2006 di Andrea Lade

"Tu sei la mia put tana ,ho avuto molti soldi per te". Questa frase viene ripetuta a film terminato durante lo scorrere dei titoli di coda;alcuni di voi se la saranno persa perchè scappati dalla sala molto prima:è un vero peccato perchè è la frase più bella,l'unica vera frase di questa bufala perchè di bufala si tratta. E' il regista stesso che ci prende in giro e ci dice che noi siamo le sue put tane perchè gli abbiamo fatto fare un sacco di soldi,abbiamo creduto in una pubblicità che da mesi continua »

* * * * *

Hostel

giovedì 3 agosto 2006 di Eleonora

Molti penseranno che il mio voto sia esagerato ma la spiegazione verrà presto data. Hostel, non è un teen-movie, non è un film banale, non è un film pubblicizzato eccessivamente, è un film "disturbante" che Eli Roth è riuscito a concepire in modo da renderlo il più realistico possibile, senza effetti gore sorprendenti, effetti splatter che dovrebbero rimanere nella mente dello spettatore a qualsiasi costo. E' un film che esplica in maniera chiara e precisa la mentalità del nostro tempo. L'uomo continua »

* * * - -

Hostel : l'horror del 2006

venerdì 17 marzo 2006 di Sadman

Premetto che non riesco a credere che si possa criticare un film del genere quando invece sappiamo tutti che l'attuale panorama horror va tutt'altro che a gonfie vele: remake di capolavori passati e una generale scarsità di idee e originalità!Allora perchè difendere Hostel?Ci sono diverse buone ragioni: 1)L'ambientazione:collocare un horror nei paesaggi rurali della Slovacchia si è rivelata una scelta azzeccata e riesce a conferire quel senso di sperdutezza e solitudine. 2)Il coinvolgimento:ritengo continua »

* * * * *

Un horror/splatter da vedere..ottimo film !!

mercoledì 13 ottobre 2010 di Manuel-Mnl

Un film horror/splatter coinvolgente ed entusiasmante...a differenza di altri horror nei quali ci si rischia di annoiare...in Hostel le scene son abbastanza dinamiche...a una parte inizialmente tranquilla e a tratti divertente..si aggiunge quella finale,dramatica e "orrorifica".....con le varie scene di sangue e torture riprese interamente...bravo il regista e gli attori..forse si poteva sviluppare maggiormente la trama ma tuttosommato è un film da non perdere !!!! =) continua »

L'uomo d'affari / Torturatore
Il chirurgo ha tra le mani l'essenza assoluta della vita!
vota questa frase: 0 1 2 3 4 5
Torturatore
C'è un posto dove le tue fantasie più malate sono possibili dove puoi sperimentare tutto quello che desideri dove puoi torturare, punire o uccidere. Pagando.
vota questa frase: 0 1 2 3 4 5
L'uomo d'affari / Torturatore
Nessuno mi deve pagare,sai perché? Perché sono io che pago per spassarmela!
vota questa frase: 0 1 2 3 4 5
Altre frasi celebri del film Hostel oppure Aggiungi una frase
Shop

DVD | Hostel

Uscita in DVD

Disponibile on line da martedì 11 luglio 2006

Cover Dvd Hostel A partire da martedì 11 luglio 2006 è disponibile on line e in tutti i negozi il dvd Hostel di Eli Roth con Jay Hernandez, Eythor Gudjonsson, Barbara Nedeljakova, Rick Hoffman. Distribuito da Sony Pictures Home Entertainment, il dvd è in lingue e audio italiano, Dolby Digital 5.1 - inglese, Dolby Digital 5.1, e sottotitolato in italiano - inglese - inglese per non udenti. Su internet Hostel è acquistabile direttamente on-line su IBS.

Prezzo: 9,99 €
Aquista on line il dvd del film Hostel

SOUNDTRACK | Hostel

La colonna sonora del film

Disponibile on line da venerdì 24 febbraio 2006

Cover CD Hostel A partire da venerdì 24 febbraio 2006 è disponibile on line e in tutti i negozi la colonna sonora del film Hostel del regista. Eli Roth Distribuita da Varèse Sarabande.

di Marco Giovannini Panorama

Fin da bambino aveva un metro di giudizio molto personale: se lo faceva vomitare, era un buon film.Ecco perché il gadget che accompagna l’uscita di Hostel è una di quelle buste da usare in caso di mal d’aria sui voli di linea, con questa spiegazione: «Da portare alla visione del film e utilizzare in caso di necessità». Hostel, costato appena 4 milioni e mezzo di dollari, solo nel primo weekend americano ne ha incassati 20 battendo perfino Le cronache di Narnia, e ha incoronato Roth «salvatore del genere horror». »

di Massimo Bertarelli Il Giornale

Che schifo, che nausea. Un horror che batte ogni record di stupidità, operazione che pareva davvero impossibile, ma anche di intollerabile sadismo. Passi, si fa per dire, per l'infima macelleria, con il sangue che schizza da tutte le parti, seghe elettriche che squarciano i corpi, trapani che cavano gli occhi, bisturi che amputano le dita. In fondo chi ha abbandonato anzitempo la platea l'ha già vista. Per esempio nel repellente Saw l'enigmista. Ma qui si oltrepassa ogni limite della decenza. Perché in azione non c'è il solito serial killer; nossignore, qui c'è un manipolo di depravati, disposti a pagare anche cinquantamila dollari per il puro gusto di ammazzare uno sconosciuto in catene. »

di Lietta Tornabuoni La Stampa

Due ragazzi americani avventurosi esplorano l’Europa centrale e incontrano l’orrore in Hostel di Eli Roth, presentato e coprodotto da Quentin Tarantino. Apparati di ferri chirurgici, buchi praticati nel corpo umano con il trapano elettrico, oscurità, dita amputate, sangue, minacce con la motosega, persone fatte a pezzi in un sotterraneo, mutilazioni, una ragazza asiatica con l’occhio sinistro esorbitato pendente sulla guancia e poi reciso con le forbici. In un paese della Slovacchia dalle parti di Bratislava i protagonisti si ritrovano prima in una specie di bordello (una sorta di squallido prefabbricato dove le ragazze ballando infilano pasticche in bocca al partner), poi in una specie di museo della tortura dove i turisti possono divertirsi a uccidere altri turisti i cui organi (polmoni, reni, occhi, cuori) vengono poi venduti a caro prezzo. »

di Roberta Bottari Il Messaggero

Josh e Paxton, due ragazzi americani, partono per l’Europa. E, dato che hanno raccontato loro di una certa libertà con sesso e droghe, si dirigono a Bratislava, verso un ostello pieno di ragazze disponibili... Ma, presto, queste frivole considerazioni, saranno solo un ricordo e il gruppo si troverà a fare i conti con una situazione senza via di scampo. Hostel di Eli Roth, prodotto da Quentin Tarantino, non è un teen-movie, ma l’horror più atteso e agghiacciante dell’anno. Costato solo 4,5 milioni di dollari, ne ha già incassati 50 solo negli Usa, dove è il pubblico lo ha osannato e la censura vietato. »

Hostel | Indice

Recensioni & Opinionisti Articoli & News Multimedia Shop & Showtime
Poster e locandine
1 | 2 | 3 | 4 | 5 | 6 |
Prossimamente al cinema Oggi al cinema Novità in dvd Film in tv
Altri film » Altri film » Altri film » Altri film »
home | cinema | database | film | uscite | dvd | tv | box office | prossimamente | colonne sonore | MYmovies Club | trailer | download film | mygames |
Copyright© 2000 - 2014 MYmovies® // Mo-Net All rights reserved. P.IVA: 05056400483 - Licenza Siae n. 2792/I/2742 - credits | contatti | redazione@mymovies.it
XHTML | CSS | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso
pubblicità