The Bacchus Lady

Film 2016 | Drammatico

Titolo originaleJung-yeo-ju-neun-yeo-ja
Anno2016
GenereDrammatico
ProduzioneCorea del sud
Regia diJ-Yong E
AttoriYeo-jeong Yoon, Hyun-jun Choi, Moon-Song Chon .
MYmonetro Valutazione: 2,00 Stelle, sulla base di 1 recensione.

Regia di J-Yong E. Un film con Yeo-jeong Yoon, Hyun-jun Choi, Moon-Song Chon. Titolo originale: Jung-yeo-ju-neun-yeo-ja. Genere Drammatico - Corea del sud, 2016, Valutazione: 2,00 Stelle, sulla base di 1 recensione.

Condividi

Aggiungi
The Bacchus Lady
tra i tuoi film preferiti.




oppure

Uno spaccato della società coreana contemporanea, la prostituzione delle donne in età avanzata, fenomeno e denuncia sociale.

Consigliato assolutamente no!
n.d.
MYMOVIES 2,00
CRITICA N.D.
PUBBLICO N.D.
CONSIGLIATO NÌ
Scheda Home
Critica
Cinema
Trailer
Storia di un'anziana prostituta, figura di solidarietà umana in un contesto di divisione sociale e disagio.
Recensione di Emanuele Sacchi
venerdì 31 marzo 2017
Recensione di Emanuele Sacchi
venerdì 31 marzo 2017

So-yeong è la più carismatica tra le cosiddette "Bacchus ladies", prostitute di età avanzata che in genere ricevono i propri clienti al Jongno Park di Seoul. Un giorno si imbatte per caso nella lite violenta tra un dottore e una ragazza filippina: nel caos generale, decide di prendersi cura del figlio di questa, altrimenti abbandonato a se stesso. Tra i due e gli eccentrici vicini di casa si costituisce un surrogato di nucleo familiare, che sembra portare un po' di serenità in vite travagliate.

Le Bacchus ladies del titolo, o bagkaseu halmeoni, prendono il nome da una bevanda energetica che sono solite vendere a uomini anziani, in genere come pretesto per fornire prestazioni sessuali. Per Lee Jae-yong il fenomeno diviene l'inconsueto spunto da cui avviare un'indagine sui mali della Corea odierna, acuiti dal contrasto con il tempo che fu e le generazioni che furono.

Ne esce il ritratto di un Paese a due velocità, scisso tra chi vive negli agi (e diffida di chiunque) e chi di espedienti, sorretto solo da un brandello di solidarietà residua. Ma Lee non è né BuñuelKaurismaki e di fronte a considerazioni che comportano un elevato rischio di situazioni stereotipate, non mostra di possedere gli anticorpi necessari. In diversi frangenti l'indagine sociale di The Bacchus Lady risulta troppo programmatica e superficiale, complicata dalla volontà del regista di convogliare temi complessi ed eterogenei nella medesima opera.

Il film procede quasi a strattoni, guidato dalla sua necessità didattica, alternando il realismo di scene mostrate con il chiaro scopo di disturbare lo spettatore medio - sesso a pagamento consumato tra anziani - a parentesi più leggere (e prevedibili). Queste ultime, in particolare, coinvolgono minoranze etniche o di orientamento sessuale quasi enumerandole: queste si succedono una dopo l'altra nel plot secondo una giustapposizione che sa di forzatura, almeno quanto la loro esclusione, come avviene di consueto nel cinema mainstream sudcoreano. I filippini e la loro difficile integrazione, i transessuali e la loro difficoltà di essere accettati in società meriterebbero un trattamento differente, mentre Lee lavora per accumulo, analogamente a quanto avviene con le molteplici influenze cinematografiche, da Irina Palm e a Gloria di Cassavetes, altra convivenza apparentemente impossibile tra una donna single e "di malaffare" e un bambino innocente e indifeso.

Non contento, Lee aggiunge altri temi: il desiderio materno frustrato di So-yeong e il legame nebuloso del suo passato con la guerra e con i militari americani, fino all'epilogo in cui da donatrice di vita So-yeong diviene traghettatrice dei propri affezionati clienti verso il riposo eterno. Un esubero di elementi in gioco, impossibili da affrontare con il necessario approfondimento. Alla fine di The Bacchus Lady a emerge compiutamente è solo il talento della sua protagonistala straordinaria Yoon Yeo-jong, capace di transitare dalla spietata dominatrice di The Taste of Money o dalla figura autoritaria di The Housemaid alla umanissima "Bacchus Lady" mantenendo la medesima credibilità. È lei l'unico spettacolo del film, che vale la pena di essere ricordato.

Sei d'accordo con Emanuele Sacchi?
Vai alla home di MYmovies.it
Home | Cinema | NETFLIX | Database | Film | Calendario Uscite | MYMOVIESLIVE | Dvd | Tv | Box Office | Prossimamente | Trailer | Colonne sonore | MYmovies Club
Copyright© 2000 - 2017 MYmovies.it® - Mo-Net s.r.l. Tutti i diritti riservati. È vietata la riproduzione anche parziale. P.IVA: 05056400483
Licenza Siae n. 2792/I/2742 - Credits | Contatti | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso | Accedi | Registrati